Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2018-12-24

Remove all filters

Paix, Amour et Liberté

Paix, Amour et Liberté

Chanson française – Paix, Amour et Liberté – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 120
Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – V, VIII)


Dialogue Maïeutique

Il te souviendra, Lucien l’âne mon ami, que l’histoire de la légende, que je nommerai sans doute finalement La Geste de Liberté, avait commencé en mettant en avant deux figures de proue, deux personnages qui faisaient leur entrée dans le monde à peu près en même temps : l’un était Till, fils de Claes le charbonnier et de Soetkin, la bonne mère ; l’autre était Philippe, fils de Charles l’Empereur, qui régnait sur le pays de Till et bien d’autres endroits, dont l’Espagne. On était à l’aube du XVIᵉ siècle. L’âge moyen des... (Continues)
On s’assembla de tous les Pays
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2018/12/24 - 18:44
Video!

Milionář

MILIONER
(Continues)
Contributed by Krzysiek Wrona 2018/12/24 - 18:40
Video!

Amusez-vous

[1933]
Scritta da Albert Willemetz (1887-1964), liricista e librettista francese, e Alexandre "Sacha" Guitry (1885-1957), attore e drammaturgo frencese.
Musica di Werner R. Heymann (1896-1961), compositore tedesco.
Una canzone composta per l'operetta "Florestan 1er, Prince de Monaco", dove viene interpretata da Henri Garat nei panni del protagonista Florestan. La registrazione musicale è del 1934.

Inizialmente avrei voluto attribuire questa canzone non ai pur famosi autori del testo, ma al compositore Werner R. Heymann, che proprio nel 1933, insieme a tanti altri artisti tedeschi, ebrei od oppositori del regime, fu costretto ad abbandonare il paese natale per rifugiarsi prima in Francia, a Parigi, e poi negli Stati Uniti, dove firmò molte colonne sonore di importanti film tra la fine degli anni 30 e la fine della guerra. Poi mi sono ricordato che Werner R. Heymann l'abbiamo già incontrato... (Continues)
Que ce serait charmant sur Terre
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/12/24 - 16:09
Downloadable! Video!

Lili Marleen [Lied eines jungen Wachtpostens]

L'OMBRE D'UN DOUTE: LILI MARLEEN, HYMNE NAZI OU CHANT DE LIBERTÉ?



Le premier tube planétaire de l'histoire de la chanson méritait bien une émission spéciale.
Lili Marleen est une chanson au destin hors norme. Aujourd’hui, on en retient surtout la version de Marlène Dietrich, chantée après la Seconde Guerre Mondiale. Pourtant, c’est pendant la guerre que le succès de cette chanson s’est joué. Tour à tour utilisée et interdite par la propagande nazie, adoptée par les soldats de la Wehrmacht puis par les soldats Alliés, elle fut adaptée en une cinquantaine de langues dans les années 1940, pour devenir un tube planétaire.
Pourtant, Lili Marleen n’est pas un chant de guerre. Pourquoi cette simple ritournelle aux paroles simplettes est-elle devenue un chant à la symbolique aussi forte ? Quel est l’histoire de ce chant si polémique ?

Tout commence dans les tranchées russes en avril 1915. Hans... (Continues)
Riccardo Venturi 2018/12/24 - 15:45
Video!

Black Christmas

[1969]
Scritta da Richard Wolfe
Interpretata da The Harlem Children’s Chorus, formazione vocale di bambini afroamericani residenti in Harlem, Manhattan, New York, attiva alla fine degli anni 60.
La traccia che apriva l'album natalizio "Christmas Time with The Harlem Children's Chorus", 1970.
Poi anche nella più recente compilation "VV.AA. - In The Christmas Groove", 2009
Testo trovato sul blog Bells Will Be Ringing!
Bitter days, december nights
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/12/24 - 14:29
Video!

1000 Candles, 1000 Cranes

[2000]
Authors / Autori / Auteurs / Säveltäjät:
Rich Prezioso / Jacquie Manning
Album / Albumi: Waltz of the Wallflowers (A Disfunctional Duet)
My grandmother had three sons
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2018/12/24 - 09:41
Downloadable! Video!

Fuoco e mitragliatrici

Anonymous
Lezione vicentina di FUOCO E MITRAGLIATRICI

(in AL ROMBO DEL CANNON, Neri Pozza, pag.612)
FUOCO E MITRAGLIATRICI
(Continues)
2018/12/23 - 18:04

Sebben che abbiam le basi

(2018)
Testo tratto da Il Deposito

"Sebben che abbiam le basi" usa la melodia de "La lega", canto delle mondine nato nella valle Padana tra il 1890 e il 1914.

Il testo è stato modificato collettivamente col desiderio di rappresentare la realtà sarda, teatro di giochi di guerra di interesse mondiale, tra basi militari e fabbrica di bombe. Ma soprattutto per cantare che noi antimilitariste a tutto questo ci ribelliamo.

E se la libertà non viene senza la ribellione, cantando ci si ribella con più gioia!".
Sebben che abbiam le basi,
(Continues)
2018/12/23 - 17:59
HAPPY NEW YEAR TO ANYBODY! - Except one.
Riccardo Venturi 2018/12/23 - 17:05
Video!

Christmas at Home

[1965]
Scritta da Max Powell e Wayne Walker
Interpretata da Webb Pierce (1921-1991), importante country singer-songwriter, specializzato nel sottogenere honky-tonk
Testo trovato su Vietnam War: Christmas Songs

In partenza per il Vietnam nel giorno di Natale... Troppo giovane per votare ma non per essere costretto ad andare a farsi ammazzare...
Christmas at home
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/12/23 - 16:59
Video!

Mr. Where Is Viet-Nam

[1963]
Scritta da Bob Necaise, oscuro country singer songwriter
Interpretata dallo stesso Bob Necaise insieme al piccolo Gary D., accompagnati dalla band The Delta Sho-Men.
Si trova nella compilation "Next Stop Is Vietnam. The War on Record 1961-2008"

Obbrobrioso – ma storicamente interessante - brano country natalizio strappalacrime...
Testo trovato su Vietnam War: Christmas Songs
I was passing by a playground
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/12/23 - 16:34
Video!

Antiguos dueños de flechas (Indio Toba)‎

l'ho sentita a Cuba la settimana scorsa alla televisione durante una trasmissione culturale.
Sono rimasto colpito dalla diversità dei toni dalle pause dalle tonalità e dalla melodia soave che pare cullarti mentre ti narra di nativi americani putroppo oppressi e decimati.
bellissima e bravi i TONOLEC.
Ivano Tassone - Cuneo
Ivano Tassone 2018/12/23 - 12:37
Video!

Revolution Ballroom

(1993)
Dall'album "Revolution Ballroom"
Parole e musica di Nina Hagen

Canzone ecumenica ma anche con qualche dubbio: Posso riporre la mia fiducia in Gesù (o in Babaji...) ma lui avrà fiducia in me?

Ma soprattutto un forte messaggio pacifista e di speranza:

We're all the same
Like stars in the night
Let's stop the war
Let's drop the fight
When the Lord was in the flesh
(Continues)
Contributed by Lorenzo 2018/12/23 - 12:26
Video!

Klage-Wijsa, Öfwer Thenna torra och kalla Wååhr

It might seem strange that I have chosen this poem, one of my favourite poems of all times and countries, for my winter solstice wishes (I say so because I do not believe in any god, saviour or supernatural entity -except tomtar, of course): a poem about spring and summer in late December! Winter nights are long and dark even in southern countries. But summer begins on 21 December, the day when days begin to draw out again. This is my true wish to you all: Sol varma, förbarma!

Riccardo Venturi 2018/12/23 - 06:27
Video!

Nina for President

(1991)
Album: Street
feat. MC Shan

Un programma pacifista molto condivisibile esposto da Nina Hagen in un pezzo rap. Nina For President!
Countdown...
(Continues)
2018/12/23 - 00:12
Video!

Anarquia en Occitània

2018
Occitan

Songwriter: (Glen Matlock / Jhonny Rotten)
Paraulas: Stefano Degioanni

La prima cover della band, che celebra i quarant’anni (passati da poco) dell’esplosione del fenomeno punk, e vede i Lou Seriol reinterpretare in chiave occitana Anarchy in the Uk dei Sex Pistols (diventata Anarchio en Occitania).
Inserisco la versione dei Lou Seriol, e non quella dei Sex Pistols che mi sembra decisamente più nichilista e individualista.
Iu siu anarquista
(Continues)
Contributed by Dq82 2018/12/22 - 20:32
Video!

Christmas Card From a Hooker in Minneapolis

CARTOLINA DI NATALE DA UNA PROSTITUTA A MINNEAPOLIS
(Continues)
Contributed by Alex 2018/12/22 - 16:54
Video!

Non mi scorderò di te

[2018]

Canzone della Banda POPolare dell'Emilia Rossa & Massimo Ovo Gilioli dedicata a Giuseppe, Rosario, Bruno, Antonio, Rocco, Angelo e Roberto, operai morti ammazzati nella strage avvenuta alla Thyssenkrupp di Torino nella notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007.

Perchè il genocidio di lavoratori che ogni anno avviene nelle nostre fabbriche non sia taciuto e non resti impunito!
Trionfi la giustizia proletaria!
Volevo dirti tante cose ancora
(Continues)
Contributed by adriana 2018/12/22 - 11:54
Video!

A una fermata del tram

Il senso della canzone lo spiegò Lucio in una intervista: nella Berlino est i dissidenti, temendo di essere spiati, si parlavano alle fermate dei tram, per essere coperti dal rumore di ferraglia ed evitare che le loro conversazioni potessero essere registrate.
2018/12/22 - 10:14
Video!

Please Mr. Gunman

KILTTI HERRA ASEMIES
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2018/12/22 - 09:39
Video!

I've Seen All Good People

Quite late to the party at this point, but I want to respond to Michael's comment above. Unfortunately, the words and music within a guitar songbook are transcriptions by a third party, not from anyone in the band. Such books shouldn't be taken as gospel.
Smeg 2018/12/22 - 01:30
Video!

Please Mr. Gunman

LA PREGO SIGNOR PISTOLERO
(Continues)
2018/12/21 - 22:14
Downloadable! Video!

Hard-On For War

EREZIONE BELLICA
(Continues)
2018/12/21 - 22:01
Video!

Sotto il segno dei pesci

(1978)
Testo e musica di Antonello Venditti
Dall'album omonimo

Siamo arrivati anche al quarantennale di questo storico disco di Venditti, un album che in questi ultimi mesi è stato riproposto integralmente e cantato con vari ospiti. E' forse l'album della svolta definitiva verso il pop ma nella semplicità dei testi riesce a raccontare le storie, gli ideali e le illusioni di quegli anni in cui inevitabilmente il personale era politico e il politico era personale.

Esemplare in questo senso la canzone che dava il titolo e che apriva l'album, una canzone sulla fine di quel sogno collettivo di "meritarsi un'altra vita più giusta e libera", un sogno di cui si presagisce la fine nell'individualismo e imborghesimento che caratterizzerà il decennio successivo. Così nel 1978 un Venditti non ancora trentenne poteva cantare la nostalgia dei suoi vent'anni quando si era stupidi davvero, ma tra discussioni,... (Continues)
Ti ricordi quella strada, eravamo io e te,
(Continues)
2018/12/21 - 20:04
Video!

Il prigioniero e la tramontana

Meravigliosa. Pura poesia della vita. Delicatissima, attuale, profonda. Vittorio Moro
2018/12/21 - 19:15
Video!

The Boys Of The Old Brigade

bella canzone, nessun dubbio, ma, come già si può intuire dalle parole "From hills and farms a call to arms,Was heard by one and all", di pacifista ha poco o nulla! Peraltro in tempi recenti è stata uno degli inni degli ultras non esattamente pacifici dei Celtics di Glasgow contro cui si è schierato il club stesso (vedi voce wiki) ed è stata vietata da una specifica legge scozzese su istanza del gruppo pacifista Nil by Mouth. Io la cancellerei dall'elenco
marco g 2018/12/21 - 15:28




hosted by inventati.org