Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2012-1-1

Remove all filters
Video!

May (Lies, Fear & Hate)

[2005]
Album: Lies, Fear, Hate.
When the muezzin call, they sing for freedom
(Continues)
Contributed by giorgio 2012/1/1 - 23:42
Downloadable! Video!

Contro

Chanson italienne – Contro – Germano Bonaveri – 2004
CONTRE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2012/1/1 - 22:46
Downloadable! Video!

Palestine

[2005]
Album: Lies, Fear, Hate.
In the Garden of Eden,
(Continues)
Contributed by giorgio 2012/1/1 - 19:30
Song Itineraries: The Palestinian Holocaust
Downloadable!

Στον πόλεμο βγαίν' ου Ιταλός


Appunti sulle canzoni antimussoliniane della guerra italogreca 1940-41

Oggi in youtube è rintracciabile più d'una illustrazione di Στον πόλεμο βγαίνει ο Ιταλός nella interpretazione di Sofia Vembo, nella quale si coglie chiaramente la sua adozione della cadenza dialettale della Tessaglia.



Antecedente di questa canzone era stata, come ho scritto nel commento qui sopra, la rielaborazione di una canzone "vlahika" (paesana) che, secondo la voce «Σοφία Βέμπο» di Wikipedia in greco, la cantante aveva appreso dalla madre. La Vembo si sarebbe limitata a integrare un po' il testo e, è da supporre, a far orchestrare il motivo tradizionale, in modo da poterlo inserire nel repertorio con il titolo di "Στη Λάρ' σα βγαίν' ο Αυγερινός" (1940). Vedi qui l'interpretazione della stessa Vembo:


Στ'Λάρ'σα βγαίν' ο Αυγερινός

Στ'Λαρ'σα βγαίν' o Αυγερινός
στ'ν Ανακασά η Πούλια
έβγα Σμαραϊγδή,... (Continues)
GIan Piero Testa 2012/1/1 - 17:21
Video!

Don Luigi Verzé

[2011]
Sull'aria di Don Raffaè di Fabrizio de André
Testo di Alessandro Robecchi




Ci diranno, magari, che siamo particolarmente irrispettosi, irriguardosi e cinici perché abbiamo scelto questa irresistibile parodia del duo Alessandro Robecchi/Maurizio Crozza per inaugurare il nono anno di questo sito, giusto all'indomani della dipartita di don Luigi Maria Verzé da questa valle di làgrime. Pazienza. Vorrà dire che andremo all'inferno, peraltro discretamente certi di trovarci proprio anche don Verzé in persona, fulgido esempio di povertà francescana. Ci beccheremo eventualmente gli strali di Pompifex Pontifex, ma non possiamo nascondere la nostra gioja & letizia che il 2011 se ne sia andato portando via in un sol giorno un paio di discreti pezzi di merda. E non è nemmeno, in fondo, per inveterato anticlericalismo: fosse scomparso un Don Gallo, non avremmo certo scritto cose del genere. [AiL]
Quello è un prete vestito di nero,
(Continues)
Contributed by Ahmed il Lavavetri 2012/1/1 - 02:25
Song Itineraries: Antiwar Anticlerical
Video!

L'anno che verrà

Son sempre le slite menate, come il discorso del presidente.
E ora sotto con i rincari.! Aveva ragione Dalla, non cambia mai niente, se non in peggio..
Stefano 2012/1/1 - 00:20
Downloadable! Video!

Il disertore

2003
Songs about amore and revolution
Non c'è una lama che non tagli, un taglio che non faccia male
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2011/12/31 - 15:43
Song Itineraries: Deserters
Video!

New World

[1983]
Album "Is This My World?"

"Sarebbe questo il mio mondo? Un nuovo mondo dove le stelle del cinema governano..."
You live for tomorrow but you're dying today
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/12/31 - 14:53
Downloadable! Video!

Vietnam Syndrome

[1983]
Album "Is This My World?"

L'espressione "sindrome del Vietnam" fu coniata nel 1980 da Ronald Reagan in un suo famoso discorso nel quale si scagliava contro tutto e tutti, contro l'amministrazione Nixon e gli accordi di pace di Parigi del 1973, contro l'amministrazione Carter, contro i Viet Cong interni, ossia i pacifisti americani, e contro il senso di disfatta che si era appropriato del popolo americano dopo la cocente sconfitta in Indocina...

In questa canzone la "sindrome del Vietnam" è cosa ben poco politica e assai più prosaica, il "posttraumatic stress disorder" che affliggeva molti reduci dai campi di battaglia e le difficoltà che molti di loro trovavano una volta tornati a casa, combinazione di fattori che rendeva i veterani particolarmente inclini a diventare protagonisti di episodi di cronaca nera...
Nonostante le attuali guerre ipertecnologiche e i progressi delle scienze mediche non mi pare che le cose vadano molto meglio ai reduci di conflitti come quelli in Iraq e Afghanistan...
Ten years back from Vietnam
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/12/31 - 14:33
Downloadable! Video!

Brigante se more

Mi sono letto con calma tutti i commenti a corredo di questa canzone, ed ha ragione l'amm.re del sito quando afferma che trattasi di un vero e proprio trattato. Avrebbe però fatto bene l'autore ( E.B.)a dirla tutta circa i contenuti della canzone; E' evidente che il testo è una elegia del brigantaggio come insorgenza rivoluzionaria ma è anche evidente che l'autore non ha voluto dare sponda alla dinastia dei Borbone, neanche assegnandole il motivo ispiratore. In questo io ci vedo un dolo in quanto o l'autore all'epoca volle essere politicamente corretto (e quindi non urtare la suscettibilità dei liberal-social-democratici) o effettivamente lui ritiene che della dinastia( i Borbone), non c'era niente a cui appigliarsi, in special modo in una battaglia di insorgenza; Ad ulteriore dimostrazione si conferma, quanto espresso, con la canzone di coda ( Vurria addventare). Comunque quale sia la realtà... (Continues)
Luigi Bocchino -Benevento 2011/12/31 - 14:18
Video!

Berlino Est 1980

2001
Romantic Songs of dissidence
Qui non c'è il mare, qui non c'è il sole
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/31 - 12:58
Video!

Fiori marci nei fucili

2001
Romantic Songs of dissidence
Un filo di spine, brandelli di stoffa, bianco cielo al neon
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/31 - 12:57
Downloadable! Video!

Belfast Brucia Negli Occhi Di Sara

Da Romantic Songs Of Dissidence (2001)
Caffè nero, un cielo di cenere
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/31 - 12:39
Song Itineraries: Conflicts in Ireland
Downloadable!

Viet -Vet

Il brano è del 1982... Il titolo corretto è Viet-Vet, visto che è una canzone sulla condizione dei reduci di guerra americani...
Bartleby 2011/12/31 - 11:38
Video!

Le parole incrociate

Ελληνική μετἀφραση του Ρικάρντου Βεντούρη
31 dicembre / 31 Δεκεμβρίου 2011


Le parole incrociate (Το σταυρόλεξο) είναι τραγούδι σε μορφή ορισμών σταυρόλεξου, ίσως το ωραιότερο τραγούδι στη καριέρα του Λούτσιο Ντάλλα. Ένα τραγούδι που μας κάνει και ανατριχιάζουμε και τώρα σαν το ξανακούσουμε, αλλ' όχι μόνο για συγκίνηση, και για θυμό. Αν διατρέχουμε την ιστορία Ιταλίας και μετά το 1974, όταν ο μεγάλος ποιητής Ρομπέρτο Ροβέρσι έγραψε τους στίχους αυτούς, η αξία του τελικού στίχου δεν έπαψε να υπάρχει, κι αυξήθηκε αντιθέτως· η εξουσία παραβιάζει, κι έχει παραβιάσει ολοένα περισσότερο από τις καταστροφές στις μασονικές στοές, από τις μάφιες στη κατάπνιξη, από τη Lockheed στον Κάρλο Τζουλιάνι. Ο Λούτσιο Ντάλλα εκτέλεσε αυτό το τραγούδι ήδη τον προηγούμενο χρόνο στα κοντσέρτα που έκανε μαζί με τους Φραντσέσκο ντε Γκρεκγόρι κι Αντονέλλο Βεντίττι και με τη Μαρία Μόντι. Στον πρόλογο, ο Ντάλλα έλεγε... (Continues)
ΤΟ ΣΤΑΥΡΟΛΕΞΟ
(Continues)
2011/12/31 - 11:31
Happy new year for all? Sure. But something's telling us that 2012 won't be so good a year. As it stood written on a wall, merry crisis and happy new fear. Anyway, the whole AWS staff wishes everyone a happy end of the world: MAY A/ll save themselves!
Riccardo Venturi 2011/12/31 - 11:20
Video!

Armagh

[1981]
Dall'album d'esordio "Playing with a Different Sex".
Dedicata alle prigioniere nord-irlandesi nelle carceri britanniche.
A questa canzone degli Au Pairs si è ispirato Mark Gunnery per la sua We Don't Torture.
Sul tema si vedano anche The Armagh Women e Up in the Armagh Prison (Bernadette Devlin).

Mairead Farrell, combattente della Provisional IRA, nel carcere di Armagh, Nord Irlanda, nel 1980 durante la cosiddetta "dirty protest", quando i prigionieri cominciarono a spalmare i loro escrementi sui muri delle celle come forma di protesta contro i continui attacchi che subivano da parte delle guardie quando dovevano andare alle latrine comuni per svuotare i loro buglioli.
Dopo un anno la "dirty protest" fu abbandonata per lo sciopero della fame ad oltranza portato avanti da Bobby Sands e compagni.
Mairead Farrell rimase in prigione dal 1976 al 1986. Fu poi uccisa dalle SAS a Gibraltar nel 1988, mentre si preparava ad un attentato contro la locale guarnigione inglese.
We don't torture, we're a civilized nation
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/12/31 - 10:31
Song Itineraries: Conflicts in Ireland
Downloadable! Video!

Kill for Cash

[2005]
Dall'album "1984" di questo gruppo street punk capitanato dal leader degli Agnostic Front.
Terrorist kill in the name of God
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/12/31 - 09:48
Video!

Bicentennial Blues

[1976]
Album "It's Your World", con Brian Jackson.

Perchè il blues è nato in America? Perchè l'America ha fornito l'atmosfera giusta, compreso il premio (Ig)Nobel per la pace a Kissinger nel 1973, due anni prima della fine del bagno di sangue in Vietnam di cui proprio lui, come National Security Advisor di Nixon dal 1969, era stato uno dei principali responsabili...
Di fronte a tanto surreale squallore non resta davvero che il blues...
Some people think that America invented the blues
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/12/30 - 23:22
Video!

Bummer

[1975]
Album "Portrait Gallery"

Di come la vita sia già di per sè una fucina di "bummer", di sfigati, e di come la guerra non faccia altro che renderli più sfigati ancora e/o sdoganarli definitivamente come criminali ed assassini...

Il protagonista di questa triste storia mi ha ricordato molto il personaggio di Bunny, il soldato "baby faced" spaccone e violento interpretato da Kevin Dillon in "Platoon" di Oliver Stone... Ve la ricordate la scena terribile nella quale il ragazzetto cow boy tutto "fuck & fuckin'" uccide col calcio del fucile un vietnamita disabile e poi coi suoi compagni mina e incendia il villaggio in puro "My Lai style"??
Quanti di questi mostri vengono sguinzagliati e decorati nelle guerre di ogni tempo!?!
His mama was a midnight woman
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/12/30 - 22:55
Video!

Lucio Dalla: Disperato erotico stomp

Dal punto di vista narrativo è un capolavoro. C'è tutto un racconto (e mille vite) in pochi versi. Così l'ho sempre intesa. E così la intendo ancora.
Gian Piero Testa 2011/12/30 - 22:32
Video!

In galera li panettieri

In galera li puttanieri
di Riccardo Scocciante

"In ogni caso, una canzone buona per tutti i tempi, anche i nostri, quando i “panettieri”, i potenti, ‎quelli che hanno le "mani in pasta", si credono baroni e non si fanno scrupolo di ‎affamare la popolazione…‎" [Bartleby]
In galera li puttanieri
(Continues)
Contributed by CCG/AWS Staff 2011/12/30 - 21:19
Downloadable! Video!

Γράμματα απ' τη Γερμανία

Grazie, Riccardo, per il pensiero alla mia Luna e a quello che una vecchissima gatta significhi per me. E tu avrai pensato alla tua Pampalea, nome che, se capisco un po' il greco, potrebbe adattarsi alla mia Luna: la vecchissima. Invece da oggi io ho incominciato a chiamare Luna παληκαρού - e tu capisci cosa vuol dire - perché resiste, resiste, resiste...e sembra star meglio. Brava Luna, εισ'στο παλάμη του Θεού.
Gian Piero Testa 2011/12/30 - 19:42

Seven Days Of May

[1990]
Lyrics by Alexander Nathan Skolnick and Chuck Billy
Music by Eric Peterson and Alex N. Skolnick
Album: Souls of Black
Put your life on the line
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/30 - 15:33
Song Itineraries: Tien An Men Square, 1989
Video!

4 June 1989

Album: The Age Of Miracles
I told them we heard singing first before we reached the Square
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/30 - 15:29
Song Itineraries: Tien An Men Square, 1989
Video!

500 Miles

Sulla musica della famosa canzone 500 Miles di Hedy West (resa popolare in Francia come , "Et j'entends siffler le train") ma con una strofa dedicata alle proteste di Piazza Tien An Men.
If you miss the train I’m on, you will know that I am gone
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2011/12/30 - 15:21
Song Itineraries: Tien An Men Square, 1989
Downloadable! Video!

Blood Is On The Square

A song was heard in China
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/30 - 15:18
Song Itineraries: Tien An Men Square, 1989
Video!

Hypnotize

(2005)
Why don’t you ask the kids at Tiananmen Square
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/30 - 15:11
Song Itineraries: Tien An Men Square, 1989
Video!

The Tiananmen Man

1996
The Politics of Ecstasy 
On june fifth, in the year of eighty-nine,
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2011/12/30 - 15:07
Song Itineraries: Tien An Men Square, 1989
Video!

Watching TV

dall'album Amused to Death (1992)
feat. Don Henley degli Eagles

La lunga genesi dell'album, originariamente ispirato al libro del pedagogista ed esperto di media Neil Postman, intitolato appunto "Divertirci da morire" (Amusing Ourselves To Death), subì una grossa spinta dallo scoppio della prima Guerra del Golfo, in modo analogo a quanto era avvenuto per The Final Cut e la guerra nelle Falkland. Waters, sull'onda emotiva di quell'avvenimento e dei fatti di Piazza Tien-An-Men in Cina, modificò ed aggiunse testi in corso d'opera, per approdare ad una riflessione generale su pro e contro dei media in rapporto a guerre, violenza, repressioni: da un lato la TV inchioda i regimi repressivi alle loro responsabilità (il caso della protesta in Cina), dall'altro la cinica indifferenza del telespettatore occidentale, ormai assuefatto a qualunque "spettacolo", banalizza anche la guerra fino a ridurla... (Continues)
We were watching TV
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2011/12/30 - 15:02
Song Itineraries: Tien An Men Square, 1989
Video!

Revolution

The speedo of darkness 2011
I spent 27 years in this factory
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/30 - 14:34
Downloadable! Video!

The Harder They Come

splendida....
musicteacher 2011/12/30 - 14:15
Video!

Un precario per benino

Trascritta dal video.
E così fa scorta di nuova moneta
(Continues)
Contributed by DoNQuijote82 2011/12/30 - 13:56
Video!

Morti bianche

trascritta dal video
...
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2011/12/30 - 13:48
Video!

Zingari

trascritta dal video
Siamo stati in un campo zingari qualche tempo fa era febbraio ed il vento spazzava ritagli di scatole e pezzi di automobili appena smontate. In una piazzetta, là al centro del campo e dai camini del campo usciva balbettante un fumo che sapeva di cartone, foglie secche e tavoloni. "Bisogna arrangiarsi come si può l'inverno, bisogna raccattare tutto quello che si possa bruciare, perché qui in questo campo c'è troppo freddo d'inverno e troppo caldo d'estate"
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2011/12/30 - 13:23
Song Itineraries: Rom, Racism, Porrajmos
Video!

La quistione meridionale

Questa straordinaria canzone, narra le disavventre capitate ai figli dell’antico Regno delle Due Sicilie nel corso di 150 anni di unificazione con il resto della Penisola.

Il testo, è una poesia di Rina Durante, fu messo in musica dal Canzoniere Grecanico Salentino, credo, negli anni 70.

Il pezzo è tutt’ora riproposto dal Canzoniere Grecanico Salentino ed è presente nell’ultimo loro album “Focu D’amore”

Fonte : StornelliSalentini
(adriana)
Il nonno di mio padre era brigante
(Continues)
Contributed by adriana 2011/12/30 - 12:37




hosted by inventati.org