Lingua   

Presidente

Anemamé
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Nen te “reggae” ććhiù (Babbelònie.)
(Anemamé)
Welcome to the green land
(Anemamé)
Shalom
(Anemamé)


2007
Shalom
Shalom
Io sono il presidente,
nelle vostre vite sono presente:
aiuto ogni essere vivente
a vivere sempre più liberamente.
Ogni giorno impegno la mia mente
per il benessere di tutta la gente;
mi sento sempre intelligente:
praticamente sono io il più potente.
Guardo il popolo, vedo tutto;
ascolto il popolo, sento tutto;
Io sono il presidente e sorrido tra la gente,
non sono indifferente a chi non ha più niente.
Presidente, capo della Nazione,
tanta ggénte nen è cuntènte della tua esortazione,
neanche di un governo sèmpre cchiù ‘mbrujóne;
i mo’ arefiate e dope te le cante e te le sóne.
Presidente delle forze di reazione,
tu te siènte come lu rré de Babbelònie;
il tuo obiettivo è generare sempre confusione
accuçì te può arraffà’ gne nu ‘ngurdóne lu patremònie.
Afghanistan o Iraq, bašte ca se guadagne,
c’è sempre spazio e tempo per la vergogna di una bomba.
Se magne a sbafe a li pahise fe la cuccagne,
tante nen se lagne chi vive già dentro una tomba.
Il tuo interesse vero è l’ójje nére,
tu sî nu marpióne e nen è nu mištére:
la tua democrazia, ogge come iére è
fume a lu pòpole, óre a lu petroliére!
Guardi il popolo, vedi niente.
Ascolti il popolo, senti niente.
Io sono il presidente e sorrido tra la gente:….

inviata da adriana - 10/12/2009 - 08:54



Lingua: Italiano

Versione italiana dal sito ufficiale
PRESIDENTE

Io sono il presidente,
nelle vostre vite sono presente:
aiuto ogni essere vivente
a vivere sempre più liberamente.
Ogni giorno impegno la mia mente
per il benessere di tutta la gente;
mi sento sempre intelligente:
praticamente sono io il più potente.
Guardo il popolo, vedo tutto;
ascolto il popolo, sento tutto;
Io sono il presidente e sorrido tra la gente,
non sono indifferente a chi non ha più niente.
Presidente, capo della Nazione,
tanta gente non è contenta della tua esortazione,
neanche di un governo sempre più imbroglione;
io adesso prendo fiato e poi te le canto e te le suono.
Presidente delle forze di reazione,
tu ti senti come il re di Babilonia;
il tuo obiettivo è generare sempre confusione
così puoi arraffarti come un ingordone il patrimonio.
Afghanistan o Iraq, basta che si guadagni,
c’è sempre spazio e tempo per la vergogna di una bomba.
Si mangia a sbafo nei paesi della cuccagna,
tanto non si lagna chi vive già dentro una tomba.
Il tuo interesse vero è l’olio nero,
tu sei un marpione e non è un mistero:
la tua democrazia, oggi come ieri è
fumo al popolo, oro al petroliere!
Guardi il popolo, vedi niente.
Ascolti il popolo, senti niente.
Io sono il presidente e sorrido tra la gente:….

inviata da adriana - 10/12/2009 - 08:57



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org