Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author Jefferson Airplane

Remove all filters
In memory of Paul Kantner: We Can Be Together, a powerful generational anthem against the warmonger powers in charge.
Lorenzo Masetti 2016/1/30 - 00:20

We are forces of chaos and anarchy

Antiwar Songs Blog
We Can Be Together è una canzone incredibile – che inseriamo oggi in memoria di Paul Kantner – che apre lo storico album Volunteers, quello con la copertina che ritrae i membri del gruppo davanti alla bandiera statunitense vestiti (o parzialmente vestiti) in modo del tutto eccentrico. La copertina si riferisce ovviamente alla title track […]
Antiwar Songs Staff 2016-01-29 23:04:00
Downloadable! Video!

The House at Pooneil Corners

(1968)
Parole e musica di Paul Kantner e Marty Balin
Album: "Crown of Creation"

Ancora una canzone sull'olocausto nucleare, potrebbe quasi essere il "prequel" di Wooden Ships. Questa traccia psichedelica appare sull'album del 1968 "Crown of Creation" ed è legata (secondo molti rappresenta l'altra faccia della medaglia) a un'altra canzone degli Airplane “The Ballad Of You & Me & Pooneil”, un inno vitale e ottimista pubblicato in After Bathing at Baxter’s del 1967.

Pooneil è una parola composta da "Winnie the Pooh", il personaggio del libro per bambini, e dal cognome del cantautore folk Fred Neil, considerati da Kantner come lo yin e lo yang - dove Pooh simboleggiava l'innocenza dell'infanzia e Neil la protesta e la critica anti-autoritaria al sistema. Fred Neil è anche l'ispiratore dello slogan "Tear Down The Walls!" di "We Can Be Together". Allo stesso modo, se la "Ballad" parlava... (Continues)
You and me we keep walkin’ around and we see
(Continues)
2015/11/28 - 19:16
Downloadable! Video!

Das Solidaritätslied

Jefferson Airplane's English version of Brecht's poem, performed in 1989 Jefferson Airplane, the album that marked then reunion of the band.

SOLIDARITY
(Continues)
2012/7/10 - 12:44
Video!

War in Peace

‎[1968]‎
Da “Oar” (1969), unico album solista di Skip Spence.‎

Al giovane amico Cesare, che oltre alla grande cultura musicale ha pure un cervello più analitico di ‎uno scanner, è bastato un attimo per accorgersi che nel pur immenso database delle CCG/AWS ‎mancano ancora alcune canzoni degne di nota, come per esempio questa di Alexander Lee "Skip" ‎Spence, un grande musicista che ha avuto a che fare con nomi come Moby Grape, ‎‎Quicksilver Messenger Service e Jefferson Airplane e che è morto di cancro nel ‎‎1999 a soli 53 anni‎

Riporto il breve commento con cui Cesare ha accompagnato la segnalazione: “Testo abbastanza ‎criptico che dovrebbe però riferirsi ad un amico di Spence che trovò la pace, cioè la morte, in ‎guerra. ‘War in Peace’ gioca sulla locuzione ‘Rest in Peace’, riposa in pace.”‎

Grazie Cesare!‎
It's a joy to know you're resting in peace
(Continues)
Contributed by Dead End 2012/6/21 - 15:23
Video!

Cercate di abbracciare tutto il mondo come noi

[1967]
Scritta da Sergio Bardotti, Giuseppe Cassia e Shel Shapiro
Dall'album "The Rokes" del 1968

La canzone hippy dei Rokes. Sulla scia di All You Need Is Love dei Beatles e di We Love You dei Rolling Stones, anche Shel Shapiro scrive una canzone sull'amore universale, per i "figli dei fiori" che conquistavano il mondo nella "summer of love" del 1966. E che in America avevano trovato i loro inni con i Jefferson Airplane ("Somebody To Love"), i Lovin' Spoonful ("Summer In The City"), Scott McKenzie ("San Francisco (Be Sure to Wear Some Flowers in Your Hair)").
Il brano è molto ambizioso e anche ben riuscito, e utilizza strumenti inconsueti e innovativi, già sperimentati ad esempio dai Rolling Stones in We Love You (il piano acustico usato in modo percussivo) e dai Beatles (una sezione fiati). Per dare un tocco finale alla svolta flower power dei Rokes la copertina del 45 giri era imbevuta da un profumo di fiori (solo per i primi che si affrettavano a comprarlo, ovviamente).
(da Musica & Memoria)
Riderà
(Continues)
Contributed by Bartleby 2012/3/15 - 08:35
Downloadable! Video!

A Child Is Coming

(Kantner)

da "Blows Against The Empire" (1970)

Per la presentazione dell'album vedi Mau Mau (Amerikon).

Un brano evidentemente dedicato alla prossima nascita del figlio di Paul Kantner e Grace Slick, i due leader dei Jefferson Airplane / Starship.

Si capisce che il pezzo è stato scritto quando il figlio era ancora in viaggio, infatti serpeggia un timore di Paul Kantner di vederlo "sequestrato" dal governo come militare. In realtà sarà una bambina, che nascerà l'anno dopo, il 25 gennaio 1971, alla quale daranno il nome di China, e alla quale dedicheranno simbolicamente la omonima canzone in Baron Von Toolbooth (Sketches Of China), e che sarà ritratta trionfante sulla copertina dell'album dell'anno successivo, Sunfighter.

(da Musica e Memoria)

Per la cronaca China Kantner non è stata sequestrata dal governo ma da MTV di cui è stata la più giovane VJ alla tenera età di 15 anni nel 1986.
Last electric Sunday mornin' waitin' in the park for the dawn
(Continues)
2012/2/24 - 22:30
Downloadable! Video!

High-Flying Bird

[1963]
Album “High Flying Bird”
Scritta da Billy Edward "Edd" Wheeler, importante cantautore country americano molto attivo negli anni 60 e 70.
Trovata su Raymond’s Folk Song Page

Canzone in cui un minatore immagina di fuggire alla sua miserevole vita guardando un uccello che vola alto nel cielo e realizzando che l’unica sua possibilità di fuga è la morte…

Un brano reso famoso soprattutto nelle successive esecuzioni dei Jefferson Airplane, di Richie Havens e di Gram Parsons.
There’s a high flyin’ bird up in the sky
(Continues)
Contributed by Bartleby 2011/5/10 - 13:34
Downloadable! Video!

Flowers Of The Night

[1973]
Album "Baron von Tollbooth & the Chrome Nun"
Testi e musica di Jack Traylor

Questo brano è contenuto in un lavoro solistico del 1973 firmato da Paul Kantner e Grace Slick, i leader dei Jefferson Airplane, assieme a David Freiberg dei Quicksilver Messenger Service. Il disco è l'ultimo di questo periodo dei Jefferson, nello stile pienamente west-coast, prima della lunga fase Jefferson Starship. (da Musica & Memoria)
Paine(1) and Pierce(2) and Robespierre(3), Juarez(4) and Danton,(5)
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/11/9 - 09:03
Video!

Let's Get Together

this song is my favourite anti-war song...it really brings people together

Sono d'accordo con Trevor Minor... Let's Get Together (in origine semplicemente Get Together) è una delle più belle canzoni contro la guerra di sempre...
Per la cronaca, il brano fu scritto nel 1963 da Chet Powers, meglio noto con il nome d'arte di Dino Valente, leader dei Quicksilver Messenger Service.

Get Together è stata interpretata da molti artisti: The Kingston Trio, Jefferson Airplane, Linda Ronstadt, Joni Mitchell con Crosby, Stills & Nash, Nick Drake... ma la versione forse più nota è quella degli Youngbloods.

en.wikipedia
(Alessandro)
Love is but the song we sing,
(Continues)
Contributed by Trevor Minor 2007/3/3 - 08:18
Downloadable! Video!

Mau Mau (Amerikon)

da "Blows Against The Empire" (1970)

Brano d'apertura del primo album dei Jefferson Starship, dopo il grande successo di Volunteers degli Airplane.

Così presenta l'album in un interessante articolo il critico Riccardo Bertoncelli (che stavolta non "spara cazzate"...):

da "Jefferson Starship - Blows Against The Empire" di Riccardo Bertoncelli

[Del nucleo originale dei Jefferson Airplane] nel '70 ritroviamo solo Paul Kantner e Grace Slick, all'inizio fra l'altro di una tenera (effimera) storia d'amore. Mentre gli altri si tirano indietro o vanno in tour o fanno vacanza (Jorma e Jack passano settimane in Scandinavia dedicandosi al pattinaggio), i due entrano ai Pacific High Studios e cominciano a stendere bozze per quello che potrebbe essere il nuovo disco dei Jefferson o forse no. Non è ben chiaro se il gruppo sopravviverà e, nel dubbio, Kantner decide di trasformare le idee in un progetto... (Continues)
Hide witch hide the good folks come to burn thee
(Continues)
Contributed by Lorenzo Masetti 2006/1/6 - 15:54
Downloadable! Video!

What Are Their Names

Album: If I Could Only Remember My Name (1971)

"I was ending my tour in Uncle's Army when the massacre at Kent and Jackson State happened. While in Uncle's army I had become radicalized and more anti-war, anti-military and anti-government each day, but this numbed me. Now the government was not only sending American youth to kill Asian youth but it was killing its' own children on college campuses...what's next?"

This was when the music and the message became louder and bolder. David Crosby of Crosby, Stills, Nash & Young released a solo LP later in 1970, If I Could Only Remember My Name, that would address issues such as drugs, love and war. In the song What Are Their Names Crosby wondered who the old men were who could send children off to war and perhaps we should pay them a visit. Backed by a who's/who of San Francisco musicians, this LP is perhaps the most creative music Crosby... (Continues)
I wonder who they are
(Continues)
2004/12/15 - 20:09




hosted by inventati.org