Lingua   

Coples del '34

anonimo

Lista delle versioni e commenti



Minatori asturiani in trincea nell'ottobre del 1934
Minatori asturiani in trincea nell'ottobre del 1934


Canto rivoluzionario asturiano risalente ai violenti scioperi dei minatori della regione, che furono repressi nel sangue dalle truppe di un generale che si era già "distinto" nella repressione nella rivolta marocchina del Riff nel 1925. Di lì a due anni se ne sarebbe risentito molto parlare in tutto il mondo: il suo nome era Francisco Franco y Bahamonde.
Salen los mineros de Pola Llaviana
tomando cuarteles llegaron a Sama
el cañón retumba los fusiles cantan,
los dinamiteros derrumban murallas

Y entran los moros con carta blanca
Y dos Banderas de la Legión
Haciendo muertes, robos y atracos
Y hasta es posible, la violación

Silencio en Asturies ya todo está en calma,
Silencio Asturies, silencio en las masas.

inviata da Riccardo Venturi - 14/1/2006 - 12:10



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
14 gennaio 2006
STROFE DEL '34

Escono i minatori da Pola Llaviana,
acquartierandosi giunsero a Sama.
Romba il cannone, cantano i fucili,
i dinamitardi buttano giù le mura

E entrano i "Moros" [*] con carta bianca
e due bandiere della Legione
facendo morti, razzie e distruzioni
e, se possibile, stuprando le donne

Silenzio nelle Asturie, tutto ormai è calmo,
Silenzio, Asturie, silenzio tra la gente.
[*] I soldati della Legione Marocchina di Francisco Franco. Sarà proprio questa legione, al comando di Franco, che passerà in Spagna tra il 16 e il 18 luglio 1936, dando inizio alla guerra civile.

14/1/2006 - 12:13



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org