Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data
Video!

Dear Mr. Man

Caro signor Sergio, queste pagine danno spazio a canzoni "impegnate", contro la guerra o comunque dal contenuto "politico" e questa lo è. Trovo queste considerazioni di un insopportabile razzismo culturale. Questa idea che ci siano artisti da mettere all'indice a priori è orribile. Sulla base di che poi non si capisce. Questa è una canzone dal testo inequivocabilmente pacifista ed è giusto che stia qui. Mettiti l'animo in pace :-)
Alberto Scotti 17/11/2019 - 01:05
Video!

Bwana

Ma guarda un po' che mondo pieno di bwana
(continua)
inviata da Alberto Scotti 17/11/2019 - 01:01
Video!

Stranamore (pure questo è amore)

di norma era più l'estrema sinistra che faceva volantinaggio in piazza e davanti le scuole a mezzo stampa. io credo che si riferisca ad un fascista picchiato da comunisti e lui vorrebbe intervenire per difenderlo ma non lo fa per paura della troppa violenza dei picchiatori (ad ogni pugno che arrivava la paura era troppa per intervenire)
antonio 16/11/2019 - 15:45
Downloadable! Video!

Auschwitz (Canzone del bambino nel vento)

2019
Note di Viaggio
Elisa interpreta Auschwitz

Auschwitz è stato il primo brano che ho proposto a Elisa, che ha accettato subito. La tragedia dei campi di sterminio ha toccato anche la sua famiglia: il nonno di Elisa infatti è stato prigioniero in un campo. Mi ero immaginato questo brano cantato da lei fin da subito, perché è un pezzo che vola molto in alto, e ha bisogno di una voce cristallina e leggera. Tutte le volte che Elisa lo ha cantato si è commossa e questa tensione espressiva ha reso l’esecuzione davvero intensa ed emotiva. Siamo partiti insieme, lei alla voce io alla mandola. Ho subito aggiunto il violino, passato attraverso un harmonizer, in modo che avesse un suono straniante, sospeso, com’è sospeso tutto il brano. Ho usato delle piccole percussioni come la kalimba e poi l’orchestra d’archi per far sì che il finale volasse ancora più alto.”
newsic.it



FRANCESCO GUCCINI... (continua)
Dq82 16/11/2019 - 15:23
Video!

Canción del poder popular

Mi pare ben strano ma ho scoperto casualmemte stamattina che nessuno aveva ancora tradotto questa canzone-simbolo per molti di noi. Provvedo all'istante. Anche in Cile purtroppo tutto andrà davvero "ben differentemente" comunque la memoria rimane una delle facoltà più preziose e fragili che ognuno di noi possiede in sé.
CANZONE DEL POTERE POPOLARE
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 16/11/2019 - 09:04

Riccardo Scocciante: Ma 'ndo vai (se ce sta er badde gatevai)?

Ecco qui una nuova funzione per segnalare link a pagine esterne / articoli inserendo automaticamente l'immagine di anteprima. In fondo alla pagine selezionare Aggiungi... link e incollare l'indirizzo e inserire eventualmente un commento. Lo inauguriamo con il classico Bad Gateway.

Errore 502 HTTP Bad Gateway, cos'è e come si risolve

Natura dell'errore: si tratta di un problema non molto comune, che può capitare per le cause più svariate. La notifica di errore HTTP 502 è il modo in cui ... (FAQ)
Il Webmastro 16/11/2019 - 00:16
Downloadable! Video!

Merdman

[1993]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Lucio Dalla
Album / Albumi: Henna

Questa canzone ha oltre ventisei anni fa, e ventisei anni fa Lucio Dalla aveva quasi previsto tutto. Del resto, bastava appunto osservare con attenzione la tv di allora, i talk show, i "reality" che muovevano i loro primi passi. Dico "quasi" previsto tutto; forse non immaginava che, ventisei anni dopo, Merdman sarebbe andato al potere con grande consenso degli italiani:

Ne aveva fatto, più che il ritratto, la fotografia. Paragonabile a quella di Renato Brunetta fatta da De André nel Giudice. Ve lo immaginate Salvini che caca? E poi non offendetevi e non inalberatevi se si dice che l'Italia è un paese di merda: Merdman se la sta pappando tutta quanta. E non poteva che andare a finire così: il culmine e la sublimazione degli Anni di Stronzio. [RV]
“Pronto pronto, c’è qualcuno che mi sente?...
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 15/11/2019 - 20:44
Video!

Aria di rivoluzione

Jutta Taylor-Nienhaus cantante degli Analogy e voce recitante in questo brano è morta il 10 dicembre 2018.

Qui l'album Analogy del 1972. Veramente notevole.

CCG Staff 15/11/2019 - 17:26
Video!

Almost Cut My Hair

I testi delle canzoni non sarebbero da interpretare.
Per me cmq non è un testo impegnato, affatto... è "cosi'"... "freak", appunto disimpegnato e leggero.
Crosby se la ride sui suoi capelli, che non vuole tagliarseli, perché si ammala facilmente e se ne andrà presto al caldo per guarire... stando attento a quel cavolo di poliziotti (con cui sappiamo bene ha sempre avuto brutte avventure...)
Per me ha pensato al testo guidando la macchina col finestrino giù... ma dal tono grave e un po' scocciato della sua voce, penso che qualcuno (un poliziotto) lo aveva giusto guardato di brutto.
15/11/2019 - 16:23
Video!

Penelope

Avete ascoltato Penelope di Joan Manuel Serrat? Altra classe.
Buona la versione di Gino Paoli
15/11/2019 - 16:20
Video!

Spose di guerra

Album "Una rosa rosa" (2013)
Calandrino è un migratore
(continua)
inviata da Alberto Scotti 15/11/2019 - 15:36
Video!

Μες στον κάμπο

[1979]
Testo / Στίχοι / Lyrics / Paroles / Sanat:
Mara Cantoni
Musica / Μουσική / Music / Musique / Sävel:
Mikis Theodorakis / Μίκης Θεοδωράκης
Interpreti / Ερμηνεία / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
Milva
Album : La mia età

E’ la versione italiana di Mes ston kampo / Μες στον κάμπο
Non c’è il dolore espresso nel testo di Tasos Livaditis per la estraneità di un mondo che ha dimenticato se stesso, sublimato in tensione esistenziale.
Mara Cantoni si trova più a suo agio con gli smarrimenti dell’io che si proietta all’esterno, rimanendo nel privato. Si sarà ispirata forse alle vicissitudini sentimentali di Milva. Deve avere captato il flusso del tempo che volgeva al cambiamento, quello degli anni ’80. E’ comunque una espressione notevole, resa ancora più apprezzabile dall’interpretazione di Milva.


DIO, CHE PAURA DELL'AMORE!
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 15/11/2019 - 12:02
Video!

Ho visto anche degli zingari felici

Forse per completezza d'informazione, nella presentazione si potrebbe aggiungere anche il cd di cui racconto in questo articolo:

Claudio Lolli – Ho visto anche degli zingari felici. Live al Caprice di Codigoro, 14 aprile 1976

Flavio Poltronieri

Flavio Poltronieri 15/11/2019 - 10:01
Video!

De ballade van het wonderorgel

@Sergio Falcone.

La pagina è (finalmente) completata con l'introduzione e con le note. Chiedo ancora scusa per i tempi lunghi; ma, come si può vedere, si tratta veramente di una pagina complessa.
Riccardo Venturi 15/11/2019 - 07:18
Video!

Aprite il fuoco

2018
La mia parte peggiore
Vennero un prete e quattro assassini, dodici madri e i loro bambini
(continua)
inviata da Alberto Scotti 14/11/2019 - 23:58
Video!

L'orologio

2001
Non so più che cosa scrivo
La fabbrica l'hanno chiusa, non si può più lavorare
(continua)
inviata da Alberto Scotti 14/11/2019 - 19:38
Video!

In mezzo ai soldati

2001
Non so più che cosa scrivo
Ti cerco la sera nei vicoli scuri
(continua)
inviata da Alberto Scotti 14/11/2019 - 19:25
Video!

L'accordéoniste

The Glossy Sisters

14/11/2019 - 17:54
Video!

Radio Varsavia

Interpretacje tej piosenki są różne, zwłaszcza, że tekst jest dość lakoniczny. Zdania są krótkie, niemalże urywane, jak kolaż poplątanych myśli i skojarzeń. Najczęściej podaje się odniesienia do II wojny światowej, ale również do stanu wojennego ogłoszonego przez gen. Jaruzelskiego w grudniu 1981 roku. Piosenka powstała krótko po tym wydarzeniu.
RADIO WARSZAWA
(continua)
14/11/2019 - 15:49
Video!

Veličenstvo Kat

Trent'anni fa

Ricordiamo
Krzysiek Wrona 13/11/2019 - 22:09

La Renonciation

La Renonciation

Chanson française – La Renonciation – Marco Valdo M.I. – 2015

ARLEQUIN AMOUREUX – 21

Opéra-récit historique en multiples épisodes, tiré du roman de Jiří Šotola « Kuře na Rožni » publié en langue allemande, sous le titre « VAGANTEN, PUPPEN UND SOLDATEN » – Verlag C.J. Bucher, Lucerne-Frankfurt – en 1972 et particulièrement de l’édition française de « LES JAMBES C’EST FAIT POUR CAVALER », traduction de Marcel Aymonin, publiée chez Flammarion à Paris en 1979.


Dialogue Maïeutique

Pour finir, demande Lucien l’âne, où en est-on avec cet Arlequin déserteur ?

Aux dernières nouvelles, dit Marco Valdo M.I., il était rentré chez lui, c’est-à-dire à la maison familiale, qu’il avait quittée des années plus tôt, il y a certainement plus de onze ans ; probablement selon mes calculs, treize ans. C’était une petite maison, une de ces petites fermes couverte d’un toit de chaume, un lieu... (continua)
Un homme averti en vaut deux !
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 13/11/2019 - 18:13




hosted by inventati.org