Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2015-4-5

Remove all filters
Video!

Fite dem Back

mica facile
2015/4/5 - 23:03
Downloadable! Video!

Yellow Ledbetter

Eddie Vedder is one of rock ‘n’ roll’s most insightful and poetic vocalist, but his lyrics aren’t always direct. Pearl Jam’s “Yellow Ledbetter” is not just one of his most cryptic songs, but one of the most ambiguous songs in rock.

Famous for its mostly indecipherable lyrics, “Ledbetter” reveals its meaning mostly in the refrain commonly perceived as “I don’t know whether I was the boxer or the bag.” This line simply suggests a conflicted man, but it was at a 2003 concert at the Xfinity Center in Mansfield (then known as the Tweeter Center) on July 11, 2003 that Vedder sang the lyric as “I think of him when I go to bed, and he’s coming home in a box or a bag.”

This strongly implies that the song was about a man receiving a letter about his brother dying in a war. It was just three days earlier at Madison Square Garden that Vedder sang “I don’t know whether my brother will be coming home... (Continues)
2015/4/5 - 21:56
Downloadable! Video!

Ai potenti della terra

[1977]
Parole e musica di Margot Galante Garrone
Arrangiamenti di Anton Virgilio Savona e del gruppo Strumento Concerto
Da “La Messa dei Villani (nella Cattedrale degli Ingegneri)”, disco pubblicato dalla milanese Divergo
Canta il gruppo Strumento Concerto (Elisa Barberis, Sara Cimino, Norma Midani e Margot)

Semplicemente bellissima!
Scoperta grazie alla segnalazione di Adriana, streguzza nonchè perfida admin di questo impareggiabile sito delle CCG/AWS.
Voi
(Continues)
Contributed by Adriana & Bernart Bartleby 2015/4/5 - 21:27
Video!

Born In The U.S.A.

Bell'articolo ma caduta rovinosa ed inaspettata nel finale. Cos'è questa storia che non amiamo Dancin in the dark? Forse sarebbe meglio parlare al singolare ;) non la amano solo i "ragazzini che ai concerti vogliono anche ballare". Se si legge il testo si ha uno dei tanti esempi della scrittura di Bruce, un vissuto doloroso ma cantato con potenza, celebrazione e anche gioia. Esattamente come Born in the USA.
Stefania 2015/4/5 - 20:23
Downloadable! Video!

По долинам и по взгорьям

Sergej Alimov
Finnish version (translator unknown)
Suomenkielinen versio (kääntäjä tuntematon)

An audio link to the song performed by KOM-teatteri: https://www.youtube.com/watch?v=WXR4ixKTaSU
PARTISAANIMARSSI
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/4/5 - 15:06
Video!

Powderfinger

La versione Locasciulli/De Gregori è molto bella. Qui ho provato a fare una traduzione un po' più letterale. In USA/Canada c'è tutt'ora una discussione in merito al contesto e al significato del brano. Le tesi sono davvero le più varie. Non è una novità che i testi di Neil Young provochino diverse interpretazioni e soprattutto diversi ragionamenti, pensieri, sensazioni e associazioni mentali. Secondo me questo è proprio il compito dell'Arte e credo che N. Young sia davvero un grande artista, che fa benissimo a non svelare mai il reale motivo per cui ha scritto un brano (che può essere ben più "stupido" di quello che può apparire). Non è importante, in fondo, perchè lo ha fatto o cosa pensava esattamente quando lo ha fatto. E' importante l'effetto e lo stimolo che provoca in chi lo ascolta.
Guarda, mamma, c'è una barca bianca in arrivo sul fiume
(Continues)
Contributed by Enrico 2015/4/5 - 14:18
Downloadable! Video!

Ballade Von Den Baumwollpflückern

English translation (translator unknown)

From »The Cotton-Pickers«, Hill and Wang, 1969
SONG OF THE COTTON-PICKERS
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/4/5 - 11:40
Video!

La licenza

Anonymous
Non sono io l'autore, ma e' una filastrocca che conosco da sempre.
Brutta zozza sei morta 'mbriaca (3 volte)
(Continues)
2015/4/5 - 11:14
Downloadable! Video!

Canto General

Finnish translation by Pentti Saaritsa
Suomennos Pentti Saaritsa
PUOLUEELLENI
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/4/5 - 11:08
Downloadable! Video!

Pablo Neruda: Explico Algunas Cosas

LA CCG NUMERO 1000 / AWS NUMBER 1000
Finnish translation by Pentti Saaritsa
Suomennos Pentti Saaritsa
SELITÄN ERÄITÄ ASIOITA
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/4/5 - 11:04
Downloadable! Video!

Ballade Von Den Baumwollpflückern

Chanson allemande – Ballade Von Den Baumwollpflückern – B. Traven – 1925-29
Texte réélaboré par Ernst Busch à partir du récit de B. Traven, mystérieux écrivain allemand transplanté au Mexique, intitulé « Die Baumwollpflücker », publié en 1925.
Musique de Hanns Eisler, composée en 1929.

B. Traven (1882 ? - Mexico 1969) est le pseudonyme d'un écrivain de langue allemande, dont les autres pseudonymes sont, notamment :Traven Torsvan, Berick Torsvan, Otto Feige. L'identité exacte de cet écrivain demeure en partie un mystère.
Son roman le plus célèbre reste Der Schatz der Sierra Madre, qui a été porté à l'écran par John Huston sous le titre Le Trésor de la Sierra Madre. Depuis au moins 1926, B. Traven a cherché à brouiller les pistes sur son passé : pour lui, seule comptait l'œuvre. En 1982, des recherches sérieuses ont démontré que B. Traven avait été dans son passé acteur et activiste anarchiste... (Continues)
BALLADE DES CUEILLEURS DE COTON
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2015/4/4 - 21:51

Die Schuld

Finnish translation by Juha Rämö
Suomennos Juha Rämö
SYYLLISEN JÄLJILLÄ
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/4/4 - 17:05
Video!

Il tempo che resta

4 avril 2015
LE TEMPS QUI RESTE
(Continues)
2015/4/4 - 17:01
Video!

El blues de la violencia

Violencia dicen ante a la más mínima rebelión.
(Continues)
Contributed by Andrea 2015/4/4 - 16:20
Video!

Cantata NO MUOS

VITTORIA NO MUOS: A NISCEMI SEQUESTRATO IMPIANTO

Il Muos di Niscemi è stato sequestrato. La procura di Caltagirone ha ordinato il sequestro dell’impianto satellitare Usa installato nella riserva di Niscemi. Il provvedimento fa seguito alla decisione del Tar di Palermo che aveva accolto i ricorsi dei No-Muos contro la prosecuzione dei lavori di realizzazione del dannoso megaimpianto militare.

Nelle carte del sequestro si parla di “violazione del vincolo paesaggistico di inedificabilità assoluta presente in una riserva naturale” al quale sono sottoposte anche le costruzioni di carattere militare.

http://www.radiondadurto.org/2015/04/0...
2015/4/4 - 13:32

L'Amoureuse d'Arlequin

L'Amoureuse d'Arlequin

Chanson française – L'Amoureuse d'Arlequin – Marco Valdo M.I. – 2015

ARLEQUIN AMOUREUX – 3

Opéra-récit historique en multiples épisodes, tiré du roman de Jiří Šotola « Kuře na Rožni » publié en langue allemande, sous le titre « VAGANTEN, PUPPEN UND SOLDATEN » – Verlag C.J. Bucher, Lucerne-Frankfurt – en 1972 et particulièrement de l'édition française de « LES JAMBES C'EST FAIT POUR CAVALER », traduction de Marcel Aymonin, publiée chez Flammarion à Paris en 1979.

Évidemment, dit Lucien l'âne, tout frétillant du dos et de la queue, ton Arlequin amoureux doit bien avoir une amoureuse…

Évidemment. Mais une amoureuse quelque peu fantasque, qui toujours lui serre le cœur et toujours, lui échappe. Mais des choses amoureuses, on ne saurait tout dire en une fois. Il nous faudra bien toute l'histoire pour en deviner les contours à leur amour. Mais c'est là, je peux déjà... (Continues)
Ne dis pas, ô, Arlecchina
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2015/4/3 - 22:50
Video!

No TAP

[2015]
Album:Quaranta

Lyrics and music by D. Durante / arr.: M. Durante
Vi racconto una storia
(Continues)
Contributed by adriana 2015/4/3 - 14:10
Video!

Ciuri

[2015]
Album :Tu prenditi l'amore che vuoi e non chiederlo più

“Scrivere delle note introduttive per le proprie canzoni è sempre compito grave - spiega l'autore -. Non bisognerebbe mai farlo a disco finito, perchè a quel punto il discorso è chiuso, esaurito, riversato in ognuna delle canzoni e nell'unica canzone che il disco stesso rappresenta: non hai più niente da dire e, soprattutto, non vuoi dire più niente; le storie sono lì e da sole dovrebbero raccontarsi. Si dovrebbe scriverle all'inizio le note, quando l'idea ti ha sfiorato il cuore e la mente, quando hai incrociato per la prima volta i personaggi, la splendida nebulosa che si fa canzone, disarticolata, l'intima cronaca di una scoperta,la timidezza del primo incontro, ma anche lì c'è bisogno di silenzio. Un nome non va sviscerato troppo a fondo per narrarne la storia. Organizzare un'idea, spiegarla, giustificarla al mondo, non... (Continues)
Ciuri, ciuri i gramigna
(Continues)
Contributed by adriana 2015/4/3 - 10:33
Video!

Filastrocca di Jacob detto il ladro

[2015]
Album :Tu prenditi l'amore che vuoi e non chiederlo più

“Scrivere delle note introduttive per le proprie canzoni è sempre compito grave - spiega l'autore -. Non bisognerebbe mai farlo a disco finito, perchè a quel punto il discorso è chiuso, esaurito, riversato in ognuna delle canzoni e nell'unica canzone che il disco stesso rappresenta: non hai più niente da dire e, soprattutto, non vuoi dire più niente; le storie sono lì e da sole dovrebbero raccontarsi. Si dovrebbe scriverle all'inizio le note, quando l'idea ti ha sfiorato il cuore e la mente, quando hai incrociato per la prima volta i personaggi, la splendida nebulosa che si fa canzone, disarticolata, l'intima cronaca di una scoperta,la timidezza del primo incontro, ma anche lì c'è bisogno di silenzio. Un nome non va sviscerato troppo a fondo per narrarne la storia. Organizzare un'idea, spiegarla, giustificarla al mondo, non... (Continues)
Cunnutudorrè
(Continues)
Contributed by adriana 2015/4/3 - 10:26
Video!

La vostra misera cambiale

[2015]
Album :Tu prenditi l'amore che vuoi e non chiederlo più

Feat- Lilith Rita Oberti

“Scrivere delle note introduttive per le proprie canzoni è sempre compito grave - spiega l'autore -. Non bisognerebbe mai farlo a disco finito, perchè a quel punto il discorso è chiuso, esaurito, riversato in ognuna delle canzoni e nell'unica canzone che il disco stesso rappresenta: non hai più niente da dire e, soprattutto, non vuoi dire più niente; le storie sono lì e da sole dovrebbero raccontarsi. Si dovrebbe scriverle all'inizio le note, quando l'idea ti ha sfiorato il cuore e la mente, quando hai incrociato per la prima volta i personaggi, la splendida nebulosa che si fa canzone, disarticolata, l'intima cronaca di una scoperta,la timidezza del primo incontro, ma anche lì c'è bisogno di silenzio. Un nome non va sviscerato troppo a fondo per narrarne la storia. Organizzare un'idea, spiegarla, giustificarla... (Continues)
Sono colpevole certamente
(Continues)
Contributed by adriana 2015/4/3 - 09:41
Video!

Tu prenditi l'amore che vuoi

[2015]
Album :Tu prenditi l'amore che vuoi e non chiederlo più

“Scrivere delle note introduttive per le proprie canzoni è sempre compito grave - spiega l'autore -. Non bisognerebbe mai farlo a disco finito, perchè a quel punto il discorso è chiuso, esaurito, riversato in ognuna delle canzoni e nell'unica canzone che il disco stesso rappresenta: non hai più niente da dire e, soprattutto, non vuoi dire più niente; le storie sono lì e da sole dovrebbero raccontarsi. Si dovrebbe scriverle all'inizio le note, quando l'idea ti ha sfiorato il cuore e la mente, quando hai incrociato per la prima volta i personaggi, la splendida nebulosa che si fa canzone, disarticolata, l'intima cronaca di una scoperta,la timidezza del primo incontro, ma anche lì c'è bisogno di silenzio. Un nome non va sviscerato troppo a fondo per narrarne la storia. Organizzare un'idea, spiegarla, giustificarla al mondo, non... (Continues)
La carrozza del senato
(Continues)
Contributed by adriana 2015/4/3 - 09:29
Downloadable! Video!

Platero

Chanson italienne – Platero – Massimo Liberatori – 2003



Ô Lucien l'âne mon ami, voici une chanson (encore une) où il est question d'un âne…

Qu'on dise que la gloire de Platero viendrait de ce qu'il aurait réchauffé un enfant n'est pas ce qu'il y a de plus intéressant à dire de l'âne, tu peux m'en croire. D'abord, car il y avait aussi, dit-on dans ce conte oriental, dans la même étable, un bœuf lequel question de chauffage est de loin plus efficace que l'âne. C'est une question de masse corporelle. Un bestiau de ce genre pèse trois à cinq fois mon poids, quelque chose entre 600 et 900 kilos. Imagine un radiateur de cette taille…

Là, tu as raison, Lucien l'âne mon ami et puis, question âne, tu en connais certainement un fameux bout. Et je comprends parfaitement que tu ne sois pas très impressionné par cette performance calorifique et que tant qu'à vanter les mérites de l'espèce asine... (Continues)
PLATERO
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2015/4/2 - 23:15
Video!

Lulù e Marlène

Sempre e comunque una canzone del genere una persona la interpreta come vuole non puo esistere un significato altrimenti uccidi un fantastico pezzo.
2015/4/2 - 21:55

Inno dei socialisti còrsi

Anonymous
[1848-49]
Testo trovato su “Noi chiamammo libertà - Canti di lotta sociale e politica livornesi”, una ricerca del 1992 a firma di Paolo Edoardo Fornaciari.
La canzone è ripresa anche da Il Deposito, dove viene attribuita a tal Luigia (o Luigi?) Piras, esule sardo-piemontese ad Ajaccio. Siccome però non ho trovato altri riscontri in Rete, ho preferito lasciare l’attribuzione ad anonimo.
Più certa dovrebbe essere invece la melodia, quella del canto giacobino di primo Ottocento "Benedetta la Repubblica". Anche qui non ho trovato riscontri precisi ma Il Deposito cita la fonte dell’informazione, il volume “Storia d'Italia nel canto popolare” a cura di Nunzia Manicardi, 1996.

Va ricordato che già negli anni della Rivoluzione francese proprio in Corsica operò il rivoluzionario egualitarista “proto-socialista” Filippo Buonarroti (1761-1837), italiano naturalizzato francese, che a Bastia fondò nel 1790 “Il Giornale Patriottico della Corsica”, la prima pubblicazione rivoluzionaria in lingua italiana.
Prodi figli della Corsica
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/4/2 - 13:45
Video!

In questa oscura cella

Anonymous
[seconda metà dell’800]
Versi di autore anonimo.
E’ sull’aria di questa canzone toscana che Pietro Gori compose poi il suo Canto dei coatti
Trovo la canzone nella terza sezione (“La condizione politica del carcere”) del disco “Canti e racconti di prigione” raccolti da Sergio Boldini (coordinatore della sezione culturale centrale del PCI) negli anni 60 e pubblicati nel 1969 dall’etichetta I Dischi del Sole.
In questa oscura cella
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2015/4/2 - 09:59
Song Itineraries: From World Jails
Downloadable! Video!

Salaam, Shalom

Salaam, Shalom - Salaam, Shalom
(Continues)
Contributed by Daria 2015/4/1 - 23:18

Via

dq82 2015/4/1 - 19:07
Downloadable!

Stornelli di Regina Coeli

Anonymous
Un brano di 6,52 min. dal titolo "Stornelli di Regina Coeli" si trova anche nella raccolta de I Dischi del Sole intitolata "Canti e racconti di prigione", a cura di Sergio Boldini, 1969.

Si tratta di un disco contenente tre gruppi di canzoni (sulla condizione umana, criminale e politica del carcere) raccolte da Sergio Boldini (all'epoca coordinatore della sezione culturale centrale del PCI) a Roma tra il 1964 e il 1966 da informatori anonimi.

Questo rafforza ulteriormente l'ipotesi che l'autore non sia affatto Franco Antonicelli.
Bernart Bartleby 2015/4/1 - 17:59
Downloadable! Video!

Canto General

Finnish translation by Pentti Saaritsa
Suomennos Pentti Saaritsa

A link to the song composed by Eero Ojanen and performed by Agit Prop:

THE UNITED FRUIT CO.
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/4/1 - 17:56

Canto a Stalingrado

Tarduzione finlandese di Pentti Saaritsa
Finnish translation by Pentti Saaritsa
Suomennos Pentti Saaritsa
LAULU STALINGRADILLE
(Continues)
Contributed by Juha Rämö 2015/4/1 - 15:02
Video!

Egît [Dûr neçe heval]

d'après la version italienne de Riccardo Venturi, d'après la version turque
d'une chanson curde – Egît [Dûr neçe heval] – Îbrahim Rojhilat – 2006

Par une de ces étranges et fréquentes alchimies de ce site, Adriana a signalé cette chanson, jouée et chantée par Serhat Akbal à Fosdinovo en novembre dernier, au moment où le soussigné et Daniela - k.d. l'écoutaient chantée par le même Serhat Akbal à Piadena (CR) à l'occasion du festival de musique populaire de la Ligue de Culture (qui, chanceusement, n'a absolument rien à voir avec d'autres « ligues »), il y environ deux semaines. Écrite par Nuray Șen, Nail Yurtsever et Nuro Aksoy pour l'auteur-compositeur militant kurde Îbrahim Rojhilat en 2006 (et publiée dans l'album Bengî), cette splendide chanson s'intitule, justement, Egît ; c'est un mot, probablement, intraduisible en italien, mais Gian Piero Testa aurait immédiatement reconnu le grec... (Continues)
HÉROS (NE T'ÉLOIGNE PAS !)
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2015/4/1 - 14:58
Video!

Mille e una notte

Non so come ringraziarvi!
Roberto 2015/3/31 - 23:30




hosted by inventati.org