Lingua   

Petit homme mort au combat

Daniel Balavoine
Lingua: Francese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

500 connards sur la ligne de départ
(Renaud)
Revolucion
(Daniel Balavoine)


[1983]
Paroles et musique de Daniel Balavoine
Testo e musica di Daniel Balavoine
Album: "Loin des yeux de l'occident"

bal


Per questa canzone non sono purtroppo disponibili video su YouTube. [Questo nel 2004; ora ci sono, ndr] Ma Daniel Balavoine lo vogliamo ricordare lo stesso, con due filmati memorabili, due suoi "coups de gueule" televisivi. Non era certo uno che la mandava a dire, Daniel: né che avesse davanti il presidente Mitterrand, né un ascoltatore razzista (o meglio, "io non sono razzista ma...")

1. Il "coup de gueule" a Mitterrand
2. ...e quello a "io non sono razzista, ma...

Grazie di cuore a Leandro e Manuela per avermeli segnalati e spediti a suo tempo. [RV]

occ
Étendu
Noyé de poussière
Un enfant fixe le néant
Le front humide entouré d'un turban
Qui dit que Dieu est grand-and

Dans son dos
Mouillé de sueur
On peut voir qu'il n'a pas eu le temps
De comprendre d'où venait la douleur
Qui brise ses tympans

Petit homme mort au combat
Qui a pu guider ses pas
Ivre de prières
Rythmées pas le glas

Petit homme mort au combat
Quel Dieu a pu vouloir ça
Qui peut être fier
De tant de dégâts

Et en moi
L'étau se resserre
Quand je vois défiler ces enfants
Aveuglés par des hommes aux voeux pervers
Aux hymnes délirants
Au delà de toutes frontières
Il faut dire à tout esprit naissant
Qu'aucune cause ne vaudra jamais
La mort d'un innocent

Petit homme mort au combat
Qui a pu guider ses pas
Ivre de prières
Rythmées pas le glas

Devant ces feux
De haine
De terre
De sang
J'espère un peu quand même
Oh,
Que l'homme comprenne que l'enfant ne sais pas à quoi il consent

Petit homme mort au combat
Qui a pu guider ses pas
Ivre de prières
Rythmées pas le glas

Petit homme mort au combat
Quel Dieu a pu vouloir ça
Qui peut être fier
De tant de dégâts.

inviata da Riccardo Venturi - 30/11/2004 - 22:11



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
23 settembre 2005
PICCOLO UOMO MORTO IN BATTAGLIA

Disteso
Soffocato dalla polvere
Un bambino fissa il niente
Con la fronte umida avvolta da un turbante
E chi dice che Dio è grande, ande

Sulla schiena
Bagnata di sudore
Si può vedere che non ha avuto il tempo
Di capire da dove veniva il dolore
Che gli rompe i timpani

Piccolo uomo morto in battaglia
Chi ha potuto guidare i suoi passi
Ubriaco di preghiere
Ritmate dalla campana a morto

Piccolo uomo morto in battaglia
Quale dio ha potuto volere questo
Chi può essere fiero
Di tanti danni

E in me
Si stringe una morsa
Quando vedo sfilare quei bambini
Accecati da uomini dai propositi perversi
E dagli inni deliranti
Oltre tutte le frontiere
Bisogna dire a ogni mente che nasce
Che nessuna causa varrà mai
La morte d’un innocente

Piccolo uomo morto in battaglia
Chi ha potuto guidare i suoi passi
Ubriaco di preghiere
Ritmate dalla campana a morto

Davanti a questi fuochi
Di odio
Di terra
Di sangue
Spero un po’, comunque,
Oh,
Che l’uomo capisca che il bambino non sa a cosa dice sì

Piccolo uomo morto in battaglia
Chi ha potuto guidare i suoi passi
Ubriaco di preghiere
Ritmate dalla campana a morto

Piccolo uomo morto in battaglia
Chi ha potuto guidare i suoi passi
Ubriaco di preghiere
Ritmate dalla campana a morto

23/9/2005 - 01:10


Il video con Mitterand è stato tolto da YouYube a "causa di un reclamo di violazione del copyright da parte di Institut National de l'Audiovisuel. "

Insomma cn la scusa del copyright...

Maurizio - 23/4/2012 - 00:17


In compenso, ora su YouTube ci sono almeno cinque video della canzone. Il 30 novembre 2004, quando la avevo inserita, sul "Tubo" era ancora difficile trovare i video di una data canzone. Però, cercando cercando, il video di Balavoine che nel 1981 ne dice quattro a sua maestà Mitterrand l'ho ritrovato:



E siccome un "utente" aveva cancellato anche l'altro video, quello in cui Daniel Balavoine fa il suo celebre "coup de gueule" televisivo contro il razzismo in Francia, l'estrema destra e gli "io non sono razzista, ma..." (un argomentino di poca attualità, trent'anni dopo...), mi sono adoperato per ritrovare pure quello:

Riccardo Venturi - 24/4/2012 - 01:42



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org