Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2009-10-20

Remove all filters
Video!

If You Miss Me At The Back Of The Bus

SI NO EM TROBES DARRERA L'AUTOBÚS
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/20 - 14:37
Video!

A galopar

[1969]
Album "Paco Ibáñez 3"
Il testo è costituito dalla poesia di Rafael Alberti "Galope", scritta durante la guerra civile spagnola.

Questa poesia/canzone fu uno degli inni del "piccolo maggio" spagnolo del 1968.
Las tierras, las tierras, las tierras de España,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/20 - 13:34
Video!

Contra la por

CONTRE LA PEUR
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/20 - 11:17
Video!

In The Ghetto

I miserabili

di Massimo Gramellini, da La Stampa del 20 ottobre 2009

A Napoli un bambino è morto a sei anni di povertà. Veniva dall’isola di Capo Verde, ma sapeva già leggere e scrivere in italiano. Era educato, ordinato, molto pignolo, dicono le maestre. Amava il disegno e sognava di fare l’ingegnere. Si chiamava Elvis, come l’eroe del rock. Lo hanno trovato per terra, in una stamberga di venti metri quadri, i polmoni intasati dalle esalazioni di un piccolo braciere. Da quando l’Enel aveva staccato la corrente che alimentava la stufetta elettrica, quel fuoco improvvisato e velenoso era diventato l’unica fonte di riscaldamento di tutta la famiglia. Non c’era altro calore, non c’era più cibo. Ed Elvis se n’è andato così, addosso alla madre agonizzante, la testa appoggiata al ventre da cui era uscito sei anni prima per la sua breve e infelice partecipazione alle vicende del pianeta Terra.

Mi... (Continues)
Alessandro 2009/10/20 - 07:55
Video!

Elegía a un tirano

[1976]
Album "No me llames extranjero"
¿Adónde irás tirano? Adónde irás?
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/20 - 07:50
Video!

No me llames extranjero

[1976]
Album "No me llames extranjero"
No me llames extranjero, por que haya nacido lejos,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/20 - 07:49
Video!

Nella chiesa di Bellusco

sono un musicista da 15 anni e posso dire che per conto mio questa è una delle canzoni più belle e commoventi sulla guerra.
é di un intensità rara.
Stefano 2009/10/19 - 14:42
Video!

Zimbabwe

[1979]
Album “Survival”

Marley scrisse questa canzone mentre la Rhodesia bianca e razzista di Ian Smith era costretta a scendere a patti con la guerriglia della maggioranza nera. Nella primavera del 1979 il regime dell’apartheid firmò un accordo con le due fazioni del fronte patriottico, lo ZANU di Robert Mugabe e lo ZAPU di Joshua Nkomo, intesa patrocinata dal vescovo nero Abel Muzorewa. Il 1 dicembre 1979 anche la vecchia potenza coloniale, la Gran Bretagna, fu costretta a riconoscere la nascita dello Zimbabwe. Anche Bob Marley fu invitato ad Harare per prendere parte ai festeggiamenti per l’indipendenza e tenne un grande concerto libero, anche se con un giorno di ritardo a causa dei disordini e del trambusto che certi eventi epocali portano inevitabilmente con sé…
Ma nella canzone di Marley traspare anche la preoccupazione per la forte rivalità fra le fazioni armate artefici della lotta... (Continues)
Every man gotta right to decide his own destiny,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/19 - 13:40
Video!

Gimme Hope Jo'anna

DAME ESPERANZA, JO'ANNA
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/19 - 10:14
Video!

Yo te nombro: Libertad

Il poeta Joan Oliver i Sellarès, alias Pere Quart, tradusse in catalano la poesia "Liberté" di Paul Éluard... il cantatutore catalano Ramón Muntaner la mise in musica.

Testo trovato sul blog di Gustavo Sierra Fernández
ESCRIC EL NOM
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/19 - 09:33
Video!

La historia os arrincona

[1977]
Album "Choca la mano!"

Un LP che raccoglie le canzoni di Elisa Serna proibite durante il franchismo... E perchè questa fosse proibita non devo nemmeno spiegarvelo...

Testo trovato sul blog di Gustavo Sierra Fernández
A medida que la historia os arrincona
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/10/19 - 08:03
Downloadable! Video!

Ma mi

Την μουσική την έγραψε ο Φιορέντσο Κάρπη, καλός ιταλικός μουσικός. Το κείμενο, ο σκηνοθέτης ο Τζόρτζο Στρέχλερ, πολύ σπουδαίο πρόσωπο της μεταπολεμικής θεατρικής λογοτεχνίας στην Ιταλία.

Ο Στρέχλερ ύδρησε, μαζί με τον Πάολο Γκράσι, το περίφημο "Μικρό Θέατρο του Μιλάνο", λίγους μήνες μετά την απελευθέρωση της βόριας Ιταλίας (Απρίλη του 1945) από τους Γερμανούς και από τους φασιστές, στο ίδιο μέγαρο, στην οδόν Ροβέλλo 2, που, στα σκοτεινά χρόνια της γερμανικής κατοκής ( 8 Σεπτέμβρη 1943 - 25 Απρίλη 1945) ήταν η έδρα μιάς αιματηρής φασιστικής ομάδα (η "Μπάντα Μούτι"), ειδική για βασανιστίρια των πολεμιστών της Εθνηκής Αντίσταση. Προς τους Ιταλούς ο Στρέχλερ ήταν κάτι όμοιο με τον Κάρολο Κούν πρoς τους Έλληνες, δηλαδή προφήτης δημιουργός καὶ δάσκαλος ενός καινούριου πολιτισμού.

Το τραγούδι γράφτηκε σε διάλεκτο του Μιλάνου, και γρήγωρα τo αγάπησαν και το τραγούδησαν οι Μιλανέζοι, οι οποίοι... (Continues)
Gian Piero Testa 2009/10/18 - 18:36
Downloadable!

Fogli volanti

[2005]
Album :Legàmi

Testo e musica: Sandra Boninelli. 3° premio Concorso Giovanna Daffini, Comune di Motteggiana (MN), giugno 2003
Fogli volanti di vecchie canzoni
(Continues)
Contributed by adriana 2009/10/18 - 17:45
Video!

Ogni anno a fine d'agosto

[1969]
Testo e musica di Anton Virgilio Savona
Album: È Lunga La Strada [1972]

In Calabria si diventa mafiosi per generazione, per casato, per discendenza, o per il semplice fatto di essere nato in una famiglia di mafiosi. Il figlio di un mafioso è solitamente un mafioso e lo è sin dalle prime classi elementari. Si diventa mafiosi però anche per esigenza, in mancanza di lavoro, per l'assoluta mancanza di qualcuno che risponda nei modi essenziali alle esigenze di vita di un giovane moderno". Al contrario di quanto molti per lungo tempo hanno creduto, famiglia e parentado si sono rivelate - nella realtà della Calabria e in quella di territori anche molto lontani e diversi - uno straordinario strumento di salvaguardia e di espansione della 'ndrangheta. È proprio questa struttura "primitiva" che ha consentito alla 'ndrangheta di evitare le sorti toccate a Cosa nostra, alla camorra e alla... (Continues)
Ogni anno a fine d'agosto lassù nei boschi dell'Aspromonte
(Continues)
Contributed by giorgio 2009/10/18 - 08:48
Song Itineraries: Mafia and Mafias

Voltiamo il foglio

[1972]
Testo e musica di Anton Virgilio Savona
Album: È Lunga La Strada
Prima di andare a dormire
(Continues)
Contributed by giorgio 2009/10/18 - 08:39

The Little Green Man

[1969]
Testo e musica di Anton Virgilio Savona
Album: Pianeta pericoloso
Un giorno un little green man - arrivò dallo spazio con i suoi,
(Continues)
Contributed by giorgio 2009/10/18 - 08:34
Video!

Smisurata preghiera

In d-unu de is amentus de issu, Gabrieli Garcia Marquez, contat custu chi dhi fiat sutzèdiu:
“Àlvaro Mutis nci fut ampuau a ancadas mannas is seti pranus de sa domu de mei etotu e cun d-unu imbodhicàmini de una meca de lìbburus, iat pratziu de totu su muntoni su prus pitichedhedhu e m’iat nau arriendi a scracàllius: «Ligidia custu sciollòriu, catzu, e impara!». Fut su lìbburu “Perdu Pàramo”. Cudha noti no femu arrenèsciu a dromiri ainnantis de dh’èssiri lìgiu po sa de duas bortas”.
Arrogu liau de sa parti de aintru de sa crubeca de apalas de su lìbburu de Juan Rulfo, s’inspiradori de Venutu Lobina, su chi at scritu s'arrumanzu contras a is guerras “Po cantu Bidhanoa”, su prus mellus arrumanzu in lìngua sarda, cun tradusidura italliana a su costau de Lobina etotu.

Da Emigrati sardi
SMANADA PREGADORIA
(Continues)
Contributed by Francu De Fabiis 2009/10/18 - 07:17
Video!

A questo punto il prezzo qual è

[1972]
Parole e musica di Ivan Della Mea
Lyrics and music: Ivan Della Mea
Paroles et musique: Ivan Della Mea
Sanat ja sävel: Ivan Della Mea
Album / Albumi: Il rosso è diventato giallo




L'ho saputo dagli occhi

È una lunga notte.

E vi voglio raccontare una cosa, accaduta qualche giorno fa.

Qualche giorno fa, in due serate del primo freddo forte di quest'autunno, delle persone si sono ritrovate in un posto antico rubato alla periferia. Una villa. Di solito, vi si ritrovavano all'interno, in quello che chiamo il chiostro anche se non si tratta, no di certo, di un monastero.

Anzi, tutt'altro che solitudine, tutt'altro che contemplazione quieta e inutile delle bellezze del mondo. Là attorno, di bellezze ce ne sono poche. Ci sono i casermoni della città che cresce disordinata. Ci sono i capannoni industriali. Ci sono gli interminabili vialoni delle puttane e delle polizie.

Quel... (Continues)
Si può amare la vite sul colle
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2009/10/18 - 03:23

En suivant dans l'air un poisson...

En suivant dans l'air un poisson...

Canzone léviane – En suivant dans l'air un poisson – Marco Valdo M.I. – 2009
Cycle du Cahier ligné – 58

En suivant dans l'air un poisson est la cinquante-huitième chanson du Cycle du Cahier ligné, constitué d'éléments tirés du Quaderno a Cancelli de Carlo Levi.

Comment peut-on suivre un poisson dans l'air ?, dit Lucien l'âne aux yeux de velours et au sourire à peine esquissé. Et pour aller jusqu'au printemps, en plus ? En voilà une étrange histoire...

C'est, en effet, une étrange expression, mais elle est très belle et elle me plaît beaucoup, répond Marco Valdo M.I.. Le reste du texte de la canzone est truffé d'images qu'on devine mouvantes et colorées. Mais vois-tu, Lucien mon ami, je te dis mon ami car j'aime t'appeler ainsi, j'aime aussi qu'on sache que j'ai comme ami Lucien l'âne. Voilà. Et malgré son air d'être ailleurs, elle est terrible cette... (Continues)
J'étais allé jusqu'au printemps
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2009/10/17 - 22:03
Video!

C'era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones

HABIA UN MUCHACHO QUE COMO YO AMABA A LOS BEATLES Y A LOS ROLLING STONES
(Continues)
2009/10/17 - 14:48
Video!

Si se calla el cantor

Una delle più belle canzoni di Horacio Guarany, un invito alla lotta attraverso il canto.
Si se calla el cantor calla la vida
(Continues)
Contributed by Marcia 2009/10/16 - 18:40




hosted by inventati.org