Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2019-8-1

Rimuovi tutti i filtri

Le Cahier vert

Le Cahier vert

Lettre de prison 39
19 juillet 1935


Dialogue Maïeutique

Le Cahier vert ?, s’étonne Lucien l’âne. Je me demande ce qu’il peut contenir.

Sans aucun doute, il peut contenir tout, absolument tout, tout un univers ou alors, répond Marco Valdo M.I., rien, au départ sûrement, rien du tout. En fait, je ne sais pas et je ne sais même pas si ce carnet vert a été conservé. Cependant, on peut être sûr qu’il a existé et ce que je peux en dire, c’est que c’est la première fois qu’il est mentionné.

Pour moi, dit Lucien l’âne, un carnet vert, bleu, rouge, jaune ou de n’importe quelle couleur, peu importe, mais un tel carnet s’impose. On devrait en remettre un à chaque prisonnier qui le demande, surtout à ceux qui sont mis en isolement. Un carnet et un miroir, ça briserait le cercle de la solitude. En quelque sorte, ce serait plus humain, comme vous dites.

Ce serait certainement une... (continua)
Quand vous recevrez ce courrier,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 1/8/2019 - 19:00

Lamento del Partigiano

anonimo
E' ancora una canzone della Brigata Valle Gesso “I.Vivanti” e si canta sull'aria di “Va l'alpin sulle alte cime”. A detta del Comandante Aldo Quaranta questa poteva dirsi la canzone della Banda di Roccavione e doveva essere stata scritta da Enrico Giorgis (Ricu).

Testo originale pubblicato nel libretto clandestino del 1944 "Canta il Partigiano" e successiva ristampa del 1947 a cura di Panfilo Editore in Cuneo.
Riproposto (agosto 2019) nella bella rivista MARITTIME a firma di Mauro FANTINO: tutti i dettagli li trovate alla pagina La veglia del partigiano
Marcia ancora il partigiano
(continua)
inviata da gianfranco 1/8/2019 - 16:13

Viva la Valle Gesso

anonimo
E’ la canzone delle Brigata Valle Gesso “I.Vivanti”, già III Banda. Si canta sull'aria “Sul cappello che noi portiamo”. Quando le parole dicono “Il migliore dei partigian”, il riferimento è proprio ad Ildo Vivanti, l'eroe della Banda, che ferito e catturato dai tedeschi, venne condannato a morte e l'esecuzione avvenne in località San Rocco Castagneretta.

Testo originale pubblicato nel libretto clandestino del 1944 "Canta il Partigiano" e successiva ristampa del 1947 a cura di Panfilo Editore in Cuneo.
Riproposto (agosto 2019) nella bella rivista MARITTIME a firma di Mauro FANTINO: tutti i dettagli li trovate alla pagina La veglia del partigiano
Le montagne le montagne di Valle Gesso
(continua)
inviata da gianfranco 1/8/2019 - 16:08
Downloadable! Video!

Garçonnière

Garçonnière è tratta da Alla periferia dell'Impero, un album del 1983. E nel 1983 un deputato molto democratico poteva già esprimersi come un sovranista qualsiasi. I padri, allora come oggi, gli buttano le figlie tra le braccia: nulla di meglio, come sempre, per suggellare patti fra potenti maschi a tutela dei reciproci interessi.
"Ti spacco il culo, bimba",
(continua)
inviata da Io non sto con Oriana 1/8/2019 - 16:06
Downloadable! Video!

The Harder They Come

da Maggie's Farm
con alcune modifiche dove il testo originale era diverso
PIU' SONO DURI (1)
(continua)
31/7/2019 - 16:59

27 Ἰουνίου 1906, 2 μ. μ.

Fonte: C. P. Cavafis, Poesía completa, traducción de Anna Pothitou y Rafael Herrera Montero, Madrid, Visor libros, 2003
27 DE JUNIO DE 1906, 2 P.M.
(continua)
inviata da L.L. 31/7/2019 - 00:10
Downloadable! Video!

Al compagno presidente Salvador Allende

FOR THE COMRADE PRESIDENT SALVADOR ALLENDE
(continua)
inviata da ZugNachPankow 30/7/2019 - 23:51
Video!

Brothers and Sisters

(2019)
Parole e musica di Ben Harper
dall'album We Get By con canzoni scritte e prodotte da Ben Harper per Mavis Staples

Per una presentazione dell'album vedere Change.

Un accorato appello alla solidarietà tra esseri umani e a una rivoluzione pacifica contro i potenti.
Can't stay the same, think that everything
(continua)
30/7/2019 - 20:22
Video!

Change

(2019)
Parole e musica di Ben Harper
dall'album We Get By con canzoni scritte e prodotte da Ben Harper per Mavis Staples


Nella foto del 1956 di Gordon Parks scelta per la copertina del nuovo album di Mavis Staples, cinque bambine e un bambino di Mobile, Alabama guardano da dietro una rete un parco giochi in cui, essendo afroamericani, non possono entrare. Non riusciamo a vedere le loro espressioni, ma possiamo immaginare i loro sentimenti. Se non si capiscono questa foto e le emozioni e la storia che essa mette in gioco, non si può comprendere l’importanza di Mavis Staples, monumento del gospel-soul e colonna sonora con gli Staples Singers del movimento per i diritti civili.

A Ben Harper è riuscita un’altra piccola magia: scrivere testi che riflettono quel che accade negli Stati Uniti senza evocare fatti contingenti e soprattutto facendoli suonare perfettamente integrati alla vita e... (continua)
Gotta change around here
(continua)
30/7/2019 - 20:17
Downloadable! Video!

Qana

Sbancor, Franco Lattanzi. Grande esempio di schizofrenica incoerenza.
sergio falcone 30/7/2019 - 20:04
Downloadable! Video!

Banan

à partir de la traduction italienne LA BANANA de Krzysiek Wrona
d’une chanson polonaise (inédite) – Banan – Jacek Kleyff – 2018
Paroles et musique : Jacek Kleyff
Jacek Kleyff : guitare et métronome, enregistrement sur dictaphone.
Texte transcrit à l’oreille par YT.


Dialogue Maïeutique

Qu’est-ce que c’est encore, Marco Valdo M.I., que cette histoire de banane ? D’abord, d’où vient-elle ? Puisque c’est une version française, elle vient forcément d’ailleurs. Est-elle africaine, sud-américaine, antillaise comme sont les bananes ? Vient-elle du Pérou ou de la Martinique ? Ou d’ailleurs, mais nécessairement, d’un pays où poussent les bananes qui sont des pays chauds, très chauds pour ce que j’en sais, car sur les rivages que j’ai fréquentés par ici, il n’y en avait pas, sauf à titre de curiosité.

En effet, Lucien l’âne mon ami, la banane est un fruit résolument exotique ; mais, il y a aussi... (continua)
LA BANANE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 29/7/2019 - 18:11
Video!

Genocide

29/7/2019 - 15:17
Video!

Als die Waffen schwiegen

Translated by Tobi Veselich
Lyrics Translate
WHEN THE WEAPONS WERE SILENT
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 29/7/2019 - 10:18
Video!

Turning Point

PUNTO DI SVOLTA
(continua)
28/7/2019 - 23:14
Video!

American Land

E' curioso che nella esecuzione Springsteen si rifaccia apertamente allo stile dei Pogues, che nel 1985 avevano pubblicato una canzone (Sally Maclenanne) su un tema un po' diverso (la partenza di un emigrante), ma basata sulla stessa musica.

piersante sestini 28/7/2019 - 23:03
Video!

All Some Kind of Dream

2019
Fever Break
I saw my brother in a stranger's face
(continua)
inviata da Dq82 28/7/2019 - 22:18
Downloadable! Video!

Die Eisenbahnballade

[1987]
Album: Balladen (1988)
Ein dichter Nebel senkte sich auf die große, fremde Stadt.
(continua)
inviata da hmmwv 28/7/2019 - 21:52
Downloadable! Video!

Lu minaturi

Le sue canzoni in dialetto tradotte e commentate da Mimmo Mòllica

Domenico Modugno, il siciliano del Salento». Le sue canzoni in dialetto tradotte e commentate da Mimmo Mòllica. «"Come hai fatto" era nata in lingua napoletana, s’intitolava "Ma cumm' ha’ fatto", solo che poi mi hanno costretto a trascriverla in italiano. Ma è il dialetto la vera lingua di noi». (Domenico Modugno). Nel 1951 Domenico Modugno prese parte al film "Filumena Marturano" di Eduardo De Filippo e nel 1952 al film "Carica eroica" di De Robertis, nella parte di un soldato siciliano che canta la "Ninna Nanna" ad una bambina. Da questo episodio nacque la leggenda del "Modugno siciliano".
IL MINATORE
(continua)
inviata da River 28/7/2019 - 21:42
Downloadable! Video!

Vernunft breitet sich aus über die Bundesrepublik Deutschland

[1993]
Album: Immer weiter (1994)
Es kommt durch die Dielenbretter, durch den Spalt unter der Tür,
(continua)
inviata da hmmwv 28/7/2019 - 21:42
Downloadable! Video!

Alles ist gut

[1978]
Album: Unterwegs
Alles ist gut.
(continua)
inviata da hmmwv 28/7/2019 - 21:26
Downloadable! Video!

Lied zur Nacht

[1967]
Album: Ankomme Freitag, den 13. (1969)
Rück' deinen Sessel zu mir her,
(continua)
inviata da hmmwv 28/7/2019 - 21:21
Downloadable! Video!

Gedenktafel für 4000, die im Krieg des Hitler gegen Norwegen versenkt wurden

LAPIDE PER 4000 CHE FURONO AFFONDATI NELLA GUERRA DI HITLER CONTRO LA NORVEGIA
(continua)
inviata da Francesco Mazzocchi 28/7/2019 - 13:00
Downloadable! Video!

Spruch

MOTTO
(continua)
inviata da Francesco Mazzocchi 28/7/2019 - 12:42
Downloadable! Video!

Keiner oder alle

NESSUNO O TUTTI
(continua)
inviata da Francesco Mazzocchi 28/7/2019 - 12:32
Downloadable! Video!

Thank Christ For The Bomb

Scritta da Tony McPhee.
La traccia che dà il titolo all'album del 1970
L'immagine in copertina fa riferimento alle foto dei Royal Irish Rifles durante la battaglia della Somme nel 1916.

Un testo abbastanza inquietante, anche se lo si interpreta come una provocazione ironica... In effetti, fu proprio così: l'escalation nucleare garantì (e garantisce in qualche modo anche oggi) la "pace" a livello globale.
B.B. 26/7/2019 - 13:03
Downloadable! Video!

Mia madre & la morte del gen. José Sanjurjo

Anche un altro de Los cuatro generales (gli altri due erano Queipo de Llano e Franco), Emilio Mola, morì in un incidente aereo, il 3 giugno del '37. Ne scrive Pablo Neruda in España en el corazón (1937):

Sanjurjo en los infiernos

Amarrado, humeante, acordelado
a su traidor avión, a sus traiciones,
se quema el traidor traicionado.

Como fósforo queman sus riñones
y su siniestra boca de soldado
traidor se derrite en maldiciones,

por las eternas llamas piloteado,
conducido y quemado por aviones,
de traición en traición quemado.

Mola en los infiernos

Es arrastrado el turbio mulo Mola
de precipicio en precipicio eterno
y como va el naufragio de ola en ola,

desbaratado por azufre y cuerno,
cocido en cal y hiel y disimulo,
de antemano esperado en el infierno,

va el infernal mulato, el Mola mulo
definitivamente turbio y tierno,
con llamas en la cola y en el culo.

Sanjurjo all'inferno

Legato,... (continua)
L.L. 25/7/2019 - 22:55
Downloadable! Video!

Ítaca

I
(continua)
inviata da Lorenzo 25/7/2019 - 18:01

Song of Myself (Section 10)

[1855]
Versi del grande poeta americano Walt Whitman (1819-1892)
Nella raccolta "Leaves of Grass"
Nella prima edizione il poema era senza titolo e indiviso. A partire dall'edizione del 1867 venne diviso in 52 sezioni e in quella finale del 1891-92 prese finalmente il titolo di "Song of Myself"

Ignoro se il giovane Whitman abbia realmente avuto le esperienze che qui descrive, o se il testo sia frutto della sua fantasia poetica ed etica... Resta il fatto che qui c'è un po' tutta la "americanità", quella buona, non quella di Trump, piuttosto quella di Bruce Springsteen, per intenderci... Le montagne, il mare, il rapporto con la natura selvaggia, l'entusiasmo (non la semplice accettazione) per un paese nato dalla mescolanza delle razze - bianchi, rossi e neri - che tutte hanno la stessa dignità, tanto nella descrizione del matrimonio del trapper con la bella pellerossa quanto in quella di... (continua)
Alone far in the wilds and mountains I hunt,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 25/7/2019 - 15:14
Downloadable! Video!

In Prison

[1915]
Musica di James Frederick Keel (1871-1954), compositore e baritono inglese.
Su versi del poeta inglese William Morris (1834-1896), contenuti nella raccolta "The Defence of Guenevere, and Other Poems" (1858)

Frederick Keel compose questo brano quando, trovandosi in Germania allo scoppio della Prima guerra mondiale, venne rinchiuso, insieme a tanti altri civili provenienti dai paesi alleati, nel campo di concentramento di Ruhleben, ricavato all'interno di un ippodromo nei pressi di Berlino.
Wearily, drearily,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 24/7/2019 - 21:59




hosted by inventati.org