Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2008-3-23

Remove all filters
Video!

Wait For The Sun

grazie per la traduzione......peccato ke sto cercando le traduzioni di tutte le canzoni dei mitici VANILLA SKY ma dv le posso trovare..help me please!!!!!!thanks
martina 2008/3/23 - 18:36
Downloadable! Video!

Canto dei sanfedisti

Anonymous
Molto semplice.
Scusa se sono secoli che non passo da qui.
Ma intendo dire che la discussione "se il canto dei sanfedisti" sia di destra o di sinistra mi appare proprio un voler "devoluire", come direbbe un mio amico, il canto dal suo contesto sociale.
I sanfedisti non erano di "destra"...cosa vuol dire affermare che il loro canto è "destrosso"?
Ridicolo.

Si tratta di voler forzare una serie di concetti che invece vanno, come Riccardo sa e fa, esclusivamente contestualizzati.

La vicenda dei Sanfedisti ha deit ratti in comune con il regno di Masaniello, ed i npaoletani lo sanno bene.
Perchè questi tratti nel "popolo basso" di oggi, si trovano ancora.

Si preferisce un sistema che garantisce dei servizi, a discapito di "idee" che si sentono "non porprie in appartenenza".

Si preferisce, ahinoi, il sistema (ad esempio) camorristico che garantisce servizi, protezione, lavoro (sapete che... (Continues)
Francesco Chiantese 2008/3/23 - 12:26
Video!

La guerre de '14-'18

LA GUERRA DEL '15-'18
(Continues)
Contributed by Mincio Attila Eugenio 2008/3/22 - 19:46
Downloadable! Video!

Cruel War

Ho scoperto che nel 1964 Harry Belafonte ha inciso questa canzone, con il testo parecchio differente (ero tentato quasi di inviarvela come se fosse un'altra canzone!).

Si tratta in realtà del testo originale della canzone tradizionale risalente alla guerra civile americana, The Cruel War Is Raging. [CCG/AWS Staff]
THE CRUEL WAR IS RAGING
(Continues)
Contributed by Renato Stecca 2008/3/22 - 19:11
Video!

Capetown

Cari amici, mi sono accorto che nel vostro bellissimo sito manca un nome importante; quello di Harry Belafonte, uno dei migliori cantanti, nonché attivista per i diritti civili del secolo scorso (anche se è tuttora attivo; ho appena ascoltato, per esempio, una versione di “The banana boat song” – il suo pezzo più famoso – registrato in Germania nel 2003, quando Harry aveva 76 anni, che si conclude con le parole PEACE, PEACE, PEACE ripetute a squarciagola!). Ho fatto una veloce ricerca in internet dei suoi testi e ce ne sono molti di interessanti; la mia scarsa conoscenza dell’inglese mi impedisce di cogliere i dettagli, per cui non mi sento in grado di inviarvi questa o quella canzone da inserire qui; ma una ce n’è, che mi sembra adatta, e cioè questa, incisa nel 1988.
Spero che vogliate inserirla, non per me, naturalmente, ma per questo cantante, nella speranza che qualche giovane ne sia incuriosito e cerchi di conoscerlo, perché merita.
Cari saluti, Renato
She sparkles like a diamond
(Continues)
Contributed by Renato Stecca 2008/3/22 - 19:06
Downloadable! Video!

Un giorno qualunque

2012
Nebbia bassa
feat. Cisco
Ti voglio raccontare
(Continues)
Contributed by Kiocciolina 2008/3/22 - 16:28
Downloadable! Video!

Novecento

E mi svegliai un mattino in una vita sconosciuta,
(Continues)
Contributed by Donquijote82 2008/3/22 - 10:27

O cancellier che tieni la penna in mano

dallo spettacolo "Ci ragiono e canto" (1966)

cirag




Rielaborazione di Dario Fo su un testo politico polesano del secondo dopo­guerra. Il canto ha delle varianti di carcere. Caratteristico questo canto di banditi raccolto a San Pietro Capofiume (Bologna) da S. Ferrati (Canti po­polari di San Pietro Capofiume in «Archivio delle tradizioni popolari», '89 e '91)

O cancellier che con la penna scrivi,
o scrivi pure una condanna giusta;
ho doi pistòl ch'io tengo carghc a bala
e una curtèla grida: — Scana, scana!
O cancellier che tieni la penna
(Continues)
2008/3/21 - 19:21
Downloadable! Video!

Ero povero ma disertore

Anonymous
parte dello spettacolo "Ci ragiono e canto" di Dario Fo
SONO POVERO MA DISERTORE
(Continues)
2008/3/21 - 19:11
Downloadable! Video!

A Pair of Brown Eyes

da "Rum Sodomy & the Lash" (1985)

A young man is drinking, drowning his heartache while Johnny Cash plays on the jukebox. An old drunk corners him and begins to ramble about his own life, about how he came back from the war to discover his girl had gone off with another. The young drinker’s immediate reaction is to despise the old sot for spoiling his orgy of self pity, and to stumble out of the pub in a rage. But then, he reconsiders. Perhaps he realises the old man has had much the harder life, and so develops a sense of perspective about his own. Or maybe he throws himself into the canal in despair. The issue is left unresolved, but the air of sorrow and entwined lives is left hanging by one of the Pogues’ most effective works.

from Pop matters
One summer evening drunk to hell
(Continues)
2008/3/21 - 17:59
Video!

Gentle Willie

WILLIE IL GENTILE
(Continues)
Contributed by Kiocciolina 2008/3/21 - 15:26
Video!

Sing Us One Of Your Songs, May

CANTACI UNA DELLE TUE CANZONI
(Continues)
Contributed by Kiocciolina 2008/3/21 - 15:20
Downloadable! Video!

Pictures of Adolf Again

DI NUOVO IMMAGINI DI ADOLF
(Continues)
Contributed by Kiocciolina 2008/3/21 - 15:17
Downloadable!

Di ritorno dal campo di Dakhla



Questo brano nasce da un viaggio fatto da Marco con la sua famiglia nel campo di Dakhla (nella provincia di Tindouf, in Algeria, non va confuso con la vera città del Sahara Occidentale che è sotto occupazione marocchina), uno dei quattro campi profughi nel quale si è rifugiata la popolazione Sahrāwī.
L'impatto di quella visita fu molto forte e Francesco, il padre di Marco, sulla via del ritorno da Dakhla, scrisse una poesia, che poi è diventata il testo di questa canzone.

La Storia del Sahara Occidentale (ex-colonia spagnola che fu invasa dal Marocco nel 1975, al momento del ritiro della Spagna) è una storia angosciosa di sopraffazione e indifferenza per le legittime aspettative di un popolo e per le reiterate risoluzioni delle Nazioni Unite che condannano questa occupazione.

Chiesi alla donna della tenda:
(Continues)
Contributed by adriana 2008/3/21 - 07:55
Downloadable! Video!

Manichini nudi



La canzone -che si intitola "manichini nudi", un modo in cui venivano chiamati i deportati sottoposti ai maltrattamenti nei lager- compie una lunga 'carrellata' fra i molti esempi di genocidi e persecuzioni che hanno costellato la storia, con molti riferimenti a volte espliciti a volte metaforici a ciascuno di essi. In rete si trovano anche dei riferimenti ad un libro con questo titolo: Bernadac, Christian- Manichini Nudi, Ginevra, 1976.
La frase ricorrente "cuore di cane" è un espressione che fu usata da un reduce durante il processo di Norimberga per indicare che non avrebbero mai pensato di 'contendere' il pane ad altre persone, anche familiari... ma la fame e l'abbruttimento del lager poterono anche questo.
Quando si parla di "ventre di rana" si adotta un'espressione che usa Primo Levi in "Se questo è un uomo" per descrivere quell'aspetto malaticcio e 'viscido' che avevano i deportati,... (Continues)
Cuore di cane
(Continues)
Contributed by adriana 2008/3/21 - 07:38
Downloadable! Video!

Padroni di sorte



Il brano “Padroni di sorte” racconta una tragedia familiare realmente accaduta nelle campagne pisane durante l’occupazione tedesca. Delle SS presero "in ostaggio" una famiglia (scambiandola per una che, pochi giorni prima, gli aveva rifiutato ospitalità) e dopo aver sparato al padre costrinsero il giovane figlio a seppellirlo, nonostante il padre non fosse ancora morto.
Questa vicenda -molto nota nel pontederese- è sempre stata raccontata nella famiglia di Bettina, che ha scoperto anche di conoscere la nipote di quel capofamiglia dalla sorte così triste.
La vicenda l'ha colpita a tal punto da farle nascere spontanea l'urgenza di raccontarla con una canzone.
L'abbiamo immaginata un po' come una vicenda di draghi e cavalieri neri, dal sapore quasi medievale.

…avevano pelle chiara,
(Continues)
Contributed by adriana 2008/3/21 - 07:25
Video!

Polish Requiem

Un'opera commissionata a Penderecky da Solidarność nel 1980 per celebrare i 10 anni dalla strage di Danzica, quando decine di operai portuali, in sciopero contro il regime del presidente Gomulka, furono uccisi negli scontri con l'esercito.

The Polish Requiem is a musical work written by Krzysztof Penderecki between 1980 and 1984, and revised in 1993. During 1980, Penderecki was commissioned by Solidarity to compose a piece to accompany the unveiling of a statue at the Gdańsk shipyards to commemorate those killed at anti-government riots there in 1970. Penderecki responded with the Lacrimosa, which he later expanded into this requiem, writing other parts in honour of different patriotic events. It has become one of the best known works of his later period.
A first version of the requiem was performed on 28 September 1984 by the Stuttgart Radio Symphony Orchestra under the direction of Mstislav... (Continues)
The text is in Latin, plus a traditional Polish hymn, Święty Boże.
(Continues)
Contributed by Alessandro 2008/3/20 - 15:06
Today is the fifth anniversary of the Iraqi war, but we should not forget that since First Gulf War the slaughter has never stopped for people in Iraq.

According to the estimate by Iraq Body Count the number of civilian deaths in this war is around 88.000, but taking into account other factors justforeignpolicy.org
estimates in 1.190.000 the number of Iraqi deaths due to US invasion.
The deaths among the occupation troops are 3992 and 21.000 injured.

March 20, 2003 - March 20, 2008... and war goes on. For these five long years, this website has always witnessed its opposition to this war, and to any war
Lorenzo Masetti 2008/3/20 - 14:18

Bambini soldato

Guardate questo mondo senza religione…
(Continues)
Contributed by filippo 2008/3/20 - 13:35

Pace

Pace
(Continues)
Contributed by Filippo 2008/3/20 - 13:29
Video!

Cherokee

1987

La canzone manifesta un chiaro dissenso contro l'avidità dell'uomo occidentale, che ha causato la diaspora della tribù nativo-americana dei cherokee. Destino estendibile a tutte le altre tribù indiane.
They lived in peace, not long ago
(Continues)
Contributed by Ivano 2008/3/20 - 12:15
Song Itineraries: Native American Genocide
Video!

Iraq

Oggi sono 5 anni dall'inizio della guerra in Iraq, anche se non bisogna dimenticare che dalla Prima Guerra del Golfo (agosto 1990 - febbraio 1991) il massacro del popolo iracheno - attraverso bombardamenti ed embargo - non è mai cessato.
Sono quindi 18 anni di guerra continua.

Limitandoci a questi ultimi 5 anni di guerra, secondo le stime di Iraq Body Count, il numero dei civili iracheni uccisi in questa guerra sarebbe di circa 88.000, anche se altre rilevazioni già nel 2006 indicavano un numero molto superiore di morti: Peacereporter, 11.10.2006
Secondo il sito justforeignpolicy.org
gli iracheni uccisi a causa dell'occupazione militare sarebbero quasi 1.190.000 (un milione e centonovantamila morti!)

I morti fra i soldati delle truppe di invasione anglo-americane sono ad oggi 3992. I feriti sono all'incirca 21.000.

20 marzo 2003 - 20 marzo 2008... e la guerra continua.
Alessandro 2008/3/20 - 12:14

Genre humain

[2007]
Paroles et musique: Didier Devos
Testo e musica: Didier Devos
Choeurs: Céline Devos - Corine Ralison
Violon: Simon Devos
Dall'album "Étoiles de Terre"

Testo da piazzacarlogiuliani.org
Je suis du signe du lion
(Continues)
Contributed by adriana 2008/3/20 - 07:34
Downloadable! Video!

Follow The Leader

I was away from home during much of the first Gulf War. While staying in Atlanta, I heard a radio report that a Pakistani child, that was beaten up by her schoolmates. The other kids thought her father was an Iraqi spy...

Children learn from their parents and, in turn, we should examine the reflection of ourselves provided by children's' actions.
We fled Pakistan to find a free land
(Continues)
Contributed by Pete Kronowitt 2008/3/20 - 04:29

Justice and Independence '85

Non so, ci può stare nel sito?
Dall'album "Scarecrow" del 1985.
He was born on the fourth day of July
(Continues)
Contributed by Renato Stecca 2008/3/19 - 21:15
Video!

Fiume Sand Creek

sono una fan di de andre......6 un mito questa canzone bellissima
valeziano 2008/3/19 - 15:07
Video!

Gimme Hope Jo'anna

non lo sapevo di questa bella canzone cosa trattava grazie per la conoscenza
giuseppe 2008/3/19 - 13:33
Video!

1959

grazie per la traduzione e per gli articoli sempre molto interessanti
2008/3/19 - 00:26
Downloadable! Video!

Did You Hear What They Said?

Da "Free Will" (1972)
Did you hear what they said?
(Continues)
Contributed by Alessandro 2008/3/18 - 08:39
Downloadable! Video!

Cuore malato

[2008]
Viento, lucha y sol
(angelo conti)
(Continues)
Contributed by adriana 2008/3/17 - 19:06
Downloadable! Video!

Angelita di Anzio

QUESTA CANZONE MI RICORDA UN PERIODO MOLTO TRISTE DELLA MIA INFAZIA.
ELENA 2008/3/17 - 10:08
Downloadable! Video!

Friedenspanzer

so geil!!!!!!!!!!!!! ich liebe das song und die aerzte und drollige gesichtchen
federoca 2008/3/16 - 19:42
Video!

Kalachnikov Style

1995
Album: Tango Massaï
Kalachnikov Style !
(Continues)
2008/3/16 - 14:04
Video!

Tank

Troupes soviétiques
(Continues)
2008/3/16 - 14:03
Video!

Nations en flamme

Connais tu une seule nation
(Continues)
2008/3/16 - 14:01
Video!

Lieutenants du désordre

Tu étais un grand soldat
(Continues)
2008/3/16 - 13:58
Downloadable! Video!

Mort ou vif

album SOUS UN CIEL ÉCARLATE
Ici, pas besoin d'guerres
(Continues)
2008/3/16 - 13:54
Downloadable! Video!

Olaf

Album: "En attendant le demain"
Moi j'ai un grand frère, il s'appelle Olaf
(Continues)
Contributed by Christophe 2008/3/16 - 13:48
Downloadable! Video!

Vitti na crozza

Scusatemi, sono Peppy Maniglia di Palma di Montechiaro (AG).. Come precedentemente vi ho scritto, sono un chitarrista classico latin-jazz.. Desideravo comunicarvi che sono molto amico di CICCIO LI CAUSI, figlio di FRANCO LI CASUSI.. Desideravo mettervi al corrente che Franco Li Causi non dormiva neanche una notte per scrivere i testi di VITTI NA CROZZA e quando lui riusciva a mettere giù qualche frase della canzone, registrava il tutto su "bobina L-R"..Con Ciccio siamo molto amici e abbiamo eseguti numeosissimi concerti.. Egli è un ottimo mudicista.. Pensate che ho tanta confidenza con lui che lo chiamo "BELLINI", poichè il padre sosteneva scherzosamente che Ciccio è stato concepito a Catania dopo uno spettacolo in onore di Vincenzo Bellini.. Attualmente sono in tour a Tenerife, ma appena rientrerò ad Agrigento vi metterò immediatamente in contatto con Ciccio Li Causi, così potrete avere delle iformazioni importanti.. Grazie, cordiali saluti, Peppy Maniglia.
giuseppe maniglia 2008/3/15 - 21:21
Downloadable! Video!

Il Bambino di gesso

"Il bambino di gesso" è contenuta nell'album "Ci vuole un fiore" (Ricordi, 1974), ristampato su CD nel 2000 da BMG Ricordi.

Copertina disco

http://www.sergioendrigo.it/Discografi...

Ed ecco le note di copertina, tratte dal sito ufficiale dell'artista http://www.sergioendrigo.it :

"Un giorno qualcuno ha avuto l’idea di fare questo disco, ma nessuno si ricorda più chi è stato. Comunque adesso il disco c’è e le parole sono state scritte da Gianni Rodari, le musiche da Luis Bacalov e da Endrigo.
I bambini che hanno cantato sono Annapaola e Giovanni Bacalov, Cristiana (figlia di Nora Orlandi), Claudia Endrigo, Giorgia Lepore, Manuela e Maura (le gemelline di Cianciarelli), Silvia Somigli e Laura Pierazzuoli che purtroppo non ha potuto finire il disco perché sul più bello si è presa il morbillo. Tutti sono stati istruiti e diretti da Nora Orlandi.
Le voci che non cantano ma parlano sono... (Continues)
Alberta Beccaro - Venezia 2008/3/15 - 13:44
Video!

Una casa al sole

Questa è invece la copertina del relativo 45 giri, pubblicato - da Ricordi - sempre nel 1974

http://www.sergioendrigo.it/Discografi...
Alberta Beccaro - Venezia 2008/3/15 - 13:37
Video!

Mio fratello è figlio unico

La canzone "Mio fratello è figlio unico" ha avuto un effetto sconvolgente sulla mia vita. Può sembrare esagerato ma è così.Ha un'incredibile forza d'urto,scuote certezze, fa vacillare fortezze, rende partecipi di sofferenze che ci sfiorano,rende consapevoli della propria sofferenza. "Mario" o "Mariù"? E' la stessa cosa ma, in qualche misura, il senso cambia: Mario è "mio fratello"(disgregato, deriso, calpestato. Sono dalla sua parte), Mariù è l'amore che consola, che comunque c'è.
Dora 2008/3/14 - 13:46
Video!

L'Orlando

Risulta disponibile su CD l'originale ed interessante versione live di questo brano - risalente all'ottobre 2001 - cantata dal gruppo Il Parto delle Nuvole Pesanti al Premio Tenco di quell'anno, ove l'annuale Rassegna della Canzone d'Autore fu proprio dedicata ad Endrigo.
Questo imponente album-tributo ad Endrigo, che poi è uno dei cosiddetti e benemeriti "dischi del Tenco", si chiama Canzoni per Te (Alabianca, 2002).

Copertina:http://www.sergioendrigo.it/Discografi...
Alberta Beccaro - Venezia 2008/3/14 - 01:47
Video!

Supper's Ready

sono cresciuta con questa canzone :( ...con la voce di peter che mi parlava d'innamorati, di narciso, di Winston Churchill vestito da donna... XD la adoro!
purtroppo non ho mai incontrato ragazzi o ragazze della mia età appassionati dei genesis in tutta la mia vita...ed è un peccato perchè trasmettono tanto. penso che nessun altro gruppo prog sia stato tanto poetico e romantico quanto loro...soprattutto peter grazie alla sua vena artistica ha dato tanto, troppo! e senza di lui i genesis non sono stati più quelli che erano... un gran peccato!!!
ciaociao a tutti :)
p.s: rivoglio il rock progressiveeeeeeeeeeeeeeeee :'(
Julia90 2008/3/13 - 23:07
Video!

The Home Front

Dall'ultimo album della band di Athens, "Brighter Than Creation's Dark" (2008).

Se That Man I Shot parla della "guerra portata a casa", questa The Home Front parla della "casa portata in guerra"...

"[...] Lei non ha più potuto dormire da quando Tony è andato in guerra [...] Non bastano il 9/11 o l'Uranio per fermare la menzogna. Lei è stata lasciata a casa, in prima linea. Tutti e due da soli."
The hours creep across the face
(Continues)
Contributed by Alessandro 2008/3/13 - 08:39
Downloadable! Video!

Stranizza d'amuri

E' proprio bella...dà un senso di calore e semplicità...la versione della consoli poi è insuperabile secondo me(per chi non lo sapesse, la cover di carmen consoli è inclusa in un album intitolato"voli imprevedibili" che raccoglie i vari tributi fatti al cantautore dai migliori interpreti italiani)
Giuliano (Da Napoli) 2008/3/11 - 22:16
Downloadable! Video!

Sul ponte di Perati bandiera nera

Anonymous
Indistintamente che siano fascisti o no, i soldati della repubblica sociale erano comunque soldati che morivano per una causa che secondo loro era "giusta".
E questa è comunque una canzone di guerra che canta le difficili situazioni che vive in qualsiasi schieramento un fante sia rosso che nero, quindi avevano tutti i diritti di cantarla.

(lorenzo)

Vedi, penso che ciascuno abbia il diritto di cantare quello che vuole. Mi sembra però che queste parole così dolenti sulla propria sorte siano contraddittorie in bocca a chi stava difendendo quello stesso regime che aveva spedito gli alpini a morire in Albania. Probabilmente i repubblichini avevano adottato il canto per via della "bandiera nera", non capendo o non volendo capire che si trattava di una bandiera di lutto, e non certo di una bandiera fascista!
(Lorenzo)
2008/3/11 - 19:03
Video!

That Man I Shot

Dall'ultimo album dei DBT, "Brighter Than Creation's Dark".

"[...] And "That Man I Shot" is a blazing, troubling masterpiece in which a soldier home from Iraq can't tear away the memory of a man he killed in combat ("That man I shot, I didn't know him/I was just doing my job, maybe so was he"). It's a tale of the most human consequences of war that's built from equal portions of anger, confusion, and compassion, and it's hard to imagine any other band pulling off its fusion of Southern-fried street smarts and guitar-fueled thunder. It's one of several brilliant moments on Brighter Than Creation's Dark, and less than three weeks into 2008 it's hard not to escape the feeling that with this disc we may already have the best album of the year."
Dalla recensione di Mark Deming su Allmusic.com
That man I shot, He was trying to kill me
(Continues)
Contributed by Alessandro 2008/3/11 - 16:10




hosted by inventati.org