Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2006-6-15

Remove all filters

Bring Him Home

http://home.cogeco.ca/~johnharrop/

The Author of the spong is a new Canadian Singer Songwriter from Toronto.
The link provides access to an experimental video produced in the U.K. as part of a students final year Degree Course.
Was a soldier , was not a hero went to war where non hero’s go
(Continues)
Contributed by Billy -G-III 2006/6/15 - 17:06
Video!

The World Looks Away

Cantata anche da Karan Casey
I woke up from the dream
(Continues)
Contributed by Lucilla 2006/6/15 - 16:46
Song Itineraries: The Palestinian Holocaust
Video!

Alla fine

Dall'album "Grazie" (2006)
Testo e musica di Gianna Nannini

Al pianoforte l’armena Ani Martirosyan.

"Essere contro non sempre risolve i problemi che invece possono giungere a conclusione con il confronto. Nel disco ci sono canzoni positive sui sentimenti, anche se arrivano dopo un periodo di travaglio. Questo tuttavia non significa che oggi non ci sia nulla che mi fa incazzare. Non sopporto la guerra, il buonismo verso l'Africa stile Live 8, che diventa solo un'occasione per far vetrina. Con l'associazione "Aiutali a Vivere" sono stata in Iraq una settimana dopo la presunta fine della guerra e ci sono tornata una seconda volta. Lì ho visto cose che non immaginavo, un'esperienza che mi ha cambiata, mi ha fatto prendere le distanze da molti dei miei impegni perché ho visto cose tremende. Alla fine, l'ultima canzone del disco, racconta proprio delle cose che ho visto in Iraq."

(Gianna Nannini intervistata da Luca Trambusti)
Alla fine dell’Italia
(Continues)
2006/6/15 - 13:33
Video!

Il canto sospeso

TRADUÇÃO PORTUGUESA das cartas e das biografias
TRADUZIONE PORTOGHESE delle lettere e delle biografie
Anton Popov [Aнтон Попов]
(Continues)
2006/6/15 - 00:39
Video!

Luglio, agosto, settembre (nero)

grandi tutti voi!

Grazie! :-P [RV]
2006/6/14 - 14:31
Video!

The Man's Too Strong

Dall'album "Brothers in Arms" (1985)
I'm just an aging drummer boy
(Continues)
2006/6/14 - 13:22
Downloadable! Video!

Non trattare

da "Ovunque proteggi" (2006)

Potrebbe sembrare molto strano inserire questa canzone tra le CCG. In effetti lo è, come strano e straniante è l'ultimo bel disco di Capossela che si apre con questa canzone, affascinante e terribile, infarcita delle citazioni bibliche (ancora più di Dylan, ha notato qualcuno).

Il motivo lo vado a spiegare subito: forse mi sbaglio ma mi pare che nella compiaciuta descrizione di queste atrocità compiute nel nome di Dio, un dio degli eserciti dell'Antico Testamento, ci sia forse una risposta a tutti quelli che vogliono vedere nel Corano l'unico esempio di "testo sacro" che invita alla Guerra Santa. Non è così, come sappiamo.

Forse è una lettura semplicistica, e Capossela non è mai semplice, comunque... si apra il dibattito!
(Lorenzo Masetti)
Non trattare
(Continues)
2006/6/13 - 17:29
Video!

Song For The Dead

Album: Trouble in Paradise - 1983
Deep in the field
(Continues)
Contributed by Ramón Rebollar 2006/6/13 - 14:39
Downloadable! Video!

L'État de merde

[1998]
Paroles et musique: François Béranger
Testo e musica di François Béranger
Avant d'acheter ma carte Vermeil
(Continues)
2006/6/13 - 10:49
Song Itineraries: Shit, our sister
Downloadable! Video!

We Shall Overcome

porto questa canzone agli esami di matura, in inglese, come collegamento al sessantotto (speriamo i profs nn rompano troppo)!
ringrazio per le informazioni, facili e esaurienti!
ciao
Puzza87 2006/6/12 - 20:00
Video!

Venez vers moi

Paroles: A.Red. Musique: A. Red, R. Seff 2002 "Face A/Face B"

Le 11 septembre 2001, je suis restée scotchée devant la télé, comme tout le monde. Les commentateurs essayaient tous de garder un ton neutre face à la monstruosité des événements. Tous, sauf un, qui ne pouvait absolument pas retenir son émotion : “ Que va-t’on devenir ? Ou va l’humanité ?”
Mon imagination a pris le relais…
Musique inspirée de Indeep.

Axelle Red
Je viens d'entendre
(Continues)
2006/6/12 - 10:30
Downloadable! Video!

X-Ray Sun

In seguito ai quattro "suicidi" (?), che hanno riportato per un momento l'attenzione sul campo di detenzione di Guantanamo è arrivata oggi una dichiarazione del comandante del campo, ammiraglio Harry Harris.

"Sono intelligenti. Hanno inventiva. Sono devoti. Non hanno alcun rispetto per la vita, né la nostra né la loro", ha detto Harris, "Io sono convinto che questo non sia stato un atto di disperazione, ma un atto di guerra".

Per la cronaca: due dei presunti suicidi avevano 19 e 21 anni ed erano detenuti in quello che Amnesty International ha definito un "moderno gulag" da quattro anni.

Penso che non ci sia bisogno di ulteriori commenti.
Lorenzo Masetti 2006/6/12 - 10:11
Video!

Il canto sospeso

CРПСКИ ПРЕВОД писма и биогpaфиja
VERSIONE SERBA delle lettere e delle biografie.
Aнтон Попов
(Continues)
2006/6/11 - 21:07
The non-stop program organized by AntiWar Songs/CCG and Radio Dissident, including 25 songs from our website, has been definitely successful and will be certainly the first of a long series. We seize the occasion to greet and thank incomparable Mario "MTMS" of Radio Dissident! Here is the playlist (in Italian).
Riccardo Venturi 2006/6/11 - 11:54
Downloadable!

Guerra

Forse che questa canzone non mostra l'immagine di bambini che muoiono senza una ragione? Omicida il Popolo. Omicida il Governo. Omicida chi ha fatto esplodere l'ordigno. Un Tribunale si erga, finalmente, che sia in grado di condannare i colpevoli.
Agli altri, dico, con un verso di una canzone più famosa:
METTETE DEI FIORI NEI VOSTRI CANNONI, PERCHE' NON VOGLIAMO PIU' NEL CIELO MOLECOLE MALATE, MA NOTE MUSICALI......
GIOVANNI NACHIRA 2006/6/11 - 11:51
Video!

Alligators 427

Hi,
Alligators427 is not really a song against the war, but a song which warns against the risks of the nuclear power (written in 1976, 10 years before Tchernobyl)

Alligators427 non è realmente una canzone contro la guerra, ma una canzone che mette in guardia contro i rischi dell'energia nucleare (scritta nel 1976, 10 anni prima di Tchernobyl)

Grazie, Arnaud, per l'informazione! Ciononostante, con aggiunta la sua precisazione, lasciamo la canzone perché l'energia nucleare, i suoi rischi e i suoi disastri sono comunque una delle nostre tematiche (vedi ad esempio canzoni come Chernobyl dieci anni dopo di Pippo Pollina).
Saluti! [RV]
Arnaud33 2006/6/11 - 09:18
Downloadable!

Sui Monti Scarpazi

Anonymous
(armonizzazione di A. Pedrotti)

Romania 1914-1918 – In Romania nel 1917 fra i giovanissimi trentini della classe 1899, arruolati in un reparto dell’esercito austriaco, nacque questo triste canto. "Scarpazi" è la storpiatura di Carpazi.

(fonte: Che gente sui monti)

2014
Il testamento del capitano

Quale guerra è veramente necessaria? Quale guerra si è mai dimostrata veramente giusta al punto da restituirci un mondo migliore? O ancora: quale guerra ha realmente raddrizzato il corso della storia giustificando il sacrificio di “alcuni” per il “bene” di tutto il mondo?
Il re del folk-rock Massimo Bubola torna a interpretare e rivisitare le canzoni della Grande Guerra con il nuovo album Il testamento del capitano a distanza di 9 anni dal successo di Quel lungo treno del 2005, proprio nel centesimo anniversario dall’inizio del conflitto mondiale.

Massimo Bubola riprende e riarrangia, caratterizzandoli... (Continues)
Quando fui sui monti "Scarpazi"
(Continues)
Contributed by Alessandro 2006/6/11 - 01:38
Song Itineraries: World War I (1914-1918)

Primavera giovanile

Primavera giovanile
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/6/10 - 21:23

L'inverno in Carnia

Anonymous
Testo ripreso da Il Deposito - Canti di lotta.
Canto partigiano della brigata "Osoppo", la stessa in cui militava il fratello di Pier Paolo Pasolini rimasto ucciso nell'episodio di Porzûs.
Da cantarsi sull'aria di Sul ponte di Perati bandiera nera (e quindi anche di Pietà l'è morta).
L'inverno è nero e duro
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/6/10 - 09:23

Cameraten, questa guerra

Anonymous
Parodia del canto repubblichino "Camerata Richard". Testo ripreso da Il Deposito.
Cameraten, questa guerra
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/6/10 - 00:22
Video!

Addio valle Roja

Anonymous
Canto partigiano della Valle Roja, al confine tra le provincie di Cuneo e Imperia e la Francia. Nel canto, sull'aria di Addio a Lugano, sono nominate alcune località della zona. Testo ripreso da Il Deposito.

Testo originale pubblicato nel libretto clandestino del 1944 "Canta il Partigiano" e successiva ristampa del 1947 a cura di Panfilo Editore in Cuneo.
Riproposto (agosto 2019) nella bella rivista MARITTIME a firma di Mauro FANTINO: tutti i dettagli li trovate alla pagina La veglia del partigiano

(gianfranco)
Montagne di Val Roja
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/6/10 - 00:16
Downloadable! Video!

Heros Of America

An inspiring anti Bush anti Iraq war song.
http://augustbullockmusic.com
© august bullock 2006


To play: D fingering on second fret (therefore in E)

Format is Intro then A-B-A-B-A-B-B(harp)-B

Chords: A(verse) = Intro D-A-G-A-D, then

D-A-G-D, D-A-G-D, F#m-Bm-G-A, D-A-G-D

B(chorus)= G-A-D-Bm, G-A-D,G-A-F#m-G,D-A-D


Thanks to August Bullock for contributing this beautiful song.
The president’s stupid, an ignorant man
(Continues)
Contributed by August Bullock 2006/6/9 - 23:55
Song Itineraries: Heroes
Downloadable! Video!

Rom Tiriac Rom (Tor de' Cenci)

Româneşte: Riccardo Venturi
9 giugno 2006 - 9 iunie 2006
ROM TIRIAC ROM
(Continues)
2006/6/9 - 20:44
Video!

Manhattan Kaboul

Da "Le Monde", 26/8/05


MANHATTAN KABOUL
par Claire Guillot

Un homme, une femme, un tube. Dans l'histoire des succès musicaux, la formule du duo a souvent fait figure de martingale. Le public, ce grand sentimental, aime l'association du grave et de l'aigu, du masculin et du féminin. Un format on ne peut plus approprié aux grandes histoires d'amour. Récemment, les maisons de disques et la télé-réalité ont usé et abusé de la recette magique qui, dans l'idéal, permet de doubler le nombre d'acheteurs potentiels. Quitte à faire revenir Dalida d'outre-tombe pour pousser la chansonnette en direct avec les stars du moment.

Ce n'est pourtant pas avec une chanson d'amour que Renaud Séchan a atteint le Nirvana commercial : Manhattan-Kaboul, locomotive de l'album Boucan d'enfer, évoque les attentats du 11 septembre 2001 à New York. Les deux personnages ne s'aiment pas ; d'ailleurs ils ne se connaissent... (Continues)
2006/6/9 - 17:32
Video!

Diallo

Per la vita, la storia e la morte di Amadou Diallo si veda la seguente pagina:
See following webpage for Amadou Diallo's life and death:

Amadou Diallo Foundation

Articoli su Amadou Diallo si trovano anche su Wikipedia
Articles on Amadou Diallo are to be found also in Wikipedia.

Si veda anche American Skin (41 Shots) di Bruce Springsteen
See also American Skin (41 Shots) by Bruce Springsteen

Altre canzoni su Amadou Diallo
Centuries of Pain: the Ballad of Amadou Diallo di Lorcan Otway
Diallo di Wyclef Jean
I Know You Don't Care About Me di Brothers Keepers
A Tree Never Grown di Black Star
Contempt Breeds Contamination di Trivium
Bang! Bang! de Le Tigre
The Other White Meat di Immortal Tecnique
I Find It Hard to Say (Rebel) di Lauryn Hill
[Wyclef as Amadou]
(Continues)
2006/6/9 - 11:47
Downloadable! Video!

This Is Radio Clash

i love you clash joe mick paul topper
floriano 2006/6/9 - 11:23
Downloadable! Video!

Bella Ciao

Anonymous
18. Bella Ciao (Versione portoghese di José Colaço Barreiros)
18. Bella Ciao (Portuguese version by José Colaço Barreiros


"Versione mia, che ogni tanto mi va di canticchiarla così.
Inedita, ovviamente."
(José Colaço Barreiros)
BELLA CIAO
(Continues)
Contributed by José Colaço Barreiros 2006/6/9 - 04:16
Downloadable! Video!

Perfect Sense

......non vedo dove nel testo originale parli di un bimbo ustionato! Nella canzone, dopo l'"I don't think so" ovvero "Credo di no", si ode una fragorosa esplosione (effetto sonoro già usato più volte nello stesso album ed anche in The Final Cut). Mi sfugge qualcosa?

No, Marzio, non ti è sfuggito niente e hai perfettamente ragione. Purtroppo l'enorme quantità di testi di questo sito non ci permette di rivedere tutte le traduzioni come sarebbe necessario, e qualcosa necessariamente ci scappa. Grazie quindi per avere segnalato questa cosa: nel testo, effettivamente, non c'è nessun "bambino ustionato". Da dire anche che tutta la traduzione ha bisogno di una ricontrollata a fondo; si tratta di un testo molto difficile, in pieno stile "watersiano", e c'è bisogno di una revisione. Per questo vi ho apposto il segnale di "lavori in corso". [RV]
Marzio 2006/6/8 - 22:43
Downloadable! Video!

Oltre il ponte

È vergognoso che molta gente non conosca la storia, ma è ancora peggio se la conosce distorta. Conosco molta gente che crede che la responsabilità delle numerose rappresaglie nazi-fasciste sia dei partigiani. Una mia professoressa in classe disse che il vero colpevole dell'eccidio delle Fosse Ardeatine era il partigiano che aveva piazzato una bomba uccidendo 32 tedeschi, poichè quest'ultimi avevano applicato la loro legge, ossia la decimazione. Accusa i tedeschi solo per quelle vittime in più che fecero, accusando il partigiano di essere un codardo che "lancia il sasso e nasconde la mano" . Non si può permettere a nessuno di lasciare insultare gli eroi della Resistenza come il mio bisnonno. E quel che è peggio è che gli altri studenti le hanno creduto bollando i partigiani come vigliacchi assassini.
Alessandro Tontoni 2006/6/8 - 19:50

Una fiaba

Non è una canzone, questa. E' una fiaba. Ma l'ha scritta Gino Strada, e una cosa di Gino Strada qui dentro ci deve essere. Per forza. Assolutamente. Senza meno. 'Un c'è Cristo che tenga. E poi...ogni cosa può essere o diventare una canzone: basta pigliare una chitarra, o anche semplicemente la propria voce, e cantare. E' una fiaba che parla...di parole, e le parole sono importanti. Fondamentali. Decisive. La riprendiamo da Incrocio dei tempi.[RV]

Gino Strada, il medico fondatore di Emergency, ha scritto questa storia insieme a sua figlia Cecilia, per spiegare ai bambini il significato di parole come "diritti", "pace", "uguaglianza".


Canzoni che citano Gino Strada:
Ghetto dei Modena City Ramblers
Pappagalli verdi di Piero Pelù
Ritornare a sognare (Canzone per Gino Strada) di Joe Natta
(DoNQuijote82)
C 'era una volta un pianeta chiamato Terra. Si chiamava Terra anche se, a dire il vero, c'era molta più acqua che terra su quel pianeta. Gli abitanti della Terra, infatti, usavano le parole in modo un po' bislacco. Prendete le automobili, per esempio. Quel coso rotondo che si usa per guidare, loro lo chiamavano "volante", anche se le macchine non volano affatto! Non sarebbe più logico chiamarlo "guidante", oppure "girante", visto che serve per girare? Anche sulle cose importanti si faceva molta confusione.
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/6/8 - 17:35

Il crociato

Parole e musica di Joe Fallisi.

Testo inedito inviato da Joe.


«A illustrare l’efferatezza della conquista e le attitudini proprie dei suoi attori, ecco le riflessioni di due fra i pochi critici bianchi contemporanei delle vicende. Scriveva nella sua Brevísima relación de la destruyción de las Indias (1552) il missionario domenicano spagnolo Bartolomé de Las Casas: "Entravano nei villaggi e non lasciavano né bimbi, né vecchi, né donne incinte o partorienti se non dopo averli sventrati e fatti a pezzi (…). Scommettevano a chi sapesse squarciare un uomo con un sol colpo di coltello, o gli tagliasse la testa con un colpo di picca, o gli mettesse a nudo le viscere. Strappavano i piccoli dal seno delle madri e sbattevano loro la testa sulle rocce. Altri, da sopra le spalle, li scagliavano nei fiumi (…); li infilzavano su una spada insieme alle loro madri (…). Elevavano lunghi patiboli (…) cui... (Continues)
Partimmo dalla Lorena in un freddo mattin
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/6/8 - 12:58
Downloadable! Video!

Bring Them Home (If You Love Your Uncle Sam)

Bruce Springsteen la sta suonando in tour in queste settimane... bellissima...



...e sotto ecco il testo della versione modificata cantata dal Boss e dalla Pete Seeger Sessions Band.
Sul verso "When Johnny comes marching home", citazione di una famose canzone della guerra civile americana, si veda Johnny I Hardly Knew Ye.
BRING 'EM HOME [IF YOU LOVE YOUR UNCLE SAM]
(Continues)
Contributed by Zirilli + Riccardo Venturi 2006/6/8 - 12:06

Il regno dei tiranni

Parole di Gianfranco Sanguinetti
Musica di Joe Fallisi

Testo inedito (?) inviatomi da Joe. [RV]
Qual cometa che viene, gira e passa,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2006/6/8 - 11:55
Downloadable! Video!

Genova, 20 luglio 2001 - Ballata per Carlo Giuliani, ragazzo

Dall'album "Sogni e Tradimenti"
(Renato Franchi, Giovanni Arzuffi, Carlo "Manolo" Cilibrasi, Marta Franchi, Giorgio Macchi, Roberto D'Amico, Viky Ferrara, Elena Lavazza, Davide Saccozza)
Edizioni: Storie di Note S.r.l.
Anno 2006

Testo ripreso dal sito del Comitato Piazza Carlo Giuliani
Ho visto cieli azzurri e strade colorate
(Continues)
2006/6/8 - 09:37
After restyling of the Déserteur and Bella Ciao pages, the "Works" signal is now transferred to Masters Of War and to Il canto sospeso.
Riccardo Venturi 2006/6/8 - 01:04
Video!

Il canto sospeso

ho visto il filmato con la mia classe(5°liceo della formazione livorno)ed è stata un'esperienza forte.sicuramente questo filmato andrebbe divulgato il più possibile nelle scuole e tra i giovani.trovo che la formula lettere e musica sia efficacissima, perchè riesce a toccare nel profondo con sentimento e trascina lo spettatore in una situazione emotiva dura ma istruttiva.infine è sicuramente da considerare come un manifesto, che induce e trasmette un sentimento pacifista di cui la nostra società ha ancora un disperato bisogno.
Miriam Delnevo 2006/6/7 - 21:51




hosted by inventati.org