Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Knutna Nävar

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Im Gefängnis zu singen

Svensk version av Knutna Nävar
Swedish version by Knutna Nävar

[1971]
"Ord och musik av den svenska proletariaten"
"Parole e musica del proletariato svedese"
Album: Internationalen

Quelli che vedete nella foto sono gli Knutna Nävar. In svedese significa "Pugni chiusi". Erano un gruppo di giovani musicisti di Göteborg che, negli anni '70, scrivevano e cantavano canzoni di lotta. Una delle loro canzoni la voglio, oggi, dedicare a Cesare, a Marina, a Paolo e a Gérard. Non serve a niente, è solo una canzone. Ma è per loro, lo stesso. [RV, 15/10/2007]

Si tratta della primitiva introduzione alla canzone, presente nel sito fin dal 2007, e che fino ad oggi [17.04.2018] aveva una sua pagina autonoma. Su opportuno suggerimento di Juha Rämö, che ha precisato la sua natura di versione tradotta dalla canzone di Brecht e Eisler, tutta la pagina è stata spostata in questa. [RV]

"This song is actually... (continua)
VISA ATT SJUNGAS I FÄNGELSE [1]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/4/2018 - 18:43
Video!

Hanna från Arlöv

[1974]
Testo e musica: Ulf Dageby
Lyrics and music: Ulf Dageby
Text och musik: Ulf Dageby
Interpretata da/Performed by/Sjungen av: Maria Grahn
Album: Livet är en fest

Arlöv è un grosso sobborgo industriale della città di Malmö, la metropoli della Svezia meridionale. Grossi zuccherifici, altre industrie, immigrazione, e lavanderie. Avete mai sentito parlare delle lavanderie industriali? L'industria di qualsiasi tipo produce un sacco di panni sporchi, e dove si lavano i panni sporchi c'è da sudare come bestie. Qui comincia la nostra canzone, che è una delle più famose dell'intero progg svedese. Con il nome di progg (abbreviazione di progressiv) si indicava in Svezia un movimento e stile artistico degli anni '70, caratterizzato da forti tematiche sociali e rivoluzionarie. Accanto agli Knutna Nävar, più dichiaratamente comunisti e rivoluzionari, il gruppo gotemburghese del Nationalteatern... (continua)
Jag jobba' på tvätten i Arlöv
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 11/11/2014 - 23:10
Video!

Hallå där bonde

‎[1972]‎
Dall’EP intitolato “Vi slåss för vår framtid” (“Lottiamo per il nostro futuro”)‎



Una canzone di stile propagandistico contro la guerra in Vietnam e l’imperialismo americano, da un ‎gruppo musicale organico al partito comunista svedese. ‎
Dialogo tra un viet-cong, ben preparato militarmente e politicamente, e un contadino che all’inizio è ‎molto poco incline ad aiutare il comunista e ad essere da lui indottrinato… Alla fine il contadino ‎consentirà al viet-cong di nascondere nella sua capanna le armi catturate agli americani invasori, ‎diventando così lui stesso un combattente…‎
Non che questo genere di canzoni mi piaccia molto (e ce ne sono tante di questi “Pugni chiusi” ed ‎altri consimilari svedesi, un intero songbook, ‎‎“Sånger till Vietnam” – sempre che qualcuno abbia voglia di trascriverle…), però è pur sempre ‎una CCG ed una testimonianza della cultura antimperialista dell’epoca.‎
Kommunisten - Hallå där bonde, får jag gömma mig här?
(continua)
inviata da Bartleby 20/12/2011 - 15:00
Video!

Grândola vila morena

Svensk version av Brita Papini e Maria Ahlström
Versão sueca por Brita Bapini e Maria Ahlström


Trovata (anche in ascolto) sul Blog della Associação José Afonso. I titolari del blog hanno chiesto di sapere che diavolo si dice nella versione, ed ho provveduto a fornirgliene loro sia la trascrizione che una traduzione portoghese letterale (che riporto anche qui, di seguito al testo svedese). La versione proviene da una raccolta di canti svedesi e internazionali (tradotti in svedese) ad uso del Partito Comunista Svedese, raccolta dove presenti in abbondanza sono una nostra vecchia conoscenza: gli Knutna Nävar. Possibile che le due cantanti facessero parte del gruppo. [RV]



Pagina segnalata dalla Associação José Afonso
Página assinalada pela Associação José Afonso

GRÂNDOLA ÄR MINA DRÖMMARS STAD
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 10/7/2009 - 14:11
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
25a. Hej min vän (Swedish version by Leo Papini and C-O Evers)


Traditionell
Översättning: Leo Papini, C-O Evers


"Den här mycket gamla italienska arbetarvisan, som sjöngs av arbeterskorna på risfäten och som har originaltiteln "Bella Ciao", [presenterar vi i två svenska tolkningar]. Den ena är trogen den italienska version, som skrevs och fungerade som kampsång mot fascismen i Italien. Här kan man, om man önskar markera det italienska ursprunget, sjunga "Bella ciao" i stället för "Hej, min vän"."

Da Framåt Kamrater - Sångbok om kamp för frihet och Socialism ("Avanti Compagni - Canzoniere di lotta per la libertà e il Socialismo"), 1976, via Proletärkultur e a sua volta via National Anthems

Si veda anche I alla länder, i alla städer degli Knutna Nävar, rielaborazione di "Bella Ciao" proveniente dalla medesima pagina del Canzoniere. [CCG/AWS Staff]
I soluppgången steg jar ur sängen,
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 7/5/2009 - 02:52
Downloadable! Video!

Ballad Of Ho Chi Minh

Swedish version by the Communist Swedish group Knutna Nävar
Svensk version av Knutna Nävar
BALLADEN OM HO CHI MINH
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 18/11/2008 - 18:12




hosted by inventati.org