Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2019-6-18

Rimuovi tutti i filtri
Video!

La nave dei folli

Alessio Lega, Rocco Marchi, Francesca Baccolini, Guido Baldoni: La nave dei folli
Sesto Fiorentino, Istituto Ernesto De Martino, 16 giugno 2019
Concerto collettivo a dieci anni dalla scomparsa di Ivan Della Mea, e a un mese da quella di Paolo Ciarchi.

Riccardo Venturi 18/6/2019 - 13:08

Chissà perché

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Vanni Landi (“Vanni Scopa”)
Album / Albumi: Movimento



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta non c'è indicazione dell'autore del testo delle versioni in italiano delle canzoni di Bob Dylan
Registrazioni effettuate nello studio 2M di Bologna
Missaggi di Annibale Modoni
Copertina di Daniele Giunchi
Sul retro di copertina i testi delle canzoni
e una nota di presentazione firmata da Adler Raffaelli
Fotografie di S. Obino

“In un mondo dove ci sono falsità e veleni, ci sono occhi e battiti vitali che anelano luce e gioia di purezza. Fuori del soffocamento, della prigione e dell'esistenza a una dimensione c'è una libertà che è libertà. È un movimento senza definizioni e senza collocazioni: una situazione che attrae come qualcosa... (continua)
Chissà perché
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/6/2019 - 12:25
Video!

La canzon del Navili

Marco Rovelli: La canzon del Navili
Sesto Fiorentino, Istituto Ernesto De Martino, 16 giugno 2019
Concerto collettivo a dieci anni dalla scomparsa di Ivan Della Mea, e a un mese da quella di Paolo Ciarchi

Riccardo Venturi 18/6/2019 - 12:10
Downloadable! Video!

La ballata dell'Ardizzone

Alessio Lega, Rocco Marchi, Francesca Baccolini, Guido Baldoni: La ballata dell'Ardizzone
Sesto Fiorentino, Istituto Ernesto De Martino, 16 giugno 2019
Concerto collettivo a dieci anni dalla scomparsa di Ivan Della Mea, e a un mese da quella di Paolo Ciarchi.

Riccardo Venturi 18/6/2019 - 12:00

Vanni Scopa: Appunto per gioco

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Vanni Landi (“Vanni Scopa”)
Album / Albumi: Movimento



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta non c'è indicazione dell'autore del testo delle versioni in italiano delle canzoni di Bob Dylan
Registrazioni effettuate nello studio 2M di Bologna
Missaggi di Annibale Modoni
Copertina di Daniele Giunchi
Sul retro di copertina i testi delle canzoni
e una nota di presentazione firmata da Adler Raffaelli
Fotografie di S. Obino

“In un mondo dove ci sono falsità e veleni, ci sono occhi e battiti vitali che anelano luce e gioia di purezza. Fuori del soffocamento, della prigione e dell'esistenza a una dimensione c'è una libertà che è libertà. È un movimento senza definizioni e senza collocazioni: una situazione che attrae come qualcosa... (continua)
Sono felice di vedenti giocare,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/6/2019 - 09:50

Vanni Scopa: Mr Tambourine Man (traduzione da Bob Dylan)

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Vanni Landi (“Vanni Scopa”)
Album / Albumi: Movimento
Traduzione parziale di Mr Tambourine Man di Bob Dylan

Nota. Per completezza si dà qui anche la versione parziale di Mr Tambourine Man effettuata da Vanni Scopa e inserita nell'album. L'originale di Bob Dylan, dalla controversa e onirica interpretazione, è -come penso sia generalmente noto- assai più lungo ed appartiene alla storia della canzone (del 1964, inserito nel quinto album in studio del Premio Nobel per la Letteratura, Bringing It All Back Home). Si tratta ovviamente di un brano noto a tutti, che non ha alcun bisogno di una sua pagina in questo sito (e che non ho, sinceramente, nessunissima intenzione di creare, neppure come “Extra”). [RV]



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta... (continua)
Hey Mister Tambourine Man, suona un po per me,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/6/2019 - 08:46

Vivendo, lottando, suonando

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Vanni Landi (“Vanni Scopa”)
Album / Albumi: Movimento



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta non c'è indicazione dell'autore del testo delle versioni in italiano delle canzoni di Bob Dylan
Registrazioni effettuate nello studio 2M di Bologna
Missaggi di Annibale Modoni
Copertina di Daniele Giunchi
Sul retro di copertina i testi delle canzoni
e una nota di presentazione firmata da Adler Raffaelli
Fotografie di S. Obino

“In un mondo dove ci sono falsità e veleni, ci sono occhi e battiti vitali che anelano luce e gioia di purezza. Fuori del soffocamento, della prigione e dell'esistenza a una dimensione c'è una libertà che è libertà. È un movimento senza definizioni e senza collocazioni: una situazione che attrae come qualcosa... (continua)
Senti, dormi, vivi, torna, suona, acqua vera sorgi e vai
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/6/2019 - 08:11

Alimentazione

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Vanni Landi (“Vanni Scopa”)
Album / Albumi: Movimento



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta non c'è indicazione dell'autore del testo delle versioni in italiano delle canzoni di Bob Dylan
Registrazioni effettuate nello studio 2M di Bologna
Missaggi di Annibale Modoni
Copertina di Daniele Giunchi
Sul retro di copertina i testi delle canzoni
e una nota di presentazione firmata da Adler Raffaelli
Fotografie di S. Obino

“In un mondo dove ci sono falsità e veleni, ci sono occhi e battiti vitali che anelano luce e gioia di purezza. Fuori del soffocamento, della prigione e dell'esistenza a una dimensione c'è una libertà che è libertà. È un movimento senza definizioni e senza collocazioni: una situazione che attrae come qualcosa... (continua)
C'è tanta gente che arriva e va, ii cammino mai finirà,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/6/2019 - 07:42

Rabbia e Movimento

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Vanni Landi (“Vanni Scopa”)
Album / Albumi: Movimento



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta non c'è indicazione dell'autore del testo delle versioni in italiano delle canzoni di Bob Dylan
Registrazioni effettuate nello studio 2M di Bologna
Missaggi di Annibale Modoni
Copertina di Daniele Giunchi
Sul retro di copertina i testi delle canzoni
e una nota di presentazione firmata da Adler Raffaelli
Fotografie di S. Obino

“In un mondo dove ci sono falsità e veleni, ci sono occhi e battiti vitali che anelano luce e gioia di purezza. Fuori del soffocamento, della prigione e dell'esistenza a una dimensione c'è una libertà che è libertà. È un movimento senza definizioni e senza collocazioni: una situazione che attrae come qualcosa... (continua)
(La nostra rabbia è stata detta santa e
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/6/2019 - 00:10
Video!

Afterhours: Quello che non c'è

Mi sono sempre chiesta quale fosse davvero il significato di questa canzone. Ad un certo punto nella mia testa si è fatta strada l'ipotesi che nella canzone si parlasse di Dio, o almeno di UN dio, della fede, del continuo oscillare tra vacua speranza che un qualcosa possa esistere, e pensiero razionale, a tratti deciso, a tratti intimorito, che nulla "oltre" esiste.

Il tutto inizia con l'immagine di un bambino che "spara" a quello che non c'è, interpretato come la presa di coscienza e la nascita dei dubbi sull'esistenza di Dio che tutti, o quasi, affrontano finita l'infanzia. Da quel momento comincia la perdita del gusto, ossia la perdita di fede e delle belle illusioni, unita all'arroganza di camminare sull'acqua imitando Gesù, quasi come gesto di sfida a dimostrazione che non esiste nulla.

Rivolere il controllo lo interpreto come prendere pieno possesso della propria vita, essere gli... (continua)
Anna 17/6/2019 - 12:14
Video!

Lauda per la Tav e per la Tac

[2005]
Testo / Lyrics / Paroles / Sanat: Ivan Della Mea
Musica / Music / Musique / Sävel: Davide Giromini
Inedito / Unreleased / Inédit / Julkaisematon

Un testo inedito di Ivan Della Mea, datato Milano, 6 dicembre 2005. Scritto durante la fase della lotta NO TAV di quattordici anni fa; alcuni dei nomi che vi compaiono sono oramai “datati”, altri non lo sono purtroppo affatto. Niente affatto datata è la situazione generale, pur con tutte le sue “evoluzioni”. Il testo è stato recitato ritmicamente da Davide Giromini su un background musicale da lui composto; ricordiamo che, da circa sei o sette mesi, dopo un'onoratissima carriera “Indie” come fisarmonicista, autore-compositore di canzoni e portatore di capigliature estreme, Davide “Darmo” Giromini è diventato un chitarrista. Il testo, consegnato recentemente a Davide Giromini da Clara, la moglie di Ivan, è stato presentato con la sua musica... (continua)
Ogni giorno io lo vedrò
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/6/2019 - 10:52
Downloadable! Video!

Se il cielo fosse bianco di carta

Se il cielo fosse bianco di carta interpretata da Sara Modigliani (accompagnata da Alessio Lega)



Istituto Ernesto De Martino
Sesto Fiorentino (FI), 16 giugno 2019
Concerto collettivo a dieci anni dalla morte di Ivan Della Mea, e a un mese da quella di Paolo Ciarchi
Video: Io Non Sto Con Oriana (INSCO)
Riccardo Venturi 17/6/2019 - 10:19
Video!

Admira e Boško

Il portale che pubblica tutte le mie poesie è stato modificato in:
www.poetare.it/santoro/santoro5.html (e pagine precedenti)

Salvatore Armando Santoro
La mia nuova email è santoro30001938@libero.it
17/6/2019 - 10:15
Downloadable! Video!

Vladimir

a parte questa versione che è dal vivo, l'originale si trova in alcune raccolte ma non conosco il disco di origine, qualcuno ne sa di più?



si suppone che non sia dedicata solo a Vysotskij ma anche al dissidente Vladimir Boukovsky poichè la seconda e la quinta frase più il ritornello non possono riferirsi alla vita di Volodja, che non è stato incarcerato
Flavio Poltronieri 17/6/2019 - 07:39
Downloadable!

Ballata per l'ultimo nato

bellissima. peccato che non si possa ascoltare ma si sa le cose belle sono sempre boicottate o censurate
Saluti
fabio marcato 16/6/2019 - 21:00
Downloadable!

La libertà

Ho in mano questo LP di Vanni Scopa e a riguardo le traduzioni da Dylan, avete omesso il quarto brano "Mr Tambourine Man"
Flavio Poltronieri 16/6/2019 - 20:36
Video!

Quando mi vieni a prendere?

da Arrivederci, Mostro! (2010)

La canzone narra della triste vicenda accaduta a Dendermonde, in Belgio, nel Gennaio 2009. Quando un ragazzo fece irruzione nell'asilo cittadino ed uccise accoltellando due bambini e la maestra d'asilo.
La canzone è scritta dal punto di vista di uno dei bambini in ostaggio in quella tragica giornata.
Mia madre che ha insistito che facessi colazione
(continua)
inviata da Federico Mina 16/6/2019 - 19:06
Video!

Amico che voli

Penso parli concretamente della
Morte di un amico: un suicidio
Più nello specifico(appeso
Ad un filo di cuoio..)
E contemporaneamente sia
Una denuncia al sistema
Che mette in gabbia chi
L asseconda e vive
Muorendo alla propria vita
Jas 16/6/2019 - 17:57

Rebecca e la poliziotta zelante

Chanson italienne – Rebecca e la poliziotta zelante – Roberto Amabile – 2017

Par la grâce de la papolâtrie très « pop », les discours anticléricaux font l’objet d’une marginalisation chez les militantes et militants des groupes laïques. Ces personnes évitent l’anticléricalisme soit par peur, soit par opportunisme politique dans la grande majorité des cas. Au contraire, elles se mettent à courir derrière une église (l’Église catholique apostolique romaine) qui s’ouvre « timidement » à ces questions, et on ne sait jamais à quel point si c’est par conviction ou par propagande. À ces gens – naïfs jusqu’à quel point ? – il faudrait enseigner que les maigres libertés de droit (peu en fait) dont nous jouissons ont été arrachées à ce système clérical qui a étouffé et étouffe encore toujours la planète (depuis des millénaires maintenant). Eh bien, non, ils attendent qu’une figure religieuse les réconforte... (continua)
REBECCA ET LA POLICIÈRE ZÉLÉE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 15/6/2019 - 16:41
Video!

Giorgio Gaber: Destra-Sinistra

N. 39 - Marzo 2011 (LXX)

TRA DESTRA E SINISTRA
EVOLUZIONE E VALIDITÀ DI UNA DICOTOMIA POLITICA
di Benedetta Rinaldi

“Che cos’è la Destra, che cos’è la Sinistra?” cantava Gaber con ironia tagliente. E la domanda sembra oggi più attuale che mai, senza trovare per altro una risposta definitiva nel mondo delle scienze politiche.

Cosa intendiamo oggi quando parliamo di Destra e Sinistra? Questi due termini nascono all’indomani della Rivoluzione Francese, quando nelle prime riunioni del parlamento a sinistra prendevano posto gli esponenti della corrente più rivoluzionaria e a destra invece si sedevano i componenti dei partiti filo monarchici. Al centro trovavano collocazione invece coloro che con spregio venivano definiti i membri della “palude”, in quanto la loro posizione circa le linee da seguire all’indomani della Rivoluzione erano ancora mutevoli e poco chiare.

Se con la Rivoluzione... (continua)
G. Luka 15/6/2019 - 15:47
Video!

Wavin' Flag

I love this song
daniel 15/6/2019 - 12:52
Video!

I muri di Palermo

Uno spaccato della città di Palermo, artefice e al tempo stesso vittima del suo destino, letta attraverso i suoi muri. Alla fine un messaggio di speranza, che emerge anch'esso dai muri stessi.
Il muro per i bimbi è uno stadio
(continua)
14/6/2019 - 17:46
Video!

Stoppa matchen

Ceil Herman

Mikael Wiehe wrote the words and music of this powerful song. On his website he wrote the following notes

1968 lyckades ett par hundra studenter (mest från Lund) stoppa Sveriges tennismatch mot dåvarande apartheidstaten Rhodesia (nuvarande Zimbabwe).
1975 var polisen bättre förberedd. Nästan 10 000 demonstranter lyckades inte stoppa Davis Cup-matchen mellan Sverige och Chile som då var en diktatur under Augusto Pinochet.

Musikalisk och idémässigt är sången starkt påverkad av John Lennons sånger "Power to the People" och "Give Peace a Chance."

Det är personalen på SAM-distribution som står för de konstiga tje-ljuden i talkören.
(Kommentar från "Hoola Bandoola Band - Samlade 1971 - 1976", 2004)

In 1968 a few hundred students (most of them from Lund) succeeded in stopping Sweden's tennis match against the then apartheid country Rhodesia (now Zimbabwe). In 1975 the police were... (continua)
STOP THE MATCH
(continua)
inviata da Ceil Herman 14/6/2019 - 11:58
Video!

Isolation

1986
/" Split: A State Of Mind And Chumbawamba
We Are The World?
Come out of our corners
(continua)
inviata da Dq82 14/6/2019 - 10:55

Invasion

1986
/" Split: A State Of Mind And Chumbawamba
We Are The World?

Esiste un'altra canzone dei Chumbawamba dallo stesso titolo e dello stesso anno.
By building up the means for war, we thus preserve the peace
(continua)
inviata da Dq82 14/6/2019 - 10:54
Downloadable!

Not Sport

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport".
lyrics by Duncan 'Dunst' Bruce

La caccia NON è uno sport.
Birds strung on barbed wire hanging in the sun
(continua)
inviata da Dq82 14/6/2019 - 10:39
Downloadable!

Heysel Stadium

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport".
lyrics by Boff Whalley

Il 29 maggio 1985, prima della finale di Coppa dei Campioni tra Liverpool e Juventus allo stadio Heysel di Bruxelles, a causa di scontri tra la tifoseria inglese e quella italiana, ci fu il crollo di un muro che causò 39 morti e 600 feriti, tra persone schiacciate, calpestate dalla
folla e uccise nella corsa verso una via d'uscita.
Nonostante la tragedia, la partita si giocò lo stesso: "The Show must go on"
Heysel stadium, it's easy to remember
(continua)
inviata da Dq82 14/6/2019 - 10:34
Downloadable!

Hurling & Imperialism

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport".
lyrics by Boff Whalley

L'hurling è uno sport tradizionale irlandese, alcune fonti lo fanno risalire addirittura al 400 d.C.
E' citato anche nel Táin Bó Cúailnge, il ciclo di storie dell'eroe mitico irlandese Cú Chulainn.
Nel 1366 fu vietato dallo Statuto di Kilkenny in uno dei primi (e tanti) tentativi di assimilare gli irlandesi da parte degli Anglo-Normanni. Dopo 750 anni ancora gli Irlandesi giocano ad hurling.

Hurling, the national sport of Ireland
(continua)
inviata da Dq82 14/6/2019 - 10:19
Downloadable!

Zola Budd

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport".
lyrics by Boff Whalley

Questo intero album dedicato allo sport è spesso un pretesto per parlare di altro.
Zola Budd era una mezzofondista Sudafricana, nota anche perché correva a piedi nudi, per partecipare alle olimpiadi di Los Angeles 1984 venne però naturalizzata dal Regno Unito (con la scusa di un nonno inglese) per aggirare l'esclusione del Sud Africa allora isolato per il regime dell'Apartheid.
She's a slip of a girl to be out of school
(continua)
inviata da Dq82 14/6/2019 - 09:50
Downloadable!

Hmmm...

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport".
lyrics by Dave Commodity

L'album è uscito in piena epoca Thatcher: sul sito footballandmusic.co.uk viene indicata come una canzone contro la "tessera del tifoso" inserita in quegli anni per combattere il fenomeno hooligans.
A me sembra più una canzone contro il calcio usato come "arma di distrazione di massa"; 30 anni fa come oggi.
Outside the ground at Luton Town
(continua)
inviata da Dq82 14/6/2019 - 09:31
Downloadable!

The Bull Fights Back

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport".
lyrics by Boff Whalley
Matador impaled upon the horns of the beast
(continua)
inviata da Dq82 14/6/2019 - 09:24
Downloadable!

Geoff Hurst's Goal

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport".
lyrics by Duncan 'Dunst' Bruce

Il disco contiene 101 canzoni sullo sport. Ma lo sport è solo il pretesto per parlare di altro.
In questa canzone si confrontano 2 partite:
la finale dei mondiali del '66 tra Germania Ovest e Inghilterra, una sorta di 3a guerra mondiale, in cui Goeff Hurst fece una tripletta (l'unica della storia) ma con un gol fantasma;


Il quarto di finale dei mondiali di Messico '86 in cui l'Argentina sconfisse l'Inghilterra con 2 goal di Maradona: il goal più bello del mondo e la mano de Dios, "vendicando" la guerra delle Falkland/Malvine
Come on admit it, it never crossed the line
(continua)
inviata da Dq82 13/6/2019 - 22:32
Downloadable!

Shoot

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport".
I heard that in the First World War
(continua)
inviata da Dq82 13/6/2019 - 22:16
Downloadable!

We Want Beans Not Goals

1988
"Sportchestra! ‎– 101 Songs About Sport"
Lyrics by Boff Whalley

Un album contenente 101 canzoni inciso dai Chumbawamba, insieme ad alcuni ospiti, a nome Sportchestra! Con tema lo sport.

Questa si riferisce ai mondiali di calcio di Messico '86 (vinti dall'Argentina di Maradona, quelli della famosa "mano de Dios" e del "gol del secolo contro l'Inghilterra, ma questa è un'altra storia) e al terremoto del Messico del settembre 1985, terremoto che portò 10.000 morti, 30.000 feriti e un po' meno di 1 milione di sfollati.
Remember Mexico '86?
(continua)
inviata da Dq82 13/6/2019 - 16:30
Downloadable!

Amereicha

Ho inserito questo testo 7 anni fa, trovandolo attribuito ai Chumbawamba, in realtà è uscito nell'album citato da B.B. a nome Sportchestra! Una sorta di supergruppo di cui facevano parte i Chumbawamba, ma anche molti ospiti (discogs).
Qui si può ascoltare il disco intero, in cui sono raccolte molte altre CCG da inserire
Dq82 13/6/2019 - 12:30
Video!

The Night the Lights Went Out in Georgia

Questa canzone mi pare che non c'entri nulla col razzismo negli USA. Si tratta di una celebre murder ballad scritta nel 1972 da Bobby Russell, cantautore country che all'epoca era il compagno dell'interprete Vicki Lawrence. L'anno seguente la canzone divenna una hit assoluta.

La ballata racconta di tradimento, vendetta, mala giustizia e morte di Stato inflitta ad un innocente.
Intitolò anche uno scarso film del 1981 (compresa nella colonna sonora) la cui trama si ispirava molto blandamente al racconto del brano.

Non c'entra una mazza col razzismo, mentre andrebbe nel percorso sulla pena di morte.

Come spesso abbiamo dovuto già constatare, Mister Anonymous ha contribuito una canzone più o meno "accazzo"...
B.B. 12/6/2019 - 23:20

Dante, c’est Dante

Dante, c’est Dante

Lettre de prison 33
17 juin 1935


Dialogue Maïeutique

En effet, dit Lucien l’âne, Dante, c’est Dante. Il n’y a rien à dire, c’est la vérité. Pour le reste que raconte cette chanson au titre si énigmatique et si tautologique ? Ceci dit, comprends bien que je n’ai strictement rien contre Dante ; il me paraît seulement que ce n’est pas vraiment le sujet de la chanson.

Et moi non plus, reprend Marco Valdo M.I , car somme toute, ce Dante avait la même marotte que nous ; il racontait des histoires par le biais de chansons qui regroupées font une sorte de grande épopée ou d’odyssée terrestre ou souterraine, c’est selon. Un voyageur se perd dans une forêt, ne trouve plus son chemin et tout le reste s’ensuit. Logiquement.

Oh, dit Lucien l’âne, c’est toujours comme ça les contes et les récits. Ça vagabonde. Mais cependant, ça ne me dit pas ce que dit la chanson, sauf qu’elle... (continua)
Ces emprisonnements
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 12/6/2019 - 22:19
Video!

Biological Speculation

[1972]
Scritta da George Clinton ed Ernie Harris
Nell'album "America Eats Its Young"
We're just a biological speculation
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/6/2019 - 22:04
Video!

Brother's Gonna Work It Out

[1973]
Singolo del 1973, incluso nella colonna sonora di "The Mack", film del genere blaxploitation diretto da Michael Campus.
Il brano è stato ripreso e remixato dai Chemical Brothers nel loro album compilation del 1998 intitolato "Brothers Gonna Work It Out”

Una canzone che era un appello alla comunità afroamericana a smetterla con la violenza, la criminalità, la droga e lavorare insieme per la pace, l'uguaglianza e il progresso...
"You really don't understand, do you? Hey man, don't you realize in order for us to make this thing work man we've got to get rid of the pimps and the pushers and the prostitutes and then start all over again clean."
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/6/2019 - 20:40
Video!

Pronti a servire (e ancora Scouting for Boys)

anonimo
sta canzone è bellissima
11/6/2019 - 16:07
Video!

Unreal World

[1991]
La traccia che dà il titolo all'album del 1991
I heard women crying everywhere
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/6/2019 - 22:02

Être au frais

Être au frais

Lettre de prison 32
17 juin 1935


Dialogue Maïeutique


Sais-tu, Lucien l’âne mon ami, ce que veut dire l’expression « mettre quelqu’un au frais » ?

« Mettre au frais », en parlant d’une personne ?, dis-tu Marco Valdo M.I. mon ami. Voyons voir ? Quand on parle de mettre au frais quelqu’un, selon moi, c’est le mettre en prison, l’enfermer dans un lieu sombre où précisément, il fait frais. Cette façon de parler me semble argotique et dériver de l’idée qu’on met au frais un poisson, un légume, une viande ou tout ce qui te passera par la tête, pour le conserver en attendant de le manger. Pour le prisonnier, sauf chez les anthropophages, il n’est pas primordial de le manger.

C’est de cette expression « mettre au frais », Lucien l’âne mon ami, que tu peux tirer le sens du titre de la chanson, qui n’est cependant pas tout à fait pareil : « Être au frais ». Cependant, je pense... (continua)
J’ai encore de l’argent
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 10/6/2019 - 20:57
Video!

Life in Prison

[1967]
Nell'album "I'm A Lonesome Fugitive", di Merle Haggard and The Strangers
The jury found the verdict first degree
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/6/2019 - 20:50
Video!

Giorni senza memoria

25 aprile 2019
Giorni senza memoria

Nabil Bey: voce, bouzouki, chitarra acustica, bendir
Michele Lobaccaro: basso elettrico, contrabbasso elettrico, chitarre acustiche, cori
Mirko Signorile: pianoforte
Pippo Ark D’Ambrosio: batteria, percussioni a cornice
Adolfo La Volpe: chitarra elettrica, oud, basso elettrico
Special Guest: Massimo Zamboni: chitarra elettrica

Il brano intende essere un invito a riflettere su questi temi superando visioni parziali colonialistiche ed “eurocentriche” per contribuire alla costruzione attiva di una memoria viva e sempre in dialogo con l’attualità, Il tutto in un’ottica di speranza come suggerisce il ritornello: “Per leggi incomprensibili dopo il buio sai nascerà una luce”, che forse è rappresentata proprio da quella linea che collega il cervello al cuore e che viene tracciata da una bambina nel videoclip.
Nel testo si ricordano una serie di genocidi... (continua)
Storni in aria attraversano
(continua)
inviata da Dq82 + adriana 10/6/2019 - 20:35
Downloadable! Video!

Boiati

2015
Mamihlapinatapai
Er potere teme le parole
(continua)
inviata da Dq82 10/6/2019 - 17:35
Video!

Ti chiamo per nome, prigione!

Registrazione dal vivo su lettura improvvisata: roma, Isola Tiberina, 25/06/2013
Ti chiamo per nome, prigione!
(continua)
inviata da Dq82 10/6/2019 - 17:28




hosted by inventati.org