Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author Franco Antonicelli

Remove all filters
Downloadable! Video!

Lungo la strada

[1965]
Non so se il testo sia di autore anonimo (partigiano?) o della stessa Milva oppure di Franco Antonicelli (che partigiano fu, dirigente del CLN in Piemonte) che introduceva la prima edizione (1965) del disco intitolato “Canti della libertà” da cui questa canzone è tratta...
La musica è invece celeberrima, composta nel 1934 da Лев Константинович Книппер (Lev Konstantinovich Knipper, 1898-1974) per “Поэма о бойце-комсомольце” (“Poesia su di un soldato del Komsomol”), meglio conosciuta con il titolo di “Полюшко-поле” (“Poljuško Pole”, ossia “Pianura, mia pianura”), una canzone scritta da Виктор Михaйлович Гусев (Victor Mikhailovich Gusev, 1909-1944).

A dispetto del fatto che Lev Knipper fosse un agente della famigerata e spietata NKVD staliniana ed il testo di Victor Gusev non fosse altro che una celebrazione dell’Armata Rossa, la versione di Milva è invece un bell’inno alla libertà...
Lungo la strada
(Continues)
Contributed by Bernart 2013/11/14 - 22:30

Canto del bastone

[composta tra il 1958 e il 1962]
Parole di Franco Antonicelli
Musica di Fausto Amodei
Testo trovato su “Cantacronache – Un’avventura politico musicale degli anni 50”, a cura di Emilio Jona e Michele L. Straniero, CREL Scriptorium 1995.

Dedicata a Turi Vaccaro, Alberto Perino e le centinaia di attivisti NO TAV che questa mattina hanno cercato di resistere all’ennesima aggressione degli sgherri del Potere il quale, timoroso di non riuscire più a mettere le proprie grinfie sulle centinaia di milioni di euro dell’Unione Europea, ha “risolto” la questione alla solita maniera, con la violenza.
Ma non è ancora finita…
“A SARÀ DÜRA!”
Su, cittadini, non stateci a guardare
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/6/27 - 14:01
Downloadable! Video!

Stornelli di Regina Coeli

Anonymous


PAGINA DI ATTRIBUZIONE INCERTA
PAGE WITH UNCERTAIN ATTRIBUTION
PAGE AVEC ATTRIBUTION INCERTAINE -



Secondo alcuni scritta da Franco Antonicelli in carcere nel 1943 (da cui il nome), la canzone va cantata sull'aria del "Sor Capanna". È nota anche con il titolo "Un giorno Mussolini andò al balcone".

(ma vedi la discussione sull'attribuzione)
Introduzione parlata:
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi
Song Itineraries: From World Jails




hosted by inventati.org