Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2012-10-29

Remove all filters
Downloadable! Video!

Κοντά στο Σηκουάνα

d'après la version italienne VICINO ALLA SENNA de Gian Piero Testa
d'une
Chanson grecque – Κοντά στο Σηκουάνα – Stavros Xarchakos / Σταύρος Ξαρχάκος – 1993

Une chanson restée, je crois, presque inconnue malgré les trois monstres sacrés - peut-être dépassés maintenant depuis longtemps – qui participèrent à sa composition et à son interprétation. Le texte est de Nikos Gatsos, près de laisser ses deux amis: Stavros Xarhàkos, qu'il écrivit la musique et Nanà Moùskouri, qu'il l'interpréta. Nous sommes en 1993 mais, comme un éclair sinistre, la mémoire, ou l'imagination éclaire le début lointain de la guerre en France. Le pressentiment d'une personne "différente", l'effarement des gens absorbés par leur habituelle joie de vivre, les avions en vol rasant sur la Seine, la cloche qui interrompt ses coups car il y n'a pas de prière qui vaille. "Mon Europe, fleuve sombre."..

En marge: j'éprouve toujours... (Continues)
PRÈS DE LA SEINE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2012/10/29 - 21:27
Video!

The Childcatcher

I was still a child when you caught me and tied me to your bed
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2012/10/29 - 20:52
Song Itineraries: Child Abuse

Jutlandia

[1986]
Testo e musica: Kim Larsen
Words and music: Kim Larsen
Tekst og musik: Kim Larsen
Album: Forklædt som voksen (Kim Larsen & Bellami)

Può succedere che un episodio storico quasi dimenticato venga ricordato e rimesso in auge da una canzone; così è accaduto alla Jutlandia, una nave danese che servì da ospedale durante la guerra di Corea, tra il 21 gennaio 1951 e il 16 ottobre 1953. Kim Larsen, una delle più amate rockstar danesi (ma notissimo in tutta la Scandinavia), scrisse questa canzone nel 1986 inserendola nell'album Forklædt som voksen (alla lettera qualcosa come "vestito da adulto" o "travestito da grande"), all'epoca in cui suonava assieme alla band dei Bellami; divenne uno dei maggiori hits in tutti i paesi scandinavi, quell'anno. L'album ha una curiosa copertina "canina":

Det var i nittenniogfyrre eller cirka der omkring
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2012/10/29 - 16:19
Video!

Don’t Let My Marigolds Die

Album “Time of the Last Persecution”‎

‎[1971]‎

Please don’t take the sun from the sky
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/29 - 16:18
Video!

There Is a Valley

C'È UNA VALLE
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/29 - 16:08
Video!

Gentle Willie

Non mi sono accorto che questa canzone c'era già...
Visto che però ho fatto una mia traduzione la proprongo, anche perchè "For to lay down his life" tradotto con "Per adagiare la sua vita" non mi piace punto...
WILLIE IL TENERO
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/29 - 15:22
Video!

Freedom Highway

‎‎[1965]‎
Album “Freedom Highway”‎
Scritta da Roebuck "Pop" Staples (1914 –2000), patriarca e membro dei Staples Singers, insieme al ‎figlio Pervis e alle figlie Mavis, Yvonne e Cleotha.‎

‎Il Tallahatchie citato nel brano è il fiume in cui il 28 agosto fu gettato il corpo ‎del quattordicenne afroamericano ‎‎Emmett Till, torturato ‎selvaggiamente, ucciso e gettato nelle acque del fiume che scorre presso Money, Mississippi. ‎Affinchè il corpo non riemergesse venne ancorato con del filo spinato ad una pesante sgranatrice ‎per il cotone.‎



Gli assassini, due bianchi, si chiamavano Roy Bryant e J. W. Milam, il suo fratellastro: furono ‎processati ed assolti, coperti da una bieca campagna di stampa e addirittura dal presidente USA di ‎allora, Dwight D. Eisenhower, che impedì personalmente ogni riapertura di inchiesta e processo, ‎così da non perdere i voti dei suprematisti del Sud. Briant... (Continues)
Marching on the freedom highway
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/29 - 14:09
Video!

[Ain't Gonna Let Nobody] Turn Me Around

Versione de The Roots dalla colonna sonora del film ‎documentario “Soundtrack for a Revolution” diretto nel 2009 da Bill Guttentag and Dan Sturman.‎
AIN'T GONNA LET NOBODY TURN ME 'ROUND
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/29 - 12:19
Video!

‎95 South (All of the Places We've Been)‎

‎[1977]‎
Album “Bridges”, con Brian ‎Jackson

Canzone che è un tributo a Fannie Lou Hamer (1917-1977), importante attivista per i diritti civili, ‎tra gli organizzatori della “Freedom Summer”, quando nel 1964 molti volontari si recarono – a loro ‎rischio e pericolo – in Mississippi con l’obiettivo di registrare la popolazione afroamericana così da ‎consentire ai neri il diritto di voto che di fatto era loro negato. Fannie Lou Hamer, cristiana fervente ‎e grande oratrice, fu anche la vice-presidente del partito politico Mississippi Freedom Democratic ‎Party.‎




"All my life I've been sick and tired. Now I'm sick and tired of being ‎sick and tired."
Fannie Lou Hamer
In my lifetime I've been in towns
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/29 - 11:50
Downloadable! Video!

Beppino (Dalle rive dell'Arno un mattino)

Anonymous



Alessandro Giobbi, in arte "Il Menestrello", nato a Firenze nel 1968, è un musicista e cantante da anni attento ricercatore ed esecutore di musica popolare toscana. E' legato storicamente al Centro Popolare Autogestito Firenze Sud (CPA) ed è recentissimo autore del libro-cd "Tarabaralla - Canti e tradizioni toscane". Durante la presentazione del libro-cd al CPA, il 19 ottobre 2012 (con introduzione di Riccardo Venturi), Il Menestrello ha voluto anche eseguire la "versione integrale" del Beppino così come scritta, probabilmente, da un partigiano della divisione "Arno", poi divenuta Divisione Potente. Due parole sulla melodia: O Gorizia, tu sei maledetta fu eseguita in pubblico per la prima volta, come è noto, durante uno spettacolo in occasione del "Festival dei Due Mondi" di Spoleto del 1964, suscitando un putiferio; ma era evidentemente un canto parecchio noto in ambito popolare e resistenziale, se una canzone partigiana dell'immediato dopoguerra, e che narrava di avvenimenti appena avvenuti, poté essere composta proprio sulla sua aria.
BEPPINO
(Continues)
Contributed by CCG/AWS Staff 2012/10/29 - 09:52
Video!

Peace of Mind

‎[1968]‎
Parole di Nick Woods (e Delbert Millard?)‎
Musica di Nina Simone (ed Horace Ott?)‎
Dall’album “’Nuff Said!” registrato dal vivo durante un concerto al NYCB Theater at Westbury ‎‎(allora chiamato Westbury Music Fair) il 7 aprile 1968, tre giorni dopo l’assassinio di Martin Luther King ed ‎interamente dedicato al carismatico leader dell’African-American Civil Rights Movement.‎

Difficile avere “peace of mind” in quei giorni terribili!‎
Nello stesso album anche The Backlash Blues, Why? (The King of Love Is Dead) e il medley ‎‎Ain't Got No / I Got Life dal musical ‎‎“Hair” che aveva esordito a Broadway nell’ottobre del 1967.‎
All we need
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/29 - 09:16
Video!

Mille

[2011]
Testo di Eugenio Bennato
Musica di Carlo D'Angiò
Album: Questione Meridionale

Lyrics by Eugenio Bennato
Music by Carlo D'Angiò
Album: Questione Meridionale


“Ho intitolato così questa raccolta di brani nuovi prendendo a prestito la famosa espressione coniata al parlamento di Torino appena avvenuta l’Unità d'Italia. I miei maestri sono gente anonima di un profondo sud, i personaggi che racconto sono i briganti di una storia negata, le voci e gli strumenti sono espressione di un sud ancora più profondo che viene dal Mediterraneo e dall’Africa, madre di tutte le leggende, e giunge oggi in Italia con i nuovi flussi migratori della storia”. (Eugenio Bennato)

Come molti sanno, questo sito include una pagina assai cospicua su quella che è probabilmente la canzone più famosa di Eugenio Bennato: Brigante se more. Una pagina sulla quale, tra le altre cose, lo stesso Eugenio Bennato è... (Continues)
Mille garofani strappati dai giardini,
(Continues)
Contributed by CCG/AWS Staff 2012/10/29 - 00:22
Downloadable! Video!

Brigante se more

Non credo che la falsa citazione sia da imputare a Aldo De Jaco (a cui appartiene invece il testo riportato nell'introduzione, tratto da un libro del 1969 quindi sicuramente anteriore allo spettacolo "La storia Bandita").

In effetti la citazione è riportata su diversi altri siti senza specificare che si tratta di un monologo teatrale. Certo è che qualcuno si è divertito a spacciare per originale un'opera moderna, un po' come è successo alla canzone di Bennato...
Lorenzo 2012/10/29 - 00:18
Video!

Mille

CCG/AWS 2012/10/29 - 00:13
Video!

Supper's Ready

Ho 47 anni e ascolto i Genesis da quando ne avevo 14... a 24 anni ho lasciato l'Italia e gli unici vinili che mi hanno seguito sono stati naturalmente la mia collezione completa dei Genesis... li ho ricomprati in CD, ho cercato nei mercatini tutti i bootlegs che ho potuto per anni e anni, finche' internet ha messo a disposizione di tutti praticamente le registrazioni di ogni loro concerto... Non mi stanco mai di questa musica meravigliosa... periodicamente rispolvero uno dopo l'altro i dischi dell'epoca dorata con Gabiel e nonostante ascolti musica da sempre nessun gruppo mi ha mai dato le sensazioni della musica geniale dei Genesis.
Grazie Riccardo per la tua stupnda traduzione di Supper's Ready e grazie a tutti questi commenti che non fanno che confermare la grandezza di questa musica meravigliosa (e mi fanno sentire meno solo in questa trentennale passione)
Andrea 2012/10/28 - 23:06
Video!

You Are Here

[1973]
Album: Mind Games

"You Are Here" explores the theme of two star-crossed lovers destined to be together, it shows how even two persons of very different culture can fall in love.
In this arid world of racial hate, a universal love example for all of us..
From Liverpool… to Tokyo
(Continues)
Contributed by giorgio 2012/10/28 - 14:35
Song Itineraries: Anti War Love Songs
Video!

Amsterdam

[1969]
Album: Wedding Album

Wedding Album was no-show in the British charts, but managed to peak at No. 178 in the United States. The album was available on vinyl, cassette tape and 8-track tape, each with the same deluxe packaging. It was also advertised through magazine print advertisements, which Lennon and Ono's previous two albums had not.
When Wedding Album was released, at least one music press reviewer was led to believe that the album was more experimental than it actually was. Richard Williams, who had been given two single-sided test pressings for his Melody Maker review, each with a blank side featuring only an engineer's test signal, took it to be a double album. Reviewing it as such, he noted that sides two and four consisted entirely "of single tones maintained throughout, presumably produced electronically". This led Lennon and Ono to send the following telegram to Williams:

Dear... (Continues)
John: Okay, Yoko.
(Continues)
Contributed by giorgio 2012/10/28 - 11:20
Video!

Crazy Life

[1997]
Lyrics & Music by Glen Phillips
Album: Coil



The story of Leonard Peltier as described in the book "In the Spirit of Crazy Horse" was the inspiration for the Toad song Crazy Life. There are many disagreements and strong feelings on all sides about the shootout at Jumping Bull Ranch on June 6, 1975.
Leonard Peltier is an imprisoned Native American considered by Amnesty International, the Southern Christian Leadership Conference, National Congress of American Indians, the Robert F. Kennedy Memorial Center for Human Rights, Archbishop Desmond Tutu and Rev. Jesse Jackson, among many others, to be a political prisoner who should be immediately released.

Leonard Peltier was convicted for the deaths of two FBI agents who died during a 1975 shoot-out on the Pine Ridge Indian Reservation. Leonard Peltier has been in prison for over 29 years.
The Wounded Knee occupation of 1973... (Continues)
Anyway now, it don't seem right
(Continues)
Contributed by giorgio 2012/10/27 - 15:37
Video!

(I Have) a Dream

[2006]
Lyrics & Music by Lonnie Rashid Lynn, Jr. (Common) [Chorus - Will.i.am and Martin Luther King]
Album: Freedom Writers [Soundtrack] (Various Artists, track 1)

"A Dream" is a single by rapper Common from the soundtrack to Freedom Writers. It is produced by Will.i.am , who also sings the song's chorus. The song heavily samples Martin Luther King Jr.'s historical "I Have a Dream" speech, which relates to the song's lyrics about racism. The single release of "A Dream" includes two Will.i.am tracks, "Colors" and "Bus Ride".
The video for the single contains scenes from the Freedom Writers movie (many of which feature Hilary Swank, its lead actress), mixed with partially animated sequences featuring will.i.am singing on a podium and Common rapping in hallways and rooms in front of stylized images of both the Holocaust and United States of America's black civil rights movement. Television... (Continues)
I am happy... I-I am happy...
(Continues)
Contributed by giorgio 2012/10/27 - 12:35
Downloadable! Video!

Tre fratelli

[1979]

Album: Bioradiofotografie
Accadde nel paese di sole e d’allegria
(Continues)
Contributed by adriana 2012/10/27 - 11:07
Downloadable!

Hablemos sobre el mundo

Letras por Sangam Panta (Nepal)
Corrección de la letra por Andres Rossetti (Bolivia)
Tomamos más de lo necesario. ahora es tiempo para pensar.
(Continues)
Contributed by Anuj Khanal 2012/10/27 - 09:53
Video!

Peaceful Revolution

[1990]
Lyrics & Music by Nick Hexum
Album: Dammit!
It's good to be alive in the peaceful revolution
(Continues)
Contributed by giorgio 2012/10/27 - 09:49

Powerman

[1970]
Lyrics & Music by Ray Davies
Album: Lola Versus Powerman And The Moneygoround, Part One
I know a man,
(Continues)
Contributed by giorgio 2012/10/27 - 09:07
Downloadable! Video!

Stella Clandestina

Version française – ÉTOILE CLANDESTINE – Marco Valdo M.I. – 2012
Chanson italienne - Stella Clandestina – Luf - 2010

« Au fond "Étoile clandestine" naît quand commencent à sortir ces lois "raciales", ces lois par lesquelles, d'un jour à l'autre on se retrouve clandestin. Et si on se retrouve clandestin et qu'on a 20 ans, 30 ans : c'est un problème, mais si on se retrouve clandestin quand on est encore un enfant de deux ans ? C'est une tragédie ! »... [ Darius Canossi sur Bielle]
ÉTOILE CLANDESTINE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2012/10/26 - 22:23

Approche-toi, écoute bien

‎[1977]‎
Parole di Claude Lemesle (1945- ), paroliere parigino
Musica di Michel Fugain
Album “Un jour d’été dans un havre de paix”, con il gruppo La Compagnie‎
Approche-toi, écoute bien
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/26 - 14:42

Foutez-nous la paix (Chanson des enfants)

‎[1977]‎
Parole di Claude Lemesle (1945- ), paroliere parigino
Musica di Michel Fugain
Album “Un jour d’été dans un havre de paix”, con il gruppo La Compagnie‎
Qu'on clairi-claironne, que l'on danse de joie,
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/26 - 14:40
Video!

Capitaine, capitaine (Chanson des non-violents)‎

‎[1977]‎
Parole di Maurice Vidalin (1924-1986), paroliere francese‎
Musica di Michel Fugain
Album “Un jour d’été dans un havre de paix”, con il gruppo La Compagnie‎
Capitaine, capitaine,
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/26 - 14:36

Capharnaüm

‎[1981]‎
Parole di Maurice Vidalin (1924-1986), paroliere francese‎
Musica di Michel Fugain
Dall’omonima commedia musicale del 1982.‎

Da noi non credo si usi, ma in Francia “cafàrnao” (da Kefar Nahum, cittadina della Galilea, sul lago ‎di Tiberiade, dove si vuole che Gesù abbia iniziato la sua predicazione) significa luogo di grande ‎disordine e casino…‎
Quand on met les deux pieds dans ce grand merdier,
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/26 - 14:29
Video!

C'est pas ma faute si j'ai pas fait Verdun

‎[1969]
Parole di Pierre Delanoë (1918-2006, nome d’arte di Pierre Leroyer), famoso paroliere francese.‎
Musica di Michel Fugain.‎
Album “Michel Fugain”, 1970


La battaglia di Verdun è stata una delle più lunghe, cruente e sanguinose battaglie del primo ‎conflitto mondiale e, forse, della storia. Si tenne presso la cittadina della Lorena tra il febbraio ed il ‎dicembre del 1916. Vi trovarono la morte - a seconda delle ricostruzioni - tra i 600.000 e i 900.000 ‎soldati francesi e tedeschi. Verdun mantiene ancora oggi il primato di campo di battaglia con la ‎maggior densità di morti per metro quadro.‎

Alla fine del mese di maggio del 1942 a Bir Hakeim, nel deserto libico, francesi e tedeschi si ‎scontrarono in una furiosa battaglia durata sei giorni. I legionari francesi ebbero la meglio sulle ‎truppe di Rommel.‎

Alla fine della seconda guerra mondiale, nella primavera del 1945,... (Continues)
C'est pas ma faute si j'ai pas fait Verdun,
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/26 - 14:18
Video!

Les gentils, les méchants

‎[1973]‎
Album “Fugain et le Big Bazar - numéro 2”‎
Testo trovato su Bide & Musique
Qui c'est qui est très gentil
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/26 - 13:41
Video!

The Never Ending Happening

L’INCESSANTE ACCADERE
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/26 - 13:22
Video!

Be at Peace With Yourself

“La pace non è assenza di guerra: è una virtù, uno stato d'animo, una disposizione alla benevolenza, ‎alla fiducia, alla giustizia.” Baruch Spinoza (1632 - ‎‎1677), filosofo olandese, criticando il determinismo disincantato del britannico Thomas Hobbes‎

“Di pace si parla tanto, si firmano trattati, ma solo un'umanità formata da individui che hanno ‎raggiunto la pace interiore potrà eliminare le guerre.” ‎‎David Lynch, regista, fondatore della “David Lynch ‎foundation for consciousness-based education and world peace”‎
SII IN PACE CON TE STESSO
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/10/26 - 12:03
Downloadable! Video!

Αρκαδία ΙΙ

Terminata la ristrutturazione anche della pagina dedicata a Αρκαδία ΙΙ; sono stati inseriti anche tutti i video delle canzoni (interpretate da Dora Giannakopoulou e Mikis Theodorakis stesso), tranne quello della n° 7, Ο λόγος ο στερνός, che ha finora resistito ad ogni ricerca.
Riccardo Venturi 2012/10/26 - 11:32




hosted by inventati.org