Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2006-7-10

Remove all filters
Video!

Kill The President

Da "The Offspring" debut album uscito su vinile nel 1989, rieditato su cd nel 1995 e poi di nuovo nel giugno 2001... ma il brano in questione è stato espunto dall'ultima edizione, certamente per ragioni di "opportunità politica" (anche se non c'è nessuna relazione con l'11 settembre)...

Però dovrebbero spiegarci gli Offspring perchè uccidere il presidente andava bene con Bush Senior e non più con Bush Junior...Forse la fama e i soldi nel frattempo accumulati hanno ridotto 'sti alternatives a più miti consigli?!?)

Wikipedia
In a world without leaders
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/10 - 22:23
Video!

Out On Patrol

Dal debut album della band, intitolato semplicemente "The Offspring", uscito nel 1989.
Wikipedia
Look at you soldier boy now
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/10 - 22:08
Video!

Out On An Island

Dall'album di esordio "Shock Troops" del 1982.
Everybody's got a number tattooed on their soul
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/10 - 21:56
Downloadable!

Idzie żołnierz borem lasem

Anonymous
10 juillet 2006
LE SOLDAT MARCHE PAR LA FORÊT
(Continues)
2006/7/10 - 19:16
Downloadable! Video!

Canto do Desertor

Parabéns pela evocação do Luis Cília.
Leonardo Verde - agcolos.drealentejo.pt 2006/7/10 - 12:55
Downloadable! Video!

Stelutis Alpinis

Tentando una traduzione che cerca di rispettare la semplicità dell'orignale e specialmente mantenere il ritmo metrico che permetta di "cantarla" in italiano.
Da S Paolo del Brasile il 9 luglio del 2006
dies niveo signanda lapillo
L'Italia é Campione del Mondo per la quarta volta.
Viva l'azzurra.

Emilio M. Boria
S.Paolo del Brasile 9 luglio 2006
STELLE ALPINE
(Continues)
Contributed by Emilio Maria Boria 2006/7/10 - 02:01
Downloadable! Video!

Monster Hospital

Dall'album "Live It Out" del 2005.

Si tratta di un omaggio in chiave antimilitarista a Bobby Fuller, l'autore di "I Fought The Law", canzone resa poi celebre dai Clash. Fuller morì nel 1966 in circostanze mai del tutto chiarite, quasi certamente assassinato.

A proposito della versione dei Metric ("I fought the war but the war won"), si legga l'intervento di GinaMarz su Songmeanings:
Monster hospital, can you please release me?
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/9 - 15:49
Downloadable! Video!

Po partyzancie dziewczyna płacze

Anonymous
9 juillet 2006
LA JEUNE FILLE PLEURE LE PARTISAN
(Continues)
2006/7/9 - 15:19

Middle Eastern Holiday

E' il brano che apre l'album "In Operation", uscito nel maggio 2006.
I've got to go, but what a prize to give
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/9 - 15:01

Lies In The House Of Shame

Dal debut album "Rebirth Of The Temple", uscito nel maggio 2006.
Death in mass production, war crimes
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/9 - 14:48
Video!

Death Doesn't Care

Dall'album "Don't Miss the Train", uscito nel 1991 e rieditato nel 2001.
So many people try to do things for themselves
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/9 - 14:36

Killing Time

Dall'album "Keep Them Confused" del 2005.
Not Knowing what he had got into, only following the sheep
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/9 - 14:23
Le Déserteur has since today its Arabic version.
Riccardo Venturi 2006/7/9 - 00:18
Downloadable! Video!

Le Déserteur

ARABO / ARABIC / ARABE [1]

La traduzione è ripresa da questa pagina turess.com.
Translation reproduced from this turess.com page
Traduction tirée de cette page turess.com

* بوريس فيان (Boris Vian)
نصوص وأغان، منشورات كريستيان
بورجوا (Christian Bourgeois)
باريس 1975
من هو بوريس فيان
* بوريس فيان (Boris Vian) (1920 1959) متخرج في المدرسة العليا المركزية للفنون والصناعات (LصEcole Centrale des Arts et Manufactures) وهو الى ذلك مغرم بالموسيقى نفخا في المزمار وولعا بالموسيقى الجاز (Jazz) حتى اصبح وجها شهيرا في ليالي باريس بحي Saint-germani des Près بعد الحرب العالمية الثانية. وهو شاعر وروائي، فاجأ الجمهور بروايتين اصدرهما سنة 1947: رغوة الايام (LصEcume des jours)
الخريف في مدينة بيكين (LصAutomne à Pékin)
كما اشتهر بروايات «سوداء» على الطريقة الامريكية منها سأزور قبوركم لاتفل عليها (J'irai cracher sur vos tombes) الصادرة سنة .
ولقد دل استفتاء لدى الشباب الفرنسي ان 95 منهم معجبون بالكاتب بوريس... (Continues)
بوريس فيان
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/7/8 - 23:04
Video!

I Am Mine

non saprei se è propio il testo dedicato alla pace si è vero è segnato dall' undici settembre ma hai me il messaggio è io sono mio per carita la spiritualità tipo il cristianesimo non si butta via anzi ma dobbiamo renderci conto che i pearl jam cono un gruppo concreto niente da dire sulla visione loro di dio cioè il tutto che ci circonda l' uomo se è ispirato da qualcosa di divino alla fine è ispirato da qualcosa che è dentro di lui chiamalo pure dio ci sta benissimo come definizione quindi penso che per essere chiari i pearl jam ci vorrano ancora altri anni il mondo deve ancora maturare pure io mi metto nel mondo faccio pure io parte con tutto il mondo quindi il testo è chiaro
gian carlo 2006/7/8 - 18:05
Downloadable! Video!

Nel letto di Ousman

Dall'album "Panciastorie"
Era un pezzo di ghiaccio che vestiva di nero
(Continues)
Contributed by adriana 2006/7/8 - 11:16

Noćni sonet o smislu života

Noćni sonet o smislu života
(Antiratna pjesma)
da questa pagina
Razmišljajuci o smislu života dignem pogled do neba,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/7/7 - 00:01
Video!

Si può morire

(1963)

Bella canzone di Nanni Svampa, la ascoltai dai Gufi alla fine degli anni 60 durante un loro spettacolo a Bologna.
Si può morire facendo il presidente,
(Continues)
Contributed by Marcello 2006/7/6 - 23:39

Undicesimo comandamento

FIGATA IO AMO MONDO MARCIO!
OH YEA! 2006/7/6 - 21:40
Downloadable! Video!

Ballata per Ciriaco Saldutto

[1973]
Selmoco-Della Mea
Dall'album-cantata "La Balorda"
Edizioni VEDETTE
Zodiaco VPA8165

[...]Ballata per Ciriaco Saldutto, la canzone d’apertura della seconda facciata del disco, si riferisce ad un quindicenne meridionale, immigrato dalle Puglie a Torino, città che lo isola e lo annienta, fino ad indurlo ad impiccarsi, con il "delitto della repressione". Crepa!, nella sua incandescente dolcezza, torna a ribadire uno dei punti basilari in Della Mea: la necessità di essere "bambino" per poter "credere", "sperare" e "volere un mondo nuovo" [Teresio Zaninetti, da Rabbia e poesia in Ivan Della Mea.

Ciriaco Saldutto visse e morì in Via Sobrero, nel quartiere di San Donato a Torino. Se ne ha notizia in questo articolo di it.wikipedia dove pure è nominata la canzone di Ivan della Mea. Come ci informa opportunamente Vito Vita, il fatto avvenne nel giugno del 1972 e fu ricostruito anche in un reportage della RAI.
Lui ha quindici anni, cognome Saldutto,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/7/6 - 14:58

Mondo meraviglioso

Renato Franchi&orchestrina del Suonatore Jones
Ancora pioveva ieri notte
(Continues)
Contributed by adriana 2006/7/6 - 07:50
Video!

Killing For Jesus

Dall'album "Wonderful" del 1985.
All across the world
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/4 - 23:13
Video!

How Come

Dall'album "Trouble" del 2004.
People on the street now
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/4 - 16:28
Video!

Helicopters

Dall'album "Maroon" del 2000.

Un brano dedicato al ruolo dei media durante la guerra.
Si veda l'intervento di Occams Harmony su Songmeanings.
This is where the helicopters came to take me away
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/4 - 16:22
Downloadable! Video!

The Gunner's Dream

[1983]
Roger Waters
Album: "The Final Cut"

La quinta traccia di "Final Cut" del 1983, prosecuzione della precedente "The Hero's Return"
Per un'analisi del brano, si legga l'intervento di Star Captain su Songmeanings.

Un'introduzione all'album si trova nel commento alla prima canzone, The Post-War Dream.
La poetica della canzone viene ritenuta da alcuni ad un livello aulico, quasi da essere paragonato ai grandi Shakespeare e Wordsworth. Probabilmente, una delle figure retoriche che spicca è la seguente: In the space between the heavens/And in the corner of some foreign field/I had a dream (Nello spazio tra i cieli e in un angolo di qualche campo straniero, avevo un sogno).

Il testo della canzone, triste come molti altri componimenti poetici di Waters, è un monologo di un aviatore (in inglese air gunner) che, dopo essere stato colpito durante uno scontro aereo, mentre sta precipitando... (Continues)
Floating down through the clouds
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/4 - 16:05
Downloadable! Video!

We Shall Overcome

Anche io la porto all'esame di maturità.. Insieme ad altre canzoni come
Primavera di Praga
Blowing in the wind
Canzone del Maggio
Valle Giulia
...

in collegamento con il 68 e anzi gli anni '60 in generale
Maria 2006/7/3 - 22:03
Video!

Find the Cost of Freedom

Scritta da Stephen Stills, è la b-side di "Ohio" (1970) e come questa dedicata agli studenti della Kent University assassinati dalla Guardia Nazionale il 4 maggio 1970.
Find the cost of freedom
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/3 - 13:43
Downloadable! Video!

La ballata dell'Ardizzone

BALLATA PER GIOVANNI ARDIZZONE
Una poesia di Gian Luigi Nespoli
dal sito dell'Associazione di Solidarietà Internazionalista con Cuba (pagina segnalata da Adriana).

La sera scendeva su Milano
e non finiva, non finiva
quella voce immensa, quel sospiro,
quel gesto di pugni alzati,

quel rosso navigare di bandiere,
quel volo di colombe, finchè l'urlo,
come l'inarrestabile marea,
si alzò al cielo, e il silenzio,

il silenzio improvviso della morte
penetrò negli occhi e nei cervelli
e un torrente di lacrime
e di rabbia sommerse la città.

E un nome, un nome di giovane uomo,
comunista, silenzioso straripò
e tutti noi con le labbra
e con il cuore lo gridammo:

Giovanni. Giovanni Ardizzone
era quel nome, un nome
d'un qualsiasi ragazzo
che alzava una bandiera

con la stella solitaria,
un nome di studente, un combattente
per la libertà d'un popolo lontano
ma... (Continues)
Adriana e Riccardo 2006/7/3 - 13:15
Downloadable! Video!

Monte Pasubio

Come precisato da Sergio Neddi, non si tratta di un canto anonimo ma di un canto scritto da Giuseppe (detto Bepi) De Marzi, direttore del coro dei Crodaioli di Arzignano (VI).

Grazie per questa informazione.
2006/7/3 - 09:32

Retrouver Montcalm


Il riferimento storico è alla Guerra dei sette anni (1754; 1756-1763), la cui fase che si svolse in suolo canadese è nota come Guerra franco-indiana, e al generale Montcalm (Louis Joseph Marquis de Montcalm de Saint Véran, 1712-1759), che comandava le forze francesi.Sul generale Montcalm si veda questo articolo di Wikipedia in inglese.
Je suis soldat McHolland posté à Lévis
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/7/3 - 00:51
Video!

Il 3 dicembre del '39

[1967]
Testo e musica di Francesco Guccini
da "Folk Beat n°1"


IL 3 DICEMBRE DEL ‘39
di Riccardo Venturi
Dal newsgroup it.fan.musica.guccini – 8 novembre 2001

Il 3 dicembre del '39 a stare al mondo volli provar; ma la mia storia, signore e signori, la conoscete già piuttosto bene. Inutile dirvi che sono proprio io, Benito Pio Jack Benski Stalìn &c.; sto invecchiando bene, anzi direi benone, esattamente come quel mio amico Guccini che, nel '67, s'interesso' alle mie vicende tanto da scriverci sopra una canzone. Ma, appunto, si era nel 1967; ed in trentaquattro anni, credetemi, ne e' passata di acqua sotto i ponti.

Un giorno -sara' stato un paio di mesi fa, non ricordo bene-, mi capita di reincontrare il Guccini da quel suo famoso barbiere siciliano; dopo i "ma sei proprio tu" e i "come stai" con le pacche di prammatica sulle spalle (beh, vi assicuro che prenderne una da Guccini... (Continues)
Il tre dicembre del trentanove a stare al mondo volli provar:
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/7/2 - 22:44
Downloadable!

Dirty Harry

Dal secondo album dei Gorillaz, "Demon Days" (2005).

The song references (to some also disses) George W. Bush ("The war is over so says the speaker with the fight suit on") referring to the time when George was speaking to reporters in a fighter plane suit decreeing they won the war.
Wikipedia (English)
I need a gun to keep myself from harm
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/2 - 21:51
Song Itineraries: George Walker Bush II

Brainwashing Our Fighting Boys

Somebody's been
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/2 - 19:10
Video!

Bleed From Within

Dal secondo album della band, "Welcome to the North", del 2004.
Shooting star across the desert sky
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/2 - 19:00
Video!

Bad Man

Dall'album "Social Studies" del 1999
Now, hey everybody, we're havin' a war
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/2 - 18:44

1968

Dall'album "Blackjack David" del 1998.
Un brano che parla di un'amicizia e di vite segnate dalla guerra in Vietnam.
Johnny gave Joe his first cigarette
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/2 - 18:08
Video!

1 Trillion Dollar$

Da "For Blood and Empire", ultimo album del gruppo, uscito nel marzo 2006.
One trillion dollars could buy a lot of bling
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/2 - 17:52
Video!

ניט קײן ראָזינקעס, ניט קײן מאַנדלען - לולינקע

Nit keyn rozinkes, nit keyn mandlen (Lulinke)
[1941]
Lyrics by Yeshayahu Spiegel
Music by David Beyglman

Testo di Yeshayahu Spiegel
Musica di David Beyglman

Con il titolo di Lulinka ("Ninna-nanna"), il testo originale yiddish è stato cantato dagli 'Zuf de Žur nell'album Lasciapassare.

Fu scritta nel ghetto di Łódź poco dopo la morte del piccolo figlio del poeta, Chava. Fu eseguita per prima dalla cantante Ella Diamant all'apertura del centro culturale del Ghetto, e cantata dagli Ebrei di Łódź, sebbene proibita dallo "Judenrat" (il "Consiglio Ebraico" di osservanza tedesca).

David Beyglman (1887-1945) fu violinista, compositore e critico teatrale. Era nato da una famiglia di Łódź composta in gran parte da musicisti; scrisse sinfonie e canzoni che descrivevano la vita nel ghetto di Łódź. Fu deportato a Auschwitz nel 1944, poi mandato in un campo di lavoro dove morì nel febbraio del... (Continues)
ניט קײן ראָזינקעס, ניט קײן מאַנדלען,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/7/2 - 13:54
Song Itineraries: Extermination camps

התחנה הקטנה טרבלינקה

[1988]
Lyrics and music by Yehuda Poliker
Testo e musica di Yehuda Poliker

From the album אפר ואבק [èfer veàvak; "Ashes and Dust"]
Dall'album אפר ואבק [èfer veàvak; "Cenere e polvere"]

The journey from East Warsaw station to Treblinka sometimes lasts for five hours and forty-five minutes. Sometimes it can last a whole lifetime.

The station is small with three fir trees and a regular notice that informs you that this is Treblinka. There is no office and no porter and even for a million you won't get a return ticket. No one is waiting at the station and no one is waving a scarf. You are greeted by a stillness hanging in the air in this closed wasteland.

The station pillar and the fir trees are worn away as is the black notice that this is Treblinka station. Still hanging is the advertisement sign which says: "COOK ONLY WITH GAS."

כאן התחנה טרבלינקה
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/7/2 - 12:18
Song Itineraries: Extermination camps

Amigo, soldado, hermano

Soldado que tira al cuerpo
(Continues)
Contributed by adriana 2006/7/2 - 07:48
Video!

Corrido del '73

Un general traicionero
(Continues)
Contributed by adriana 2006/7/2 - 07:41
Downloadable! Video!

Ballad For The Fallen Soldier

Dall'album "Between the Sheets" (1983).
I remember when I was much younger than now
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/2 - 01:14
Video!

All Fall Down

Dall'album "U-Vox" del 1986. Il brano fu registrato insieme al celeberrimo gruppo folk irlandese dei Chieftains.
When I was a boy there's a dream that I had
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/7/2 - 00:57




hosted by inventati.org