Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author Giorgio Gaber

Remove all filters
Video!

Enzo Jannacci: Parlare con i limoni

[1987]
Scritta da Enzo Jannacci con Mark Harris e Riccardo Piferi
La canzone che dà il titolo all'album del 1987

"Il tempo dei limoni" è una canzone scritta da Luigi Tenco e Mogol, pubblicata l'anno seguente la tragica morte del cantautore, e "Parlare con i limoni" è dedicata da Jannacci proprio a Tenco ("al mio amico Tenco non gli han fatto vedere neanche i limoni"), a Giorgio Gaber ("al mio amico Gaber non gli han mai perdonato di aver fatto canzoni") e a se stesso ("quanta fatica per farsi accettare con le canzoni, una vita intera per rincorrere due o tre illusioni")...
Io, io e te, che guardi le mie rughe
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/6/7 - 21:57
Song Itineraries: Anti War Love Songs
Video!

La ballata del pedone

[1963]
Scritta da Giorgio Gaber e Vittorio Pierantoni
Singolo sul lato B della mitica “Goganga”

Propongo questa canzone nel percorso “Guerra alla Terra” pensando al traffico che ci uccide giorno dopo giorno, nell’incertezza - quando non nell’indifferenza - degli amministratori pubblici, mentre le canaglie come Marchionne, Müller e gli altri industrialoni fanno soldi a palate, e per giunta ricorrendo alla truffa colossale dei software per alterare le rilevazioni sulle emissioni e utilizzando cavie, anche umane, per presunti esperimenti volti solo a favorire i grandi colossi dell’auto...
Veniva giù da corso Tricolore
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/2/1 - 11:42
Song Itineraries: War on Earth
Video!

Immagini

[1965]
Parole e musica di Giorgio Gaber
Nell’album “L’asse di equilibrio”, pubblicato nel 1968
Testo trovato sul sito della Fondazione Giorgio Gaber
Una strada una lunga strada
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2018/2/1 - 08:18
Video!

Chiedo scusa se parlo di Maria

(1973)
di Giorgio Gaber e Sandro Luporini
nello spettacolo "Far finta di essere sani"


Abbiamo sempre cercato, io e Luporini, di contrapporre e unire questi due piani, il personale e il politico, di individuarli come contrapposti e di risolverli con l'unione nel gesto che diventa personale e politico contemporaneamente ma questa scissione tra personale e politico mi sembra già sbagliata nell'enunciazione. Non puoi parlare di "personale" e di "politico", nel momento in cui tu li distacchi o - cercando di metterli insieme - li consideri separati. "Maria il Vietnam, Maria la libertà, Maria la rivoluzione", sono parole messe insieme che a me danno una emozione proprio perché diventano la stessa cosa: Maria è il Vietnam. Non è che bisogna occuparsi del personale o del politico, sono la stessa cosa. lo non mi sono mai trovato d'accordo su questo tipo di scissione, che poi diventa degli... (Continues)
Chiedo scusa se parlo di Maria
(Continues)
2017/11/18 - 23:19
Video!

Porta Romana bella

Anonymous
Giorgio Gaber oltre ad aver interpretato la canzone originale ha scritto (nel 1963) anche una bella canzone d'amore ispirata a "Porta romana" e con lo stesso titolo.
PORTA ROMANA
(Continues)
2017/8/29 - 23:53
Downloadable! Video!

L'America

From "Compulsory Freedom", 1976
30-1-17 13:35
AMERICA
(Continues)
2017/1/30 - 13:34
Video!

Giorgio Gaber: Al bar Casablanca

tra gli autori occorre indicare anche Luporini
giovanni 2016/5/14 - 10:32
Video!

Ventiquattro megatoni

GIOTTO DA BONDONE
Un monologo di Giorgio Gaber
Gaber-Luporini, 1974.
Spettacoli in cui è presente il testo:
Anche per oggi non si vola (1974)
Giorgio Gaber - Recital (1975)
Storie del signor G (1991)
Dischi in cui è presente il testo:
Anche per oggi non si vola (1974)



L’uomo capisce tutto, tranne le cose perfettamente semplici.

In un paesino della Toscana del Dugento, zona purissima agricola e pastorizia, nacque un bambino di nome Giotto da Bondone. Il fatto che da grandicello se la facesse con le pecore non turbò molto, perchè era un ragazzo strano...
Il sesso dei grandi pittori rimane sempre per noi un fatto molto misterioso. Anche se fanno un originale televisivo, appena c’è una situazione interessante, non so, Giotto che accarezza la pecora con lo sguardo "giusto"... insomma sul più bello, arriva un attore con cravatta e occhiali che non c’entra niente, gli strappa la pecora... (Continues)
Riccardo Venturi 2016/2/23 - 19:23
Downloadable! Video!

L'America

"Tra l'altro parlare degli americani come di un popolo senza cultura è a dir poco superficiale. La cultura americana è ricchissima, bellissima. Certo, se la si conosce almeno un po'." Senza offesa, ma credo che tu non abbia colto il senso del monologo.
2015/8/29 - 11:22
Video!

La risposta al ragazzo della via Gluck

[1966]
Testo di Giorgio Gaber
Musica: Giorgio Gaber
Originariamente in singolo
Poi in: Collezione singoli 1965/67



Il ragazzo della via Gluck riesce a farsi accettare se cantata da Adriano, che la impone con la sua personalità di interprete, ma come canzone non esiste: è ingenua, superficiale, sembra un tema fatto da un bambino di seconda elementare. Dov'è la protesta in quel "chissà dove si va a finire"?
Non si riesce mai a capire se Adriano scherza o fa sul serio.

Giorgio Gaber
Questa è la storia di un ragazzo
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2015/3/26 - 12:23
Video!

Jacques Brel: Ces Gens-là

Trasposizione italiana di Herbert Pagani, interpretata da Giorgio Gaber
dal disco "I borghesi" del 1971,
CHE BELLA GENTE
(Continues)
Contributed by Flavio Poltronieri & CCG Staff 2015/1/6 - 15:14
Video!

Il nostro giorno (1° Maggio)

[1965]
Parole e musica di Giorgio Gaber
Sul lato B, Lettera dalla Svizzera.
Con l’accompagnamento di Augusto Martelli e la sua Orchestra.
Il 45 giri fu anche offerto in allegato alla rivista settimanale “Bella”.
Un giorno per chi lotta con coraggio
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/8/20 - 12:39
Video!

Giorgio Gaber: La libertà di ridere

[1967]
Parole e musica di Giorgio Gaber
Lato B di E allora dai.
Poi nella compilation “Prima del Signor G - Giorgio Gaber 1958/1970.
I bambini chiedono
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/8/20 - 11:47
Video!

Io come persona

Version française – MOI EN PERSONNE – Marco Valdo M.I. – 2013
Chanson italienne – Io come personna – Giorgio Gaber – 1992
Paroles de Giorgio Gaber e Sandro Luporini
Musique de Giorgio Gaber
MOI EN PERSONNE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2013/12/23 - 17:48
Downloadable! Video!

Noci di cocco

Chanson italienne – Noci di cocco – Giorgio GABER – 1972

Album: Dialogo Tra Un Impegnato E Un Non So (1972)

Avec la parodie des naufragés, GABER « vulgarise » sympathiquement la vieille théorie – commencée par Rousseau et ensuite reprise par les pères du socialisme – du « communisme primitif » de la préhistoire fondé hélas sur la pénurie alimentaire, et l'« invention » de l'État qui présenté comme une nécessité d'organisation devient ensuite – en instituant la propriété privée – l'expression et le moyen de la domination des privilégiés au détriment des autres, d'une classe sociale sur une autre.

J.J.Rousseau ouvrait la seconde partie de son « Discours sur l'origine et les fondements de l'inégalité parmi les hommes » (1754) en disant :
« Le premier qui, ayant enclos un terrain, s'avisa de dire Ceci est à moi, et trouva des gens assez simples pour le croire, fut le vrai fondateur de la société... (Continues)
NOIX DE COCO
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2013/12/11 - 19:30
Video!

La marcia dei colitici

Chanson italienne - La marcia dei colitici – Giorgio Gaber – 1973
Album: "Far finta di essere sani"
Paroles de Sandro Luporini – musique de Giorgio Gaber

Ah, Lucien l'âne mon ami, voici une chanson de Gaber, Giorgio Gaber... Une chanson qui ne prend pas ses auditeurs pour des cons.

Oh, dit Lucien l'âne en vibrant d'une petite indignation, il y en a beaucoup ici des chansons qui ne prennent pas leurs auditeurs pour des cons... Du reste, comme dit Tonton Georges : « Le temps ne fait rien à l'affaire. Quand on est con, on est con »

C'est une chanson très politique : on y parle d’élections, de parti démocratique, de cabinets... Allez dans les cabinets est en fait le but final... (C'est le but final. Groupons-nous et demain. Au cabinet national, on aura notre festin...)

Ho, ho !, dit Lucien l'âne en riant comme une baleine (ce qui est singulier pour un âne, mais passons, dit une voix venue... (Continues)
LA MARCHE DES COLITIQUES
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2013/8/9 - 21:58
Video!

La libertà

Chanson italienne – La libertà – Giorgio Gaber – 1973

Je le sais que cette chanson a été moquée plusieurs fois, mais aujourd'hui pendant que j'étais en auto, je la réécoutais (horreur horreur) dans la version d'Emma (de l'album d'hommage à Gaber). Et en la réécoutant, en dépassant la gêne pour « Strillex », j'en ai découvert une nouvelle signification, ou mieux sa signification… Et je crois que ce site peut d'une certaine façon représenter cette liberté dont parle Gaber… La liberté n'est pas de rester à l'écart à faire ce qui nous plaît le plus, n'est pas plus de (j'ajouterais seulement) voter pour ce parti ou quelqu'autre, mais est s'engager pour la collectivité, s'engager chaque jour pour changer notre petit coin de monde. Et alors peut-être vue dans cette optique, elle peut entrer de plein droit parmi CCG....

Oh, mon ami Lucien l'âne aux yeux de braise sauvage, je te le dis, il ne faut... (Continues)
LA LIBERTÉ
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2013/6/24 - 23:40




hosted by inventati.org