Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2015-5-26

Remove all filters
Video!

Por la libertad

(2009)

Album: "La tierra está sorda"

I morti e gli assassinati nel carcere franchista di San Cristóbal in Navarra venivano sepolti con una bottiglia tra le gambe. Dentro, un foglio riportava il nome e la condanna. Questo pezzo di terra è conosciuto come "il cimitero delle bottiglie".
La tarde huele a ganas de llover y el corazón late
(Continues)
2015/5/26 - 20:46

Józef Wittlin: Grzebanie wroga

[1920]
Versi di Józef Wittlin dalla raccolta di poesie "Hymny" (Inni)
È una delle poesie giovanili di Wittlin, l'autore del celeberrimo romanzo "Sól ziemi" (Il sale della terra), scritte nel periodo della guerra polacco-ucraina (1918-1920). Il titolo si potrebbe tradurre come "La sepoltura di un nemico".
Edizione della casa editrice Wydawnictwa J. Mortkowicz,
Warszawa 1929.
Segnali di memoria

Jozéf Wittlin (Dymitrów, 1896 – New York, 1976) è stato uno scrittore polacco. Durante la prima guerra mondiale combatté nell'esercito austro-ungarico, esperienza che narrò nel suo Il sale della terra (1935). Traduttore dell'Odissea, fu inoltre redattore del Settimanale polacco negli USA. - it.wikipedia


GRZEBANIE WROGA
(Continues)
Contributed by Krzysztof Wrona 2015/5/26 - 19:05
Video!

Pilota di guerra

WAR PILOT
(Continues)
Contributed by Alice Bellesi 2015/5/26 - 16:34
Downloadable! Video!

Ona / Válka

cavolo il testo è bellissimo
seri 2015/5/26 - 13:39
Video!

Jeanne

[1962]
Paroles et musique de Georges Brassens
Parole e musica di Georges Brassens
Lyrics and music by Georges Brassens
Album: Les trompettes de la rénommée

"La deuxième partie très bouleversante de la Chanson pour l'auvergnat. À mon avis, la meilleure chanson de l'histoire de l'humanité sans aucun doute." [Carles Viadel]
Chez Jeanne, la Jeanne,
(Continues)
Contributed by Carles Viadel 2015/5/26 - 13:18

Nanking! Nanking!

[2000]
Concerto per pipa (琵琶, liuto cinese a quattro corde) ed orchestra opera del compositore sino-americano Bright Sheng / 盛宗亮 (1955-)

Una composizione dedicata al massacro di Nanchino, antica capitale della Repubblica cinese, avvenuto tra il dicembre del 1937 ed il febbraio 1938 durante l’occupazione giapponese. A città espugnata, l’esercito imperiale nipponico si abbandonò ad ogni sorta di atrocità: stupri, saccheggi, incendi, esecuzioni di massa di prigionieri di guerra e civili. Le stime dei morti vanno da 50.000 fino a 300.000: quelle più caute sono degli storici giapponesi, quello più alto (oltre 300.000 morti) è il calcolo accolto dal governo cinese. Gli storici non di parte ritengono comunemente che nella città e nel distretto di Nanchino gli occupanti giapponesi causarono in poche settimane non meno di 200.000 morti.

“The work is jointly commissioned by Norddeutscher Rundfunk... (Continues)
[strumentale]
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/26 - 12:11
Video!

一握り人の罪

[2014]
Parole di Kenji Sawada / 沢田 研二
Musica di Ōyama Taiki /大山泰輝
Testo trovato su Japanese Protest Songs

Un’altra canzone sull’onda del grande disastro nucleare di Fukushima…
昔、海辺の小さな寂れかけてた村に
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/26 - 10:11
Song Itineraries: No Nukes
Video!

The Rebel Girl

From the 1977 album »Joe Hillin lauluja« (Joe Hill Songs) by Turun Ylioppilasteatteri (Turku Student Theatre).
PUNATYTTÖ
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/26 - 10:02
Video!

There Is Power in a Union

From the 1977 album »Joe Hillin lauluja« (Joe Hill Songs) by Turun Ylioppilasteatteri (Turku Student Theatre).
VOIMA TÄÄ
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/26 - 09:58

Hallelujah, I'm a Bum

From the 1977 album »Joe Hillin lauluja« (Joe Hill Songs) by Turun Ylioppilasteatteri (Turku Student Theatre).
HALLELUJA, OLEN PUMMI
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/26 - 09:55
Video!

F.A.P.P. フクシマ・アトミック・パワー・プラント [Fukushima Atomic Power Plants]

[2012]
Parole di Kenji Sawada / 沢田 研二
Musica di Shibayama Kazuhiko /柴山和彦
Testo trovato su Japanese Protest Songs

Un’altra canzone sull’onda del grande disastro nucleare di Fukushima…
太陽と放射線、冷たいね
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/26 - 09:52
Song Itineraries: Earthquakes, No Nukes
Video!

今こそ流れを変える時 (Now's the Time to Change)

[2013]
Nell’album intitolato “Imakoso” di questo musicista e attivista anti-nucleare nippo-coreano.
Testo trovato su Japanese Protest Songs

Un’altra canzone sull’onda del grande disastro nucleare di Fukushima…
今逃げるのかよ どこへ行くのか
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/26 - 08:38
Song Itineraries: No Nukes
Video!

Wars for Nothing

Questa canzone merita essere rivalutata per la bravura della cantante e per il valore del testo. Un omaggio alla mia cara amica di penna ungherese degli anni '70
GUERRE PER NIENTE
(Continues)
Contributed by Luigi Carnevale 2015/5/25 - 18:35
Video!

傷痍軍人の歌 (Did The War Really End?)

[1995]
Nell’album intitolato “Who Can Save The World?” di questo musicista e attivista anti-nucleare nippo-coreano.
Testo trovato su Japanese Protest Songs

Una canzone dedicata ad alcuni “effetti collaterali” della guerra, ai reduci mutilati ed invalidi e alle cosiddette “donne di conforto” (ianfu / 慰安婦), decine, forse centinaia, di migliaia di giovani cinesi e coreane (ma anche da Filippine, Burma, Tailandia, Vietnam, Malesia, Taiwan, Indonesia e Timor Est) che prima e durante la Seconda guerra mondiale vennero ridotte a schiave sessuali ad uso dell’esercito imperiale giapponese.

Nel ritornello del brano l’autore fa anche riferimento al “Matsushiro Daihon'ei Ato”, il quartier generale imperiale sotterraneo di Matsushiro, vicino a Nagano, un sistema di rifugi scavato nella montagna e destinato alla protezione dell’Imperatore e dei vertici dell’esercito. La sua costruzione iniziò tardivamente,... (Continues)
子供のころのお祭りだった
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/25 - 15:43

Il respiro dell’Angelo e il Verme

Antiwar Songs Blog
“Questo album rappresenta una continuazione del mio lavoro di lotta contro il primitivismo della cultura odierna, che ha preteso il suo tributo di vittime grazie agli spietati giochi politici di potere e ha causato un generale allontanamento dalla spiritualità.” – Milan Mladenović La storia degli Angel’s Breath è tragica come tragico è il periodo del […]
Antiwar Songs Staff 2015-05-25 15:41:00

Hiroshima (Never Again)

[1995]
Nell’album intitolato “Who Can Save The World?” di questo musicista e attivista anti-nucleare nippo-coreano.
Testo trovato su Japanese Protest Songs


Hiroshima, Hiroshima
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/25 - 14:43
Video!

Which Side

[2014]
Parole e musica di Jackson Browne
Nell’album intitolato “Standing in the Breach”

La guerra, il mercato delle armi, il pensiero unico neoliberista, l’avidità delle corporations, i piani di salvataggio delle banche (autrici dei dissesti globali) mentre la gente muore di fame, la politica al soldo di ricchi e potenti, la distruzione progressiva del pianeta… E tu, Da che parte stai?
L’immagine in copertina si riferisce al devastante terremoto ad Haiti nel 2010. I due scampati che attraversano le macerie tenendosi per mano descrivono il messaggio di fondo di questo ultimo lavoro del vecchio Browne: tutta la morte, il deserto, la distruzione che ci circondano rendono l’amore - fondamentale risorsa ed estrema difesa degli essere umani - ancora più difficile ma ancora più necessario.
You might be a young man with the mountain in his step
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/25 - 13:11
Video!

Un pregiudizio

2015

Ventruto, dopo il featuring con i Modena City Ramblers giunge ad un’altra preziosa collaborazione: il nuovo brano “Un pregiudizio” vede infatti la partecipazione straordinaria dei Gang, storica band combat folk recentemente tornata sulla scena con un nuovo album di inediti.

Un pregiudizio è una canzone che presenta una melodia molto coinvolgente tinta da forti venature rock folk, un'accusa in musica alle barriere sociali innalzate verso chi presenta qualsiasi tipo di diversità, sia essa di natura fisica, psichica, etnica, o sessuale).

«Conosco bene il problema del pregiudizio - afferma il cantautore - spesso causa di discriminazione ed isolamento e di un conseguente stato di stress. Occorre sempre evitare giudizi a priori o disfattisti soprattutto se non si ha avuto modo di conoscere a fondo le persone in questione. Si tratta di una delle principali battaglie sociali».

L’intervento... (Continues)
Cammina d'un passo distratto
(Continues)
Contributed by dq82 2015/5/25 - 12:11
Video!

If I Could Be Anywhere

[2014]
Parole e musica di Jackson Browne
Nell’album intitolato “Standing in the Breach”

La guerra, il mercato delle armi, il pensiero unico neoliberista, l’Impero statunitense (solo l’ultimo in ordine di tempo), la distruzione progressiva del pianeta… Per il vecchio Browne tutto questo mortifero inquinamento rende l’amore - fondamentale risorsa ed estrema difesa degli essere umani - ancora più difficile ma ancora più necessario.
L’immagine in copertina si riferisce al devastante terremoto ad Haiti nel 2010. Ed il terremoto è visto da Browne come un segno funesto dell’insofferenza del nostro Pianeta per tutte le offese che, imperterriti, continuiamo ad infliggergli…
Sliding on the shimmering surface between two worlds
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/25 - 11:44
Song Itineraries: War on Earth
Video!

Ulrike

[1990]
Slap!

Ulrike Meinhof was Red Army Faction founder and left wing author; Contains a sample from the song "Can't Help Falling in Love With You" performed by Elvis
You sometimes wonder and you sometimes wonder
(Continues)
Contributed by dq82 2015/5/25 - 11:40
Video!

The Long Way Around

[2014]
Parole e musica di Jackson Browne
Nell’album intitolato “Standing in the Breach”

La guerra, il mercato delle armi, il pensiero unico neoliberista (il Project for the New American Century), la distruzione progressiva del pianeta… Per il vecchio Browne tutto questo mortifero inquinamento rende l’amore - fondamentale risorsa ed estrema difesa degli essere umani - ancora più difficile ma ancora più necessario.
L’immagine in copertina si riferisce al devastante terremoto ad Haiti nel 2010.
I don't know what to say about these days
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/5/25 - 11:34
Video!

Incubo numero zero

[1977]
Testo e musica di Claudio Lolli
Album: Disoccupate le Strade dai Sogni

Canzone dedicata a Ulrike Meinhof

Nella canzone Incubo numero zero, Lolli enunciò con le seguenti parole il convincimento che fosse ormai svanita la prospettiva di trasformare la società italiana: «Disoccupate le strade dai sogni, / ed arruolatevi nella polizia, / ci sarà bisogno di partecipare / ed è questo il modo / al nostro progetto di democrazia».

9 maggio 1976, il corpo di Ulrike Meinhof viene trovato senza vita, appeso alla finestra della sua cella nel braccio speciale del carcere di Stoccarda Stammheimer. Le perizie legali, sempre molto lacunose ed incomplete, si orientano tutte verso l’ipotesi del suicidio della militante rivoluzionaria. Ma ci sono elementi che non convincono; gli altri detenuti non credono alla versione ufficiale in cui poliziotti e medici legali si contraddicono senza pudore. E... (Continues)
Il giorno di solito comincia sporco
(Continues)
Contributed by dq82 2015/5/25 - 11:33
Video!

Ta-Ra-Ra Boom-De-Ay

TA-RA-RA BOM TA-RA
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/25 - 10:29
Video!

Don't Take My Papa Away From Me

TAG INTE FRÅN MIG MIN FADER KÄR
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/25 - 10:28
Video!

Stung Right

SNODD
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/25 - 10:27
Video!

Should I ever be a Soldier

OM JAG NÅGONSIN SKALL STRIDA
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/25 - 10:25
Downloadable!

古风五十九首之十四



La traduzione è ripresa da
SULLE RIVE DEL FIUME AZZURRO
Il sito di Giovanni Gallo dedicato alla cultura cinese
Si vedano le Note alla traduzione

IL LAMENTO DELLA SENTINELLA
(Continues)
Contributed by giovangallo@hotmail.com 2015/5/24 - 23:44

La marcia dei suicidi

Chanson italienne – La marcia dei suicidi – Davide Giromini – 2013
Texte de Gianni Symbolo, alias Fabio Ghelli
Interprétée par Davide Giromini

RÉVOLUTIONS SÉQUESTRÉES
… et ce fut ainsi que je devins un robot

« C'est très simple. Un jour je vis un spectacle théâtral sur la guerre d'Espagne. Le théâtre était très petit, les acteurs âgés et du vingtième siècle. Nous étions cinq ou six au parterre. Un acteur maigre et grisonnant, dont on voyait que jeune, il avait été un bel homme, mais maintenant chenu et décadent, interprétait le rôle d'un intellectuel anarchiste du nom de Camillo Berneri et il en disait en monologue un discours. La définition de « Révolutions séquestrées » qu'il donnait, toucha en moi quelque chose d'universel. Toutes les révolutions de l'histoire ont été tôt ou tard séquestrées par quelqu'un qui les avait transformées en quelque chose d'autre. Peut-être est-ce vraiment... (Continues)
LA MARCHE DES SUICIDÉS
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2015/5/24 - 20:55
Downloadable! Video!

O poveri soldati

Anonymous
May 24, 2015
ALAS! WE POOR SOLDIERS!
(Continues)
2015/5/24 - 20:42
Video!

You Can (Mass Trespass, 1932)

2005
Dall'album "A Singsong and a scrap"

Per il ramblers mass trespass si veda The Manchester Rambler
For all those feet in ancient times
(Continues)
Contributed by dq82 2015/5/24 - 20:32
Video!

Fields of St. Etienne

Testo / Lyrics: Graham Lyle
Through the fields of St. Etienne
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/24 - 17:05
Video!

We Will Sing One Song

LÅT OSS SJUNGA
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/24 - 13:33

John Golden and the Lawrence Strike

JOHN GOLDEN OCH STREJKEN I LAWRENCE
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/5/24 - 13:29
Video!

La luna di Ferrara

Bellissima canzone, però in questo testo ci sono numerosi errori. "Canta la strada elegante"??? Taglia la strada e le gambe. "Su com'è capitato", non sul "movente arbitrato" (??!). "Non guarda mai in faccia", non "non manda mai in pace".
(Alessia)

Grazie Alessia, con un ampio ritardo abbiamo corretto il testo [CCG Staff]
2015/5/24 - 12:13
Downloadable! Video!

Liberare tutti

Pino Masi: Liberare tutti + tipico comizio pinomasiano al Fondo Comunista (Case Minime di Rovezzano, Firenze) il 1° luglio 2011



NB. A 1'10" si nota il passaggio di un amministratore di questo sito in pantaloncini corti. In background una sconosciuta voce femminile canta la canzone assieme a Pino Masi, mentre imperversano i celebri e terribili bambini delle Minime.
Riccardo Venturi 2015/5/23 - 20:04
Video!

Stazioni

English translation by Alice Bellesi
STATIONS
(Continues)
Contributed by Alice Bellesi 2015/5/23 - 18:11
Video!

Perché non dormi fratello

English translation by Alice Bellesi
WHY AREN'T YOU SLEEPING, BROTHER?
(Continues)
Contributed by Alice Bellesi 2015/5/23 - 17:19




hosted by inventati.org