Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author Loredana Bertè

Remove all filters
Video!

Colombo

dall'album "Bandabertè" del 1979 il primo album della cantante ad ottenere un grosso riscontro commerciale
Testo di Attilio De Rosa
Musica di Ivan Graziani
One, two, one two three four
(Continues)
Contributed by Alberto Scotti 2021/9/22 - 22:40
Downloadable! Video!

Rap di fine secolo

(Luca Rustici, Paolo Costa, Loredana Bertè)
dall'album "Un pettirosso da combattimento" (1997), titolo tratto da un verso de La domenica delle salme di De André

Un album con una storia travagliata che in origine doveva essere prodotto da Renato Zero, che spingeva per un disco più pop, e fu mandato a quel paese dalla Berté che reincise tutte le canzoni dell'album. Per controversie legali questa canzone fu eliminata dalla scaletta della seconda edizione del disco.
Adesso basta con l'andare,
(Continues)
2017/1/2 - 00:35
Downloadable! Video!

Mufida

[2003]
Nell’album “Babyberté” del 2005.
Scritta da Berté/Leon.

“Mufida”, “Sorella”, è una canzone dedicata alla sfortunata Domenica “Mimì” Berté, in arte Mia Martini, morta da sola il 14 maggio 1995, uccisa probabilmente da un’overdose di cocaina…

Ma è lo sfondo che merita a questa canzone – a mio parere – se non il riconoscimento di CCG/AWS a pieno diritto, almeno lo spazio di un Extra:

“Ai giorni perduti tra lacrime e fumo,
Sotto i manganelli usati sui fratelli.
Per tutti gli anni contro, agli anni spaccati
A quelli di piombo e maledette stragi.”


Una canzone contro le guerre di casa nostra, quindi, ma – soprattutto - contro la guerra alle donne…

“Aria di caccia che sa di guerra santa,
Di caccia alle streghe che l'hanno fatta franca”


… e contro la guerra che nel nostro bel paese quotidianamente viene condotta da un’orda di idioti, ignoranti, imbecilli, stregoni, imbonitori, falsi moralisti e baciapile contro la bellezza, l’amore e la verità, una guerra che ha sempre lasciato sul campo “i gatti neri, razza quasi estinta”…
Aria di festa sopra la città
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/2/17 - 08:21
Downloadable! Video!

Una storia sbagliata

[1980]
Testo/Lyrics: Fabrizio De André, Massimo Bubola
Musica/Music: Fabrizio De André, Massimo Bubola (con un aiutino da Leonard Cohen - Ballad of the Absent Mare)
Singolo/Single: Dischi Ricordi SRL 10.926
Interpretata da Loredana Bertè nel tributo Faber Amico Fragile.


« È una canzone su commissione, forse l'unica che mi è stata commissionata. Mi fu chiesta da Franco Biancacci, a quel tempo a Rai Due, come sigla di due documentari-inchiesta sulle morti di Pasolini e di Wilma Montesi.

In quel tempo, se non ricordo male, stavo cominciando a scrivere con Massimo Bubola l'ellepì che fu fu chiamato L'indiano (quello per intenderci che ha come compertina quel quadro di Remington che rappresenta un indiano a cavallo). E così gli ho chiesto di collaborare anche a questo lavoro. Ricordo che decidemmo tout-court di fare la canzone su Pasolini, e non tanto perché non ci importasse niente della... (Continues)
È una storia da dimenticare
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2010/7/18 - 18:54
Downloadable! Video!

Funeral de um lavrador

Testi e musiche sono di Sergio Bardotti e Chico Buarque.
Gli arrangiamenti di Ennio Morricone (ricáspita!)
FUNERALE DI UN CONTADINO
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/2/8 - 21:46
Downloadable! Video!

Kabul

Dall'album "Ufficialmente dispersi" 1993

(testo: Loredana Bertè – musica: Philippe Lèon)

"Kabul" e' un brano dedicato alla resistenza afgana, la fuga degli uomini che vanno a combattere, mentre le donne e i bambini restano in città a faccia a faccia col nemico.
Fumo e vento si alzano nel cielo
(Continues)
Contributed by daniela -k.d- 2007/4/9 - 15:56
Downloadable! Video!

Fiume Sand Creek

[1981]
Testo e musica di Fabrizio De André e Massimo Bubola
Lyrics and music by Fabrizio De André and Massimo Bubola
Album: "Album dell'Indiano"
Altri interpreti: Mia Martini, Loredana Bertè con i New Trolls, Cristiano De André, Shel Shapiro (in inglese), Pinguini Tattici Nucleari

«I maggiori spunti me li ha dati un libro, Gambe di legno. Memorie di un guerriero Cheyenne.»
[Fabrizio De André in Cantico per i diversi, intervista a cura di Roberto Cappelli, Mucchio Selvaggio, settembre 1992]



Nell'estate del 1864 il governo ordinò che tutte le tribù si radunassero in uno stesso luogo, presso un forte dell'esercito, Fort Lyon, nel Colorado. Gli Indiani non ubbidirono. Perciò il colonnello Chivington organizzò il terzo Reggimento dei volontari del Colorado, uomini della peggior specie reclutati per cento giorni soltanto, col compito di massacrare quanti più Indiani possibile, rifacendosi... (Continues)
Si sono presi il nostro cuore sotto una coperta scura
(Continues)




hosted by inventati.org