Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2013-8-9

Remove all filters
Video!

La marcia dei colitici

Chanson italienne - La marcia dei colitici – Giorgio Gaber – 1973
Album: "Far finta di essere sani"
Paroles de Sandro Luporini – musique de Giorgio Gaber

Ah, Lucien l'âne mon ami, voici une chanson de Gaber, Giorgio Gaber... Une chanson qui ne prend pas ses auditeurs pour des cons.

Oh, dit Lucien l'âne en vibrant d'une petite indignation, il y en a beaucoup ici des chansons qui ne prennent pas leurs auditeurs pour des cons... Du reste, comme dit Tonton Georges : « Le temps ne fait rien à l'affaire. Quand on est con, on est con »

C'est une chanson très politique : on y parle d’élections, de parti démocratique, de cabinets... Allez dans les cabinets est en fait le but final... (C'est le but final. Groupons-nous et demain. Au cabinet national, on aura notre festin...)

Ho, ho !, dit Lucien l'âne en riant comme une baleine (ce qui est singulier pour un âne, mais passons, dit une voix venue... (Continues)
LA MARCHE DES COLITIQUES
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2013/8/9 - 21:58
Downloadable! Video!

Samarcanda

Bruciano le divise dentro il fuoco la sera, Hey !
Brucia nella gola vino a sazieta'!
Musica di tamburelli fino all'aurora..
Osvaldo Casarsa 2013/8/9 - 16:01
Video!

La complainte de Michelin‎

‎[174?]‎
Nella raccolta intitolata “Je suis parti un matin... Canti storici raccolti nelle Valli Valdesi” realizzata ‎da La Cantarana nel 1989

Purtroppo la collezione citata, come gli altri contenuti originari del sito de La Cantarana ‎‎(www.lacantarana.it), non sono più consultabili on line, salvo far uso della ‎‎Macchina del Tempo…‎

Lamentazione autobiografica composta da David Michelin, cantastorie girovago originario della ‎Val Pellice, che si esibiva nei villaggi e nelle contrade accompagnandosi con il violino. Nato alla ‎fine del 600 ai Garniers, una borgata a metà strada fra Villar e Bobbio Pellice, nel cuore delle valli ‎valdesi, mise su famiglia in Torre Pellice sposando Madeleine Soguel, dalla quale ebbe quattro figli. ‎Morì a Pomaretto nel 1750, accudito dall’amico Bartolomeo Coucourde, anziano della locale chiesa ‎valdese, in seguito alle torture ed alle privazioni subite... (Continues)
Je suis parti un matin
(Continues)
Contributed by Bernart 2013/8/9 - 14:20

L'amiral Boum

Trenet en scène... Boum !



Cordial

Lucien Lane
Lucien Lane 2013/8/9 - 13:53
Downloadable!

Presso Chatila

[2010]
Album: Perché prima non sarebbe stato adesso
Porta una chiave al collo che gli serve a dimostrare
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2013/8/9 - 11:26
Song Itineraries: The Palestinian Holocaust
Video!

Sto semplice

[2012]
Album: Se fosse per me
Un punto in ritardo in ogni eco-prospettiva,
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2013/8/9 - 11:21
Video!

Volando con le sule

[2012]
Album: Se fosse per me
Se fosse per me, sarei come il Pack per la vita dell’Orso bianco,
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2013/8/9 - 11:16
Song Itineraries: War against Animals
Video!

Come faremo girare la Francia

Raccolta dalle voci di cinque cantori (Riccardo Blanc, del 1924, Sigfrido Galliano, del 1915, Sergio ‎Gilli, del 1937, Querino Ughetto, del 1930 ed Enrico Vinçon, del 1934) a Pinasca, frazione ‎Dubbione, bassa Val Chisone, Piemonte. Registrazione del marzo 1986.‎ Si trova nella raccolta intitolata “Tin Tun Teno - Registrazioni dal vivo di cantori e suonatori delle Valli ‎Chisone e Germanasca” pubblicata nel 1989

Purtroppo la collezione citata, come gli altri contenuti originari del sito de La Cantarana ‎‎(www.lacantarana.it), non sono più consultabili on line, salvo far uso della ‎‎Macchina del Tempo…‎

Canto di protesta, diffuso in bassa Val Chisone, contro le condizioni di vita nelle valli piemontesi, ‎che costringevano la gente ad emigrare, in permanenza o stagionalmente, al di là delle Alpi.‎ La volontà di trasferirsi In Francia è qui associata pure al rifiuto del servizio di leva e... (Continues)
Come faremo girare la Francia
(Continues)
Contributed by Bernart 2013/8/9 - 11:02
Video!

Tra chi beve (e chi è bevuto)

[2012]
Album: Se fosse per me
Puoi pagare un militare con il prezzo di una battaglia.
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2013/8/9 - 11:01
Downloadable! Video!

Chi fermerà queste croci?

Grazie Massimo Bubola .
vivaglialberi@yahoo.it 2013/8/9 - 10:58
Video!

Oh mamma mia son disgraziato (Il minatore ferito)‎

Raccolta dalla voce di Aldo Pons, classe 1940, orig. della borgata Arnaud di Rodoretto, la maggiore ‎frazione del Comune di Prali, Val Germanasca, Piemonte. Registrata nell’aprile del 1987 da Mauro ‎Durando de La Cantarana.‎
Nella raccolta intitolata “Tin Tun Teno - Registrazioni dal vivo di cantori e suonatori delle Valli ‎Chisone e Germanasca” pubblicata nel 1989

Purtroppo la collezione citata, come gli altri contenuti originari del sito de La Cantarana ‎‎(www.lacantarana.it), non sono più consultabili on line, salvo far uso della ‎‎Macchina del Tempo…‎

Uno dei molti canti, un tempo assai diffusi, intonati da mendicanti invalidi per commuovere la ‎gente con il racconto delle proprie disgrazie.‎



Il brano parla di una realtà ben conosciuta nelle valli Chisone, Germanasca e Pellice, dove si ‎contarono nelle numerose miniere parecchi infortuni sul lavoro (famosissimo quello delle miniere... (Continues)
Oh mamma mia son disgraziato
(Continues)
Contributed by Bernart 2013/8/9 - 10:51
Video!

Moritat auf Biermann seine Oma Meume in Hamburg

[1968]
Text und Musik: Wolf Biermann
Lyrics and Music: Wolf Biermann
Testo e musica: Wolf Biermann
Album: Chausseestraße 131



Chausseestraße 131

(leggi anche Wolf Biermann, Chausseestrasse 131, Ostberlin sul blog)



- Die hab' ich satt!
- Das Barlach-Lied
- Deutschland: Ein Wintermärchen (1. Kapitel)
- Ballade auf den Dichter François Villon
- Deutschland: Ein Wintermärchen (Fortsetzung)
- Wie eingepfercht in Kerkermauern
- Zwischenlied
- Frühling auf dem Mont Klamott
- Moritat auf Biermann seine Oma Meume in Hamburg
- Großes Gebet der alten Kommunistin Oma Meume in Hamburg
- So soll es sein - So wird es sein


Chausseestraße 131 è stato il primo album inciso da Wolf Biermann e ha una storia leggendaria: poiché Biermann era bandito nella DDR, e quindi aveva il divieto ufficiale di registrare le sue canzoni, mise su uno studio improvvisato nel suo appartamento. Con l'aiuto... (Continues)
1.
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2013/8/9 - 10:07

L'amour et la boisson

Raccolta nella borgata Jourdan (Giordano) di Prali (Val Germanasca, Piemonte) da Aldo Richard, ‎cantore e custode degli antichi canti abitante a Villa di Prali.‎

‎“L’amore e il bere m’hanno fatto fare una pazzia: ho lasciato la guarnigione per amore di una ‎ragazza…”‎

Canzone ottocentesca in cui il protagonista, un povero coscritto estratto a sorte per il lungo servizio ‎militare, diserta con la speranza che la sua bella possa riscattarlo per denaro. Speranza vana: ‎beccato dai gendarmi senza foglio di congedo viene condannato a morte e sarà giustiziato dal suo ‎stesso sergente
Il brano risale probabilmente all’epoca in cui fu in vigore la legge Gouvion-Saint-Cyr, promulgata ‎da Luigi XVIII nel 1818, che prevedeva il reclutamento attraverso l’ingaggio e l’estrazione a sorte ‎ed una durata della ferma di 6 anni (che aumentava indefinitamente in caso di guerra). La legge ‎prevedeva anche... (Continues)
L'amour et la boisson
(Continues)
Contributed by Bernart 2013/8/9 - 09:41
Song Itineraries: Deserters
Video!

Memento z Banalnym Tryptykiem

Dall'album intitolato "Memento z Banalnym Tryptykiem" registrato nel 1980 ed edito nel 1981.
Właściwie nie ma nic nadzwyczajnego
(Continues)
Contributed by Krzysiek Wrona 2013/8/9 - 00:41

Ir merdaiolo

Chanson italienne - Ir merdaiolo - La Ghenga
Texte de Fabio Meini

Voici, Lucien l'âne mon ami qui rit et qui est toujours content et que je suis toujours content de rencontrer, voici donc une chanson qui devrait te plaire. Et sans doute te rappeler certaines gens que tu as rencontrés tout au long de tes interminables pérégrinations. On en fait du chemin sur des petits sabots noirs comme les tiens et puis, avec le temps...

Je te remercie beaucoup, Marco Valdo M.I. mon ami, de tous tes compliments... Mais avec ça, tu ne m'as rien dit de la chanson... Sans doute, une de tes traductions...

Oui, certes et du pisano, même. Ce n'est pas un exploit particulier que de traduire du pisan, mais c'est l'occasion de faire un petit clin d’œil à notre ami Luccio, lequel se nomme en effet Pisano. Bon, venons-en à la chanson. C'est une sorte de ballade ou de complainte d'un gars qui fait le métier de... (Continues)
LE MERDAILLER
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2013/8/8 - 22:58
Video!

Os vampiros

El genio de José Afonso describió a los personajes de la dictadura de Oliveira-Salazar como estos vampiros que chupaban la sangre del pueblo, lo comían todo y no dejaban nada. Hoy tenemos vampiros democráticos, porque el vampiro, además de ser vampiro, es camaleón, y no hay estaca que valga para acabar con su asquerosa ralea…
LOS VAMPIROS
(Continues)
2013/8/8 - 21:32
Downloadable! Video!

La merda

Un brano da "Il sogno di volare" di Carlo Lucarelli (ispirato alla canzone di Andrea Buffa) che cita il nostro sito:

- Comunque abbiamo isolato qualche parola, se, rifletterete, onestamente, consistenza, ammazzato e così abbiamo trovato la canzone. Si chiama La merda.
- Come si chiama?
- La merdai. Di Anton Virgilio Savona. Ce l'avete internet qui, no?

Il tecnico aveva già aperto la schermata del browser. Digitò la merda e anton vigrilio savona, per la fretta, Google lo corresse in virgilio e gli dette 64900 risultati in 0,49 secondi. Il primo era Canzoni contro la guerra - la merda.
- No, direttamente su YouTube, per favore.

[...]

- Ma non è quello del Quartetto Cetra? - chiese Carlisi. - Quelli della Vecchia fattoria.... sono io l'unico vecchione che se li ricorda?

[...]

- E' lui. Ma non ha fatto solo quello. Era anche un cantautore molto impegnato, e molto arrabiato. Scriveva anche per Giorgio Gaber. Ha preso una poesia di Enzensberger e ci ha fatto una canzone.
2013/8/8 - 21:20

Le voici donc revenu mon ami de grenade

Ancora una canzone tratta dal cosiddetto "Cahier Tron", un quaderno di canzoni raccolte da tal ‎Enrico Tron della borgata Roberso di Massello, in val Germanasca, nel 1898, e trascritte dai cantori ‎de La Cantarana.
Si tratta di un quaderno di cm. 14x21, contenente 143 canti.
Sul frontespizio, la scritta "Tron Enrico / l'anno 1898 / Roberso"
Alcune canzoni sono in francese, altre in piemontese ad altre in italiano.‎

Purtroppo il cahier citato, come gli altri contenuti del sito, non sono più consultabili on line, salvo ‎far uso della Macchina del Tempo…‎

Una canzone che racconta di una diserzione causata dai maltrattamenti subiti e della successiva fuga ‎del protagonista, riparato in Spagna per ben 6 anni per scampare alla corte marziale e alla ‎inevitabile impiccagione.‎
Mi pare che il testo contenga alcune incongruenze: “Mon ami de grenade” potrebbe riferirsi al fatto ‎che i due... (Continues)
Le voici donc revenu
(Continues)
Contributed by Bernart 2013/8/8 - 14:57
Video!

A la mina no voy


Scandalo in Cile: non ci sarà giustizia per i 33 minatori rimasti bloccati nel 2010
di Gennaro Carotenuto

Il tribunale di Atacama, nell’estremo nord del Cile, ha assolto ieri tutti i presunti responsabili del crollo nella miniera San José, che lasciò per 70 giorni 33 minatori a 700 metri di profondità, obbligando a un difficilissimo salvataggio. È l’ennesimo caso di impunità e di disprezzo della vita e della sicurezza dei lavoratori in un paese che si vanta di avere ormai raggiunto il “primo mondo”.

Perfino l’allora ministro per le miniere Laurence Golborne (destra) ha giudicato «incredibile» la sentenza che ha assolto i proprietari della miniera, Alejandro Bohn y Marcelo Kemmeny e i funzionari dell’ente pubblico di controllo. Per Golborne la sentenza è inspiegabile perché era nelle carte che l’impresa non avesse adottato neanche quelle misure di sicurezza -comunque insufficienti- che... (Continues)
2013/8/8 - 11:11
Video!

Kaj ti je deklica

Anonymous
[1914/18]
Canzone popolare slovena
Slovenska narodna pesem
Slovenian folksong



Interpretata dall'Oktet Mi con arrangiamento di Ciril Vremšak

« Cos’hai ragazzina, perché sei così triste / Che cos’ho? Nulla. Ho male al cuore / il mio ragazzo è caduto in guerra». Così questa canzone popolare slovena dell'epoca della "Grande Guerra" che deve essere, senz'altro, annoverata tra le più belle e commoventi dell'intero conflitto, e in ogni lingua. Della canzone vengono usualmente cantate solo le prime tre strofe, e in ordine vario fatta salva la prima che rimane sempre tale. L'ultima strofa è quasi sempre tralasciata. [RV]

„What's up, young girl, why are you so sad? / What's up? Nothing. My heart is so sad / my sweetheart fell in war“. So says this Slovenian folksong from the „Great War“, that should no doubt be included among the most beautiful and moving songs of the entire war, in any language.... (Continues)
Kaj ti je deklica,
(Continues)
2013/8/8 - 10:16
Song Itineraries: World War I (1914-1918)
Downloadable! Video!

Qui !

Brano inserito nella compilation "La musica che fermerà il treno".
Ci danno per vinti
(Continues)
Contributed by adriana 2013/8/7 - 11:15

Mort au travail !

Une société où on ne travaille qu'une demi-heure par mois !



Et si Jean yanne n'avait pas tort...

Mais, la civilisation automobile mencace le monde entier.

Cordial

Lucien Lane
Lucien Lane 2013/8/6 - 22:13
Video!

Lucio Dalla: Disperato erotico stomp

La spiegazione principale è che lui è gay e che faticava ad accettarsi!

"Penso a delusioni, a grandi imprese
a una Tailandese...
Ma l'impresa eccezionale,
dammi retta, è essere normale.

Quindi, normalmente,
sono uscito dopo una settimana
non era tanto freddo, e normalmente
ho incontrato una puttana.

A parte il vestito, i capelli,
la pelliccia e lo stivale
aveva dei problemi anche seri,
e non ragionava male.

Non so se hai presente una puttana
ottimista e di sinistra,
non abbiamo fatto niente,
ma son rimasto solo, solo come un deficiente."

Ma a quel tempo GUAI ad esserlo!
Col tempo s'è accettato!
Il berlinese però non credo se lo sia fatto, ma probilmente l'ha eccitato! xD
Peace and Libertà per TUTTI 2013/8/6 - 04:24
Downloadable! Video!

20 now

Chanson italienne - 20 now – Sine Frontera – 2009
VINGT ANS MAINTENANT
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2013/8/5 - 21:41
Downloadable! Video!

With God on Our Side

[2012]
Lyrics by Keinan Abdi Warsame
Music by Keinan Abdi Warsame and Robert Allen Zimmerman
Album: Chimes of Freedom: Songs of Bob Dylan Honoring 50 Years of Amnesty International (DISC 3)

K'naan, born Keinan Abdi Warsame in 1978, is an amazingly talented Somali-Canadian poet, rapper, singer, songwriter and instrumentalist now based in Toronto, after surviving a harrowing upbringing in war-torn Somalia. He recorded this "cover" version of Bob Dylan's "With God on Our Side", for a compilation album that came out earlier in 2012, Chimes Of Freedom: The Songs Of Bob Dylan Honoring 50 Years Of Amnesty International. K'naan's version of the song with substantially new lyrics, is fantastic, with his own desperate wartime childhood history woven into it..
Designed as a celebration for Amnesty International's 50th Anniversary, Chimes of Freedom is the mother of all tribute albums: a four-disc salute to Bob Dylan that runs some 76 songs performed by singers from all corners of the globe..
It's a movie and the whole world is viewing it
(Continues)
Contributed by giorgio 2013/8/4 - 11:05
Downloadable! Video!

Με κόκκινο

Mirtò Tasiou, il cui pensiero occupa questa drammatica poesia, è la figlia, vivente, di Caterina Gogou. La sua presenza di bambina nell'opera della madre è importante, e di importanza cresce e mi si rivela via via che mi addentro nel labirinto in cui quella donna, a un tempo fragile e coraggiosa, si perse. La chiave principale di questo benemerito sito ci costringe spesso a scegliere là dove i testi sono più marchiati dal fuoco delle lotte, delle quale tuttavia l'ansia di umanità e la felicità della tenerezza sono il presupposto di chi sogna un mondo umano e non si piega. Abbiamo sinora, necessariamente, conosciuto una Caterina Gogou che passa e ripassa la raspa sulle piaghe proprie e della società: ora la citazione della figlioletta mi dà l'occasione - nella quale speravo - di mostrarne un'altra faccia. Lo speravo, non solo perché i nostri visitatori ne fossero edotti, ma anche perché... (Continues)
Gian Piero Testa 2013/8/2 - 20:24
Downloadable! Video!

La ninna nanna de la guerra

Più che propria della sua epoca, mi sembra purtroppo ATTUALISSIMA...
Fede 2013/8/2 - 16:27
Video!

Dbaj o miłość

Testo e musica : Tadeusz Nalepa
Rankiem dbaj o miłość
(Continues)
Contributed by Krzysiek Wrona 2013/8/2 - 03:19
Downloadable! Video!

Bulat Šalvovič Okudžava / Булат Шалвович Oкуджава: Франсуа Вийон (Молитва)

Fransua Vijon (Molitva)
[1963]
Testo e musica: Bulat Okudžava
Lyrics and music: Bulat Okudžava
Album: Чудесный вальс (Valzer meraviglioso), 1969
Album: Чудесный вальс (Wonderful Waltz), 1969

Una canzone dedicata a François Villon che Bulat Okudžava scrisse nel 1963. Si trova in alcune raccolte ma credo che il primo disco in cui compare sia “Чудесный вальс” ‎‎(“Wonderful waltz”) del 1969.‎ [Bernart]

‎‎
Пока земля еще вертится,
(Continues)
Contributed by CCG/AWS Staff + Bernart 2013/8/1 - 23:45
Video!

Timişoara

alorra....TIMISOARA NON E IN TRANSILVANIA ....E IN BANAT!!!
IONELA 2013/8/1 - 22:58
Downloadable! Video!

Lume, lume

Anonymous
"Questo è un canto tradizionale rumeno. Diciamo “rumeno” perché è in lingua rumena; la musica è zingaresca, balcanica, carpatica, è musica di quelle parti. Non si può sapere cosa sia. Lo cantano sia i rumeni che gli zingari, e anche gli zingari, a quanto ci risulta, lo cantano in rumeno".
VOGLIO SOLO CORREGERE: E UN CANTO TRADIZIONALE RUMENO DALLA PARTE DI MOLDAVIA,PERO LA MUSICA NON E ZINGARA, E MUSICA "LAUTAREASCA - IN RUMENO".NON TROVO IL SEGNIFICATO ESATTO IN DICTIONARIO,PERO "LAUTAR(RO)-STRIMPELLATORE(IT) E LA PERSONNA CHE CANTA QUESTA MUSICA.
IONELA 2013/8/1 - 22:38
Video!

La Guerrillera

[1977]
Dall'album "Luche luche". La canzone viene censurata, i suoi dischi confiscati.
Poncho abierto sobre el alba,
(Continues)
Contributed by Maria Cristina Costantini 2013/8/1 - 19:02
Downloadable! Video!

25 Μαίου

Questa poesia è stata musicata con il titolo Ένα πρωί/Una mattina da Vasso Allaghianni (Βάσω Αλλαγιάννη) , e la canzone è stata postata ancora inedita nel 2012 dalla stessa compositrice in You Tube. Della stessa Allaghianni da pochi giorni si può ascoltare in AWS Με κόκκινο/Col rosso, un altro notevole tributo alla poesia di Caterina Gogou. La cosa mi obbliga ad ampliare il cenno alla musicista, che già mi era capitato di dedicarle quasi di sfuggita quando postai Αχ Ελλάδα!/Ahi Grecia! del bizzarro Manolis Rasoulis, allora privilegiando l'autore dei famosi versi (cercavo il pretesto per infilare una sua nota biografica) a scapito della compositrice della musica.

Pur non rilevando nel suo blog la data di nascita, non ci è difficile dedurla approssimativamente dall'informazione, lì contenuta, che suoi mentori artistici furono dapprima Manos Loizose poi Notis Mavroudis per incoraggiamento... (Continues)
Gian Piero Testa 2013/8/1 - 15:16
Downloadable! Video!

Raffaele

bellissimo testo da diffondere. Io non lo trovo, cantato, da un'infinità di anni. Grazie.
roberto de pas 2013/7/31 - 22:42
Downloadable! Video!

Matthew, Mark, Luke and John

‎[1973]‎
Scritta da Dave Pegg e Dave Swarbrick.‎
Nell’album intitolato “Rosie”, il primo dopo l’abbandono di Simon Nicol e l’ingresso nella ‎formazione di Trevor Lucas e Jerry Donahue.‎


Un appello ai Quattro Evangelisti: com’è che sulla Terra ci sono tanta violenza e sopraffazione, ‎tanta povertà e fama? Cos’è che è andato storto? Se è vero che amate gli uomini, venite un po’ a ‎spiegarci che succede…‎
Ma Matteo, Marco, Luca e Giovanni sembrano - o, forse, fanno finta, un po' come le tre scimmiette – non sentire…‎
Matthew, Mark, Luke and John,
(Continues)
Contributed by Bernart 2013/7/31 - 15:49
Video!

Breakfast in Mayfair

‎[1971]‎
Scritta da Simon Nicol (1950-), cantante e multistrumentista che ha militato nei F. C e nella ‎‎Albion Band.‎
Nell’edizione in CD dell’album “‘Babbacombe’ Lee” pubblicata nel 2004.‎



Nell’edizione originale del 1971 i brani non erano distinti ma accorpati in cinque lunghe suite.‎
Questo era contenuto probabilmente nella terza, quella intitolata “Tragedy Now Strikes Hard. ‎The World's Imagination Is Caught By The Brutal Senseless[Ness] Of The Apparent Criminal Who ‎Slays His Kind Old Mistress.”‎

Un concept album dedicato a John Henry George Lee (1864-1945), meglio conosciuto come John ‎‎"Babbacombe" Lee o, ancora meglio, come "The Man They Couldn't Hang", un uomo originario ‎del Devon inglese che nel 1884 fu accusato dell’omicidio di una donna. Lui si professò sempre ‎innocente ma venne condannato a morte a seguito di un processo completamente indiziario. Il 23 ‎febbraio 1885... (Continues)
The world has surely lost it's head
(Continues)
Contributed by Bernart 2013/7/31 - 15:33




hosted by inventati.org