Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2011-7-13

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Ballata per Vanda

Dedicata alla partigiana Vanda Bianchi di Castelnuovo Magra (MS), che dopo aver fatto la Resistenza,continua ancora oggi a spendersi per difendere gli ideali per cui ha lottato.

Sulla vita di Vanda Bianchi è stato pubblicato il libro "Un berretto pieno di speranze",di Pino Marchini, Ed. Cinque Terre (SP)
Fonte:sito ufficiale.

La compagna Vanda Bianchi ci ha lasciato nel 2014.
E Vanda è una bambina e guarda verso il monte
(continua)
inviata da adriana 13/7/2011 - 19:15
Downloadable! Video!

Canzone per Stefano

Tratta da un testo di Giorgio Nardi, una canzone che parla dell'uccisione in carcere di Stefano Cucchi, ma che può estendersi a tutti i casi simili che purtroppo sono numerosi.
Fonte:sito ufficiale
Mi avevano detto è solo un controllo,
(continua)
inviata da adriana 13/7/2011 - 19:02
Video!

Inno della Repubblica

[1967]
Album :“Il lamento dei mendicanti”

Non so esattamente quando Matteo Salvatore abbia composto questa canzone, probabilmente negli anni immediatamente precedenti la seconda guerra. Ma si riferirebbe agli anni 10 o 20 quando suo padre e Di Vittorio si conobbero nel carcere di Lucera frequentato dal primo per miseria e dal secondo perché sindacalista rivoluzionario e socialista…

In ogni caso, propongo senz’altro questo inno al posto dell’orrido “Fratelli d’Italia”…

“Risale alla giovinezza di Matteo questa canzone. Una giovinezza difficile, il padre facchino, la madre chiede l’elemosina nei paesi vicini. A casa ‘Zicozico’ (così venivano soprannominati i Salvatore ad Apricena), si muore persino di malnutrizione (triste destino capitato a una sorella di Matteo).
E in questi anni il padre va in galera. Viene messo in cella con Giuseppe Di Vittorio [che era di Cerignola], poi divenuto... (continua)
Fratelli tutti uniti, facciamo l’Italia nuova
(continua)
inviata da Bartleby 13/7/2011 - 15:17
Downloadable! Video!

Lu furastiero

[1967]

La canzone è tratta da un album del 1967 intitolato “Il lamento dei mendicanti”, stampato anche in Francia dove Matteo Salvatore è stato più apprezzato che non nel paese suo..



“[…] Se le prime canzoni che registrerà conterranno stucchevoli ritornelli di becera comicità, ben presto avviene in lui una sorta di purificazione: Matteo Salvatore diventa il medium del dolore secolare di un popolo, la sua opera assume carattere di grande affresco. Non vi è riflessione, le canzoni non “parlano di”, nemmeno, per intenderci, attraverso l’umanissimo filtro dell’immedesimazione deandreiana; sono proprio i personaggi che, senza presentarsi, si esprimono per voce di Matteo, di modo che l’esperienza della miseria faccia da sfondo a un discorso che ha le parole della vita di tutti i giorni.
Nella canzone ‘Lu furastiero’ non viene raccontata in modo esplicito la tragedia degli stagionali: uomini... (continua)
Lu furastiero dorme stanotte sull'aia,
(continua)
inviata da Bartleby 13/7/2011 - 14:34
Downloadable! Video!

Italia minore

[2007]
Album “Sponda sud”
Canzone dedicata a Matteo Salvatore (1925-2005), foggiano, compositore e cantante di musica popolare, quello di cui Italo Calvino ebbe a dire: “Le parole di Matteo Salvatore noi le dobbiamo ancora inventare”.



"Questione meridionale", "terroni": da sempre veniamo chiamati in causa con queste due paroline. Periodicamente alcuni soloni del mondo politico o della classe intellettuale (ovviamente settentrionale) si affannano a proporre le loro geniali trovate per risolvere questo "problema", come se gliene importasse davvero. Sono anni che parole come federalismo fiscale o cassa-banca (casciabancu sarebbe più appropriato) del Mezzogiorno sono sulla bocca di politici di qualsiasi colore e fazione. Il tutto viene poi infarcito da una dilagante ignoranza: ignoranza del fatto che la "questione meridionale" è nata proprio con l'unità d'Italia, circa 150 anni fa.

Ora,... (continua)
Spiavo ‘n cielo chissà chiuvesse
(continua)
inviata da Bartleby 13/7/2011 - 14:10

Filo spinato

2011
Album: "Vino Tabacco e cielo"


Si era arruolato, era il suo lavoro. Partecipava ad un’azione di pace.
Era un ragazzo, un figlio, un fidanzato. Era un soldato che non tornerà.

Luigi Maieron: Voce, Chitarra acustica
Ellade Bandini: Batteria
Franco Giordani: Mandolino, Banjo
Simone Serafini: Contrabbasso
Francesco Piu: Armonica
Lei è mia madre e ogni sera non dimentica di pregare
(continua)
inviata da DonQuijote82 13/7/2011 - 14:05
Downloadable! Video!

Eleonora

[1999]
Album “Taranta Power”, manifesto dell’omonimo movimento musicale fondato da Eugenio Bennato nel 1998.

Storia di Donna Eleonora Pimentel Fonseca, detta la Pimentella, nobildonna di origine portoghese trapiantata a Roma e Napoli. Intellettuale poliglotta, poetessa e fine letterata, fu data in sposa ad un capitano napoletano da cui venne regolarmente maltrattata, tanto da procurarle un’interruzione di gravidanza. Lasciato il marito, Eleonora si legò in amicizia alla regina Maria Carolina d'Austria, consorte di Ferdinando di Borbone, e con essa frequentò i salotti napoletani dove liberali e massoni discutevano di monarchia moderna e di dispotismo illuminato. Ma la Rivoluzione Francese allontanò le due amiche: la fine della sorella Maria Antonietta per mano dei giacobini indusse la regina di Napoli e Sicilia a condividere la dura repressione contro gli illuminati che prima aveva guardato... (continua)
Donna Eleonora nun è ghiuta ‘o Teatro
(continua)
inviata da Bartleby 13/7/2011 - 13:29
Video!

No me llames extranjero

Questa una versione con Facundo Cabral

DonQuijote82 13/7/2011 - 13:21
Video!

Purple Heart

Ransom
An old grey black man lives out on Thunder Road
(continua)
inviata da anonymous 13/7/2011 - 05:44
Video!

Si se calla el cantor

SE TACE IL CANTORE
(continua)
inviata da Maria Cristina Costantini 12/7/2011 - 20:16
Downloadable! Video!

Sopra le nuvole

[2010]
Nell’album “Pattinando sul ghiaccio sottile” ma, soprattutto, canzone finale dell’omonimo film diretto da Sabrina Guigli e Riccardo Stefani e dedicato alle stragi nazifascisti di Monchio, sull’Appennino modenese, e Cervarolo, su quello reggiano.

Nel marzo del 1944 i partigiani operanti nell’Appennino modenese ottennero alcuni successi negli scontri con i nazifascisti nella zona del Monte Santa Giulia, nel comune di Palagano. Quando ad essere uccisi furono un ufficiale ed alcuni soldati tedeschi, i nazisti concentrarono a Montefiorino i paracadutisti della divisione corazzata “Hermann Göring” che all’alba del 18 marzo cominciarono a cannoneggiare gli abitati di Monchio, Susano e Costrignano. Poi, accompagnati da fascisti della Guardia Nazionale Repubblicana modenese, gli aggressori si diressero verso i paesi e cominciò la carneficina: 140 morti, tra i quali 6 bambini sotto i dieci... (continua)
Ho sentito la primavera arrivare
(continua)
inviata da Bartleby 12/7/2011 - 14:24

Pour un œil les deux yeux

Pour un œil les deux yeux

Canzone française – Pour un œil les deux yeux – Marco Valdo M.I. – 2011
Histoires d'Allemagne 41

Au travers du kaléidoscope de Günter Grass. : « Mon Siècle » (Mein Jahrhundert, publié à Göttingen en 1999 –
l'édition française au Seuil à Paris en 1999 également) et de ses traducteurs français : Claude Porcell et Bernard Lortholary.

Quel titre, Marco Valdo M.I. mon ami, quel titre encore une fois. Que me racontes-tu à nouveau là ? Te voilà d'humeur bien belliqueuse, me semble-t-il. C'est carrément une vendetta que tu fais fleurir ainsi subitement.

En effet, Lucien l'âne mon ami, c'est une fleur de vendetta, une fleur pernicieuse et comme tu le sais mieux que moi encore, c'est une fleur sauvage qui pousse depuis la nuit des temps. C'est une fleur qui se veut de justice et parfois, on peut considérer qu'elle l'est. Et parfois, il n'y a pas vraiment d'autre façon... (continua)
Pour un œil les deux yeux
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 11/7/2011 - 22:43
Downloadable! Video!

There Will Be Trouble In Town (Ci saranno guai)

11 luglio 1998 - 11 luglio 2011

adriana 11/7/2011 - 14:30
Video!

Garibardo

Nel 1860. Garibaldi confidò al suo medico curante Enrico Albanese:

«La patria non si baratta, né si vende per Dio! Quando i posteri esamineranno gli atti del governo e del Parlamento italiano durante il risorgimento italiano, vi troveranno cose da cloaca. Povera Nizza! Io feci male a non parlare chiaramente, a non protestare con energia, a non dire là in Parlamento, a Cavour, che era una canaglia, e a quei che ne volevano votare la rinunzia che erano tanto vili.»

«Gli oltraggi subiti dalle popolazioni meridionali sono incommensurabili. Sono convinto di non aver fatto male, nonostante ciò non rifarei oggi la via dell'Italia meridionale, temendo di essere preso a sassate, essendosi colà cagionato solo squallore e suscitato solo odio. (da una lettera ad Adelaide Cairoli del 1868)»
L'anti italiano 10/7/2011 - 23:02
Downloadable! Video!

Fiore rubato

[2011]
Testo e Musica di Mimmo Cavallo, U' Papadia e Andrea Simiele
Album: Quando Saremo Fratelli Uniti

Teddeum, Gaeta, sì.. ma non esiste, naturalmente, una lapide, un muro dove piangere e rendere onore a tutti questi nostri morti.. Ci vuole ancora molto sforzo per ricordarli; e farli ricordare ai nostri figli... In compenso abbiamo, ovviamente, strade, monumenti, obelischi e lapidi a più non posso con tutti i gloriosi nomi al completo degli eroi dei vincitori colonizzatori dell'Unità d'Italia.
Ah quant'era bella la terra nostra
(continua)
inviata da giorgio 10/7/2011 - 21:30
Video!

I'd Like To Teach The World To Sing

Testo completo (?)
I'd like to build the world a home
(continua)
inviata da Mark Kram 10/7/2011 - 19:58
Downloadable! Video!

La palabra paz

LA PAROLA PACE
(continua)
inviata da Maria Cristina 10/7/2011 - 16:41
Video!

El arrepentido

IL PENTITO
(continua)
inviata da Maria Cristina 10/7/2011 - 16:08
Downloadable! Video!

Tedeum Gaeta

[2011]
Testo e Musica di Cosimo Cavallo (detto "Mimmo") e Andrea Simiele
Album: Quando Saremo Fratelli Uniti

Gaeta l'ultimo baluardo del regno delle Due Sicilie
« ...se facessimo per noi stessi ciò che stiamo facendo per l'Italia, saremmo dei grandi bricconi e meriteremmo di andare in galera...»
(Camillo B. conte di Cavour a Massimo D'Azeglio)


L'Assedio di Gaeta (1860-61) segnò, com'è noto, la fine del beato (a paragone con quello che venne dopo) regno duosiciliano..
Nel settembre 1860 re Franceschiello (Francesco II di Borbone) costretto dall'incalzare degli eventi a lasciare Napoli, si era ritirato a Capua stabilendo già nella Piazzaforte di Gaeta la base delle operazioni militari. Perduta poi anche Capua, con l'intera la corte e il corpo diplomatico accreditato presso il governo borbonico, si rifugiò anch’egli a Gaeta. L'esercito borbonico, avendo ormai perduto ogni efficienza... (continua)
Or che l'aere è muto
(continua)
inviata da giorgio 10/7/2011 - 14:00
Video!

Gallo rojo, gallo negro

GALLO ROSSO, GALLO NERO
(continua)
inviata da Maria Cristina 8/7/2011 - 17:20
Video!

Desterrados

ESILIATI
(continua)
inviata da Maria Cristina 8/7/2011 - 15:48
Video!

Altri mondi

Chanson italienne – Altri mondi – Modena City Ramblers
AUTRES MONDES
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 8/7/2011 - 13:28
Video!

Ο Κανέλλος

Per capire qualcosa della sparizione di www.stixoi.info, mi sono a malincuore registrato in facebook...Da quello che ho capito (ben poco) dalla discussione tra gli interessati, non si tratterebbe di una canagliata dei detentori dei diritti d'autore, ma dell'essere venuto meno l'accordo con il server al quale si appoggiava. Pare che gli amministratori siano alla ricerca di un altro server, ma che la cosa sia un po' complicata dalla impressionante mole di dati che si sono accumulati negli anni. Per me è come se mi avessero bruciato la biblioteca di Alessandria...
Ho trovato un surrogato in http://www.balkanium.com/music/, ma non c'è paragone: di testi anche greci se ne trovano, ma non si possono ricercare a partire dagli autori, ma solo dal nome (proprio!) degli interpreti; e nessun'altra informazione li correda. Spero che una soluzione venga trovata, se no dovrò quasi del tutto rinunciare al mio cavallo di legno.
Gian Piero Testa 8/7/2011 - 10:36
Video!

Prison Sex

http://en.wikipedia.org/wiki/Prison_Sex
http://toolshed.down.net/articles/text...

"This song is about recognizing, identifying, the cycle of abuse within yourself. That's the first step of the process: realization; identifying. The next step is to work through it. But this song is about the first step in the process, which is recognizing."
It took me so long to remember just what happened
(continua)
inviata da anonymous 8/7/2011 - 03:20
Video!

Save Me

Singolo del 1978

(Bernart Bartleby)
I'm not very big and I'm not very strong
(continua)
inviata da anonymous 8/7/2011 - 01:27

Teddy-boy

Chanson italienne – Teddy boy - Cantacronache – vers 1960
Paroles de Giorgio De Maria – Musique de Sergio Liberovici
TEDDY BOY
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 7/7/2011 - 21:32
Video!

Giovanni Passannante

Album “Traccia una rotta”



Un disco dedicato a cinque personaggi del passato che hanno fatto qualcosa di importante, anche solo un semplice gesto, spesso pagato a caro prezzo, con cui hanno comunque tracciato una rotta per gli altri, per il mondo a venire. Ed è per questo che oggi si parla ancora di Dante Di Nanni il partigiano, di Vladimir Majakovskij il poeta, di Tommie Smith il velocista col pugno guantato di nero, di Giovanni Passannante l’anarchico e di Ferdinando Magellano il navigatore (che – detto tra noi – con gli altri quattro mica c’azzecca tanto…)

Su Giovanni Passannante, che nel 1878 fece un attentato dimostrativo contro il SaBoia Umberto I e che per questo fu sepolto vivo prima in carcere e poi in manicomio, si vedano anche Canzone che recita Giovanni Passannante e Ode al Passannante ma, soprattutto, si vada a vedere l’interessante (se non proprio bel) film opera prima di... (continua)
Scese le scale pronto a farla finita,
(continua)
inviata da Bartleby 7/7/2011 - 15:47
Downloadable! Video!

Avanzo de cantiere

Nel live Check Point Kreuzberg - Live at SO36 Berlin del 2010 al termine di questa canzone Sigaro dice: "Le statistiche dicono che quest'anno in Italia ci saranno meno morti sul lavoro perché c'è meno lavoro, c'è più disoccupazione questa è la soluzione"

Morti sul lavoro sotto i mille nel 2010
Incidenti in aumento tra le donne
Nel rapporto annuale presentato alla Camera, l'istituto evidenzia lo storico traguardo raggiunto dopo il calo record del 2009. Lo scorso anno 980 i decessi, -6,9% rispetto al 2009. La diminuzione riguarda solo la popolazione maschile, infortuni e vittime del lavoro in crescita tra le donne. "Ma il il lavoro femminile resta meno rischioso"
ROMA - Nel 2010, per la prima volta, il numero dei morti sul lavoro è stato inferiore a mille. Lo rende noto l'Inail nel rapporto annuale presentato alla Camera. Lo scorso anno i decessi sono stati 980, con un calo del 6,9% rispetto... (continua)
DonQuijote82 7/7/2011 - 09:21

Licenziamo i padroni

[1971]
Sull’aria di “O cara moglie
Foglio volante n 36

dal Comitato NO TAV di Avigliana
Spinta dal Bass
E’ cominciata coi cotonifici
(continua)
inviata da adriana 7/7/2011 - 08:21
Downloadable!

Nobody

Egon - pop/ambient music project
www.somojo.net/egon
Facebook page
I cannot see the sky because of thunder.
(continua)
inviata da Slavomir Bachraty 6/7/2011 - 18:13

Ah si... la guerre de quatorze n'avait pas eu lieu

Ah si... la guerre de quatorze n'avait pas eu lieu

Canzone française – Ah si... la guerre de quatorze n'avait pas eu lieu – Marco Valdo M.I. – 2011
Histoires d'Allemagne 40

Au travers du kaléidoscope de Günter Grass. : « Mon Siècle » (Mein Jahrhundert, publié à Göttingen en 1999 –
l'édition française au Seuil à Paris en 1999 également) et de ses traducteurs français : Claude Porcell et Bernard Lortholary.

Voilà bien une étrange canzone, dit Lucien l'âne en reniflant comme une trompe marine dans une brume grise de la plus belle eau de Frise. On dirait une uchronie. En somme, te voilà en train de réécrire l'histoire.

Je sais, je sais, Lucien l'âne mon ami, faire de l'uchronie, c'est utopique. Et bien des gens pensent que c'est inutile, que c'est carrément fantaisiste. Et pourtant... Cette façon d'appréhender l'histoire, en l'occurrence, celle de l'année 1941, vue par un ex-correspondant... (continua)
Imagine un peu que Churchill, jeune encor
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 6/7/2011 - 16:59
Video!

God Save The Queen

Io concordo cn gabrieleasdasd. L'anarchia é libertá in ogni forma e ognuno ha il suo tipo di libertá, giusta o sbagliata.
6/7/2011 - 16:41
Video!

Fuck Armageddon... This Is Hell!

Bellissima qsta canzone!!! Bellissimo il testo k é sempre attuale, almeno x me
6/7/2011 - 16:29
Downloadable! Video!

Anche per quest'anno ragazze ci han fregato

[fine anni 40, inizio 50]
Canzone delle mondine.
Dall’album “Una voce, un paese” del 1967, con il violinista Vittorio Carpi.
Il riferimento a Scelba situa la canzone tra il 1947 ed il 1955, quando Mario Scelba fu ministro dell’Interno e presidente del Consiglio.
Anche per quest'anno,
(continua)
inviata da Bartleby 6/7/2011 - 14:49
Video!

Riot Dog

IL CANE INSORTO
(continua)
inviata da Bartleby 6/7/2011 - 13:15
Downloadable! Video!

Valle Giulia

[1968]
In un 7” con Giovanna Marini e poi nell’LP “Mio caro padrone domani ti sparo” del 1969.

Il 1 marzo del 1968 gli studenti romani della Sapienza cercarono di riprendersi la Facoltà di Architettura sgomberata e occupata dalla polizia qualche giorno prima. Gli scontri furono prolungati e durissimi ed i manifestanti dimostrarono per la prima volta di essere in grado di fronteggiare le cariche delle forze dell’ordine…
Quel giorno a tirare i sassi alla polizia c’era pure gente che oggi non diresti, come il teocon Giuliano Ferrara, l’amico di Dell’Utri Paolo Liguori, il “Mr. CorSera” Galli Della Loggia, l’ex maoista oggi pidiellino Aldo Brandirali e financo Stefano “Er Caccola” Delle Chiaie alla testa di uno sparuto gruppo di neofascisti, gli stessi che quindici giorni più tardi, guidati da Almirante, nello stesso luogo aggrediranno con violenza gli studenti del movimento, ferendone alcuni,... (continua)
Piazza di Spagna, splendida giornata,
(continua)
inviata da Bartleby 6/7/2011 - 12:07




hosted by inventati.org