Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2020-5-8

Remove all filters

Grecia 1970

La poesia è stata finalmente inclusa nella nuova edizione di Vita d'un uomo. Tutte le poesie, a cura di Carlo Ossola, pubblicata nel settembre 2009, in occasione del quarantesimo anniversario del «Meridiano» del 1969 – il primo della collana.

Datata «Roma, il 12 dicembre 1969» (lo stesso giorno della strage di piazza Fontana, curiosamente) e compresa in una plaquette realizzata dal pittore Piero Dorazio (1927-2005), Ellade '70, stampata a Roma nel gennaio 1970, non poteva dunque essere compresa nella prima edizione di Vita d'un uomo, a cura di Leone Piccioni (settembre 1969). In ogni modo, non venne inclusa neppure nella seconda edizione "definitiva" (Piccioni 1970, e successive ristampe).

Notizie desunte dall'ed. Ossola 2009 (testo a pag. 453, commento a pag. 1220).
L.L. 2020/5/8 - 23:15
Video!

İki can fidan

İki Can Fidan
[2017]

Şarkı Sözleri ve Müzik / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
Grup Yorum

Albüm / Album:
İlle Kavga

Nella canzone di De André la vittima annegata era una, in questa canzone di vittime ce ne sono due, madre e feto annegati in un fiume. Nel titolo İki sta per due, due vite,due alberelli. Morti per un incidente del camion condotto dal marito; la famiglia era costretta ad intraprendere il viaggio in cerca di lavoro per sfamarsi.
Nelle parti iniziale e finale il canto è affidato al coro mentre nella parte centrale c’è una voce femminile che recita come se raccontasse una fiaba. Il registro da epico si fa lirico, poi tragico.Nella parte finale, come a volere lasciare spunti per una riflessione, tutti i versi sono ripetuti due volte dal coro.
Sembra di percepire un’eco di Sofocle.

[Riccardo Gullotta]

Fidan kadın sabahları tan atanda kalkardı
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/5/8 - 22:40
Video!

Sen varsın ya

Sen Varsın Ya
[2017]

Şarkı Sözleri ve Müzik / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
Grup Yorum

Albüm / Album:
İlle Kavga

Bella l’ultima strofa che termina proprio con le parole del titolo. Le /k/ si susseguono dando la sensazione di durezza ed ostilità: köhnemiş / logoro, kuşatılmış / accerchiato, senza respiro, imkansız / impossibile mentre si affaccia la chiave per venirne fuori, verso il mümkün, il possibile. La parola è di derivazione araba, radice m-k-n. Nelle culture del Vicino Oriente il concetto di possibile non denota solo la probabilità che una cosa accada, porta in sé un’aspettativa, è qualcosa di più di una eventualità. Qual’è il possibile per l’autore?
E’ il fatto di esistere qui e ora, “perché tu ci sei ” in senso forte dato che nell’ espressione “sen varsin” sen indica il possesso e var è predicato di essere. Sembra di poterlo... (Continues)
Hangi acının sesi, hangi vicdanın öfkesiyiz
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/5/8 - 20:50
Downloadable! Video!

Murder Most Foul

Questa chilometrica canzone, oltre a "I Contain Multitudes" e "False Prophet" (che già si possono ascoltare) sarà contenuta nel doppio disco di inediti di Dylan in uscita tra poco più di mese dal titolo "Rough and Rowdy Ways"
Flavio Poltronieri 2020/5/8 - 19:40
Video!

Doğru düşün ve çöz

Doğru Düşün Ve Çöz
[2017]

Şarkı Sözleri ve Müzik / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
Grup Yorum

Albüm / Album:
İlle Kavga

Metà rap e metà rock. Il titolo sembra parafrasare il film di Spike Lee “Fa la cosa giusta”. La canzone descrive i bisogni insoddisfatti e repressi della collettività. Nelle loro canzoni i Grup Yorum non si piangono addosso: alla constatazione della marginalizzazione, a cui danno sempre un contenuto di classe, segue l’invito alla sollevazione. L’arte e la musica nella loro sfera autonoma si fanno promotori del cambiamento anziché celebrare il pianto consolatorio che mette a loro agio i custodi dell’establishment, gli intellettuali corifei, più o meno consapevoli, dell’ordine vigente, e le coscienze dell’universo, devote ed atee.
Non per nulla dopo averli scoraggiati, intimiditi, oltraggiati, perseguitati, silenziati, i vigliacchi del terzo millennio li hanno suicidati.



[Riccardo Gullotta]
[…sözlü konuşma…]
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/5/8 - 17:52
Video!

Tanıyorum seni zulüm

Tanıyorum Seni Zulüm
[2017]

Şiir / Poesia / a Poem by / Poésie / Runo:
İbrahim Karaca

Müzik / Musica / Music / Musique / Sävel :
Grup Yorum

Albüm / Album:
İlle Kavga

Kara günler yaşadık, kalabalık ve yalnız
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/5/8 - 16:21
Downloadable! Video!

Bang Bang

[1981]
Lyrics & music by Mitch Ryder
Album: Got Change for a Million ?

All Gods' children need money
Wars are always fought for greed
Here come the soldiers with weapons of war
(Continues)
Contributed by giorgio 2020/5/8 - 15:37
Video!

Ci diamo un bacio

(2019)
“Ci diamo un bacio” è il terzo singolo estratto dall'album Afrodite di Dimartino, pubblicato nel 2019 per 42 Records e Picicca Dischi.

Il 25 giugno dello stesso anno Dimartino ha rilasciato una nuova (secondo me bellissima) versione del brano, con la collaborazione del gruppo La Rappresentante di Lista.

La canzone, oltre a parlare del rapporto con la sua città, Palermo, tratta anche con un certo orgoglio il tema dell’accoglienza, visto che negli ultimi anni il capoluogo siciliano è stato aperto ed accogliente nei confronti dei migranti, come del resto tutta la regione, tuttavia Palermo è purtroppo anche una città dove regna la mafia; a tal proposito, Dimartino cita il famoso film del 1989 diretto da Marco Risi, “Mery per sempre”.
Nuove canzoni



Quant’è difficile, crescendo in un paese epicentro del sangue versato durante gli omicidi di mafia [Antonio è cresciuto a Misilmeri],... (Continues)
Corone hawaiane sui balconi di via Roma
(Continues)
Contributed by Lorenzo 2020/5/8 - 13:52
Downloadable! Video!

Questo mio amore (Una cosa già detta), nota anche come Vorrei dirtelo tutto d'un fiato

Versione del cantautore Rocco Rosignoli contenuta nel disco "Canti Rossi", Sophionki Records, 2020

Andrea Paoli 2020/5/8 - 13:30
Downloadable! Video!

Il vecchio e il bambino

Chanson italienne – Il vecchio e il bambino – Francesco Guccini – 1972

« Le vieux et l’enfant a le goût d’une histoire de science-fiction mais n’a rien à voir avec le smog, la pollution et les nuisances, malgré les tentatives louables de beaucoup de l’interpréter. Elle remonte à l’époque de Noi non ci saremo e de L'atomica cinese. Le vieux et l’enfant parlent de l’holocauste nucléaire. »
Cotto – Un altro giorno è andato – Giunti – pg 81-82


Dialogue Maïeutique

L’autre jour, dit Marco Valdo M.I., c’était peut-être même hier, j’avais proposé une version française d’une chanson d’Ahmed il Lavavetri qui s’intitulait, si tu t’en souviens, «  Il vecchio e il bambino [Fiaba primitivista] LA FABLE DU VIEUX ET DE L’ENFANT – Conte primitiviste. »

Oui, évidemment que je m’en souviens, dit Lucien l’âne. C’est une chanson dont j’avais pensé – par devers moi – qu’elle devait, d’une façon ou d’une autre,... (Continues)
LE VIEUX ET L’ENFANT
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2020/5/8 - 12:52
Video!

Kandan kına yakılmaz

Kandan Kına Yakılmaz
[2017]

Şarkı Sözleri ve Müzik / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
Grup Yorum

Albüm / Album:
İlle Kavga

Ispirata alla poesia omonima di Hasan Hüseyin Korkmazgil , pubblicata postuma dalla moglie nel 1985. Il poeta fu perseguitato per avere scelto la nonviolenza.

Il titolo dice che il sangue non brucia dall’henné. Presumo che si riferisca all’uso della sostanza nei riti sacrificali islamici. All’animale da sacrificare viene offerto all’ultimo pasto per lenire l’agonia orzo, sale ed henné con funzione apotropaica. Comunque sia, il messaggio è che le aspettative umane non possono trovare risposta nel sangue.

Purtroppo il messaggio è rimasto inascoltato dalla classe dirigente turca che continua ad attuare una politica sempre più avvolta in una spirale di sangue.



[Riccardo Gullotta]
Vurma dedim vurulursun
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/5/8 - 12:51
Downloadable! Video!

את ואני והמלחמה הבאה

תרגום לאנגלית: פלװיו פולטרוניירי
YOU AND ME AND THE NEXT WAR
(Continues)
Contributed by Flavio Poltronieri 2020/5/8 - 11:55
Video!

Duy beni

Duy Beni
[2017]

Şarkı Sözleri ve Müzik / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
Grup Yorum

Albüm / Album:
İlle Kavga

Dağlarında Köroğlu'nu dinledim
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2020/5/8 - 10:55
Downloadable!

Giuliano#2 ~ Purtedda Dâ Ginestra

Giuliano#2 ~ Purtedda dâ Ginestra

[1951]
Testo di Salvatore Bella
Musica di Orazio Strano
Versione di Matilde Politi dall'album
'A tirannía. Canti politici e storici del popolo in Sicilia [2007]

Dopo la lunga e nera parentesi dell'era fascista, a guerra finita, il primo Maggio del 1947 vide in Sicilia la strage di Portella della Ginestra, località in provincia di Palermo. Undici morti e più di cinquanta feriti: braccianti e contadini massacrati non si sa bene da chi (o forse è scomodo saperlo), solo perché manifestavano per la riconquistata libertà dal regime fascista.
Una storia triste e ancora oscura a distanza di tanto tempo, una sorta di guerra tra poveri che segnò una pagina amara nella storia siciliana.


[…] A lu primu d'ogni Maju,/ nni 'đđa petra c'è radúni:/ du' paroli pi spiranza/ pi cunzolu a li dïúni…

[…] Ad ogni primo Maggio/ su quella pietra c'è raduno:/ due parole... (Continues)
Pi lu primu di maggiu fistiggjàri
(Continues)
Contributed by giorgio 2020/5/8 - 09:50
Downloadable! Video!

A Salvador Allende en su combate por la vida

dal libretto "Pablo Milanes" ed. José Martí (2007)
comprato al mercatino di Plaza de Armas, La Habana nel 2016.

Clara Diaz Perez (Havana, 1956) doctor in Artistic Scienses, specialist in Musicology. Since 1981, she has been working as a specialist at the National Museum of Music, dedicating herself to research that salvages the musical heritage of our Nation.
FOR SALVADOR ALLENDE IN HIS FIGHT FOR LIFE
(Continues)
2020/5/7 - 23:34
Downloadable! Video!

Ode al trattore

L'Emilia è la via dove Veronica aprì vicino a Caltelnuovo della Misericordia la sua azienda agricola, probabilmente con tanto entusiasmo scontrandosi poi con ció che è diventata l'agricoltura moderna.
2020/5/7 - 23:03

Acéphale

Dopo tanti anni trovo questo testo, che bellezza :) sì, intendevo preparatevi nel senso di adornarsi, come ci si prepara per una festa appunto...
Comunque poi sulla musica di questa canzone ci scrissi Danse macabre, che venne incisa nell'album Tutto inizia sempre.

Marco Rovelli 2020/5/7 - 21:25
Downloadable! Video!

Echo Park

[1969]
Lyrics and Music by Buzz Clifford
Album: Echo Park

This was a song that's haunted me for a long time - it tells of the Old Man looking back on his life, and what's left for him - all loneliness and retrospection - but what's really haunting was the Vietnam era reference of a letter saying "your son will not be coming home" - I thought, how amazing and sordid would that be, getting the news of the death by mail…
It's the morning - soon he'll rise,
(Continues)
Contributed by giorgio 2020/5/7 - 09:20
Downloadable! Video!

No Más

It's snowing in the valley, ice chokes the river's mouth
(Continues)
Contributed by Paulina 2020/5/7 - 05:48
Downloadable! Video!

Scarborough Fair/Canticle, provided with The Elfin Knight, Whittingham Fair and Rosemary Lane, and with an Appendix on Riddles Wisely Expounded

LA VERSIONE INGLESE: WHITTINGHAM FAIR

Che la ballata circolasse un po' per tutte le isole britanniche ce lo conferma la versione diffusa nel Northumberland. Abbiamo la testimonianza di una tradizione orale e di una ballata "folkloristica" nella seconda metà dell'Ottocento raccolta in Northumbrian Minstrelsy. A Collection Of The Ballads, Melodies, And Small-Pipe Tunes Of Northumbria (Newcastle-upon-Tyne 1882) del Rev. J. Collingwood Bruce e John Stokoe.

Are you going to Whittingham fair?
Parsley, sage, rosemary, and thyme,
Remember me to one who lives there,
For once she was a true lover of mine.

Tell her to make me a cambric shirt,
Parsley, sage, rosemary, and thyme,
Without any seam or needlework,
Then she will be a true lover of mine.

la ascoltiamo nella registrazione di Joel Frederiksen in "The Elfin Knight - Ballads and Dances" 2007 Il canto si interrompe a metà della storia,... (Continues)
Cattia Salto 2020/5/6 - 21:18
Video!

I buffi di cuore

[2020]

Album -Portami al confine
Viva i buffi di cuore
(Continues)
Contributed by adriana 2020/5/6 - 19:01
Video!

Divenir-finestra

[2020]

Testo e musica: Marco Rovelli
Produzione artistica: Paolo Monti

Questa canzone è stata scritta da Marco Rovelli e suonata da lui e Paolo Monti durante il lockdown per il covid-19. Anche il video è stato realizzato nell'isolamento, in un tempo in cui la finestra è l'interfaccia più comune tra le persone e il mondo.
L'isolamento non è solo una costrizione: è anche un'opportunità, per pensare nuove forme di vita. Perché si tratta di non tornare alla "normalità", ma di trasformarla.
Marco Rovelli

Mi ha detto la finestra che c'era un mondo fuori
(Continues)
Contributed by adriana 2020/5/6 - 18:53
Video!

Tempo rubato

[2020]

Album -Portami al confine

"Tempo rubato" nasce da un'idea condivisa con Alberto Prunetti (e un titolo "rubato" a un libro sul lavoro di Simone Fana), per cantar/raccontare, insomma per mettere in figura sonora le nuove forme di sfruttamento del lavoro. Dai rider alle partite iva, dal lavoro manuale sempre più ricattabile al ricatto assoluto sul lavoro dei migranti.
Cantare lo sfruttamento del lavoro significa anche cantare la possibilità di un riscatto del lavoro. La possibilità di trovare quel canto comune che ci restituisca all’umano, dove invece l’umano, oggi, è fatto merce. Trovare un canto comune a partire dalle secche di questo presente fatto di mani nere, nere di pelle o nere di fatica e lavoro e pena. Lo sappiamo da molto tempo che è il tempo che ci viene rubato a essere il fondamento del nostro asservimento al sistema delle merci, il sistema in cui tutto si equivale, e... (Continues)
Mani sui manubri di operai a pedale
(Continues)
Contributed by adriana 2020/5/6 - 18:42
Downloadable!

Babouschka Lied

[1977]
Parole di Heinz Rudolf Unger (1938-2018)
Musica di Wilhelm "Willi" Resetarits e Georg "Schurli" Herrnstadt (entrambi viventi, classe 1948)
Nell'opera/oratorio "Proletenpassion", un progetto storico politico musicale molto ambizioso, con cui il collettivo Schmetterlinge intendeva raccontare la "Storia dei governati" nell'Europa dal XVI° al XX° secolo, in antitesi alla storiografia ufficiale, la "Storia dei governanti".
Nel 2015 il progetto degli Schmetterlinge è stato ripreso da Christine Eder ed altri artisti austriaci che, sotto il nome collettivo di Prolos, lo hanno riproposto con il titolo di "Proletenpassion 2015 ff".

La seconda parte del secondo disco di "Proletenpassion" ha come sottotitolo "Die Lehren der Kommune, gezogen im Oktober 1917 in Rußland", ed è quindi dedicata alla Rivoluzione russa del 1917.
Wo sind deine sieben Söhne geblieben
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2020/5/6 - 16:33
Video!

Un anno di virus [Fiaba nostalgica]

[06-05-2020]
Parole / Lyrics / Paroles / Sanat: Ahmed il Lavavetri
Musica / Music / Musique / Sävel: Mina, Un anno d'amore, Mogol / Alberto Testa 1965
(--> Nino Ferrer, C'est irreparable, Nino Ferrer / Pedro Almodóvar / Gaby Verlor [Gabrielle Vervaecke], 1964)

"In tutto questo gran bel Canzoniere del Coronavirus non c'è nemmeno una canzone, e sottolineo una, che dia la parola a quel povero Coronavirus, che in fondo, con tutte le sue antennine rosse, è solo un virus. Ho pensato di rimediare con questa "fiaba nostalgica" perché, ne sono certo, alla fine della "pandemia" parecchi lo rimpiangeranno; o meglio, rimpiangeranno tutta questa lunga vacanza domestica, le bandierine alle finestre, le canzoncine sui terrazzi, le ricettine degli chef, e forse persino le multe e il telelavoro. Non passerà molto tempo che si dirà: Ma come si stava bene in quarantena! Per sottolinearlo ho preso addirittura in prestito quella che, a mio parere, è una delle più belle canzoni in assoluto del XX secolo. " [Ahmed il Lavavetri]
Si può finire qui
(Continues)
2020/5/6 - 12:53
Downloadable! Video!

Viaggio di un poeta

[1972]
Testo di Riccardo Zara
Musica di Maurizio Vandelli

Tipica avventura di quelli che furono i ragazzi della mia generazione, che se non riuscivano a sognare proprio la California, si accontentavano dell'isola di Wight

Morale rinunciataria, tendente già al rientro nel privato per questa canzone di inizio anni '70 di Vandelli e Zara, con la quale i Dik Dik hanno raccolto ancora un ottimo successo (arrivando al numero uno e risultando quinto singolo per vendite nel 1972). Una morale opposta, per caso o per volontà, a quella del decennio dell'impegno sociale che era appena passato. Erano, d'altra parte, quei 2-3 anni prima della nuova fase "rivoluzionaria", che negli anni posteriori sarebbero stati definiti di "piccolo riflusso".
Il viaggiatore in ricerca di un mondo migliore ricorda anche il protagonista, altrettanto fallimentare nei suoi nobili propositi, della celebre poesia di Gianni Rodari - Il paese senza errori. Ma la soluzione proposta alla vana ricerca lì è molto diversa ...
Lasciò il suo paese all'età di vent'anni
(Continues)
Contributed by giorgio 2020/5/6 - 12:30




hosted by inventati.org