Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2010-4-10

Remove all filters
Downloadable! Video!

O cara moglie

Version française – MA CHÈRE FEMME – Marco Valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – O Cara Moglie – Ivan della Mea – 1965

La plus fameuse chanson d' Ivan della Mea ...
… D'époque, cette chanson n'en a pas. C'est une chanson d'aujourd'hui, si on entend encore lutter et lutter pour vivre. Simplement vivre. Une lutte dure sans peur. Ce sont des paroles que l'on ne met pas en pension, jamais, celles-là. [R.V.]
MA CHÈRE FEMME
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/10 - 22:47
Video!

Il Partigiano John

Chanson italienne – Il Partigiano John – Africa Unite – Modena City Ramblers
LE PARTISAN JOHN
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/10 - 21:13
Downloadable! Video!

Cuore

1992
Brano composto pochi giorni dopo la strage di capaci, pubblicato esclusivamente per le radio, è ancora inedito.
Migliaia di ragazzi in piazza a Palermo
(Continues)
Contributed by adriana 2010/4/10 - 12:22
Song Itineraries: Mafia and Mafias
Downloadable! Video!

Terra libera

[2008]
Album :TERRA LIBERA
Nel sud, sole del sud
(Continues)
Contributed by adriana 2010/4/10 - 08:48
Song Itineraries: Mafia and Mafias
Downloadable! Video!

Bella Ciao

Anonymous
La cancion que indicais de bella Ciao en Español..era cantada por los guerrileros de las ( COES )Compañia de operaciones especiales.
Alejandro 2010/4/9 - 23:24
Video!

Οι Ελεύθεροι Πολιορκημένοι

QUALCHE NOTA BIOGRAFICA SU DIONISIO SOLOMOS

DIONYSIOS SOLOMOS (1798-1857)

Dionysios Solomòs (Διονύσιος Σολωμός) fu un poeta greco delle Sette Isole ionie ed è soprattutto conosciuto per un “Inno alla Libertà”, le cui prime due strofe, musicate da Nikolaos Mangiaros costituiscono l’inno nazionale greco.
Ma, se questa è la ragione principale della sua popolarità presso i connazionali, molte e più profonde sono le ragioni che hanno fatto di questo poeta un vero e proprio pilastro della cultura neoellenica: un pilastro posto a sostegno di un nuovo modo di poetare, di sentire l’appartenenza nazionale, di usare la lingua greca, di esercitare il ruolo di intellettuale.
Ed è cosa singolare rilevare come la sua opera, divenuta tanto importante, sia costituita - con l’eccezione dell’ “Inno” e di poche altre cose - solo da frammenti incompiuti; e come nulla – con le eccezioni predette – sia... (Continues)
Gian Piero Testa 2010/4/9 - 22:40
Video!

Fermiamoli

Version française – ARRÊTONS-LA – Marco valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – Fermiamoli – Gang – 1991
ARRÊTONS-LA
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/9 - 22:18
Video!

Home Fires

[1991]
Album “Home Fire”, con Terry Woods.

Si veda anche la canzone dei Pogues (di cui Terry Woods ha fatto parte) Birmingham Six.
There were four green fields but that was long ago
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/9 - 13:22
Video!

Maria de la Rosa

[1999]
Album "Alien Alert"
Testo trovato su Mudcat Café

Canzone dedicata ai volontari internazionali che parteciparono alla guerra di Spagna al fianco dei repubblicani.
I set out for Spain with a romantic notion
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/9 - 13:00
Downloadable! Video!

Sig. Giuseppe

In morte del Sig. Giuseppe Casu.
Fonte: Comitato Verità e Giustizia per la morte del signor Giuseppe Casu
9 ottobre 2006

"Coloro la cui vita rappresenta l'inferno della Società Opulenta sono tenuti a bada con una brutalità che fa rivivere pratiche in atto nel medioevo e all'inizio dell'età moderna. Per gli altri, meno sottoprivilegiati, la società prende cura del bisogno di liberazione soddisfacendo i bisogni che rendono la servitù ben accetta e fors'anche inosservata ..."
Hebert Marcuse, da "L'uomo ad una dimensione"

Comitato Verità e Giustizia per la morte del signor Giuseppe Casu

Giovedì 15 Giugno 2006 in piazza IV Novembre a Quartu il signor Giuseppe Casu, accanto alla sua ape parcheggiata, come ogni giorno vendeva un poco della frutta e verdura contenuta nel cassone.
Nulla di notevole sino a quel momento in una giornata che sembra tranquilla. Poi, in tarda mattinata, il dramma.... (Continues)
Signor Giuseppe aveva 60 anni un anno fa
(Continues)
Contributed by adriana 2010/4/9 - 10:43

Call Me The Whale

[1982]
Album "Life on this Planet"
Call me the whale, for that's what I am
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/9 - 09:02
Song Itineraries: War against Animals
Downloadable! Video!

Vietnam

[1972]
Album “Broadside Ballads, Vol. 7”, Folkways Records.
da Broadside #117 gennaio/febbraio 1972
Have you ever seen a ruined land?
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/9 - 08:54
Video!

Kaddish

La canzone è meravigliosa come Ofra, che l'ha composta.

Vorrei però poter comprendere il testo aramaico che non è ancora stato tradotto, ma che lo sarebbe stato in seguito: è possibile ?

Grazie mille
mSa
(Mariastella Argenti)

Ebraico, non aramaico! Vediamo cosa potrà fare il nostro traduttore di fiducia... (Lorenzo)
2010/4/9 - 01:13

Cardinal Law

Bellissima vignetta di Dilem dal quotidiano algerino "Liberté".
Alessandro 2010/4/8 - 23:07
Downloadable! Video!

بلادي - Bladi [Mon Pays]

Nel testo seguente, le parti originali in francese sono in corsivo

Dans les paroles qui suivent, les parties originelles en français sont en italique
MON PAYS
(Continues)
2010/4/8 - 21:53
Downloadable! Video!

La Lucha Continuará

[1973]
Album “Broadside Ballads, Vol. 7”, Folkways Records.



Nan Freeman (1953-1972) era una studentessa di Boston, Massachusetts Era molto giovane, bianca ed ebrea, ma nel 1972 aveva risposto all’appello dell’United Farm Workers, il sindacato di braccianti e contadini nato soprattutto tra i lavoratori filippini ed ispanici, che stava conducendo boicottaggi e scioperi nelle piantagioni di canna da zucchero di Belle Glade, in Florida, dove i lavoratori erano sfruttati e privi di diritti. Nella notte del 25 gennaio 1972, Nan Freeman, la sua amica Pam Albright e l’attivista dell’UFW José Romero fermarono uno dei camion che entravano ed uscivano dalla Talisman Sugar Plant, cercando di convincere l’autista ad aderire allo sciopero… Costui, infuriato, risalì sul grosso autoveicolo e lo rimise in moto travolgendo i tre: Nan Freeman, diciottenne, morì un’ora dopo all’ospedale dove era stata portata…

Questo... (Continues)
They called her Morning Glory
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/8 - 15:34
Video!

Le vent nous portera

O vento nos levará
(Continues)
Contributed by giovanni 2010/4/8 - 15:10
Downloadable!

White Blossom (Bach Mai)

[1973]
Album “Broadside Ballads, Vol. 7”, Folkways Records.

"Bach Mai" è, in lingua vietnamita, il "Prunus mume", una varietà di pruno dai fiori bianchi originaria della Cina e coltivata in tutto il sud-est asiatico... Bach Mai era anche il nome di una base militare nord-vietnamita vicino ad Hanoi, e pure il nome dell'ospedale che le sorgeva accanto, a meno di 1 chilometro... Ciò non impedì agli americani di bombardarla a più riprese nel 1972, facendo soprattutto strage dei degenti ricoverati in quell'ospedale... Oggi la base militare non esiste più, mentre l'ospedale Bach Mai ad Hanoi è la più grande struttura ospedaliera del Vietnam... al suo interno è pure attivo un importante centro di riabilitazione per bambini cerebrolesi, finanziato dall'associazione statunitense "Veterans for America"...
The town that I live in
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/8 - 14:22
Downloadable! Video!

La Ballata del prefetto Mori

Testo: Ignazio Buttitta [1950]
Musica: Ennio Morricone, colonna sonora del film "Il Prefetto di ferro" [1977] di Pasquale Squitieri
Arrangiamento: Rosa Balistreri

L'indimenticabile voce di Rosa faceva da sottofondo al discutibilissimo film di Squitieri che a tratti aveva l'aria di uno spaghetti-western…Alla fine del film Cesare Mori confidava al fido Spanò: «Mi sento come un chirurgo che ha operato a metà, che ha fatto soffrire ma non ha guarito » . Infatti l'epica siciliana ricorda "il prefetto di ferro" (con pieni poteri in Sicilia dal 1925 al '29) più per i risoluti metodi repressivi (illegali!) - che finirono per colpire sopratutto l'antifascismo - ma con scarsi risultati sul piano della concreta lotta alla mafia…
« Parti, prifettu!… Parti – ci dissi a Mori Mussolini,
(Continues)
Contributed by giorgio 2010/4/8 - 12:06
Song Itineraries: Mafia and Mafias
Downloadable! Video!

Hey, Mr. Rockefeller!

[1969]
Album “Broadside Ballads, Vol. 5: Time is Running Out”, Folkways Records. (1970)



Repressione del dissenso, guerra, capitalismo selvaggio che affama la gente… “c'est la Guerre de Cent Mille Ans que les riches font aux pauvres”, direbbe il nostro Marco Valdo M.I..
E la dinastia dei miliardari Rockefeller può a buon diritto fregiarsi del titolo di “affamatore del popolo”… Per fortuna – come scrisse a commento di questa canzone il suo oscuro autore – il popolo ogni tanto si ribella ai propri carnefici… Nel 1969, il più noto dei Rockfeller, Nelson, (governatore di New York e più tardi vice-presidente degli USA con Gerald Ford) fu incaricato da Nixon di fare un tour in America Latina per stringere accordi bilaterali, rinegoziare prestiti e, detto in breve, rafforzare il controllo degli Stati Uniti sul proprio “giardino di casa”. La delegazione guidata dal miliardiario petroliere e lobbista... (Continues)
Cops broke my door down, I can't lock it,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/8 - 11:01
Downloadable! Video!

Hell No, I Ain’t Gonna Go!

[1967]
by Matthew Jones & Elaine Laron
Apparso su Broadside #82
Album “Broadside Ballads, Vol. 5: Time is Running Out”, Folkways Records. (1970)
Up tight! That’s right!
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/8 - 08:59
Video!

Pinkville Helicopter

Hugh C. Thompson, Jr

Hugh C. Thompson, Jr

Birth: Apr. 15, 1943, Atlanta, DeKalb County, Georgia, USA
Death: Jan. 6, 2006, Alexandria, Rapides Parish, Louisiana, USA.

US Army Warrant Officer and Helicopter Pilot; he was honored for rescuing Vietnamese civilians from his fellow soldiers during the 1968 My Lai massacre, and for bringing the massacre to a halt. Born in Atlanta, Georgia, he joined the Navy in 1961, and upon completion of his Navy term of service, joined the US Army in 1966, to become a helicopter pilot. He volunteered for the Vietnam Aerial Scout Unit, and was assigned to Task Force Barker to fly over the jungle to draw enemy fire, giving attack helicopters a chance to kill enemy forces. On the morning of 16 March 1968, Thompson was piloting an OH-23 helicopter, when they came upon American ground troops killing Vietnamese civilians around the village of My Lai. To prevent... (Continues)
Alessandro 2010/4/8 - 08:33
Downloadable! Video!

بلادي - Bladi [Mon Pays]

Roman transliteration
Bladi ana fik eli 3sht w kbert
(Continues)
Contributed by giorgio 2010/4/8 - 08:11
Video!

Desde mi libertad

[1980]
Album: Desde Mi Libertad [1984]
Sentada en el andén
(Continues)
Contributed by giorgio 2010/4/8 - 08:03

Ballata per Alfredo Zardini

Version française – BALLADE POUR ALFREDO ZARDINI – Marco Valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – Ballata per Alfredo Zardini – Franco Trincale – 1971

« Quand les Albanais ou les Roumains, c'étaient nous... », il y a seulement quelques années...

Alfredo Zardini (Province de Belluno, 1931 – Zurich, 20 mars 1971) était un travailleur italien émigré en Suisse, tombé victime d'une agression xénophobe.
Après avoir grandi et appris son métier de menuisier dans son pays natal dans le Cadore (Vénétie), à 40 ans Zardini trouva une opportunité de travail comme charpentier dans une entreprise de Zurich.

Ces années-là, la Suisse accueillait un million cent mille travailleurs étrangers, dont environ 650.000 italiens. …
Marié et père d'un enfant, arrivé depuis quelques jours dans la ville et n'ayant pas encore appris un mot d'allemand, à cinq heures du matin le 20 mars 19781, Zardini sortit pour se... (Continues)
BALLADE POUR ALFREDO ZARDINI
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/7 - 18:29
Video!

Pronti a servire (e ancora Scouting for Boys)

Anonymous
Canzone della tradizione scout cattolica.
Composta in occasione della 2a Route Nazionale Rover e Scolte dell'AGESCI tenutasi dal 1 al 10 agosto 1986, in Abruzzo ai "Piani di Pezza".
Il titolo fa riferimento all'opera Scautismo per ragazzi, (titolo originale Scouting for Boys) di Lord Baden Powell, che è alle origini del movimento scout in tutto il mondo
Eravamo ragazzi ancora, con il tempo aperto davanti
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2010/4/7 - 17:18
Downloadable! Video!

Facciamo i nomi parte II

2009
Dal Profondo
Sono stanco di questa città
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2010/4/7 - 17:13
Video!

Senza voce

2007
Scegli
Senza voce non mi piace esprimermi, cerco la luce, voglio la pace, ascoltami.
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2010/4/7 - 16:48
Video!

Il vigliacco

Chanson italienne – Il Vigliacco – Mercanti di Liquore – 2002
LE LÂCHE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/7 - 16:25
Video!

La Mafia

La Mafia

Chanson française – Léo Ferré

Tu as vu, Lucien l'âne mon ami, sur la suggestion d'Alessandro, Lorenzo vient de créer un parcours sur la guerre contre la mafia. C'est vraiment une bonne idée. En fait, çà veut dire qu'il va rassembler dans ce groupe toutes les chansons qui parlent de la mafia dans le site des Chansons contre la Guerre. Et il y en a pas mal... Par exemple, 'sti Messieurs, Salvamort, Lamentu pi la morti di Turiddu Carnivali , Cantata di lupara, Cento Passi.... et sans doute bien des autres...

Ah, dit Lucien l'âne en sortant de la torpeur d'une sieste méridienne, je te le dis moi, Marco Valdo M.I. mon ami, la Mafia est une spécialité italienne, mais elle est aussi une denrée d'exportation. Non seulement par elle-même, mais aussi comme concept. En fait, il y a des mafias partout, ou quelque chose qui y ressemble.

Tu as parfaitement raison, Lucien l'âne mon ami. Je... (Continues)
Tant pis si t'es dans la débine
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/7 - 14:32
Song Itineraries: Mafia and Mafias
Downloadable! Video!

Tammurriata nera

Complimenti per il sito!
Sono di origini napoletane, ma non ho mai vissuto a napoli, ho sentito molte volte questa canzone da parenti e amici, pur non capendone bene il significato. Mi ha sempre trasmesso comunque l'idea dell'incontro fra i popoli e dell'antirazzismo.
Mi è capitato di trovarmi a napoli l'altroieri con i miei parenti e di aver cantato con loro questa canzone e ho sentito tutta la grandezza e la passione della cultura napoletana. Veramente un'emozione stupenda!

Volevo condividere con voi, amanti della Tammurriata nera, questo sentimento.
gius 2010/4/6 - 23:48
Downloadable! Video!

Jenny è pazza

Chanson italienne – Jenny è pazza – Vasco Rossi – 1978
JENNY EST FOLLE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/6 - 21:10

La Colline

La Colline

La Colline – Marco Valdo M.I. – 2010
Cycle du Cahier ligné – 103

La Colline est la cent-troisième chanson du Cycle du Cahier ligné, constitué d'éléments tirés du Quaderno a Cancelli de Carlo Levi.

Il y a toujours une colline devant, il faut évidemment l'aller conquérir et comme toujours, dans les guerres, les autres avec une invariable inhumanité tirent et tirent encore. Et la colline « ouvre ses flancs » à ces visiteurs d'en bas que nous sommes. Dans le château là-haut, ce château où l'on n'arrive pas, on ne sait trop ce qu'il y a.

Oui, dit Lucien l'âne, c'est toujours comme çà. Une colline, un château, des soldats en haut, des soldats en bas et entre les deux, des cadavres. J'ai vu çà des dizaines de fois. Et comme tu sais, nous les ânes, on ne s'en mêle pas de ces histoires-là. C'est comme çà que j'ai survécu à bien des collines, à commencer par celles de Troie et de... (Continues)
Souvenirs de guerre, souvenirs d'autrefois
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/6 - 15:51
Video!

Uffà! Uffà!

Chanson italienne – Uffà! Uffà! – Edoardo Bennato – 1980

OUFTI ! OUFTI ! , dit Lucien l'âne en riant de tout son piano aqueux, quel étrange titre... et ce n'est pas français, je crois.

Juste deux mots d'explication à propos du titre. Comment rendre en français le « Uffà ! Uffà ! » ? Telle est ta question. Tu me parais bien puriste, mon ami l'âne rieur. Mais en effet, OUFTI ! OUFTI ! , ce n'est pas français. Du moins, français de France et même d'Île de France... Mais c'est notre français à nous, les gens de Wallonie. En réalité, OUFTI ! est une expression plus que courante en région de Liège et même, elle est tellement courante qu'elle permet de situer la provenance géographique de celui qui l'utilise. Du moins quand elle vient « naturellement » dans ses propos. Et elle s'est progressivement répandue dans le reste de la région wallonne un peu pour se moquer des tics de langage de nos... (Continues)
OUFTI ! OUFTI !
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/4/6 - 15:45
Downloadable!

To Be a Killer

[1970]
Album “Broadside Ballads, Vol. 5: Time is Running Out”, Folkways Records.
Now you don't have to own a gun to be a killer
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/6 - 14:43
Downloadable! Video!

Elijah Good

[1970]
Album “Broadside Ballads, Vol. 5: Time is Running Out”, Folkways Records.

Storia di un soldato che torna dal Vietnam paralizzato, ridotto su una sedia rotelle…
On a chair of wood
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/6 - 14:40
Video!

Wounded Knee

Esiste una canzone (pubblicata nel 1896) scritta da tal W. H. Prather, un soldato afro-americano del 9° Cavalleria, che nel 1890 prese parte al massacro di Wounded Knee. Per quanto la canzone sia un meschino tentativo di celebrare l'"eroica vittoria" sugli indiani, dal testo traspare con estrema chiarezza che si trattò invece di un eccidio di gente indifesa, affamata e semi-assiderata...

THE INDIAN GHOST DANCE AND WAR

The Red Skins left their Agency, the Soldiers left their Post,
All on the strength of an Indian tale about Messiah's ghost
Got up by savage chieftains to lead their tribes astray;
But Uncle Sam wouldn't have it so, for he ain't built that way.
They swore that this Messiah came to them in visions sleep
And promised to restore their game and Buffalos a heap,
So they must start a big ghost dance, then all would join their band,
And may be so we lead the way into the great... (Continues)
Alessandro 2010/4/6 - 13:31
Downloadable! Video!

Osceola's Last Words

[1964]
Album “Broadside Ballads, Vol. 4: The Time Will Come and Other Songs from Broadside Magazine”, Folkways Records, 1967.


Asi-yahola (anglicizzato in Osceola) è stato un importante capo dei nativi Seminole della Florida. Il suo nome “secolare” era Billy Powell, nato nel 1804 a Tallassee, Alabama. La madre era metà nativa creek e metà scozzese, il padre era inglese. Nel 1814 la famiglia di Billy si trasferì in Florida ed è lì che il ragazzo ricevette il suo nome adulto, Asi-yahola, con riferimento ad una bevanda rituale (l’asi) usata dai Creek e ad un sostantivo che significa “urlo”.
Nel 1835 Osceola fu tra i leader dei nativi stanziatisi in Florida (chiamati genericamente Seminole) a sollevarsi in armi contro il progetto del governo statunitense di deportarli tutti in Arkansas. Fu la terribile “Second Seminole War” (1835-1842) descritta anche in un’altra canzone di Will McLean,... (Continues)
In a dungeon deep at Saint Augustine, Chief Osceola wept
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/6 - 13:06
Song Itineraries: Native American Genocide
Video!

Dade’s Massacre

[196?]
Il testo della canzone è pubblicato nel libro di Will McLean “Cross The Shadows Of My Face” (1980). La canzone è presente nella raccolta intitolata “Will McLean - Florida's Black Hat Troubadour” del 1990.
Testo trovato su Mudcat Café

Nella seconda metà del 18mo gli spagnoli, dopo averne quasi completamente sterminato i nativi, cedettero la Florida agli inglesi. Molti gruppi di nativi del sud-est, sospinti dalla pressione dell’uomo bianco, si trasferirono in questa terra ormai disabitata, insieme a molti afro-americani che fuggivano dai padroni schiavisti. Fu da questo incontro che nacquero gli “indiani neri”, i “black seminoles”… I Seminole della Florida furono sempre nemici giurati degli americani, combattendoli prima a fianco degli inglesi e poi, quando la Florida tornò temporaneamente sotto l’influenza degli spagnoli, insieme a questi ultimi. Le guerre si succedettero incessantemente... (Continues)
Lawless men, they were to blame.
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/6 - 11:53
Song Itineraries: Native American Genocide
Downloadable! Video!

Freedom is a Constant Struggle

[1964]
Album “Broadside Ballads, Vol. 3: The Broadside Singers”, Folkways Records.

Una delle canzoni simbolo del Movimento per i Diritti Civili, che da pure il titolo alla seconda delle due raccolte di “freedom songs” (la prima fu “We Shall Overcome”) compilate da Guy e Candie Carawan tra il 1963 e il 1968 e poi unite nel volume “Sing for Freedom: The Story of the Civil Rights Movement Through Its Songs”.
Il brano, interpretato da Julius Lester, si trova anche nella bella raccolta “Freedom Is a Constant Struggle - Songs of the Mississippi Civil Rights Movement”.
They say that freedom is a constant struggle
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/4/6 - 09:09
Video!

Migranti

[2002]
Album: Nebbia di idee
(M. Menna - P. Nanni)
Sarà quest'aria o questo cielo azzurro
(Continues)
Contributed by adriana 2010/4/6 - 09:03
Video!

Genova

[2005]
Album:Ecco

(F.Pivano M.Menna)
Il mattino conosceva lacrime e sole
(Continues)
Contributed by adriana 2010/4/6 - 08:44
Downloadable! Video!

بلادي - Bladi [Mon Pays]

Indico qui sotto il link di un file pdf con i testi arabi (traslitterati) di molte canzoni di Souad Massi, il testo della canzone "Bladi" si trova a pagina 22 del pdf. Ho provato a fare un copia e incolla nel riquadro qui sotto, ma forse ci sono problemi di codifica e il testo risulta illeggibile.
Ho trovato il link grazie all'aiuto di un amico di Souad Massi, Jean-Michel, che si occupa del sito a lei dedicato e che mi chiede la cortesia di far conoscere il suo sito.

Continuerò a cercare (o chiederò di nuovo a Jean-Michel) il testo arabo non traslitterato, tornerò! :-)

http://s.massi.free.fr/textes/Paroles%...

un abbraccio allo staff delle CCG :-)
giuseppina dilillo 2010/4/5 - 21:49




hosted by inventati.org