Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2019-7-31

Remove all filters
Downloadable! Video!

The Harder They Come

da Maggie's Farm
con alcune modifiche dove il testo originale era diverso
PIU' SONO DURI (1)
(Continues)
2019/7/31 - 16:59

La Veglia del Partigiano

Anonymous
Ritornando, come tutte le estati, a Demonte, Valle Stura (CN) ho trovato sulla bella rivista MARITTIME (quadrimestrale, si occupa di cultura, storia e attualità di quelle valli dimenticate) un interessante articolo dal titolo "Le canzoni partigiane" nel quale vengono riportati i testi di quattro canti "originali" ossia proprio quelli cantati dai partigiani combattenti, preceduti dalla introduzione che di seguito riporto.

L'argomento a mio avviso meriterebbe un approfondimento, sia dal punto di vista della "origine" dei canti, sia del loro significato, in quanto si tratta delle radici della nostra cultura, troppo presto dimenticate, coi bei risultati che sono sotto gli occhi di tutti...

Per l'autorizzazione alla pubblicazione ringrazio anche il Direttore Mauro FANTINO della rivista MARITTIME, nella quale sia il direttore, i redattori e i collaboratori prestano la loro opera gratuitamente... (Continues)
Lassù sulle montagne
(Continues)
Contributed by gianfranco 2019/7/31 - 15:44

27 Ἰουνίου 1906, 2 μ. μ.

Fonte: C. P. Cavafis, Poesía completa, traducción de Anna Pothitou y Rafael Herrera Montero, Madrid, Visor libros, 2003
27 DE JUNIO DE 1906, 2 P.M.
(Continues)
Contributed by L.L. 2019/7/31 - 00:10
Video!

Al compagno presidente Salvador Allende

FOR THE COMRADE PRESIDENT SALVADOR ALLENDE
(Continues)
Contributed by ZugNachPankow 2019/7/30 - 23:51
Video!

Brothers and Sisters

(2019)
Parole e musica di Ben Harper
dall'album We Get By con canzoni scritte e prodotte da Ben Harper per Mavis Staples

Per una presentazione dell'album vedere Change.

Un accorato appello alla solidarietà tra esseri umani e a una rivoluzione pacifica contro i potenti.
Can't stay the same, think that everything
(Continues)
2019/7/30 - 20:22
Video!

Change

(2019)
Parole e musica di Ben Harper
dall'album We Get By con canzoni scritte e prodotte da Ben Harper per Mavis Staples


Nella foto del 1956 di Gordon Parks scelta per la copertina del nuovo album di Mavis Staples, cinque bambine e un bambino di Mobile, Alabama guardano da dietro una rete un parco giochi in cui, essendo afroamericani, non possono entrare. Non riusciamo a vedere le loro espressioni, ma possiamo immaginare i loro sentimenti. Se non si capiscono questa foto e le emozioni e la storia che essa mette in gioco, non si può comprendere l’importanza di Mavis Staples, monumento del gospel-soul e colonna sonora con gli Staples Singers del movimento per i diritti civili.

A Ben Harper è riuscita un’altra piccola magia: scrivere testi che riflettono quel che accade negli Stati Uniti senza evocare fatti contingenti e soprattutto facendoli suonare perfettamente integrati alla vita e... (Continues)
Gotta change around here
(Continues)
2019/7/30 - 20:17
Downloadable! Video!

Qana

Sbancor, Franco Lattanzi. Grande esempio di schizofrenica incoerenza.
sergio falcone 2019/7/30 - 20:04
Video!

Banan

à partir de la traduction italienne LA BANANA de Krzysiek Wrona
d’une chanson polonaise (inédite) – Banan – Jacek Kleyff – 2018
Paroles et musique : Jacek Kleyff
Jacek Kleyff : guitare et métronome, enregistrement sur dictaphone.
Texte transcrit à l’oreille par YT.


Dialogue Maïeutique

Qu’est-ce que c’est encore, Marco Valdo M.I., que cette histoire de banane ? D’abord, d’où vient-elle ? Puisque c’est une version française, elle vient forcément d’ailleurs. Est-elle africaine, sud-américaine, antillaise comme sont les bananes ? Vient-elle du Pérou ou de la Martinique ? Ou d’ailleurs, mais nécessairement, d’un pays où poussent les bananes qui sont des pays chauds, très chauds pour ce que j’en sais, car sur les rivages que j’ai fréquentés par ici, il n’y en avait pas, sauf à titre de curiosité.

En effet, Lucien l’âne mon ami, la banane est un fruit résolument exotique ; mais, il y a aussi... (Continues)
LA BANANE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2019/7/29 - 18:11
Video!

Genocide

2019/7/29 - 15:17
Video!

Als die Waffen schwiegen

Translated by Tobi Veselich
Lyrics Translate
WHEN THE WEAPONS WERE SILENT
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2019/7/29 - 10:18
Video!

Turning Point

PUNTO DI SVOLTA
(Continues)
2019/7/28 - 23:14
Video!

American Land

E' curioso che nella esecuzione Springstein si rifaccia apertamente allo stile dei Pogues, che nel 1985 avevano pubblicato una canzone (Sally Maclenanne) su un tema un po' diverso (la partenza di un emigrante), ma basata sulla stessa musica.

piersante sestini 2019/7/28 - 23:03
Video!

All Some Kind of Dream

2019
Fever Break
I saw my brother in a stranger's face
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/7/28 - 22:18
Video!

Die Eisenbahnballade

[1987]
Album: Balladen (1988)
Ein dichter Nebel senkte sich auf die große, fremde Stadt.
(Continues)
Contributed by hmmwv 2019/7/28 - 21:52
Video!

Lu minaturi

Le sue canzoni in dialetto tradotte e commentate da Mimmo Mòllica

Domenico Modugno, il siciliano del Salento». Le sue canzoni in dialetto tradotte e commentate da Mimmo Mòllica. «"Come hai fatto" era nata in lingua napoletana, s’intitolava "Ma cumm' ha’ fatto", solo che poi mi hanno costretto a trascriverla in italiano. Ma è il dialetto la vera lingua di noi». (Domenico Modugno). Nel 1951 Domenico Modugno prese parte al film "Filumena Marturano" di Eduardo De Filippo e nel 1952 al film "Carica eroica" di De Robertis, nella parte di un soldato siciliano che canta la "Ninna Nanna" ad una bambina. Da questo episodio nacque la leggenda del "Modugno siciliano".
IL MINATORE
(Continues)
Contributed by River 2019/7/28 - 21:42
Video!

Vernunft breitet sich aus über die Bundesrepublik Deutschland

[1993]
Album: Immer weiter (1994)
Es kommt durch die Dielenbretter, durch den Spalt unter der Tür,
(Continues)
Contributed by hmmwv 2019/7/28 - 21:42
Video!

Alles ist gut

[1978]
Album: Unterwegs
Alles ist gut.
(Continues)
Contributed by hmmwv 2019/7/28 - 21:26
Video!

Lied zur Nacht

[1967]
Album: Ankomme Freitag, den 13. (1969)
Rück' deinen Sessel zu mir her,
(Continues)
Contributed by hmmwv 2019/7/28 - 21:21
Video!

Gedenktafel für 4000, die im Krieg des Hitler gegen Norwegen versenkt wurden

LAPIDE PER 4000 CHE FURONO AFFONDATI NELLA GUERRA DI HITLER CONTRO LA NORVEGIA
(Continues)
Contributed by Francesco Mazzocchi 2019/7/28 - 13:00
Downloadable! Video!

Spruch

MOTTO
(Continues)
Contributed by Francesco Mazzocchi 2019/7/28 - 12:42
Downloadable! Video!

Keiner oder alle

NESSUNO O TUTTI
(Continues)
Contributed by Francesco Mazzocchi 2019/7/28 - 12:32
Video!

Thank Christ For The Bomb

Scritta da Tony McPhee.
La traccia che dà il titolo all'album del 1970
L'immagine in copertina fa riferimento alle foto dei Royal Irish Rifles durante la battaglia della Somme nel 1916.

Un testo abbastanza inquietante, anche se lo si interpreta come una provocazione ironica... In effetti, fu proprio così: l'escalation nucleare garantì (e garantisce in qualche modo anche oggi) la "pace" a livello globale.
B.B. 2019/7/26 - 13:03
Video!

Ítaca

La versione in occitano aranese di Alidé Sans e Barrut
Lorenzo 2019/7/25 - 18:01

Song of Myself (Section 10)

[1855]
Versi del grande poeta americano Walt Whitman (1819-1892)
Nella raccolta "Leaves of Grass"
Nella prima edizione il poema era senza titolo e indiviso. A partire dall'edizione del 1867 venne diviso in 52 sezioni e in quella finale del 1891-92 prese finalmente il titolo di "Song of Myself"

Ignoro se il giovane Whitman abbia realmente avuto le esperienze che qui descrive, o se il testo sia frutto della sua fantasia poetica ed etica... Resta il fatto che qui c'è un po' tutta la "americanità", quella buona, non quella di Trump, piuttosto quella di Bruce Springsteen, per intenderci... Le montagne, il mare, il rapporto con la natura selvaggia, l'entusiasmo (non la semplice accettazione) per un paese nato dalla mescolanza delle razze - bianchi, rossi e neri - che tutte hanno la stessa dignità, tanto nella descrizione del matrimonio del trapper con la bella pellerossa quanto in quella di... (Continues)
Alone far in the wilds and mountains I hunt,
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/7/25 - 15:14
Video!

In Prison

[1915]
Musica di James Frederick Keel (1871-1954), compositore e baritono inglese.
Su versi del poeta inglese William Morris (1834-1896), contenuti nella raccolta "The Defence of Guenevere, and Other Poems" (1858)

Frederick Keel compose questo brano quando, trovandosi in Germania allo scoppio della Prima guerra mondiale, venne rinchiuso, insieme a tanti altri civili provenienti dai paesi alleati, nel campo di concentramento di Ruhleben, ricavato all'interno di un ippodromo nei pressi di Berlino.
Wearily, drearily,
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/7/24 - 21:59
Video!

W domach z betonu

NELLE CASE DI CALCESTRUZZO
(Continues)
Contributed by krzyś 2019/7/24 - 21:16
Video!

Bloody Border

(2019)

nuova canzone dalla ristampa dello storico album Clandestino

Un brano dalla melodia allegra ma che tratta delle condizioni di vita nei campi per migranti in Arizona. La canzone è stata scritta dopo che l’ex frontman dei Mano Negra ha visitato lo stato americano in occasione del suo tour nel 2011.
Arizona blues no more
(Continues)
2019/7/24 - 21:01
Video!

Vedremo domani

[2019]
Scritta da Emidio (Mimì) Clementi, Vittoria Burattini ed Egle Sommacal
Nell'album "Il nuotatore"
Vedremo domani
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/7/24 - 15:23
Video!

La banca

[2018]
Scritta da Enrico Ruggeri, Fulvio Muzio e Silvio Capeccia.
Nell'album "L'Anticristo"
È già preparato con lucidità
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/7/24 - 11:21

Je serai toujours moi

Je serai toujours moi

Lettre de prison 38
15 juillet 1935


Dialogue Maïeutique

Lucien l’âne mon ami, je te rappelle qu’à la différence des ânes qui se promènent toujours à poils, les humains, gens fragiles, se vêtent et se chaussent ; ils se lavent aussi. Du moins, la plupart d’entre eux et la plupart du temps. Mais, évidemment, il y a des exceptions. Il leur faut donc – à la plupart – tout un équipement adapté.

Oui, je sais tout cela, dit Lucien l’âne, mais encore ?

Rien, réponde Marco Valdo M.I., si ce n’est que c’est le début de la chanson. J’admets que c’est assez banal, mais la vie est faite pour sa plus grande part de choses fort banales – et la vie du prisonnier, plus encore. De plus, comme notre bon Dr. Levi ne sait toujours pas où il va être confiné, il lui faut bien dire quelque chose dans sa lettre, il lui faut parler d’autre chose. Sinon, que dire dans une lettre, que faire... (Continues)
Outre le maillot, une tenue de toile,
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2019/7/23 - 17:58
Video!

Köleler ve Kilitler

https://www.youtube.com/watch?v=HIISbL...

The song is about the illegal human trafficking around the world. The song is written after the incident in Istanbul. In 2012, in Aegean Sea a boat sank which sixty women and children on board died because they are locked in their cabins. The boar is visible from the shore and the captain himself locked the fugitives and sank the boat. The author also considers this incident as an extension of slavery and wanted to write a song which questions and challenges slavery, borders, humanity and recent systematic murders in the "national" borders both coastal and non-coastal.

*The news coverage about the boat/in Turkish
Gemiler eski balık için olan
(Continues)
Contributed by Emre Gündüz 2019/7/23 - 11:27




hosted by inventati.org