Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore David Bowie

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Angel of Harlem

[1987]
Scritta da Bono
Musica degli U2
Registrata nel mitico Sun Studio di Memphis, Tennessee, sotto la direzione di Jack Henderson Clement (1931-2013), cantante e produttore musicale.
Scritta all'epoca di "The Joshua Tree", fu poi inclusa nell'album successivo, "Rattle and Hum"

Una canzone magnifica, dedicata a "The Lady Day", Billie Holiday, l'indimenticabile interprete di Strange Fruit, scritta nel 1939 da Abel Meeropol (1903-1986), sotto lo pseudonimo di Lewis Allan.
Da ricordare che l'autore era di famiglia ebrea originaria dell'Impero Russo, e che fu militante comunista, e che con la moglie Anne adottò Michael e Robert Rosenberg, i figli di Julius ed Ethel, quando la coppia fu mandata alla sedia elettrica nel 1953...

Per il resto, riprendo integralmente l'introduzione da Dentro il cuore della canzone: “Angel of Harlem”, di Germano Vescovo:

C’è una foto sul comodino dell’ingresso.... (continua)
It was a cold a cold and wet December day
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 28/4/2020 - 15:26
Video!

Time Will Crawl

(1987)
dall'album "Never Let Me Down"

Nel 1986 Bowie si trovava a Montreux a registrare il suo nuovo album, Durante una pausa delle registrazioni, mentre si stava godendo la pace del lago e lo spettacolo delle Alpi, venne chiamato dal tecnico del suono. "Notizie di merda dalla Russia". Era appena scoppiata la centrale nucleare di Černobyl e una nube radioattiva si dirigeva verso l'Europa. Il testo della canzone è ispirato al disastro nucleare e alla possibilità che una singola persona possa essere responsabile della fine del mondo.
I’ve never sailed on a sea
(continua)
22/4/2020 - 22:17
Downloadable! Video!

The Fire

[2018]
Scritta dai fratelli Michael e Brian D'Addario, The Lemon Twigs
Dal sorprendente e misconosciuto concept album "Go To School. A Musical by The Lemon Twigs", bellissimo e barocco...
Testo trovato e riscontrato su Genius

"[...] Sulla scia di storiche concessioni al formato pop-rock-musical di artisti come Who, David Bowie, Kinks, e con un visionario gusto per un magniloquente pop orchestrale in bilico stilistico tra vaudeville, Broadway, Tin Pan Alley e un pizzico di glam, i Lemon Twigs si divertono a corrompere i canoni della composizione, adattando il tessuto musicale dell’album alla simbolica e stravagante storia di una coppia che, non potendo aver figli, adotta uno scimpanzé, inserendolo nella società alla stregua di un normale ragazzo.
Per Shane, inconsapevole della sua identità, le difficoltà sono molteplici: quando finalmente va a scuola non tutto fila liscio, viene respinto... (continua)
One day in spring, it was gym class
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 21/11/2019 - 21:15
Downloadable! Video!

Iggy Pop: The Passenger

1977
Lust for life
Words by Iggy Pop
Music by Ricky Gardiner

Tra il 1976 e il 1978 David Bowie e Iggy Pop  si trasferiscono da Los Angeles a Berlino Ovest per cercare di disintossicarsi dalla cocaina. La cosa non gli riesce proprio benissimo, ma quello che gli riesce sicuramente meglio è la pubblicazione di cinque album incredibili (la famosa “trilogia berlinese” di Bowie e i primi due album solisti dell’Iguana dopo la separazione dagli Stogees) al cui interno ci sono due delle loro canzoni più famose, Heroes  e The Passenger, indissolubilmente legate al loro luogo d’origine.

The Passenger è una canzone che Iggy Pop ha scritto lasciandosi ispirare da alcuni versi poetici di Jim Morrison e dal tema del viaggio a lui tanto caro, che in questo caso è quello percorso dall’Iguana a bordo del sistema di trasporto pubblico berlinese, ma a livello simbolico è anche quello dell’attraversamento... (continua)
I am a passenger
(continua)
inviata da Dq82 10/11/2019 - 11:56
Downloadable! Video!

Starman

[1972]
Scritta da David Bowie e inclusa all'ultimo momento nell'album "The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars"

"C’è un uomo delle stelle che sta aspettando in cielo
Ci ha detto di non rovinare tutto
Perché sa che ne vale la pena"
Hey now, now
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 28/12/2018 - 20:57
Downloadable! Video!

Fall Dog Bombs the Moon

[2003]
Parole e musica di David Bowie
Nell'album “Reality”


The sword… is unsheathed. The blade… stands ready.
(Oliver North, Fox News, 18 March 2003)

Reality was a wartime album, written and cut during the United States’ invasion of Iraq in the spring of 2003. It was the record of a man living in a city whose attack had provided the justification for the war; it was the work of a British expatriate sickened by the war’s long, seemingly orchestrated media buildup.

La spada... è sguainata. La lama... è pronta.
(Oliver North, Fox News, il 18 marzo 2003)

“Reality” era un album in tempo di guerra, scritto apposta per l'invasione degli Stati Uniti dell'Iraq nella primavera del 2003. E' stato la testimonianza di un uomo che viveva nella città il cui attacco aveva fornito la giustificazione per la guerra; è stato il lavoro di un espatriato britannico disgustato dalla lunga preparazione di... (continua)
Hope, little girl
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 7/4/2017 - 22:49
Downloadable! Video!

Dancing in the Street

(1964)

Scritta da Marvin Gaye, William "Mickey" Stevenson e Ivy Jo Hunter.

Possibile che quella che sembrava un'innocente party song danzereccia venga considerata un inno del movimento dei diritti civili e un appello a scendere in piazza e ribellarsi? Sì se la canzone, un vero e proprio classico della produzione della Motown, ha tra gli autori un giovane Marvin Gaye ed è interpretata da un trascinante gruppo femminile capitanato dalla grande Martha Reeves.

La canzone nasce dalla collaborazione tra Marvin Gaye, Ivy Jo Hunter e William (Mickey) Stevenson, tre songwriters di punta dell'etichetta Motown di Detroit, che giocò negli anni '60 un ruolo fondamentale nella diffusione della musica nera, creando un'originale combinazione di soul e pop, capace di rompere le barriere razziali rendendo popolare un genere afroamericano anche tra i giovani bianchi. L'ispirazione arriva un caldo giorno... (continua)
Calling out around the world
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 12/2/2017 - 19:58
Video!

Forbidden Colours

[1983]
Parole di David Sylvian
Musica di 坂本 龍 / Ryuichi Sakamoto
Nella colonna sonora di “戦場のメリークリスマス” (“Senjō no Merī Kurisumasu”), letteralmente “Buon Natale sul campo di battaglia”. Sul mercato anglosassone con il titolo “Merry Christmas, Mr. Lawrence”, in alcuni paesi europei con il titolo “Furyo” (dal giapponese “俘虜”, ossia “Prigioniero di guerra”. Diretto da Nagisa Oshima e uscito nelle sale nel 1983.
Il titolo del brano fa riferimento al racconto “禁色” (“Kinjiki”, da noi “Colori proibiti”) scritto nei primi anni 50 del 900 da Hiraoka Kimitake, in arte Yukio Mishima (1925-1970), scrittore, drammaturgo, saggista e poeta giapponese.
Ho preferito attribuire il brano a Sakamoto piuttosto che a Sylvian perché è la melodia immortale e non tanto il testo, pur assai significativo, ad essere memorabile.

Ammettendo che ho pensato a proporre questo brano come tributo al grande David Bowie,... (continua)
The wounds on your hands never seem to heal
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 18/1/2016 - 11:04
Video!

Shapes of Things

[1966]
Singolo scritto da Paul Samwell-Smith, Keith Relf e Jim McCarty
Ripreso dal Jeff Beck Group nell’album d’esordio “Truth” del 1968. Voce: Rod Stewart




CCG/AWS ed ambientalista finora sfuggita alle nostre sempre serrate ricerche.
Secondo alcuni critici si tratterebbe oltre tutto di uno dei primissimi brani musicali ascrivibili al rock psichedelico...

Per la versione di Jeff Beck non parlerei di una cover, visto che il chitarrista era tra i membri degli Yardbirds, scioltisi già nel 1968, insieme ad una altro mostro sacro della 6 (e +) corde: Jimmy Page.
Altri che ci hanno provato: David Bowie, Jeff Healey Band, Gary Moore, Nazareth, Rush, Scorpions e molti ancora...
Shapes of things before my eyes
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/12/2015 - 22:26
Downloadable! Video!

Gunman

[1989-90]
Parole di David Bowie
Musica di Adrian Belew, multi-strumentista e songwriter membro dei King Crimson per quasi 30 anni
Nell’album di Belew intitolato “Young Lions” del 1990

Questa canzone mi ha ricordato subito Clint Eastwood, a buon diritto acclamatissimo attore e regista, ma che con i suoi film degli anni 70 e 80 (la saga dell’ispettore Callaghan, il revanscista “Firefox”, il maschio “Gunny”,…) ha impersonato l’america del “gunman” Ronald Reagan e ha fatto la fortuna della National Rifle Association…
Gunman
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/12/2015 - 14:22
Downloadable! Video!

Bertolt Brecht: Erinnerung an die Marie A.

[1920]
Versi di Bertolt Brecht, nella raccolta “Hauspostille” pubblicata nel 1927.
Su di una melodia popolare di fine 800, probabilmente appresa dall’amico Karl Valentin (1882-1948), celebre cabarettista ed attore teatrale bavarese.

Voglio proporre, seppur come Extra, questa poesia di Brecht - o, piuttosto, canzone, che lo stesso autore amava cantarla accompagnandosi con la chitarra - perchè, insieme a Die Sonate vom Guten Menschen, fa parte della colonna sonora ed emotiva del film “Das Leben der Anderen” (“Le vite degli altri”), diretto dal regista tedesco Florian Henckel von Donnersmarck e vincitore del premio Oscar nel 2007.

Infatti sia la sonata che Brecht sono nel film legati al personaggio di Albert Jerska (interpretato da Volkmar Kleinert), un attore perseguitato dalle autorità della Germania Est e costretto all’inattività. E’ lui, poco prima di mettere fine ai propri giorni, che... (continua)
An jenem Tag im blauen Mond September
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 15/3/2015 - 22:13
Video!

Folded Flags

[1986]
Parole e musica di Roger Waters.
Canzone che chiude la colonna sonora del film d’animazione intitolato “When The Wind Blows”, diretto da Jimmy T. Murakami e tratto dal romanzo di Raymond Briggs. La canzone d’apertura è firmata da David Bowie.
Testo trovato su Pink Floyd – La Corte dei Miracoli



“When the Wind Blows” è la storia di una coppia di anziani coniugi britannici che si prepara ad affrontare i rigori di una guerra imminente come se si trattasse della II guerra mondiale, fiduciosi che con un po' di sacrificio e di fortuna riusciranno a scamparla ancora una volta... Non si rendono conto però che la nuova guerra sarà nucleare...

Il titolo della canzone fa riferimento, da una parte, ad una frase riportata nei vecchi libretti di istruzioni "Protect and Survive" - "the radioactive dust, falling where the wind blows it, will bring the most widespread dangers of all" - dall'altra... (continua)
Rock a bye baby
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 18/6/2014 - 14:12
Downloadable! Video!

Under Pressure

‎[1981]‎
Un brano bellissimo interpretato insieme da Freddie Mercury e David Bowie
Nell’album dei Queen intitolato “Hot Space” del 1982, vent’anni dopo nella compilation “Best of ‎Bowie”.‎

La “pressione” che causa disordini e devastazioni, che spacca le famiglie, che condanna la gente ‎sulla strada, senza lavoro è quella che opprime l’umanità nell’era oscura del reaganismo e del ‎thatcherismo… L’unica salvezza per l’essere umano ed il suo mondo viene, ancora una volta, da ‎‎Peace, Love and Understanding…‎
Mm ba ba de
(continua)
inviata da Bartleby 1/3/2012 - 10:17
Downloadable! Video!

Major Tom

[1983]

Il Maggiore Tom è un persongaggio inventato da David Bowie e protagonista di diverse sue canzoni, come “Space Oddity”, “Ashes to Ashes” ed “Hallo Spaceboy”. Nel 1983 il musicista synthpop tedesco Peter Schilling riprese il personaggio per il suo singolo “Major Tom (Völlig losgelöst)” / “Major Tom (Coming Home)”. Plastic Bertrand, a sua volta, riprese il brano di Schilling riscrivendone il testo e facendone una canzone contro l’escalation nucleare.
Les rétro-fusées sont allumées.
(continua)
inviata da The Lone Ranger 28/5/2010 - 10:21
Downloadable! Video!

Cygnet Committee

Album: Space Oddity - 1969
I bless you madly,
(continua)
inviata da Francesca 24/11/2006 - 15:28
Downloadable! Video!

Peace On Earth/Little Drummer Boy

David Bowie in duetto con Bing Crosby.

Una canzone di Natale registrata nel settembre 1977 per il "Bing Crosby's yearly Christmas special". Lo spettacolo andò ovviamente in onda nel dicembre successivo, anche per commemorare Bing Crosby che nel frattempo era morto.
Un breve dialogo tra le due star precede il brano:
And they told me pa-ram-pam-pam-pam
(continua)
inviata da Alessandro 6/10/2006 - 10:55




hosted by inventati.org