Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2019-10-3

Remove all filters
Downloadable! Video!

Il tragico naufragio del vapore Sirio

Anonymous
chiedo se esiste l'elenco nominativo delle persone inbarcate sul piroscafo SIRIO affondato il 4-08-1906
azzoni amilcare 2019/10/3 - 19:05

Un Canto s'udia pe li Sentieri

Vorrei approfittare della ricorrenza dei 200 anni della poesia "L'infinito" per riproporre, in sola veste audio, la trasmissione radio del 1998 de "Un canto s'udia pè li sentieri" di Ambrogio Sparagna , cantata per voci soliste, coro polifonico, strumenti antichi e orchestra di organetti, su liriche di Giacomo Leopardi.

Questa era la presentazione :


I grandi temi dell'esistenza legati allo scorrere del tempo e il rapporto con la natura, la ricerca delle risposte ai misteri della vita: questi alcuni dei motivi tipici della produzione leopardiana che Ambrogio Sparagna propone in modo originale in questo suo lavoro del 1998, una cantata liberamente ispirata all'affascinante poetica del grande poeta recanatese.

"Un canto s'udia pe' li sentieri" si caratterizza per la presenza di alcuni frammenti lirici tratti da varie poesie fra cui "La sera del dì di festa", "Alla sua donna", "Canto... (Continues)

(Continues)
Contributed by gianfranco 2019/10/3 - 14:16
Video!

Never Cross a Picket Line

Five hundred men sacked for refusing to ever cross a picket line
(Continues)
Contributed by ZugNachPankow 2019/10/3 - 10:27
Video!

Sempre nuova è l'alba

Qui potete ascoltare la Poesia di Rocco Scotellaro su musica ed esecuzione di Ambrogio Sparagna

2019/10/3 - 08:27

Passaggio alla città

Qui potete ascoltare la Poesia di Rocco Scotellaro su musica ed esecuzione di Ambrogio Sparagna

https://www.youtube.com/watch?v=w6sQe8d9q78

gianfranco 3 ott.2019
2019/10/3 - 08:23
Downloadable! Video!

Ti rubarono a noi come una spiga

Qui potete ascoltare la Poesia di Rocco Scotellaro su musica ed esecuzione di Ambrogio Sparagna

https://youtu.be/UM4VIUwD73U

gianfranco 3 ott.2019
2019/10/3 - 08:13
Video!

Noi non ci bagneremo

Qui trovate la registrazione integrale della trasmissione radiofonica "Passaggio alla città" poesie di Rocco Scotellaro e musica di Ambrogio Sparagna

buon ascolto!



gianfranco 3 ott.2019
2019/10/3 - 08:05
Video!

Why can't we live together?

Best version

Reinhard 2019/10/3 - 04:20
Video!

Coplas del tiempo (Los mineros en huelga)‎

manca la strofa in cui si suggerisce alle autorità che se vogliono far cessare gli scioperi si rivolgano a Santa Rita abogada des imposibles!
daniela 2019/10/3 - 01:39
Video!

Vinushka

Vinushka (Винушка) - it's Ukrainian word which means "excuse".
Magda 2019/10/2 - 22:56
Video!

Berlin, dein Tänzer ist der Tod! (Fox Macabre)

[1920]
Versi di Walter Mehring (1896-1981), autore per il cabaret, poeta e scrittore.
Musica di Friedrich Hollaender (1896-1976)
Testo trovato su questo sito dedicato alla "danza macabra"

Una canzone dedicata alla Berlino del primo dopoguerra, della Repubblica di Weimar, meravigliosa città piena di contraddizioni, dove la voglia di libertà e di vita più sfrenata si accompagnava alla miseria più profonda e alla repressione più feroce (contro i militanti comunisti e spartachisti), con il nazismo che già covava sotto le ceneri della Grande Guerra e dell'umiliazione di Versailles (il primo tentativo di colpo di stato militare, il cosiddetto Putsch di Kapp, è datato 12 marzo 1920)...

Una città che ballava con la morte... il monito di Mehring avrebbe avuto il suo tragico riscontro non molti anni dopo... lui, odiatissimo dai nazisti e in particolare da Goebbels, fu costretto a fuggire a Vienna, poi in Francia a quindi negli USA...
Blickst du hinein in das Treiben der Großstadt,
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/10/2 - 21:06
Video!

Reckless Motorman

[seconda metà dell'800]
Canzone di autore anonimo che la Carter Family incise negli anni 30 del secolo scorso.
Trovo il brano anche nel disco di Mike Seeger "Tipple, Loom & Rail", pubblicato dalla Folkways Records nel 1966.

Prima dell'avvento dei freni pneumatici (il freno continuo automatico fu brevettato da Westinghouse nel 1869), uno dei lavori più pericolosi che si potessero fare era quello del brakeman, il frenatore, che doveva azionare a mano il freno posto sul vagone finale, o su più vagoni, attraverso un meccanismo di trasmissione manovrabile solo stando in cima alla carrozza. E questo avveniva ovviamente con ogni tempo... La mortalità era altissima...
Yonder stands the reckless motorman
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/10/2 - 18:49
Video!

We Are One People

1994
We Are One People

O.S.T. Asterix in Amerika
Ba-ba-boom, ba-ba-boom
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/10/2 - 18:26
Video!

Rock-a-Bye Baby

Anonymous
Versione class consciousness della classica lullaby settecentesca.
Nella raccolta "Working-Class Heroes: A History of Struggle in Song", a cura di Mat Callahan e Yvonne Moore (PM Press/Free Dirt Records, 2019)
Rock-a-bye baby, on the tree top
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/10/2 - 18:04
Video!

Karl Marx - Rap Manifesto

2018
Tutta la storia è lotta di classe
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/10/2 - 15:47
Video!

Spartaco - il trace

2018
Tutti mi chiamano Spartaco il Trace
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/10/2 - 15:39
Downloadable! Video!

Gaio Sempronio Gracco - Liberi

2018
MOS maiorum

Gaio Sempronio Gracco (in latino Gaius Sempronius Gracchus; Roma, 154 a.C. – Roma, 121 a.C.) è stato un politico romano. Fratello del tribuno della plebe Tiberio, nel 123 a.C., dieci anni dopo la morte del fratello maggiore, volle riprendere la sua opera di riforma sociale.
Liberi
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/10/2 - 15:35
Video!

Forty-Two Years

NELJÄKYMMENTÄKAKSI VUOTTA
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2019/10/2 - 15:30
Video!

Siamo tutti profughi

2018
Vorrei tanto dir

Siamo tutti profughi.
Siamo tutti profughi in questo mondo dilaniato dalle guerre, dalla fame, dalla mafia, dal traffico di droghe, armi, organi, esseri umani. Siamo tutti profughi in questo mondo macchiato dalla corruzione, dall'ingiustizia e dalla discriminazione con il miraggio di un posto sicuro dove vivere.
Siamo tutti profughi in questo mondo di lavoro precario, di stereotipi imposti dalla società, ossessionato dalla comunicazione virtuale. Con il miraggio di un po di tempo libero e di serenità.
Nonostante le differenze, siamo tutti profughi, siamo tutti uguali.
Mi chaimo bert Mamadou
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/10/2 - 13:11
Video!

Salvagente

2019
Salvagente

Feat. Willie Peyote

Brano vincitore del premio Voci per la Libertà di Amnesty International
Portami con te
(Continues)
Contributed by Dq82 2019/10/2 - 11:24
Video!

Hi-Ro-Jerum (the Rich Man and the Poor Man)

Anonymous
Una canzone raccolta da Alan Lomax nel 1937 in Kentucky. Si tratta di una versione della parabola evangelica di Lazzaro e e del ricco Epulone. Il coro è un non sense in pseudo latino maccheronico, così come parodia il latinorum ogni chiusa di verso... Ma la canzone non è sicuramente novecentesca, anzi, risale a molto tempo prima: una "Ballad of the Ryche man and poor Lazarus" compare in Inghilterra già nel 1557! Le versioni sono molte e variamente intitolate... Propongo quella "ufficiale" da Mudcat Café, dove peraltro si trova un lungo approfondimento sulle origini del brano.

Sandy Paton

Col titolo di "Hi-Ro-Jerum" – che non sia una storpiatura per "Oremus"? - la trovo nel disco di Sandy Paton (musicista e ricercatore musicale, fondatore dell'etichetta Folk-Legacy Records) "Never Trust a Skier and Other Songs Sung in the Alpen Inn" (1961). Una versione ancora precedente – primi anni 50... (Continues)
There was a rich man and he lived in Jerusalem
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/10/1 - 19:10
Downloadable! Video!

Nella Somalia bella

Anonymous
Questa che segue è una variante, diciamo, regionale eseguita dal gruppo emiliano "La Piva Dal carnier" che ha qualche differenza, esempio la sposa muore per colpa della suocera, anche la guerra stranamente dura tre soli mesi.

Lui prese i suoi cavalli
(Continues)
2019/10/1 - 16:07
Downloadable! Video!

Bella Ciao

Anonymous
Bella versione delle Nuove Tribù Zulu

Dq82 2019/10/1 - 15:49
Video!

Big Country Blues

[1966]
Una delle prime canzoni di Townes Van Zandt (1944-1997).
Nella raccolta del 2003 intitolata "In the Beginning..."

Descrizione dolorosissima dell'America profonda, da uno che sia il dolore che l'America li ha conosciuti bene...
Well, I been up the Mississippi to the Manitoba line
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/9/30 - 21:58
Video!

Caleb Meyer

[1998]
Scritta da Gillian Welch e David Rawlings, chitarrista e produttore, con cui la Welch fa da sempre musicalmente coppia fissa
Nell'album "Hell Among the Yearlings"
Caleb Meyer, he lived alone
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/9/30 - 21:24
Downloadable! Video!

Ljuljuten [Tin-zawatine]

LJULJUTEN [TIN-ZAWATINE]*
(Continues)
Contributed by Flavio Poltronieri 2019/9/30 - 20:36
Video!

Shelter in Place

(2018)
Album: Kult 45

Otep wrote “Shelter In Place” about her strong opinion of the modern NRA, believing it has “regressed into something akin to a homegrown terrorist organization that benefits from mass murders both financially and as a political power.”

The official video includes a quote from the NRA at the beginning :

the only way to stop a bad guy with a gun is a good guy with a gun
- NRA : American Terrorist Organization
Shelter in place
(Continues)
2019/9/30 - 12:35
Song Itineraries: Weapons: our daily home war
Video!

Halt Right

(2018)
Album: Kult 45

Se a cavallo del nuovo millennio la politica è stata spesso al centro della musica, dal crossover al punk, l’era Trump sembra aver nuovamente risvegliato la coscienza critica di molti artisti, a partire dai redivivi Otep, tornati in attività due anni fa con “Generation Doom” dopo un temporaneo scioglimento di tre anni. A partire dalla copertina, raffigurante la statua della Libertà insanguinata e armata, “Kult 45” si propone come un grido di protesta verso la politica USA e si accoda al movimento #metoo, esprimendosi musicalmente con quel linguaggio rap-metal portato alla ribalta negli anni ’90 dai Rage Against The Machine. Se dalle note biografiche apprendiamo che l’ottavo album degli Otep si propone di rinverdire i fasti dell’indimenticato debutto “Sevas Tra”, al punto che gli strumenti usati per registrarlo sono gli stessi dell’epoca, alla prova dei fatti pezzi... (Continues)
Put up your fists and
(Continues)
2019/9/30 - 12:27
Video!

To the Gallows

(2018)
Album: Kult 45

“Art is resistance. Art allows us to fightback without violence. This song, “To the Gallows”, is meant to shine a light on Traitor Trump’s attacks on the Constitution, on Healthcare, on the LGBTQ+, the African American, Hispanic and Muslim communities, DREAMERS, and women’s reproductive rights. Not to mention that this spurious President might have committed just a little bit of light treason, but this is why we rally, this is why we march, and this is why I write. Because when I look back someday I want to know that I did everything in my power as an artist, activist and citizen, to stop him and his bigoted embryonic autocracy.”
This is a song for the heretics
(Continues)
2019/9/30 - 11:24
Song Itineraries: Donald Trump
Video!

Il Volontario

buongiorno B.B. grazie della cortese risposta.
mi sono spostato su questa pagina per risponderti per non sovraccaricare la pagina del povero uccellino, spero ti sia piaciuta l'interpretazione di Sandy Denny & C. della canzone di L.Cohen.
da qualche giorno ho scoperta la facilità di inserire brani musicali via youtube, dando loro un supporto video, adesso ho ancora qualche problema "tecnico" da risolvere ma mi pare che qualcosa si riesca a sentire, ne approfitto per "musicare" i testi privi di sonoro di varie canzoni che mi stanno particolarmente a cuore.
venendo al brano in oggetto, volevo precisare che il duo di chitarre centanaro-winderling eseguiva nel concerto "viva la rosa" brani medioevaleggianti, ritrovati e recuperati dalla signora Giulia Centanaro, l'esecuzione era con Luciano Winderling (a destra nella schermata AV) alla voce.
ricordo (anche se lo sanno pure le pietre) il... (Continues)
2019/9/30 - 11:06
Video!

L'uomo che verrà [Nannarè]

Nannarè
[1981]
Film / Movie / Film / Elokuva :
Giorgo Diritti
L'uomo che verrà / The Man Who Will Come / L'Homme qui viendra
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel:
Eugenio Bennato

75 anni dopo Monte Sole: 29 Settembre-5 Ottobre 1944.

Decine e decine furono le stragi e gli eccidi da parte delle SS e della Wehrmacht in Italia nel 1944. Con i criminali delle SS collaborarono talvolta anche militari fascisti con la divisa tedesca e civili repubblichini con il volto coperto.
Tra l’Agosto e l’Ottobre del 1944 la 16^ Divisione di fanteria meccanizzata delle SS [16. SS-Panzergrenadier-Division Reichsführer SS], comandata dal SS-Brigadeführer generale Max Simon si macchiò di stragi e atrocità contro la popolazione civile particolarmente efferate. Segue l’elenco delle stragi compiute da tale infame divisione :

Nozzano 11 agosto, 59 omicidi
Sant’Anna... (Continues)
NANNARE’
(Continues)
Contributed by Riccardo Gullotta 2019/9/29 - 21:03
Video!

Get It While You Can

[1966]
Un brano scritto da Jerry Ragovoy e Mort Shuman ed interpretato per primo dal soulsinger Howard Tate.
Tuttavia ritengo di dover attribuire la canzone a Janis Joplin non solo perchè la sua è la migliore interpretazione, una delle sue più strepitose, ma perchè è anche l'ultima canzone che la grande voce texana ci ha regalato prima di morire, il 4 ottobre del 1970. Infatti "Get It While You Can" è l'ultima traccia del suo ultimo disco, "Pearl", realizzato con la Full Tilt Boogie Band e pubblicato postumo nel gennaio del 1971...

In questo mondo, se leggi i giornali, o Signore, sai bene che tutti combattono, l'uno contro l'altro, e non hai nessuno su cui puoi contare, nemmeno sul fratello... Quindi, se arriva qualcuno che vuole darti un po' d'affetto, prenditelo finchè puoi, dolcezza, non voltare mai le spalle all'amore, no...
In this world, if you read the papers, darling
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/9/29 - 20:28
Song Itineraries: Anti War Love Songs
Downloadable! Video!

Addio mia bella addio

Anonymous
Addio mia bella addio,
(Continues)
2019/9/29 - 19:37
Video!

Aquile randagie

Aquile randagie, la storia di scout e Resistenza che andava raccontata

Il 30 settembre esce in 200 sale il film di Gianni Aureli che racconta come un gruppo di giovani tra Milano e Monza sotto il fascismo si ribellò al Duce e permise la fuga di duemila persone ricercate attraverso le montagna

di CHIARA UGOLINI

Una storia vera, una storia talmente importante che viene da domandarsi come mai così pochi la conoscano e soprattutto una storia che doveva essere raccontata. Aquile randagie è il film di Gianni Aureli che racconta una pagina della storia resistenziale italiana veramente poco nota, i protagonisti sono un gruppo di giovani scout lombardi che a partire dagli anni Venti, quando tutte le associazioni giovanili vennero chiuse per decreto dal Duce, decisero di non mollare il fazzolettone e di continuare a incontrarsi in clandestinità. Il film, dopo la presentazione al Giffoni film festival... (Continues)
Dq82 2019/9/29 - 19:09
Video!

Son ar Bonedoù Ruz

"Les Voyages du bonnet rouge" è una canzone composta da Sallé nel 1792, durante la Rivoluzione francese. È interpretata sull'aria di "On doit soixante mille francs", musica di Champein. Francesca Solleville l'ha proposta nel doppio LP "Musique, citoyennes!", pubblicato per il bicentenario della Rivoluzione nel 1989, una raccolta di canzoni rivoluzionarie composte tra il 1789 e il 1794.

Le bonnet de la liberté
Brille et voyage avec fierté
En dépit des despotes. (bis)
Sa course embrasse l’univers
Partout il va briser les fers
Des braves sans-culottes.

Déjà ce signe rédempteur
Imprime une juste terreur
Sur le front des despotes.
Ils s’arment en vain contre lui !
Les sceptres tombent aujourd’hui
Devant les sans-culottes.

A Rome, à Londres, à Berlin,
A Vienne, à Madrid, à Turin,
On voit les fiers despotes,
Sur ce bonnet, en lettres d’or,
Lire tous l’arrêt de leur mort,
Au... (Continues)
Flavio Poltronieri 2019/9/29 - 18:08

Hello, Coal Miner

[1970s]
Forse una delle ultime canzoni di Sarah Ogan Gunning (1910-1983), cantautrice ed attivista per i diritti dei minatori nel Kentucky.
Un brano – un vero e proprio testamento di vita e spirituale – che non compare nella discografia dell'autrice ma solo nella raccolta "They'll Never Keep Us Down: Women's Coal Mining Songs", pubblicata un anno dopo la scomparsa della Ogan Gunning.
Testo trovato su LyricWiki
Hello, coal miners, I'm so proud to be your friend
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/9/29 - 13:11
Video!

Draglines

Anche nella raccolta "They'll Never Keep Us Down: Women's Coal Mining Songs" del 1984, come interpretata da The Reel World String Band
B.B. 2019/9/29 - 12:55




hosted by inventati.org