Lingua   

Nel nome della bella

Massimiliano Larocca


Lingua: Italiano

Guarda il video


Massimiliano Larocca - Nel nome della Bella
(adriana)

Altri video...


Ti può interessare anche...

Le donne di Carrara
(Massimiliano Larocca)
Anima Mundi (a Giordano Bruno)
(Massimiliano Larocca)
Ce partenze dolorose
(Lino Straulino)


Testo e musica di Massimiliano Larocca
dall'album "Il ritorno delle passioni"
[2005]
il ritorno delle passioni

Un disertore che "nel nome della bella" volta le spalle alla guerra. "Questa è una romanza d'amore che un "ragazzo del '99" (si veda anche Mio nonno partì per l'Ortigara di Chiara Riondino), ovvero l'ultima leva chiamata alle armi nella guerra del '15-'18, dedica, prima di partire, alla propria amata, quella che lui, con un vezzeggiativo d'altri tempi, chiama la sua 'bella' ". (Massimiliano Larocca dal libretto dell'album)
Parto per terre lontane
parto per terre straniere
verserò lacrime senza vergogna
nel nome della bella

Nel caldo solstizio d’estate
in un bosco di felci e ciliegi
del caso il destino s’innamorò
ed incontrai la mia bella

Poi un giorno l’arma chiamò
oltre l’Isonzo chiamò
col fucile in spalla ed un garofano in tasca
pensando alla mia bella

La patria non mi animò
per essa non morirò
verso il confine mi guida una stella
nel cuore la mia bella

inviata da adriana - 1/4/2005 - 18:48




Lingua: Francese

Versione francese di Riccardo Venturi
4 maggio 2005
AU NOM DE MA BELLE

Je pars pour des terres lointaines
Je pars pour des terres étrangères
Je verserai mes larmes sans vergogne
Au nom de ma belle

Dans le chaud solstice d'été
Dans un bois de fougères, de cerisiers
Le destin est tombé amoureux du hasard
J'ai rencontré ma belle

Puis, un jour, l'armée m'a appelé
Elle m'a appelé au délà de l'Isonzo
Un fusil à l'épaule, un œillet dans ma poche
Je pensais à ma belle

La patrie ne m'a pas animé
Je ne mourrai pas pour elle
Une étoile me guide à la frontière
Ma belle dans mon cœur.

4/5/2005 - 21:55




Lingua: Italiano

Nuova versione prodotta e arrangiata da Maurizio Martellini e Vince Tempera
NEL NOME DELLA BELLA

Parto per terre lontane
parto per terre straniere
verserò lacrime senza vergogna
nel nome della bella

Nel caldo solstizio d’estate
in un bosco di felci e ciliegi
del caso il destino s’innamorò
ed incontrai la mia bella

Poi un giorno l’arma chiamò
oltre l’oceano chiamò
col fucile in spalla ed un garofano in tasca
pensando alla mia bella

Lontano dalla mia bella
perduto in questa guerra
senza una causa, senza ragione
privo di consolazione

In marcia sotto la pioggia
fino alla prossima sponda
le mani serrate nel morso del gelo
gli occhi che cercano un segno nel cielo

Stanotte ho ceduto al pianto
un'ombra è passata al mio fianco
ho visto il profilo di un altro soldato
ho stretto il grilletto ma non ho sparato

Lontano dalla mia bella
perduto in questa guerra
senza una causa senza ragione
privo di consolazione

C'è un solco su questa terra
il segno di un'altra guerra
andare all'assalto senza capire
perché colpire, perché ferire

La patria non mi animò
per essa non morirò
verso il confine mi guida una stella
nel cuore la mia bella

4/10/2009 - 18:01



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org