Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author Robert Wyatt

Remove all filters
Downloadable! Video!

Carlos Puebla: Canción al Che, o Hasta siempre

Composta da Carlos Puebla, 1965
Titolo originale: Canción al Che
Guajira
Conosciuta anche come Hasta siempre Comandante
Interpretata assieme a Los Tradicionales

Escrita por Carlos Puebla, 1965
Título original: Canción al Che
Guajira
Conocida también como Hasta siempre Comandante
Interpretada junto con Los Tradicionales

Composed by Carlos Puebla, 1965
Original title: Canción al Che ("Song to Che")
Guajira
Also known as Hasta siempre Comandante
Performed with Los Tradicionales

Composée par Carlos Puebla, 1965
Titre originel: Canción al Che, 1965
Guajira
Aussi connue sous le titre de Hasta siempre Comandante
Interprétée avec Los Tradicionales



La canzone nacque come una risposta alla lettera di addio a Cuba scritta da Che Guevara nel 1965. Il 3 ottobre di quello stesso anno, Fidel Castro rese pubblica una lettera priva di data scrittagli da Guevara diversi mesi prima, in... (Continues)
Aprendimos a quererte
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 + CCG/AWS Staff 2012/10/11 - 09:31
Song Itineraries: Che Guevara
Video!

My White Bicycle

[1967]
Da una delle prime band psichedeliche inglesi, insieme ai Pink Floyd e ai Soft Machine di Robert Wyatt.

Caro signor marchionne, te la ricordi questa?

La Pandina elettrica classe 1990 non funzionava un gran che, ma sono passati anche più di 20 anni e la tecnologia che impiega energie rinnovabili ha fatto passi da gigante… Invece tu e i tuoi omologhi ad dei colossi automobilistici di USA, Europa ed Asia questi anni li avete trascorsi continuando a propinarci casse da morto semoventi a petrolio e facendoci pure credere che ormai emettono soltanto essenza di mammole e giaggioli. Così tu, i tuoi pari e i petrolieri avete i conti miliardari nelle vostre banche svizzere, là dove l’aria è buona, lasciando invece a noi e ai nostri bambini i polmoni incrostati di PM10 e altre mortali schifezze.
Già, pure delle decine di nuovi modelli e riedizioni annunciati dalla tua FIAT per i prossimi... (Continues)
Riding all around the street
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/2/21 - 08:53
Downloadable! Video!

Guantanamera

Caimanera

Una versione particolare di Guantanamera, scritta (testo) e cantata da Carlos Puebla, interpretata successivamente anche da altri artisti come Robert Wyatt (utilizzata anche per il soundtrack di Tokyo Decadence) e dai baschi Hertzainak.




CAIMANERA
(Continues)
Contributed by Giacomo Cappugi 2009/6/1 - 22:49
Downloadable! Video!

Del mondo

[1994]
Testo di Giovanni Lindo Ferretti
Musica di Massimo Zamboni, Francesco Magnelli e Gianni Maroccolo.

Interpretata anche da Robert Wyatt.

Il mondo del 1994 segnato dalla guerra in Jugoslavia, il mondo dopo la caduta del muro di Berlino che non ha portato la sperata libertà ma solo distruzione, contrapposto a un'età dell'oro di un mondo giovane e forte che forse non è mai esistito. Indubbiamente uno dei più bei pezzi dei CSI.

Anche questa canzone era stata per sei anni dimenticata dalle "CCG primitive", IV volume, n° 372. La inseriamo in nome dell' "intangibilità" della raccolta primitiva. Certo, alla luce della famosa "evoluzione" di S.S. Giovanni Lindo I, fa abbastanza impressione (e anche ridere) sentirlo parlare di "mondo giovane e forte" contrapposto ad un mondo "debole e vecchio", in cui il Ferretti stesso sembra essersi inserito alla perfezione divenendo seguace di quanto più vecchio, debole e stantio ci sia al mondo. [CCG/AWS Staff]
È stato un tempo il mondo giovane e forte,
(Continues)
Contributed by CCG/AWS Staff 2009/4/3 - 00:56
Song Itineraries: Primitive AWS
Video!

Venceremos - We will win

Scritta da Simon Booth, pubblicata nel 1984 in formato mix e poi nell'album del 1985 "Working Nights"; c'è lo zampino di Robert Wyatt. La canzone è dedicata a Victor Jara.
A comment is passed,
(Continues)
Contributed by Renato Stecca 2007/2/6 - 22:21
Downloadable! Video!

Shipbuilding

(1983)
From / Da "Punch The Clock"
Testo di / Lyrics by Elvis Costello
Musica di / Music by Clive Langer
Scritta da Elvis Costello e Clive Langer al tempo della guerra delle Falklands, una canzone che affronta il controverso argomento dell'"indotto", sbandierato dai guerrafondai di tutti i tempi.
È storia, ad esempio, che la Seconda Guerra Mondiale sia stata il motore che ha "rilanciato l'economia" statunitense. Ma a che prezzo?

La canzone è scritta dal punto di vista di un lavoratore in un cantiere navale di una qualche zona economicamente depressa del Regno Unito (Liverpool, North East England, Belfast) per il quale la guerra vuol dire che, dopo un lungo periodo di disoccupazione, si costruiranno nuove navi. Forse si potrà permettere delle piccole cose che ora paiono un lusso irraggiungibile (un cappotto nuovo per la moglie, la bicicletta per il bambino). Ma un'alternativa ci sarebbe:... (Continues)
Is it worth it
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi
Song Itineraries: Falklands (Malvinas) War

Essi vennero

[1994]
Testo e musica di Marco Ciari, Stefano Giaccone, Lalli

"Verso la fine degli anni settanta, un gruppo di compagni torinesi accende la scintilla che prende il nome di Franti: …il cattivo del libro "Cuore", quello che rompe i vetri a fiondate e non ascolta il maestro, quello che ride quando il re d'italia muore.
Un manifesto, più che un nome. fanno musica semplice, che sa pensare di testa propria e non cavalca le tendenze di mercato. Per questo, e per il vizio bastardo di non prostituirsi, di essere comunque diversi, si trovano tagliati fuori da tutti i circuiti: quello tradizionale non li vuole perchè gli sputano addosso ridendo tutte le sue contraddizioni, quello alternativo neanche, in fondo per gli stessi motivi.
Solo, per la strada, Franti è cantante e pittore, saltimbanco e scrittore, sognatore e poeta. La poesia di franti è poesia da strada: canta frasi raccolte dai manifesti... (Continues)
Tre streghe volando di ritorno dal sabba
(Continues)
Downloadable! Video!

Una bandiera di carta

"Verso la fine degli anni settanta, un gruppo di compagni torinesi accende la scintilla che prende il nome di Franti: …il cattivo del libro "Cuore", quello che rompe i vetri a fiondate e non ascolta il maestro, quello che ride quando il re d'italia muore.
Un manifesto, più che un nome. fanno musica semplice, che sa pensare di testa propria e non cavalca le tendenze di mercato. Per questo, e per il vizio bastardo di non prostituirsi, di essere comunque diversi, si trovano tagliati fuori da tutti i circuiti: quello tradizionale non li vuole perchè gli sputano addosso ridendo tutte le sue contraddizioni, quello alternativo neanche, in fondo per gli stessi motivi.
Solo, per la strada, Franti è cantante e pittore, saltimbanco e scrittore, sognatore e poeta. La poesia di franti è poesia da strada: canta frasi raccolte dai manifesti e dalle scritte sui muri, le parole della gente sull’autobus,... (Continues)
Una bandiera di carta porterò alla festa dei pupazzi animati
(Continues)
Downloadable! Video!

Te recuerdo Amanda

(1968)
pubblicata nell'album Pongo en tus manos abiertas del 1969


Una delle maggiori e più belle canzoni di Víctor Jara, interpretata in Italia anche da Daniele Sepe e Auli Kokko in "Conosci Víctor Jara". Questa versione può essere scaricata legalmente dal sito di Daniele Sepe (anche dal vivo). La hanno interpretata anche Mercedes Sosa (45 giri del 1969 Gracias a la vida / Te recuerdo Amanda) e Robert Wyatt.


«Esta canción se llama "Te recuerdo Amanda" y es una canción que habla del amor de dos obreros, dos obreros de ahora...»

«Es una canción de amor de una muchacha y un obrero. Las condiciones de la lucha de la clase obrera son así... Esta muchacha pierde al hombre, porque éste obrero muere... Entonces, el amor adquiere otras dimensiones, convirtiéndose en drama social.»

(Víctor Jara)Te recuerdo Amanda, forse la più bella e famosa canzone di Victor Jara è una canzone d'amore tra... (Continues)
Te recuerdo Amanda
(Continues)




hosted by inventati.org