Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2020-6-22

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Goat Head

[2019]
Parole e musica di Brittany Howard, musicista e cantautrice, front woman degli Alabama Shakes
Nel suo primo disco solista, intitolato "Jaime"
Testo da Genius

Un disco autobiografico, non a caso intitolato alla sorella maggiore, morta di retinoblastoma nel 1998. Brittany stessa fu vittima della malattia, riportando una parziale cecità da un occhio.

Nella famiglia di Brittany la mamma era bianca e il babbo era nero. Ad Athens, Alabama, la cosa non passava inosservata. "Goat Head" racconta di quando qualcuno vandalizzò l'auto della famiglia, lasciando sul sedile posteriore la testa mozzata di una capra...

Verso la fine della canzone, il verso "I'm one drop of three-fifths" si riferisce a due dei fondamenti razziali degli USA. Il primo è addirittura costituzionale: i Padri Fondatori, per stabilire il numero di seggi di ciascun Stato al Congresso, decisero che gli schiavi contavano... (continua)
See, tomatoes are green
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 22/6/2020 - 22:30
Video!

La grande Chanson

La grande Chanson

Chanson française – La grande Chanson – Marco Valdo M.I. – 2020

LA NOBLE CABALE 1

La noble Cabale ou « La grande chanson de Maître François contant les aventures horrifiques du géant Gargantua et de Pantagruel, le roi des Dispodes. » Chanson en multiples épisodes, en français de ce XXIe siècle, tirée de l’œuvre complet de François Rabelais, selon l’édition « Rabelais. Œuvres complètes », éditée et translatée par Guy Demerson, publiée au Seuil à Paris en 1973, 1020 p. Interprétée de bout en bout par Lucien l’âne en duo avec Marco Valdo M.I.


Dialogue Maïeutique

La grande chanson, marmonne Lucien l’âne, je me demande ce qu’un pareil titre peut signifier. C’est assez flou comme dénomination. Par exemple, en quoi une chanson peut-elle être grande ? Ou petite d’ailleurs ?

En effet, répond Marco Valdo. Une chanson peut être grande ou petite (ce qui est la même chose, finalement)... (continua)
Si pour mêler profit avec douceur,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 22/6/2020 - 21:50
Video!

It’s About Blood

[2020]
Nell'album “Ghosts of West Virginia", con la band The Dukes
Testo da Genius

Tutte le canzoni dell'album furono originariamente composte per uno spettacolo teatrale intitolato "Coal Country" ed incentrato sulla vita dei minatori del carbone in West Virginia ed, in particolare, sulla tragedia dell'Upper Big Branch Mine di Raleigh dove, il 5 aprile 2010, una trentina di minatori rimase intrappolata da un'esplosione a 300 metri di profondità. Morirono quasi tutti, 29 su 31. L'inchiesta successiva appurò che la compagnia proprietaria, la Massey Energy, aveva eluso le più elementari regole di sicurezza. L'ammontare dei risarcimenti per il disastro superò i 200 milioni di dollari.

Don Blankenship, amministratore delegato della compagnia al momento del disastro, venne condannato per gravi omissioni nella sicurezza dell'impianto. Si fece un solo anno di galera. Oggi Blankenship è in politica... (continua)
Look me in the eye when you're talkin' to me
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 22/6/2020 - 19:06
Video!

Union, God and Country

[2020]
Nell'album “Ghosts of West Virginia", con la band The Dukes
Testo da Genius

Tutte le canzoni dell'album furono originariamente composte per uno spettacolo teatrale intitolato "Coal Country" ed incentrato sulla vita dei minatori del carbone in West Virginia ed, in particolare, sulla tragedia dell'Upper Big Branch Mine di Raleigh dove, il 5 aprile 2010, una trentina di minatori rimase intrappolata da un'esplosione a 300 metri di profondità. Morirono quasi tutti, 29 su 31. L'inchiesta successiva appurò che la compagnia proprietaria, la Massey Energy, aveva eluso le più elementari regole di sicurezza. L'ammontare dei risarcimenti per il disastro superò i 200 milioni di dollari.
My daddy was a miner, my daddy's daddy, too
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 22/6/2020 - 18:38
Video!

Λίγο ἀκόμα

Audio link to the song originally performed by Arja Saijonmaa ) and The Mikis Theodorakis Orchestra on their 1972 album Arja Saijonmaa & Mikis Theodorakis:

VIELÄ VÄHÄN
(continua)
inviata da Juha Rämö 22/6/2020 - 14:34
Video!

Devil Put the Coal in the Ground

[2020]
Nell'album “Ghosts of West Virginia", con la band The Dukes
Testo da Genius

Tutte le canzoni dell'album furono originariamente composte per uno spettacolo teatrale intitolato "Coal Country" ed incentrato sulla vita dei minatori del carbone in West Virginia ed, in particolare, sulla tragedia dell'Upper Big Branch Mine di Raleigh dove, il 5 aprile 2010, una trentina di minatori rimase intrappolata da un'esplosione a 300 metri di profondità. Morirono quasi tutti, 29 su 31. L'inchiesta successiva appurò che la compagnia proprietaria, la Massey Energy, aveva eluso le più elementari regole di sicurezza. L'ammontare dei risarcimenti per il disastro superò i 200 milioni di dollari.
Well the Devil put the coal in the ground
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 22/6/2020 - 14:12
Video!

La ciociara

“La Ciociara” di Tutino, un grande melodramma moderno

Anna Caterina Antonacci (Cesira) – Lavinia Bini (Rosetta)

TURRINO : La Ciociara A.C. Antonacci, L. Bini, A. Machado, S. Catana, R. Scandiuzzi, N. Ebau, L. Rotili, M. Serra, L. Rotili, E. Zara, F. Leone, M. Romeo; Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, direttore Giuseppe Finzi regia Francesca Zambello scene Peter Davidson costumi Jess Goldstein luci Mark McCullough

Cagliari, Teatro Lirico, 24 novembre 2017

La Ciociara di Marco Tutino (libretto e musica) è la prima opera, dai tempi de Il Trittico pucciniano (1920), commissionata da un grande teatro americano (il War Memorial Opera House di San Francisco) ad un autore italiano. A riguardo, è utile ricordare che le prime opere di Giancarlo Menotti vennero commissionate o da teatri di Broadway (e considerate musical drammatici per il grande pubblico) o dalla Philadelphia Academy... (continua)
La Ciociara - Opera in due atti, libretto di Luca Rossi e Fabio Ceresa.
(continua)
inviata da gianfranco 22/6/2020 - 09:27
Downloadable!

Let's Stop This War

[2007]
Lyrics & music by David Russell Moss
Album: David Russell Moss, vol. 4
Some people tell me, what is going on
(continua)
inviata da giorgio 22/6/2020 - 09:02
Video!

Ένας όμηρος

Audio link to the song performed by Arja Saijonmaa and The Mikis Theodorakis Orchestra on their 1972 album Arja Saijonmaa & Mikis Theodorakis:
1. 18. MARRASKUUTA
(continua)
inviata da Juha Rämö 21/6/2020 - 23:24
Downloadable! Video!

Mighty Mighty (Spade and Whitey)‎

La bellissima super groove versione di Baby Huey & The Babysitters.

B.B. 21/6/2020 - 22:28
Video!

The Blind Soldier From Vietnam

The country song "The Blind Soldier From Vietnam" (Arzee # RZ-106-X) took an anti-war and plight of the soldier interpretation.

Curly Herman (1918-1968), from West Virginia, a fiddler in the 1960s, sometimes headed a group called the West Virginia Boys. He died shortly after the recording and release of this single, in 1968.

Narrated from the perspective of a soldier, who had returned home "from Vietnam", blinded by the war. His brother had also died in a war, possibly Vietnam or Korea. Likewise his father, presumably a reference to the Second World War. It thus sought to show a family continuity in fighting wars for the US. The narrator then explained that the young boy helped him cross the street. The boy told him that his friend's father had died in the Vietnam War. The soldier then declared: "dear god...stop the fighting in Vietnam and send the boys home safely". Released in Philadelphia, Pennsylvania, on Rex Zario's record label Arzee (he produced the single). Composed by Curly Herdman.

Vietnam War Song Project
I am a blind soldier,
(continua)
21/6/2020 - 22:28
Downloadable!

Got to Feed the Grinder

[2013]
Lyrics and music by Marlan L. Rhame III
Album: Shades of Gray [2014]

Song looks at the illusions versus the realities of war.
“I was at a County Fair several years ago and saw Marine Corps Recruiters with a red Hum-Vee [1] that had a monster stereo system and wondered what illusions and promises they were using to entice young people to sign up...”
Big red tricked out Hum-Vee [1]
(continua)
inviata da giorgio 21/6/2020 - 13:00
Downloadable!

Heroes of the Earth

[1994]
Lyrics & music by Bryan David Knight
Album: Heroes of the Earth [1995]

Latin Rock fused with Pop/Folk Rock. A clarion call for people to stand up for their lives, for freedom, for health, and most importantly of all, to protect humanity and all life upon our precious Earth.
“In the beginning, this song was conceived in conjunction with a series of songs I was writing that were all connected to Texas history. But the song soon grew into something much deeper and more philosophical - a clarion call to take action, to recognize our own innate power as Bodhisattva/Buddha, and to embrace our compassion for all humanity. Back in 1994 when I wrote this song, I wanted to inspire people to stand up for themselves - to think for themselves, to cherish their freedom and autonomy - to take action instead of waiting for someone else to come along and solve hard problems. It is up to each... (continua)
At Valley Forge we froze
(continua)
inviata da giorgio 21/6/2020 - 11:10
Video!

Razza Partigiana

2009
Razza partigiana, il reading

Ricordiamo che da questo concerto – a sua volta basato sulla biografia di Giorgio Marincola scritta da Carlo Costa e Lorenzo Teodonio – è nato prima il libro con cd Basta uno sparo e poi, dopo lo spostamento del focus da Giorgio a sua sorella Isabella, il romanzo meticcio Timira.

I tre libri e lo spettacolo dal vivo sono parti di una grande narrazione transmediale sulla famiglia Marincola, le cui sparse membra sono raccolte nel sito razzapartigiana.it

La band del reading/concerto (e del cd) è un “supergruppo” composto da un membro di Wu Ming (il vocalista Wu Ming 2), due membri dei Massimo Volume (i chitarristi Egle Sommacal e Stefano Pilia) e due membri dei Settlefish (il bassista Paul Pieretto e il batterista Federico Oppi).
wumingfoundation.com

A volte gli inserimenti giungono per caso, seppur raccontino storie che avresti dovuto conoscere da sempre,... (continua)
1. Val di Fiemme, 4 maggio 1945
(continua)
inviata da Dq82 21/6/2020 - 10:04
Video!

The Race Riot Suite

[2011]
Scritta da Chris Combs
Registrata nel 2011 al The Church Studio di Tulsa, Oklahoma.

La campagna elettorale di Donald Trump – presidente in carica nonchè riferimento del suprematismo bianco - è ripartita da Tulsa.
A Tulsa proprio ieri si è verificato l'ennesimo assassinio di un nero disarmato da parte di un bianco armato, un tutore dell'ordine.

A Tulsa, tra la fine di maggio e l'inizio di giugno del 1921, avvenne uno dei più gravi attentati a sfondo razzista nella storia degli USA. Un'enorme mob di bianchi attaccò il quartiere nero di Greenwood, lo diede alle fiamme, radendolo al suolo, uccidendo forse 300 persone (anche se i morti ufficiali furono "solo" 39). Tutto accadde col pretesto della solita, falsa notizia della violenza di un negro contro una donna bianca... Poliziotti, guardie private e persino la National Guard chiamata a soffocare i disordini si accanirono contro gli... (continua)
[strumentale]
inviata da Bernart Bartleby 20/6/2020 - 22:58
Downloadable! Video!

10. Amazing Grace

L'incontro perduto dal bianco James J. Jeffries e vinto dal negro Jack Johnson scatenò un'ondata di tumulti razziali in tutti gli USA. Nel corso dei Johnson–Jeffries riots si contarono tra gli 11 e i 26 morti e centinaia di feriti...
B.B. 20/6/2020 - 22:14
Video!

The Town Burns / Look Down, Lord

[1997]
Brani scritti da John Williams, classe 1932, prolificissimo compositore e direttore d'orchestra statunitense, celebre per moltissime colonne sonore per il cinema, composte fin dagli anni 50. Cinque premi Oscar.
Nella colonna sonore di "Rosewood", film diretto a John Singleton nel 1997.
Il primo brano è cantato da Shirley Caesar. Il secondo è corale, ma al momento non sono riuscito ad attribuirlo più precisamente.

Rosewood, Florida, gennaio 1923.
Nella Contea di Levy i bianchi stavano a Sumner e i neri a Rosewood. Le relazioni erano consolidate ma guardinghe. La comunità nera era segregata, come voleva le legge del tempo. La storia della contea e dello Stato era costellata di violenze e linciaggi dei bianchi ai danni dei neri.
In quel gennaio del 1923 successe che un negro prigioniero fuggì da una vicina colonia penale e una donna bianca raccontò di essere stata aggredita e violentata... (continua)
Oh I been weary
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 20/6/2020 - 21:05
Downloadable! Video!

Time Has Come Today

Brano seminale, da ultimo nella colonna sonora del film di Spike Lee, "Da 5 Bloods" ("Come fratelli")
B.B. 20/6/2020 - 19:44
Downloadable! Video!

Put Your Peace Signs Up! Co Exist Arabic Mix

[2015]
Lyrics and music by Kamal Imani

In light of recent and current national and world events we the people must find new ways of encouraging the governments to try peace and diplomacy!
Conscious hip hop lyricist and spoken word performance poet Kamal Eman, AKA Kamal Imani tells us to "Put The Peace Sign Up" as he breaks down the problems and solutions for our world with this Arabic laced hip hop track!
“I was reading Sufism and it was talking about peace being the more intelligent remedy than violence. This is right after the bombings in Paris. I had to put it down for the people seen?”
Put the peace sign up!
(continua)
inviata da giorgio 20/6/2020 - 17:25
Downloadable! Video!

پژمان مصلح

Beautiful lyric & song!
Daniel 20/6/2020 - 16:39
Downloadable! Video!

Αυτοί που θά 'ρθουν μια βραδιά

Audio link to the song performed by Arja Saijonmaa and The Mikis Theodorakis Orchestra on their 1972 album Arja Saijonmaa & Mikis Theodorakis:

NE JOTKA SAAPUU ILLALLA
(continua)
inviata da Juha Rämö 20/6/2020 - 16:27
Downloadable! Video!

Ariva i barbari

I TACABANDA incontrano Alberto D'Amico



Alberto ha subito accolto con entusiasmo la nostra idea e abbiamo subito iniziato a lavorare. Totò ha messo in cantiere un nuovo arrangiamento, io mi sono pure spinto oltre e mi sono permesso di aggiungere al testo originale del maestro due strofe. L'intento era quello di riportare ai giorni nostri il brano che, come riferisce l'autore, è una canzone che si presta continuamente ad essere attualizzata, una sorta di work in progress continuo sulla storia di Venezia partendo appunto dalle invasioni barbariche e la fuga delle popolazioni che si rifugiano fra le barene della laguna.
20/6/2020 - 13:51
Video!

Black Parade

(2020)
Written By
Blu June, Brittany Coney, Worldwide Fresh, Derek Dixie, Kaydence, Caso, Jay-Z & Beyoncé

Beyoncè ha pubblicato una nuova canzone, "Black Parade" e lo ha fatto nel giorno in cui si festeggia la fine della schiavitù negli Stati Uniti (Juneteenth). La cantante ha scelto il giorno adatto per far uscire una canzone che parla di radici, dell'essere afro americani, dell'essere donna, in una canzone che in qualche modo parla a sua figlia e a tutta l'America.
Il significato di Black Parade, in cui Beyoncé canta l’orgoglio di essere neri
I’m goin’ back to the South
(continua)
20/6/2020 - 13:00
Downloadable! Video!

Johnny's Gone to the War

[1965]
Lyrics & music by Peter Krug
EP: Songs of Opposition / Rag Baby Talking Issue, Vol 1, Issue A (B-side)

Album: Collector's Items (The First Three EPs) [1980]

Pete Krug would be totally forgotten today had he not, by circumstance, ended up on the very collectable first release by a major California psychedelic group. In late 1965, Country Joe & the Fish – still a folk jugband for the most part – put out their first two tracks, early versions of "I Feel Like I'm Fixin' to Die Rag" and "Superbird", on a four-song EP accompanying the magazine Rag Baby. Country Joe & the Fish were only on the A-side, however; the B-side was devoted to two solo acoustic performances by Krug, a San Francisco Bay Area folk singer/songwriter. The two songs were mediocre mid-'60s topical folk tunes, not helped by the drab melodies and Krug's unsteady, inexpressive vocals. "Fire in the City"... (continua)
Johnny's gone in the mornin' sun
(continua)
inviata da giorgio 20/6/2020 - 09:50
Video!

No Lives Matter

(2017)
Album: Bloodlust

Testo e intro da Genius

“No Lives Matter” is the first single from Body Count’s highly anticipated sixth album Bloodlust. It is a heated rebuttal to the controversial phrase ‘All Lives Matter’, itself a response to the polarising ‘Black Lives Matter’ movement. In the midst of a tumultuous US political season, Ice-T voices his opinion on the importance of unity in the face of oppression, which he highlights as going much deeper than just race issues.

The track features samples from news broadcasts on the shooting of Keith Lamont Scott in September 2016.
[Intro: Ice-T]
(continua)
20/6/2020 - 00:32
Video!

State of the Union (STFU)

(2020)
Produced by DJ Premier

Release Date: June 19, 2020

Sono tornati i Public Enemy con un potente pezzo di protesta contro Donald Trump, scritto in diretta durante le proteste seguite alla morte di George Floyd.
Whatever it takes rid this dictator
(continua)
19/6/2020 - 23:30
Video!

T.S.O. X

con Giorgio Canali e Luca Martelli alla batteria

Una mini-suite in tre tempi (Stanza 9, Finisce male e Suicide) che in 8 minuti ripercorre la terribile parabola dell’isolamento, della disperazione e del crollo finale di chi subisce un trattamento sanitario obbligatorio. La batteria di Luca Martelli (Rossofuoco, Litfiba), le manipolazioni elettroniche di Flavio Ferri dei Delta V, la voce rabbiosa di Giorgio Canali che canta un testo allucinato e minimale e il basso sovrano di Maroccolo sono gli elettrodi che danno la prima scossa del disco.
Alone vol. IV - Mente, in uscita il nuovo album di Gianni Maroccolo
Normale
(continua)
19/6/2020 - 22:14
Video!

Lettera di Ida Dalser

(2020)
dal disco Alone Vol. IV - Contempo Records
cantata da Giorgio Canali

Alone vol. IV chiude il primo ciclo del disco perpetuo (iniziato a fine 2018), come sempre accompagnato dai racconti di Mirco Salvadori e le illustrazioni di Marco Cazzato. Sottotitolo: Mente. Tema di fondo: la follia.

Un concetto, quello di follia, indagato nella sua ambivalenza: da un lato la patologia vera e propria; dall’altro tutto ciò che devia dalla norma e fugge al controllo dell’ordine costituito, quel limbo melmoso entro cui il Potere ha sempre relegato l’eterodossia, la diversità, l’individualità non addomesticabile, la capacità di vedere oltre, l’insofferenza a riconoscersi dentro determinate regole.
dalla recensione su Index Music

Ida Dalser era una donna che ebbe una relazione con Benito Mussolini dal quale ebbe un figlio, Benito Albino, nato nel 1915. Mussolini nello stesso anno aveva sposato... (continua)
Eppure io
(continua)
inviata da Lorenzo 19/6/2020 - 20:55
Downloadable! Video!

Gracias a la vida

YIDDISH - ROMAN GRINBERG

Roman Grinberg is a Vienna based Jewish Artist. He wrote the Yiddish version in 2020 during the COVID pandemic and performed it for the first time as a world premiere during his online concert for the international project:
"Yiddish Song Step Forverts"

Listen to the song in Yiddish

A DANK DIR, MAYN LEBN
(continua)
inviata da Roman Grinberg 19/6/2020 - 18:51




hosted by inventati.org