Lingua   

Here Comes The War

New Model Army
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Spirit Of The Falklands
(New Model Army)
Song to the Men of England
(New Model Army)
BloodSports
(New Model Army)


(1993)
(Sullivan - Heaton - Nelson)
Today, as you listen to this song, another 394,000 children were born into
this world
they break like waves of hunger and desire upon these eroded shores
carrying the curses of history and a history yet unwritten
the oil burns in thick black columns, the buzz saws echo through the forest
floor
they shout give us our fair share, give us justice
here comes the war

On a grey morning to the south of here two young men in makeshift uniforms
peer into the misty light
and figures dart behind the trees as a snap of rifle rounds echoes out
across the fields
well they hardly know their sacred mother tongue
but they know their duty to defend the flag hanging limp and bloody above
the village church
while a thousand miles away in a warehouse complex down by the river
young money men play paintball games

here comes the war

Put out the lights on the age of reason

Blow out the candle and tell us another of those great stories
the ones about serial killers let dreams flow into savage times
do you hear the sirens scream across the city, we've had three hot nights in
succession
the riot season is here again
dear lord lead us back into the valley of the shadow of death
here comes the war

Did you think we were born in peaceful times ?

Faster, faster - like a whirling dervish spinning round
faster, faster - till the centre cannot hold - faster, faster
You screamed give us liberty or give us death
Now you've got both, what do you want next ?
here comes the war

Put out the lights on the age of reason.


Lingua: Italiano

Versione italiana di Jacopo "Laverdure"
ECCO LA GUERRA

Oggi, mentre ascoltate questa canzone, altri 394.000 bambini sono nati in
questo mondo
Irrompono come onde di fame e desiderio su queste coste erose
Portando le maledizioni della storia e una storia ancora da scrivere
Il petrolio brucia in dense colonne nere, le seghe a motore riecheggiano nel
folto della foresta
Gridano dateci la nostra giusta parte, dateci giustizia
Ecco la guerra

Un mattino grigio a sud di qui due giovani uomini in uniformi arrangiate
scrutavano nella luce annebbiata
E figure sfrecciano dietro agli alberi mentre un colpo di fucile riecheggia
sui campi
Be' a malapena conoscono la loro sacra madrelingua
Ma conoscono il loro dovere di difendere la bandiera che pende floscia e
insanguinata sulla chiesa del villaggio
Mentre a mille miglia da lì in un capannone lungo il fiume
Giovani uomini danarosi giocano a palla avvelenata

Ecco la guerra

Spegnete le luci sull'età della ragione

Soffiate sulla candela e raccontateci un'altra di quelle grandi storie
Quelle sui serial killer
Fate scorrere i sogni nei tempi selvaggi
Sentite, le sirene che urlano sulla città? Abbiamo avuto tre notti d'inferno
di fila
La stagione della rivolta è tornata
Caro signore portaci di nuovo nella valle dell'ombra della morte
Ecco la guerra

Pensavate che fossimo nati in tempi di pace?

Più veloce, più veloce - come un derviscio rotante che si avvolge
Più veloce, più veloce - finché il centro non possa reggere - più veloce,
più veloce
Urlavate Dateci la libertà o dateci la morte
Ora le avete entrambe, che altro volete?
Ecco la guerra

Spegnete le luci sull'età della ragione


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org