Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2007-1-17

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Genova, 20 luglio 2001 - Ballata per Carlo Giuliani, ragazzo

Vi invito a leggere questo breve articolo da L'Espresso dell'11 gennaio 2007: G8, le scomode verità del poliziotto

Parla delle "scomode" verità che pare fossero emerse dalle indagini di un vicequestore aggiunto, Luca Salvemini, sulle menzogne raccontate dai suoi colleghi che massacrarono la gente inerme nella scuola Diaz, a Genova, in quel torrido luglio 2001... Per esempio, le bottiglie molotov sequestrate, confermava Salvemini, sarebbero state proprio messe ad arte dai poliziotti... Solo che oggi, 17 gennaio 2007, quelle molotov sembrano scomparse e quindi non sono più prova di reato e quindi non sono assumibili in processo le testimonianze connesse... Link:

Bravi! Avete fatto un bel lavoro, fino in fondo... "Protect & Serve"? Piuttosto "Massacra & Insabbia"!!! Viva la Polizia!!!
A suo tempo Pasolini solidarizzava con i poliziotti perchè "sono figli di poveri"... A me pare che oggi ce ne siano un po' troppi "figli di puttana" (e chiedo scusa alle puttane)...
Alessandro 17/1/2007 - 23:55
Downloadable! Video!

En tu silencio

Deutsche Fassung von Riccardo Venturi
17. Januar 2007
Versión alemana de Riccardo Venturi
17 de enero 2007
IN DEINER STILLE
(continua)
17/1/2007 - 23:23

I Looked Out From Drapchi Prison

La liberazione della monaca 34enne tibetana Phuntsog Nyidron, poi partita in esilio negli Stati Uniti, segna in Tibet la fine della prigionia per un coraggioso e determinato gruppo di donne noto come le "Monache Cantanti" del carcere di Drapchi. Tutte le monache erano state imprigionate ad un'età tra i quindici ed i vent'anni per le loro proteste pacifiche contro la dominazione cinese in Tibet, e tutte sono state sottoposte a percosse, torture ed al totale isolamento carcerario. Sono divenute famose come "monache cantanti" dopo che sono riuscite a registrare segretamente delle canzoni sul Dalai Lama e sul futuro del Tibet su una musicassetta fatta uscire clandestinamente dalla prigione e giunta all'estero con mezzi di fortuna.

Una copia del verbale della sentenza pronunciata nei confronti di 14 monache per "crimini controrivoluzionari"è stata recentemente resa nota. Nel documento appare... (continua)
I looked out from Drapchi prison
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/1/2007 - 23:15

La Conta

Anche questa canzone l'ho ascoltata per la prima volta a casa di Evelin Bandelli, mentre si facevano le prove per lo spettacolo Nel segno di Bandelli. Tra le tante che Evelin mi proponeva, per poi fare la scelta del repertorio, ad un certo momento mi disse che stava cercando di finire di comporre una canzone contro la guerra in Irak e dedicata ad un segno di commemorazione e in ricordo della memoria, di chi era caduto in battaglia. Insomma voleva scrivere una canzone attuale, ma che rimanesse integra nel tempo e che servisse da monito per tutte le guerre e i guerrafondai, e portasse un vero sentimento di pace tra le popolazioni. Accennò per un momento le prime strofe che ancora non erano aggiustate e anche la melodia era da ritoccare assai. La canzone poi l'ho riascoltata per intero nella sua completezza nel corso dello spettacolo Nel segno di Bandelli e devo dire che per me, ma è soltanto... (continua)
Canto con rabbia la rabbia che ho dentro
(continua)
inviata da Luciano Filippi alias Gildo dei Fantardi 17/1/2007 - 20:51

Partono i nuovi emigranti

Questa canzone l'ho ascoltata per la prima volta circa un anno fa, a Casa di Evelin, nel corso di alcuni scambi di opinioni e di canzoni, mentre si facevano alcune prove per l'allestimento dello spettacolo Nel Segno di Bandelli. Allora non era ancora completata melodicamente e mancavano alcune sfumature, che poi nel corso del tempo hanno dato alla canzone quella tipicità e giusto effetto, visto l'argomento trattato. Mi ha raccontato Evelin, che la canzone le è venuta d'istinto, dopo avere assistito al programma tv La Vita in Diretta, dove venne trattato un fatto scabroso avvenuto nel corso di uno sbarco di emigranti clandestini. L'argomento era tratto dal fatto che nel corso del viaggio, in vista della terra di Lampedusa, una bambina di pochi anni era morta in braccio alla mamma e gli scafisti, senza nessun ritegno e riguardo, strapparono questa piccola dalle braccia della madre e la gettarono... (continua)
Vien da lontano quel bastimento
(continua)
inviata da Luciano Filippi alias Gildo dei Fantardi 17/1/2007 - 20:39
Video!

Broken Heroes

They came to fight for glory in their thousands
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/1/2007 - 17:31
Percorsi: Eroi
Video!

On D-Day

Se fosse possibile assegnare un "Premio CCG per la sincerità" questa canzone sarebbe una serissima concorrente...la candida confessione di un soldato che, il giorno dello sbarco in Normandia ringrazia il cielo di essere a Roma invece che "lassù"...e che odia a tal punto un sergente di Baltimora da augurargli di morire ammazzato. Cosa che puntualmente avviene: il sergente di Baltimora si becca un siluro a Gibilterra! [RV]
On D-Day, I was in Rome.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/1/2007 - 17:22
Video!

Is It Any Wonder?

I
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/1/2007 - 16:56
Video!

Immortal Enemies

Secondo la "List of Songs about War" di en.wikipedia, il verso "...when the conflict never ceases, and the enemies are immortal, Only their names and faces change" dovrebbe riferirsi alla "guerra al terrorismo"; ma tutta la canzone, in realtà, ci sembra riferita abbastanza chiaramente a tale tema.
When the conflict never ceases
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/1/2007 - 16:51
Video!

Man At C&A

Warning, warning, nuclear attack
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/1/2007 - 16:44
Video!

Rags Of Flowers

City streets with noises abound, telephone wires sparkled with sound
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/1/2007 - 16:02
Video!

Road to Peace

Invito chiunque sia interessato a leggere l'articolo del prof. Ilan Pappe (lettore all’Università di Haifa, Dipartimento di Scienza Politiche e direttore dell’Emil Touma Institute for Palestinian Studies in Haifa) intitolato "Genocidio a Gaza, Pulizia Etnica in Cisgiordania"

Testo originale

Traduzione in italiano

"...lost on the road to peace"
Alessandro 17/1/2007 - 15:36

Radio Aut

Ci piace riportare una notizia di vita in fondo a questa canzone. Oggi 17 gennaio 2007 Luca Mirti, fondatore e leader dei Delsangre, è diventato babbo di un bel bambino! A Luca, a sua moglie e, ovviamente, al neo "delsangrino" (di cui ancora si ignora il nome; aggiornamento appena possibile!), tutti i più carissimi auguri miei personali e di tutto lo staff delle CCG/AWS!
Riccardo Venturi 17/1/2007 - 15:16
Video!

Symptoms

Album: Under Rug Swept (2002)
The missile sent today killed only 3
(continua)
inviata da chiara 17/1/2007 - 12:10
Video!

Danni Collaterali

Trovo che musicando questi versi su invito della Pivano Ricky Gianco abbia dimostrato ancora una volta la sua sensibilità e la sua capacità di spaziare nei diversi generi musicali e che la musica creata si adatti perfettamente al tragico argomento trattato. Bravo.
Ugo 17/1/2007 - 12:05

Provençal 3ème morceau

Provencal Live, 3eme morceau - Les Ogres de Barback
paroles assez approximatives :)

Album: Fausses notes & Repris de Justesse (2000)
C'est les mains pleines de sang et les yeux de travers
(continua)
inviata da Renard 17/1/2007 - 02:15
Video!

Femme Du Guerrier

Album: Rue de temps (1997)
C'est la lettre de la femme du guerrier
(continua)
inviata da Renard 17/1/2007 - 02:12
Video!

Tout Perdu

Convaincu d'avoir vécu, il plie ses mains sur ses paupières
(continua)
inviata da Renard 17/1/2007 - 02:10
Video!

Un Message Pour Tous Les Ages

Dans un square petit Benito
(continua)
inviata da Renard 17/1/2007 - 02:07
Downloadable! Video!

Iris e Silvio

ho potuto leggere le gesta del grande Silvio Corbari e sono rimasto veramente esterefatto da tanta astuzia audacia e attaccamento alla causa partigiana. Un grazie di cuore a Silvio, Iris e Casadei per averci liberato dai nazisti.

LA MEMORIA NON SI CANCELLA

MIRKO '78
MIRKO '78 16/1/2007 - 12:09
Downloadable! Video!

Abril '74

APRILE '74
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 15/1/2007 - 18:08
Video!

A morte saiu à rua

LA MORTE SCESE NELLA STRADA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 15/1/2007 - 18:05
Video!

Italia d'oro

[1992]
Bertoli-Negri

Può fare una certa impressione che questa canzone sia stata presentata al Festival di Sanremo. Esattamente a quello del 1992. Bertoli non era nuovo alla partecipazione al festival, del resto.
Racconteranno che adesso è più facile
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 15/1/2007 - 16:43
Video!

The Creator Has A Master Plan

[1968]
Written by Pharoah Sanders and Leon Thomas
Scritta da Pharoah Sanders and Leon Thomas
Da/From: "Karma", 1969.

A kind of sequel to Coltrane's "A Love Supreme," "The Creator Has A Master Plan" is, in its original form, an extended 32-minute distillation of its authors' musical and cultural ideas. It first appeared on Sanders' 1969 album KARMA, with co-author Thomas on vocals, keyboard player Lonnie Liston Smith, flautist James Spaulding, french-horn player Julius Watkins, Coltrane veteran Reggie Workman on bass; second bassist Richard Davis, drummer Billy Hart, and percussionist Nathaniel Bettis. While later versions were shorter and more lyrical, this original version is full of avant-garde fire with extended free instrumental sections. Full of the optimism and spirituality of the era, it became a kind of anthem for those exploring the peace, love and happiness vibe through music.... (continua)
There was a time, when peace was on the earth,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 15/1/2007 - 15:07
Video!

Foi na cidade do Sado

15 gennaio 2007
FU NELLA CITTÀ DEL SADO
(continua)
15/1/2007 - 11:48
Riccardo Venturi 15/1/2007 - 11:02
Video!

Algo personal

Si veda il thread su it.fan.musica.guccini
QUALCOSA DI PERSONALE
(continua)
inviata da Antonio Piccolo 15/1/2007 - 07:31
Downloadable!

Olive Trees

[2003]
Lyrics and Music by Iron Sheik
Testo e musica di Iron Sheik
Album: "Camel Clutch 2003"

New Pro-Palestinian Rap Music
"Music is an integral part of culture and it is often used to express ourselves, either by creating it or listening to it. In the context of the Israeli-Palestinian conflict there has been little in the way of music that describes the history of the Palestinian plight, until now. One of the most brilliant new artist/activist to take his message to the microphone is the Iron Sheik.

His bold and insightful rap-style challenges traditional views on Palestinians. The following song entitled, "Olive Trees" describes the uprooting of the Palestinians from their land, much in the same way Israeli settlers are uprooting olive trees today. Ironically, olive trees are traditional symbols of peace, i.e. the olive branch."
Trouble began before 1948
(continua)
inviata da Adriana e Riccardo 14/1/2007 - 17:25
Downloadable! Video!

Le petit commerce

Una variante della versione italiana di Giangilberto Monti, il cui testo è ripreso da Il Deposito. Alla stessa pagina è scaricabile anche il file audio della canzone. La versione è eseguita da Fausto Amodei.
VENDIAMO ARMI!
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 14/1/2007 - 14:41
Downloadable! Video!

Ode an die Freude

Testo di I. Manfredotti
ODE ALLA GIOIA
(continua)
inviata da Monica 14/1/2007 - 14:26
Video!

Marching To The Killing Rhythm

A grand deception
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 14/1/2007 - 14:04
Video!

You Can't Kill Terror

14 gennaio 2007
NON POTETE UCCIDERE IL TERRORE
(continua)
14/1/2007 - 13:52




hosted by inventati.org