Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2015-5-2

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Chocolate Kings

dall'album "Chocolate Kings" (1975)

Testo di Marva Jan Marrow e Mauro Pagani
Musica di Franco Mussida


Bernardo Lanzetti - voce
Franco Mussida - chitarra
Patrick Djivas - basso, voce
Franz Di Cioccio - batteria, percussioni, voce
Mauro Pagani - fiati, violino, voce
Flavio Premoli - tastiere, voce
«Venimmo accusati di essere “commerciali” – un’accusa che oggi appare una sciocchezza – e i testi in inglese rinfocolarono le polemiche degli anticapitalisti a oltranza. La cosa in questo caso è particolarmente curiosa, perché CHOCOLATE KINGS era un disco molto critico nei confronti dell’«american way of life». Parla dei “re di cioccolata” vale a dire degli americani che hanno colonizzato l’Italia nel dopoguerra. Parlava del consumismo americano. Parla della supremazia americana nel mondo, ma senza demonizzare gli States, di cui venivano fuori anche gli aspetti più... (continua)
When I was born they came to free us
(continua)
2/5/2015 - 23:38
Video!

Eppur si muove

Chanson italienne – Eppur si muove – Carmen Consoli – 2002

Regarde, Lucien l'âne mon ami, une chanson de libération, une chanson écrite par une femme, Carmen Consoli, une chanson qui agit comme un philtre libératoire…

Un philtre libératoire, une sorte de purgation, veux-tu dire ? Mais de quoi ?

Mais bien évidemment de cette écrasante atmosphère, de cet étouffant environnement que l'on ressent en Italie où l'Église se répand partout, où s'inhalent des senteurs de catholicité, où s'exhalent par tous les pores du pays des relents de cléricalisme. Et que la chanson soit écrite et interprétée par une Sicilienne est encore plus remarquable. Et de surcroît, ce n'est pas une chanson ancienne… Ce qui montre bien que la chape de plomb divin pèse toujours là-bas presqu'autant que le soleil d'été à midi. Au cœur du dispositif oppressant dont parle la canzone, on trouve l'histoire du péché originel,... (continua)
ET POURTANT ELLE TOURNE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 2/5/2015 - 22:04
Video!

Mein Bruder war ein Flieger

'A la paret, escrit amb guix. Antologia de poesia alemanya de combat' (Aymà: Barcelona, 1966)
EL MEU GERMÀ ERA AVIADOR
(continua)
inviata da Ramon Carreté 2/5/2015 - 18:49
Downloadable! Video!

Enola Gay

boh non so molta gente sarebbe morta se la guerra fosse continuata
didi 2/5/2015 - 18:18
Video!

Addio Juna

Cara Juna tedesca, il nome Juna è forse un nome inventato da mia padre, perché in quegli anni non esisteva. si chiama Juna anche la figlia di mio fratello, Juna Mari, in omaggio al nonno dalla sua canzone. se la cerca su FB potreste fare amicizia, dato che avete pressappoco la stessa età.
Elda. mari 2/5/2015 - 17:17
Video!

Joska la Rossa

Nina, la canzone parla della campagna russa, è facile trovare una famiglia russa in Russia :).
Concordo sul punto primo, ossia è una figura ideale.
Ciao.
alessandro 2/5/2015 - 14:58
Video!

Sången om reaktionen

Anders Källström
Dear all,

I have recently found out that this is originally a Russian song titled »Конармейская« (Konarmeyskaya or Cavalry Song). It was composed in 1936 by Dmitry and Daniil Pokrass and the Russian lyrics referring to the history of Budyonny's Red Cavalry were written by Alexey Surkov. So it's not a resistance song of Spanish origin as shown by Swedish archive records, nor is it a traditional or a traditional Swedish song as claimed by Finnish sound archives.

I won't post the original song, because, according to my judgement, it doesn't belong here, whereas the above Swedish and Finnish versions of it definitely do.
Juha Rämö 2/5/2015 - 13:44
Video!

In de loopgraf

Chanson flamande – In de loopgraf – Einstürzende Neubauten – 2014
Texte – Poème : In de loopgraaf – Paul van den Broeck – 1916



Ou je me trompe, ou voici un terrible jeu de mots en néerlandais et même, plus exactement, en flamand… Et j'espère bien qu'il en soit ainsi. Car, vois-tu Lucien l'âne mon ami, l'orthographe habituelle est « loopgraaf » qui signifie en français : tranchée. Cependant, il est nettement écrit : « loopgraf ». D'ailleurs, le poème original s'intitulait : « In de loopgraaf ».

Et alors, dit Lucien l'âne un peu stupéfait ?

Et alors, dit Marco Valdo M.I., il me semble que cette « erreur » est volontaire et au lieu d'avoir « un endroit creusé où l'on court » (graven est le verbe qu'on peut traduire par creuser) – c'est-à-dire effectivement une « tranchée » ; on aurait « une tombe où l'on court » (graf étant la tombe, le tombeau). Tu me diras que vu du côté de l'Yser, il... (continua)
DANS LA TRANCHÉE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 1/5/2015 - 20:53
Downloadable! Video!

Bleu Marine

Nuovo blitz del gruppo Femen a Parigi in occasione del discorso di Marie Le Pen. In tre sono salite sul balcone di un palazzo in Place de L'Opéra dove la leader del Fronte Nazionale teneva un discorso in ricordo di Giovanna D'Arco. Al grido di "Heil Le Pen" hanno più volte interrotto il comizio prima di essere affrontate dal servizio d'ordine
1/5/2015 - 14:31
Video!

Dziś do ciebie przyjść nie mogę

Finnish version by Hector
Suomennos Hector

Audio link to the song performed by Neilikka:
PARTISAANIVALSSI
(continua)
inviata da Juha Rämö 1/5/2015 - 12:18
Video!

Storie dell’Altra Italia

2012
Storie dell'altra Italia

Portata in scena e musicata da Daniele Biacchessi, Gang e Massimo Priviero in "Storie dell'altra Italia"
La mafia è un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha un principio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una sua fine.
(continua)
inviata da dq82 1/5/2015 - 11:36
Percorsi: Mafia e mafie
Downloadable! Video!

Salmodia della speranza

2012
Storie dell'altra Italia

Portata in scena e musicata da Daniele Biacchessi, Gang e Massimo Priviero in "Storie dell'altra Italia"
Padre Davide Maria Turoldo era un uomo straordinario.
(continua)
inviata da dq82 1/5/2015 - 11:33
Video!

Storie di Alpini

2012
Storie dell'altra Italia

Portata in scena e musicata da Daniele Biacchessi, Gang e Massimo Priviero in "Storie dell'altra Italia"
Luglio 1941. Accanto ai tedeschi e contro i sovietici, Mussolini invia il Corpo di Spedizione Italiano in Russia: 58.800 soldati, 2.900 ufficiali che si portano dietro pezzi di artiglieria da campagna, anticarro, contraerei, automezzi di ogni tipo. Viene schierato nell’Ucraina meridionale alle dipendenze dei tedeschi.
(continua)
inviata da dq82 1/5/2015 - 11:31
Video!

Piazza Fontana

‎[2007]‎
Dallo spettacolo “Il paese della vergogna” realizzato con i Gang
Il 1969 è l’anno degli scioperi, dei cortei di operai e studenti in tutto il paese.
(continua)
inviata da dq82 1/5/2015 - 11:21
Video!

Achterland

Chanson flamande - Achterland – Einstürzende Neubauten – 2014
ARRIÈRE-PAYS
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 1/5/2015 - 10:08
Video!

Der Beginn des Weltkrieges 1914 (unter Zuhilfenahme eines Tierstimmenimitators)

Chanson allemande – Der Beginn des Weltkrieges 1914 (unter Zuhilfenahme eines Tierstimmenimitators) – Einstürzende Neubauten – 2014



Maintenant, Lucien l'âne mon ami, je pense qu'elle va bien te plaire cette canzone, qui est une authentique Canzone contre la Guerre, mais en même temps une chanson drôle où interviennent les animaux. En somme, c'est le début de la Guerre mondiale vu par les animaux.

En effet, cela devrait me plaire et j'ai hâte de la découvrir. Cependant, dis-moi Marco Valdo M.I. mon ami, parmi tous ces animaux qui assistent au début d'une des plus grandes tueries parmi les hommes, y a-t-il un âne ?

Malheureusement non. Mais depuis ton intervention ici-même, oui. Cependant, je voudrais te rassurer en rappelant que La Déclaration Universelle des Droits de l'Âne – et cette fois, de l'âne seul – se voulait valoir pour toutes espèces, l'humaine y compris. Inversement, ici,... (continua)
LE DÉBUT DE LA GUERRE MONDIALE EN 1914 (avec l'aide d'un imitateur de voix animales)
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 30/4/2015 - 20:37
Downloadable! Video!

Te recuerdo Amanda

Audio link to the song performed by Punainen lanka on their 1977 album »Pohjolan lumisen kalmiston hongat«: https://www.youtube.com/watch?v=UaGrzDbdoQg
MUISTAN SINUT, AMANDA
(continua)
inviata da Juha Rämö 30/4/2015 - 19:37
Downloadable! Video!

La Butte Rouge

Versione neerlandese del cantante belga Wim De Craene, morto suicida nel 1990 a soli 40 anni.
Musica di Jaap van de Merwe, dall’album “Wim De Craene” del 1973.
DE RODE HEUVEL
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/4/2015 - 14:35
Video!

There's a Long, Long Trail

[1913]
Parole di Stoddard King (1889–1933), autore e cantautore
Musica di Alonzo "Zo" Elliott (1891-1964), compositore e cantautore
L’interpretazione più nota è quella del grande tenore irlandese John McCormack, nel 1917.

June Tabor ne ha offerta una propria versione – intitolata “The Long, Long Trail” - nel disco collettivo “We Died in Hell—They Called it Passchendaele” (1993)

La canzone fu pubblicata negli USA nel 1914, poco prima dello scoppio della guerra in Europa e divenne immediatamente popolarissima tra i soldati americani lì spediti a combattere a partire dall’aprile del 1917. Veniva usata spesso per chiudere i concerti per le truppe e l’esecuzione era sempre seguita da un lungo, commosso e significativo silenzio.
Nights are growing very lonely,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/4/2015 - 14:02
Video!

Will Ye Go To Flanders

anonimo
nell'album "Fairest Floo'er" del 2007
WILL YE GO TAE FLANDERS?
(continua)
30/4/2015 - 12:14
Video!

Little Yellow Roses

[1961]
Parole e musica di Trevor Peacock (1931-), attore shakespeariano e occasionalmente songwriter.
Arrangiamento di John Barry (1933-2011), grande compositore inglese, soprattutto di colonne sonore per il cinema (sue gran parte di quelle della serie su James Bond 007).
Interpretata dalla popstar Adam Faith (1940-2003) nel suo disco eponimo del 1962.
Testo trovato su Mainly Norfolk: English Folk and Other Good Music.

Una canzone sulla guerra di Spagna o, comunque, su chiunque abbia combattuto per la libertà e l’uguaglianza: “Mio padre mi ha insegnato che tutti gli uomini sono uguali / Qualunque sia il colore, la religione o la provenienza; / Mi ha detto di lottare per le cose in cui ho creduto / Ed è quello che ho fatto, con una pistola in mano.”
Laid on my back with the sun in my eyes;
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/4/2015 - 11:17

Declaring Peace

1985
The unfairy tale
Whisper the words of wisdom no more
(continua)
inviata da dq82 30/4/2015 - 11:03

Flesh and Blood and Feelings

1987
Bigger than Jesus

Came in a 12 page booklet sleeve, housed in a brown paper bag due to the "controversial" nature of the front cover...
Margaret thatcher lives in ronald reagan's underpants
(continua)
inviata da dq82 30/4/2015 - 11:00

Times of Crisis

1985
The unfairy tale
It gets worse... the earth, if looked after properly, has an estimated lifespan of another four billion years, but in 1983 there were two false alarms of impending nuclear war every three days. They say that such alarms are normal, and present no problem provided they can be identified as false alarms. I said in 1983 there were two false alarms of impending nuclear war, every three days, but in times of crisis with weapons systems already on the alert, there is less than eight minutes to decide whether an attack is underway or not. And there are over forty conventional wars going on in the world today. Times of crisis, you might say. They say that waiting longer than eight minutes would risk a surprise attack, and a loss of command and control. In the trade this is called the "use them or lose... (continua)
inviata da dq82 30/4/2015 - 10:54
Video!

The Birmingham Six

1989
Why Are We Still In Ireland?

Per approfondimenti sui "Sei di Birmingham" si veda l'omonima canzone dei Pogues
Birmingham, 1974, there occurred a bloody murder
(continua)
inviata da dq82 30/4/2015 - 10:43
Video!

Why Are We Still in Ireland? (Part One)

1989
Why Are We Still In Ireland?
Our settlers calling our kingdom great
(continua)
inviata da dq82 30/4/2015 - 10:39
Video!

My Love Has Listed (or the White Cockade)

anonimo
[Fine 700, inizio 800]
Ballata di autore anonimo risalente con tutta probabilità alle guerre napoleoniche, raccolta a Newcastle nel 1821 e pubblicata sulla Blackwood's Magazine di Edimburgo.
Testo trovato su Mainly Norfolk: English Folk and Other Good Music.
La prima incisione dovrebbe essere quella di Bob Davenport nel suo EP “Geordie Songs” del 1959.
La versione qui riportata è quella di Norma Waterson con i suoi familiari (The Watersons) presente nel disco intitolato “A Yorkshire Garland” del 1966.

Una canzone molto interessante, in cui ben due strofe sono dedicate alle colorite maledizioni lanciate da una giovane all’indirizzo dell’esercito e di coloro che hanno indotto il suo fidanzato ad arruolarsi per la guerra…
'Tis true, my love's enlisted and he wears a white cockade.
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/4/2015 - 10:36
Video!

Will Ye Go To Flanders

anonimo
Versione di June Tabor dal disco collettivo intitolato “We Died in Hell—They Called it Passchendaele” pubblicato nel 1993.
Testo trovato su Mainly Norfolk: English Folk and Other Good Music, dove si fa risalire l’origine della ballata al periodo della guerra di successione spagnola (1702-13)
WILL YE GO TO FLANDERS?
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/4/2015 - 10:03

Home Fit for Heroes

[1992]
Parole di Les Barker (1947-), poeta di Manchester.
Musica di Martin Carthy.
Interpretata da Norma Waterson nel disco di Les Barker intitolato “Some Love”, con June Tabor, Roy Bailey, Eliza e Martin Carthy, Chris Harvey, Ken Nicol e molti altri
They died in their millions,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/4/2015 - 08:49
Video!

Eroi nel vento

Parla dei disertori da quel che sapevo
Giorgia 30/4/2015 - 00:32
Video!

La Tirolese (E semo livornesi)

anonimo
è una delle due canzoni eponime del Coro Garibaldi d'assalto, ideato e diretto da Pardo Fornaciari, che ne esegue tutte e due le versioni di seguito.
invece che " a prenderci c'è l'osso" si canta " dentro di noi c'è l'osso"
Duccio Arrighi 30/4/2015 - 00:16
Video!

Records d'un vençut

RICORDI DI UNO SCONFITTO
(continua)
29/4/2015 - 23:40
Downloadable! Video!

The Flowers O' the Forest

Incisa insieme ad Andy Irvine nel loro disco intitolato “Parallel Lines” pubblicato nel 1982.

The Floo’ers o’ the Forest
THE FLOO’ERS O’ THE FOREST
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/4/2015 - 23:02
Downloadable! Video!

The Flowers O' the Forest

Quello di "The Flowers of the Forest" fu il motivo che un suonatore di cornamusa intonò il 27 aprile 1978 al Putney Vale Cemetery di Londra durante la cerimonia di inumazione della folk rock singer Sandy Denny, morta a soli 31 anni. (en.wikipedia)
Bernart Bartleby 29/4/2015 - 15:31
Video!

Atto di forza

2014
Sotto Casa
Testo di Francesco Gazzè
Musica di Max Gazzè

Vincitore del premio Voci per la libertà 2014

"Spesso capita di chiederci - racconta il Premio Amnesty International Italia 2014 Max Gazzè - come un essere umano possa arrivare a compiere gesti atroci, quali siano i guasti che mandano in blocco il cervello e perché nessuno sia ancora riuscito a trovare il sistema per fermare la follia molto prima di quando è già troppo tardi. Facile che resti un pensiero come tanti che balena e sparisce per lasciar posto a qualcosa di più urgente. 'Atto di forza' è uno di quei pensieri, il racconto
per immagini di una di quelle follie. Grazie al premio Amnesty International lo sguardo si sposta e indugia su temi enormi – quale, appunto, la violenza contro le donne - che vengono quasi sempre pigiati in cronaca nera solo perché sembra sia diventato normale che ogni tanto qualcuno perda il controllo.... (continua)
Evade il buio arcigno
(continua)
inviata da dq82 29/4/2015 - 15:24
Video!

Norwich Gaol

[1977]
Parole e musica di Peter Bellamy
In “The Transports. A Ballad Opera.”
Con la crema dei folksinger inglesi dell’epoca, tra cui The Watersons, Martin Carthy, Nic Jones, A.L. Lloyd, June Tabor, Martin Winsor, Cyril Tawney e Dave Swarbrick.
Testo trovato su Mainly Norfolk: English Folk and Other Good Music

Un’opera che racconta una storia vera, quella di Henry Cabell e Susannah Holmes, “two poor fellows” che nel 1783 furono condannati alla deportazione per aver commesso dei furti a causa della miseria. I due erano amanti e dalla loro relazione era nato un bimbo ma ai due non fu in un primo momento concesso di sposarsi e la famigliola corse il serio rischio di essere smembrata. Uno dei loro carcerieri s’impietosì e intercesse per loro presso il ministro dell’interno.

Così Henry e Susannah poterono unirsi in matrimonio e nel 1787, dando corso alla sentenza, furono imbarcati con il... (continua)
The food is foul, the air is bad, the company not choice;
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/4/2015 - 14:02
Video!

Tolpuddle Man

[1995]
Parole e musica di Graham Moore
La canzone che dà il titolo al disco

Nel Regno Unito intorno al 1830, negli anni che seguivano l’abrogazione dell’infame “Combination Act” del 1799, che fino ad allora aveva impedito ai lavoratori di organizzarsi tra di loro per ottenere migliori condizioni, un gruppo di braccianti di Tolpuddle, un villaggio nel Dorset, costituirono tra di loro una società segreta di mutuo soccorso, la Friendly Society of Agricultural Labourers, per lottare insieme contro le diminuzioni salariali che costantemente colpivano la loro categoria. La cosa allarmò i proprietari terrieri locali, i quali chiesero aiuto alle autorità…

Fu così che nel 1833 gli artefici dell’iniziativa furono arrestati, processati e condannati ai bagni penali in Australia, e solo per aver creato una piccola cellula sindacale. Questa la poesia che uno di loro, George Loveless, scrisse subito... (continua)
Farewell to my family, it's now I must leave you
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/4/2015 - 10:50
Video!

The Hunter Dunne

[2006]
Parole e musica di Dick Gaughan
Nell’album intitolato “Lucky For Some”

Poi anche in “Gaughan Live! At The Trades Club” (2008)

“I've had a few people try to read some significance into the choice of name here. There is none, the rhythm of the name simply fitted into the rhythm of the song. I could have used "Joe Bloggs" or "Bob Smith" but I used "John Dunne". They are also meant to be three separate characters with three different stories, illustrative of three different aspects of the same phenomenon - how Capitalism turns everything, including human lives, into commodities.” (Dick Gaughan)

“Qualcuno ha cercato di trovare un qualche significato nella scelta del nome. Non ce n’è nessuno, semplicemente il suono del nome si accordava col ritmo della canzone. Avrei potuto usare "Mario Rossi" o "Bob Smith" ma ho usato "John Dunne". Si tratta inoltre di tre diversi personaggi in tre... (continua)
John Dunne was a hunter, he hunted wanted men
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/4/2015 - 10:31
Video!

Tom Paine's Bones

[1995]
Parole e musica di Graham Moore
La canzone che dà il titolo al suo album del 1995
Interpretata anche da Dick Gaughan nel suo album “Outlaws & Dreamers” del 2001
I The Young'uns l'hanno reinterpretata nel loro album Another Man's Ground (2015).

Thomas Paine (1737-1809) è considerato uno dei Padri Fondatori degli Stati Uniti d’America.

Quacchero, radicale, non conformista, rivoluzionario tanto in America quanto in Francia (dove fu arrestato durante il Terrore e rischiò il collo), autore di opere come “The Age of Reason” (1790, dove difendeva la religiosità, insita nell’uomo, dalla religione consolidata, dal potere ecclesiastico) e “Rights of Man” (1791, in difesa della Rivoluzione francese e dell’egualitarismo), Thomas Paine combattè tutta la vita e morì in povertà e quasi dimenticato. Soltanto sei persone attesero al suo funerale, due di esse erano schiavi neri da lui liberati. I suoi resti vennero in seguito esumati per essere trasportati e sepolti nel natale Norfolk ma andarono dispersi.
As I dreamed out one evening
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/4/2015 - 09:42
Video!

The Last of England

[1995]
Parole e musica di Graham Moore
Nel suo album intitolato “Tom Paine's Bones”

Gran Bretagna, metà 800. L’emigrazione raggiunse il suo picco. Nell’era Vittoriana furono circa 15 milioni quelli che lasciarono il Regno Unito alla volta di Stati Uniti, Canada ed Australia. Molti gli irlandesi in fuga dalla “Great Famine”, molti gli inglesi travolti dai contraccolpi della rivoluzione industriale. Nel 1852, quando il numero di partenze raggiunse il picco di 350.000, il pittore Ford Madox Brown (1821-1893) cominciò a dipingere il suo quadro più famoso, “The Last of England”, ultimato nel 1855.
Wasted and worn, tattered and torn
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/4/2015 - 09:02
Video!

The Big Battle

1963

Album: Ring of Fire: The Best of Johnny Cash

L'album, a dispetto del nome, era in gran parte composto di canzoni originali.
I think sir the battle is over
(continua)
29/4/2015 - 02:58
Video!

Records d'un vençut

d'après la version espagnole de Caballero Bonald (RECUERDOS DE UN VENCIDO)
d'une chanson catalane – Records d'un vençut – Joan Isaac – 1977



L'histoire d'un vaincu de la guerre civile. L'exil en France, la tentative de recommencer une nouvelle vie, le rêve – qui pour beaucoup ne fut pas possible ou fut trop tardif – d'un retour dans une patrie libérée de la dictature.

Vois-tu, Lucien l'âne mon ami, c'est une chanson qu'on dira – à juste titre, antifranquiste et conséquemment, antifasciste, antiféloniste et d'une façon doublement particulière :

d'une part, car ce sont les remembrances d'un vaincu, d'un de ceux qui durent connaître le dur exil – pour des raisons que nous connaissons et qui pèsent encore et que l'on appelle communément « real politic » ou en jouant sur les mots : de « reale politica », celle qui sévit toujours aujourd'hui en Espagne (Una, grande...) ;

d'autre part, car... (continua)
SOUVENIRS D'UN VAINCU
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 28/4/2015 - 23:41
Video!

Il Vigneto

Salve da Joe Natta, vi invio la mia nuova canzone contro la guerra uscita il 25 aprile 2015.
Grazie e a presto!
Nello scrigno dei pensieri infranti
(continua)
inviata da Joe Natta 28/4/2015 - 18:59




hosted by inventati.org