Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2019-6-2

Remove all filters
Video!

Proprio oggi

[1962]
Parole di Dario Fo
Musica di Fiorenzo Carpi
In "Milanin Milanon", registrazione di un concerto al Teatro Gerolamo di Milano, 14 dicembre 1962.

Sandra Mantovani, "la voce autentica. Cantava il popolo: una vita dedicata alla salvaguardia della cultura popolare in tutte le sue sfaccettature. Un lavoro instancabile con una sentita vocazione antifascista" (Chiara Ferrari da Patria Indipendente)
Proprio oggi sono andata a San Vittore
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 20:33
Video!

1968

con alcune correzioni (avevano messo Rambo al posto di Rimbaud, attenzione!!) e integrata nelle parti mancanti
1968
(Continues)
2019/6/2 - 19:14
Video!

Casètta mia

[1944]
Parole di Alfredo Bracchi (1897–1976), paroliere, regista, commediografo e sceneggiatore milanese.
Musica di Giovanni D'Anzi (1906-1974), compositore e musicista milanese, l'autore della celeberrima "Oh mia bela Madunina".
Testo trovato su Cabaret Milano Duemila

Una poesia di Salvatore Quasimodo, nella raccolta "Giorno dopo giorno" (1947)

MILANO, AGOSTO 1943

Invano cerchi tra la polvere,
povera mano, la città è morta.
È morta: s’è udito l’ultimo rombo
sul cuore del Naviglio. E l’usignolo
è caduto dall’antenna, alta sul convento,
dove cantava prima del tramonto.
Non scavate pozzi nei cortili:
i vivi non hanno più sete.
Non toccate i morti, così rossi, così gonfi:
lasciateli nella terra delle loro case:
la città è morta, è morta.

Stasera ona grand malinconia
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 19:11
Video!

El hambre

Decisamente più tirata questa versione de los Reincidentes tratta dalla stessa poesia di Miguel Hernandez
POEMA SOCIAL DE GUERRA Y MUERTE
(Continues)
2019/6/2 - 18:44
Video!

L'orizzonte di Damasco

(2019)
Milleanni
Ho visto pietre
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/6/2 - 17:59
Video!

Epitafio para Joaquín Pasos

interpretata da Petra Magoni e Alessandro d'Alessandro
EPITAFFIO PER JOAQUÍN PASOS
(Continues)
2019/6/2 - 17:22
Video!

Erik Olov Älg

[1974]
Parole e musica di Kjell Höglund
Nel suo album "Baskervilles hund"
Testo trovato sul sito ufficiale dell'autore

Erik Olov Älg hette egentligen Erik Olof Olofsson och ska ha dött 1934.
"Erik Olov Älg är ingen påhittad figur. Han levde i slutet på 1800-talet och i början på 1900-talet och var under nödtiden i Norrland fattigfolkets hjälpare undan svält och svårigheter ... Redan under sin livstid blev han en legendarisk figur, en den tidens Robin Hood i Ångermanlands, Jämtlands och Västerbottens inland." ("Erik Olov Älg - en norrländsk Robin Hood" av Karl Erik Johansson i Backe, Smålänningens förlag, 1979)

Erik Olof Olofsson, meglio conociuto come Erik Olov Älg (ossia, l'Alce) è stato un cacciatore e bracconiere svedese, nato e vissuto (1849-1934) nella regione storica dell'Angermannia, Svezia nord-orientale. Da quelle parti è una figura leggendaria ed è considerato una sorta di... (Continues)
Det berättas ännu idag
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 14:28
Video!

Trollfolk på bygden

[1974]
Parole e musica / Text och ord / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel
Album / Albumi : Baskervilles hund

Kjell Höglund prese come simbolo (e titolo) del suo album del 1974, il quarto in studio, il famoso racconto di Arthur Conan Doyle The Hound of the Baskervilles, che in italiano si chiama Il mastino dei Baskerville. Come tutti sapranno, dal simpatico cagnolino del racconto (per il quale Conan Doyle aveva “resuscitato” Sherlock Holmes, fatto morire nel racconto precedente), Umberto Eco trasse il nome del frate francescano investigatore del suo “Nome della rosa”, Ma chi sarebbe il “mastino dei Baskerville” per Kjell Höglund? Lo spiega forse la copertina dell'album, un'immagine appositamente creata e dipinta da Pieter de Groot Boersma (1932-2006), un pittore olandese (di Amsterdam) che aveva fatto il medesimo cammino di Cornelis Vreeswijk trasferendosi nel 1952... (Continues)
Mjölken har surnat
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 13:55
Video!

Man vänjer sig

[1974]
Parole e musica di Kjell Höglund
Nel suo album "Baskervilles hund"
Testo trovato su LyricWiki
Man vaknar varje morgon med en hemskhet i sitt bröst
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 13:47
Video!

Maffian

[1975]
Parole e musica di Kjell Höglund
Nel suo album "Baskervilles hund"
Testo trovato su LyricWiki
Det har nått våra öron att Ni har kritiserat oss
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 13:38
Song Itineraries: Mafia and Mafias
Video!

Privilegierad man

[1975]
Parole e musica di Kjell Höglund
Nel suo album "Hjärtat sitter till vänster"
Testo trovato su LyricWiki
Jag är en privilegierad man
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 13:29
Video!

Vilka är det som stjäl?

[1975]
Parole e musica di Kjell Höglund
Nel suo album "Hjärtat sitter till vänster"
Testo trovato su LyricWiki
Pengar växer inte på träd, man skakar inte fram dom ur hatten
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 13:25
Video!

France Gall: Résiste

[1981]
Parole e musica di Michel Berger
Lato B del singolo "Tout pour la musique"

Una canzone sulla libertà e sull'amore, e sul diritto alla libertà e all'amore per tutti gli esseri umani...
Un tributo alla bella France Gall, scomparsa appena settantenne il 7 gennaio 2018 dopo lunghi anni di lotta contro il cancro...
Si on t'organise une vie bien dirigée
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 12:01
Song Itineraries: Anti War Love Songs
Video!

Plastic People

[2007]
Parole di Jonathan Chandra Pandy, in arte JC-001
Musica de Le Peuple de l'Herbe
Singolo estratto dall'album "Radio Blood Money"
Featuring C. Di Vita

Credo che questo brano costituisca anche un omaggio al Frank Zappa e alla sua canzone omonima...
Real life still seedy, for the poor sick and needy
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/2 - 11:31
Video!

Movimiento

(2017)
Album: Salvavidas de Hielo

Il movimento come caratteristica essenziale della specie umana, che si muove per cercare una vita migliore, per fuggire dalle guerre.

Il videoclip mostra Lorena Ramírez, una corridora del popolo Tarahumara. I Tarahumara, (o nella loro lingua: Rarámuri, “il popolo dai piedi leggeri”), sono un popolo indigeno dello stato di Chihuahua in Messico, conosciuti per la loro resistenza nella corsa, capaci di correre per varie centinaia di chilometri. Non si allenano né utilizzano vestiti sportivi. Correre è la loro cultura e a volte superano i 200 km senza fermarsi.

"Ho pensato che la storia di Lorena e del popolo Tarahumaras sarebbe stato un contributo meraviglioso per la resa visiva della mia canzone. Un popolo che è sopravvissuto muovendosi e che mette in discussione la nostra visione contemporanea urbana sullo sport e la cultura. Che vede l'atto di muoversi,... (Continues)
Apenas nos pusimos en dos pies,
(Continues)
2019/6/2 - 00:12
Video!

It's Just Begun

[1970-71]
Scritta da Gerry Thomas, Jimmy Castor e John Pruitt
La traccia che dà il titolo al disco pubblicato nel 1972

"Bianchi e neri, la pace verrà, in questo mondo regnerà finalmente la calma solo quando saremo uniti..."

Un pezzo incredibile di una band guidata dal musicista polistrumentista afromericano Jimmy Castor, che su queste pagine è stato riscoperto dal nostro Webmastro Lorenzo Masetti con l'inserimento, solo pochi giorni fa, di When?. E solo qualche ora dopo il sottoscritto, contribuendo il brano République tratto dall'album "11.08.73" dei francesi La Canaille, riscopre questa "E' solo l'inizio" addirittura come brano seminale dell'Hip Hop, il pezzo che ne decretò la nascita quando l'allora giovanissimo Clive Campbell, in arte Kool Herc, DJ del West Bronx, lo cominciò a mixare alla festa di compleanno della sorella, l'11 agosto del 1973.

Incrèdibol bat trù!

"Per quanto... (Continues)
Watch me now
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/1 - 22:58
Video!

Décimas para el Guernica

(2017)

Décima 1: Juanlu Mora
Décima 2: Mopo Meursault
Décima 3: Marta Jiménez Serrano
Décima 4 y estribillo: Andrés Romero

Música: Jorge Drexler

Nel 2017 il "Guernica" compiva 80 anni e per l'occasione Jorge Drexler è stato invitato a suonare davanti al capolavoro di Picasso al museo Reina Sofía di Madrid. Per l'occasione Drexler ha lanciato un appello in rete per scrivere dei versi dedicati a Guernica, e li ha messi in musica. Nella stessa occasione Drexler ha cantato Milonga del moro judío e El pianista del gueto de Varsovia.
La sangre gris en el lienzo
(Continues)
Contributed by Lorenzo 2019/6/1 - 22:21
Video!

Quitte à t’aimer

[2007]
Scritta da Nando Da Cruz
Nell'album "Place 54"
Featuring Magic Malik Mezzadri
Il refrain riprende la canzone "Petit pays" di Cesária Évora
Yeah...
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/1 - 17:55
Video!

La pulzella d’Orleans

[2017]

Album : Eretiche visioni
La storia di Giovanna tutti l’abbiam sentita,
(Continues)
Contributed by adriana 2019/6/1 - 17:40
Video!

Giordano Bruno

[2017]

Album : Eretiche visioni
Sedeva nel boschetto
(Continues)
Contributed by adriana 2019/6/1 - 17:28
Video!

Parler le fracas

[2012]
Nell'album "A Matter of Time"
Featuring Marc Nammour
J'aime quand les pages bavent quand le groove est grave
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/6/1 - 17:22
Video!

La strada ferrata

tratto dall'album dei Petralana "Fernet" uscito il 7 febbraio 2019


‘La Strada Ferrata’ è sicuramente il vostro pezzo più di successo, nonché uno dei momenti più alti e importanti di Fernet. Ho trovato una similitudine che potrebbe farti arrossire, ed è con Generale di De Gregori: il treno pieno di soldati, quello che De Gregori immagina tornare a casa, e che per voi porta Pietro al fronte. E anche le infermiere ‘che fanno l’amore’, come l’infermiera cui Pietro vorrebbe sfilare i guanti.

“È giusto! [Ride, n.d.r.] Non ci avevo mai pensato; è talmente forte nel nostro immaginario quel tipo di cantautorato che riecheggia. Mi sembra un paragone calzante, La Strada Ferrata – rispetto a Generale, che apre uno spiraglio di luce – finisce con un bombardamento. Il pezzo si sgretola, e questo sgretolamento porta ad una nuova consapevolezza da parte del protagonista che accompagnerà le decisioni... (Continues)
Quando ogni cosa in questa vallata
(Continues)
2019/6/1 - 16:19
Video!

Explosión

(2015)
Album: Algo Sucede

Una de las canciones que llama de inmediato la atención es Explosión, obviamente por el tema muy actual, y porque no acostumbras tocar la denuncia social, aunque obviamente, en este caso es algo que estás viviendo muy de cerca en la Ciudad de México y que afecta a todos los mexicanos. ¿Cómo te vino esa canción?

No suelo juntar mis convicciones sociales o políticas con mis canciones, pero me pega en lo emocional lo que está pasando en México. Fue una canción muy difícil de escribir porque sí, es muy explícita. Y de repente, escribir sobre algo tan directamente… Pero me pareció importante al final que estuviera. No es una canción que vaya a cambiar al mundo –las canciones no creo que hagan eso realmente– pero para mí era importante que estuviera.
Hay otra canción también sobre México, Una respuesta, que también trata sobre cómo la realidad te sobrepasa. A veces... (Continues)
Fue un José o un Pedro
(Continues)
2019/6/1 - 15:56
Video!

Me 'nnamoravo de te

L'ultima parte è una registrazione da Radio Aut, quella di Peppino Impastato
B.B. 2019/6/1 - 15:51
Video!

Лёнька Королёв, или Песня про Лёньку Королёва

E' uscito ieri sul canale di Squilibri Editore il video di Lenka Korolev, brano che apre il disco Nella Corte dell'Arbat - Le canzoni di Bulat Okudžava.

Il video racchiude l'emozione dell'esperienza di Alessio Lega, Guido Baldoni e Rocco Marchi sul palco del Club Tenco - Premio Tenco nell'edizione del 2018.

La regia è di Riccardo Pittaluga.

2019/6/1 - 15:45
Video!

Ma Noi No!

Reincisa nell'album Milleanni (2019)

MA NOI NO
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/6/1 - 15:30

Mateòti, Mateòti

Anonymous
Matteotti, Matteotti
(Continues)
Contributed by adriana 2019/6/1 - 15:13
Video!

La Salvineide

Che brava ????????????????
Luca 2019/6/1 - 14:01
Video!

Kupte si hřebeny

Riccardo Venturi, 01-06-2019 10:54
COMPRATEVI PETTINI
(Continues)
2019/6/1 - 10:54
Video!

Giulio

Piazza Alimonda è bellissima. Chi ha vissuto quella Genova, ricomosce tutto in quei versi di Guccini.
Bellissima Giulio, un pugno nel cuore.
E bellissima.
E Sidùn di Fabrizio De André, è bellissima.
Le madri, il dolore, l'Amore.
2019/5/31 - 22:55
Video!

Sognando

Avevo 9anni quando la sentii la prima volta ora ne ho 50 stesse identiche emozioni stupenda poesia cantata dalla straordinaria Mina dopo tanti anni la sentii cantata da Don Backy e seppi che era sua Grazie una canzone che non ha tempo e mai passera
Davide 2019/5/31 - 18:21
Video!

Inner City Blues (Make Me Wanna Holler)

Semplicemente Spettacolre. Ti tocca l'anima. Nn conoscevo la canzone,favolosa é dir poco.Musica= Voce dell' anima.
Sharif.A 2019/5/31 - 16:12
Video!

Je suis un Artiste

Je suis un Artiste

Lettre de prison 29
10 juin 1935


Dialogue Maïeutique

Si tu le veux bien, Lucien l’âne mon ami, je propose de faire une pause dans notre histoire tout comme le fait le Dr. Levi afin de récapituler ce qui s’est passé depuis sa première incarcération en mars 1934. D’abord, il faut distinguer au moins trois périodes. La première incarcération qui est celle qui va de mars à mai 1934, aux Nuove, la prison de Turin. Durant cette période, il est interrogé très ponctuellement par la police politique et par les juges d’instruction turinois. C’est à ce moment que Carlo Levi fait la remarque qu’une partie de la prison est réservée aux prisonniers politiques et prend soudain les allures d’une synagogue. Dans la presse, le gouvernement fasciste dénonce un complot juif, anticipant et probablement, annonçant ainsi les lois raciales de 1938.

Oui, dit Lucien l’âne, je me souviens de... (Continues)
Qui sait pourquoi
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2019/5/31 - 11:50
Video!

On parle de parité

[2005]

Album:Tripopular
Spécialement dédicacé
(Continues)
Contributed by adriana 2019/5/31 - 11:13
Video!

Allo spuntar dell’alba

Anonymous
Variazione di un canto delle mondine di origine militare, qui con un netto riferimento alla lotta partigiana dei gruppi legati al PCI (Partito Comunista Italiano)
Da :Imparare con la storia
Allo spuntar dell’alba
(Continues)
Contributed by adriana 2019/5/31 - 08:47
Video!

Ohi partigian

Anonymous
Questo testo, dotato di una letteraria spiritosità, è molto probabilmente dovuto a Beppe Milano, comandante del distaccamento Tura, morto il 31 dicembre 1944. Era diffuso tra i partigiani che operavano in Val Pesio (CN) e la musica è ispirata ad una cantilena popolaresca.
Da :Imparare con la storia
Canto l’armi pietose e il capitano
(Continues)
Contributed by adriana 2019/5/31 - 08:39
Video!

Cara mamma sono carcerato

Anonymous
Come puoi capire ascoltando questo canto, si tratta di una registrazione effettuata da qualche studioso di canzoni popolari, che ha intervistato un testimone dei fatti accaduti.
Da Imparare con la Storia
Cara mamma sono carcerato
(Continues)
Contributed by adriana 2019/5/31 - 08:16
Video!

Sorge un grido d' orrore

Anonymous
Testo reperito in questa pagina
Sorge un grido di orrore
(Continues)
Contributed by adriana 2019/5/31 - 08:12
Video!

Les fiancés du Nord

Un dernier refrain :

``Le lendemain, la foule entière
Suivant les parents en grand deuil
Accompagnait au cimetière
Ceux qu'avait unis le cercueil.
Les pinsons à la voix sonore
Roucoulaient des sons éclatants
Et partout, on voyait éclore
Les premières fleurs du printemps.``

Elle était jeune et belle,
Il était grand et fort.
Chacun se les rappelle,
Les Fiancés du Nord.
André Gauthier 2019/5/31 - 01:36
Video!

Les enfants sur la lune

Qu'est devenue cette grande crainte de la « guerre atomique » qui hanta le monde après Hiroshima ? Cette chanson-ci vient de ce monde-là où l'on attendait la fin d'un moment à l'autre; elle n'est pas encore venue. Pas encore ? Mais alors, mais alors... ? On rêve quand même que le principe de Murphy ne s'applique pas dans ce cas...
Mais si elle vient demain, ce sera l'apocalypse.
Béart l'avait imaginée, il avait écrit cette chanson d'après l'apocalypse.
Une chanson qui raconte ce qui reste de la Terre vue par les enfants de la Lune :

« Y ’ avait des gens là-bas ?
Mais depuis le grand éclair il n’y en a pas. »



Sur la Lune, il y a des enfants
Qui regardent la terre en rêvant.
– Croyez-vous qu'aussi loin
Il y ait des humains ?
– Je n’en sais rien du tout,
Embrassons-nous.

Sur la Lune, il y a des enfants,
Sur la Lune ou sur Aldébaran,
Qui se disent « Sommes-nous
... (Continues)
2019/5/30 - 19:17




hosted by inventati.org