Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Lingua Turco

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Η Σμύρνη

Türkçe çeviri / Τουρκική μετάφραση / Traduzione turca / Turkish translation / Traduction turque / Turkinkielinen käännös :
Adil Sabuncu
İZMIR
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 15/1/2020 - 19:37
Video!

טום־באַלאַלײַקע

anonimo
Gulalys



Nell’interpretazione della Pressburger Klezmer Band:


SESLEN BALALAYKA
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 3/1/2020 - 17:29
Video!

Elles sont venues pour dire

dal libretto del CD. Traduzione fornitaci gentilmente dalla stessa Mara Cantoni
SÖYLEMEYE GELDILER
(continua)
2/1/2020 - 23:47
Downloadable! Video!

Povera patria

ZAVALLI VATAN
(continua)
inviata da Dq82 29/12/2019 - 12:49
Video!

Η σονάτα του σεληνόφωτος

Olga Robenson

Il video seguente è un’esecuzione in turco. La regista della rappresentazione è Nilgün Kaleli Çiçek.
Anche se non sono presenti i sottotitoli e la qualità del video non è delle migliori, l’esecuzione è suggestiva: le pause, l’inflessione della voce, gli sguardi e l’ambientazione concorrono ad una valida fruizione.


video



Il testo che segue è una traduzione parziale. Le parti iniziali e finali sono integre.
AYIŞIĞI SONATI
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 4/12/2019 - 16:09
Video!

Canto del servo pastore

Lyrics Translate (autore sconosciuto / unknown translator)
RENÇBER ÇOBANIN EZGİSİ
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 26/8/2019 - 21:17
Video!

Böyle gelmiş böyle geçer

[2003]
Testo / Sözleri / Lyrics / Paroles / Sanat:
Fecri Ebcioğlu
Interpreti / Tarafından gerçekleştirilen / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
Deniz Seki
Album: Aşkların En Güzeli

E’ la versione turca di “Al bant aš šalbya“. E’ la traccia #2 del CD uscito in Turchia nel 2003

Nota testuale
Anche della versione turca della canzone il testo integrale,aderente alla esecuzione di Deniz Seki, non si trova in rete. Strofe e ripetizioni dei versi sono state ricostruite a partire dai testi parziali integrandoli con i risultati dell’ascolto del videoclip.
Böyle gelmiş böyle
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 26/8/2019 - 11:17
Video!

Köleler ve Kilitler

https://www.youtube.com/watch?v=HIISbL...

The song is about the illegal human trafficking around the world. The song is written after the incident in Istanbul. In 2012, in Aegean Sea a boat sank which sixty women and children on board died because they are locked in their cabins. The boar is visible from the shore and the captain himself locked the fugitives and sank the boat. The author also considers this incident as an extension of slavery and wanted to write a song which questions and challenges slavery, borders, humanity and recent systematic murders in the "national" borders both coastal and non-coastal.

*The news coverage about the boat/in Turkish
Gemiler eski balık için olan
(continua)
inviata da Emre Gündüz 23/7/2019 - 11:27
Video!

Nella mia ora di libertà

ÖZGÜRLÜK SAATİMDE
(continua)
inviata da Cagla G. 14/5/2019 - 14:55
Video!

Апрель

vodkapivo rakiuzo (Hüseyin Avni Dağlı) (L. Trans.) 28-02-2014

"Aksini yazmamış isem tüm çeviriler bana aittir, isteyen istediği çevirimi alıp, istediği yerde kullanabilir, kendininki gibi gösterebilir. Rahat olun."
NISAN
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 14/5/2019 - 11:24
Video!

Gün olur

Testo di Orhan Veli Kanık
Musica di Zülfü Livaneli

dal disco "Ada" - 1983

Il poeta turco Orhan Veli (Kanik) ha introdotto, assieme a Nazim Hikmet, il verso libero nella poesie contemporanea turca. E' morto stupidamente ad Ankara nel 1950, all’età di soli 36 anni, a causa al trauma cranico e conseguente emorragia celebrale, in seguito ad una caduta in una grande buca scavata per dei lavori stradali, forse era ubriaco.

Anni fa sono stato a far visita alla sua tomba nel cimitero di Aşiyan, vicino alla Fortezza di Rumeli Hisari (conosciuta anche come il Castello di Rumeli) che si trova nel quartiere Sariyer di Istanbul, sulla sponda europea del Bosforo.

Come sempre Livaneli ha selezionato i versi da musicare dall'originale poesia che fu scritta nel luglio 1947, alcuni li ha tralasciati. Questo è comunque il testo (e relativa traduzione) cantato nella canzone.
Gün olur alır başımı giderim
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 3/4/2019 - 20:59
Video!

Bulut mu olsam

Versi di Nâzım Hikmet
Musica di Zülfü Livaneli

nel disco: Atlının Türküsü (1979)

La poesia è stata scritta a Archipo-Osipovka il 15 settembre del 1958.
Denizin üstünde ala bulut
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 1/4/2019 - 18:44
Video!

Hoşçakal kardeşim deniz

Versi di Nâzım Hikmet
Musica di Zülfü Livaneli

nel disco Nazım Türküsü (1978)
İşte geldik gidiyoruz
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 31/3/2019 - 20:35
Video!

Karli Kayn Ormani

Testo di: Nâzım Hikmet
Musica di: Zülfü Livaneli
dal disco: Nazım Türküsü del 1978

Il testo di questa canzone è composto da una selezione di Livaneli di quattro quartine su tredici originali con inoltre qualche leggera modifica al testo di Hikmet. La poesia di Nazim venne composta nel marzo del 1956 a Peredelkino, un villaggio a sud-ovest di Mosca, dove si trovano le dace riservate all'élite letteraria russa.
Karlı kayın ormanında
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 31/3/2019 - 17:52
Video!

Ellerinde Pankartlar

Ellerinde Pankartlar,
(continua)
inviata da ceyhan 24/1/2019 - 12:42
Video!

Colors of the Wind

BINBIR RENGIYLE RÜZGARIN
(continua)
inviata da Dq82 5/1/2019 - 12:48
Video!

Sevda değil

[1992]
In “Saat 4... Yoksun”
Testo di Ahmet Çuhacı
Musica di Zülfü Livaneli

Ahmet Çuhacı,nato nel 1950, laureato in filosofia, insegnante e poi poeta, nei suoi versi spesso si incontrano bambini, uccelli, alberi e tutti gli idiomi del vivere quotidiano sullo stile degli antichi menestrelli anatolici. Un continuatore di quella canzone popolare millenaria.
Bir şafaktan bir şafağa
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 27/12/2018 - 17:51
Video!

Benim annem cumartesi

[2009]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Bandista
Album / Albumi: Paşanın Başucu Şarkıları
benim annem pazarları uyandırmaz yavrusunu
(continua)
inviata da ceyhan 25/12/2018 - 16:01
Video!

Yalnız İnsan

Testo di Louis Aragon
Musica di Zülfü Livaneli
Si trova nel disco "Ada" del 1983
(la seconda quartina del testo originale di Aragon è omessa)
Yalnız insan merdivendir
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 23/12/2018 - 14:16
Video!

Yunus Emre: Benim adım dertli dolap

[2018]
Şarkı sözleri ve müzik / Parole e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Yunus Emre (1238-1320)
Musica di Özgür Baba
Il testo da Wiki turca https://tr.wikisource.org/wiki/Dertli_dolap
Dolap niçin inilersin?
(continua)
inviata da Krzysiek 21/12/2018 - 00:20
Video!

Hapishane Şarkısı IV (ya da Ey yar, bu acı demlerde)

[1933]
Versi di Sabahattin Ali (1907-1948), scrittore, poeta e giornalista turco.
Testo trovato qui

Si tratta già di per sé di una canzone (şarkı) ma è stata messa anche in musica, per esempio da Kerem Güney, nel suo disco del 1976 intitolato "Yetmez Mi Gönül", con Güneşin Sofrası, interamente dedicato alla poesia di Sabahattin Ali. Nel disco il brano s'intitola "Aci Demlerde"
Si vedano anche Hapishane Şarkısı I (ya da Göklerde kartal gibiydim), Hapishane Şarkısı III (ya da Geçmiyor günler, geçmiyor), Hapishane Şarkısı V (ya da Aldırma Gönül) e Hapishane Şarkısı II (ya da Ey gönül, kuşa benzerdin).

"Sabahattin Ali era un comunista convinto, un giornalista, docente di lingua tedesca, poeta e scrittore. Per i suoi articoli, le sue storie e le sue opinioni politiche, critiche nei confronti di Atatürk, venne ripetutamente imprigionato nei primi anni della Repubblica di Turchia. Morì barbaramente... (continua)
Ey yar, bu acı demlerde
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 7/12/2018 - 20:40
Video!

Hapishane Şarkısı II (ya da Ey gönül, kuşa benzerdin)

[1933]
Versi di Sabahattin Ali (1907-1948), scrittore, poeta e giornalista turco.
Testo trovato qui

Si tratta già di per sé di una canzone (şarkı) ma è stata messa anche in musica, per esempio dai Kızılırmak, un gruppo musicale fondato nel 1990 che prende il nome dal "Fiume Rosso", il più lungo corso d'acqua della Turchia.
In "Gölge", album dei Kızılırmak realizzato nel 2000, dove la poesia è intitolata "Hapishane Türküsü".
Si vedano anche Hapishane Şarkısı I (ya da Göklerde kartal gibiydim), Hapishane Şarkısı III (ya da Geçmiyor günler, geçmiyor) e Hapishane Şarkısı V (ya da Aldırma Gönül).

"Sabahattin Ali era un comunista convinto, un giornalista, docente di lingua tedesca, poeta e scrittore. Per i suoi articoli, le sue storie e le sue opinioni politiche, critiche nei confronti di Atatürk, venne ripetutamente imprigionato nei primi anni della Repubblica di Turchia. Morì barbaramente... (continua)
Ey gönül, kuşa benzerdin,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 7/12/2018 - 20:16
Video!

Özgürlük

Testo di Paul Éluard
Musica di Zülfü Livaneli
Si trova nel disco "Ada" del 1983 e in tutte le incisioni dal vivo in seguito pubblicate.

Zülfü Livaneli ha selezionato 12 delle 21 quartine della poesia originale (la prima, la seconda, la terza, la quinta, la settima, la undicesima, la dodicesima, la diciassettesima, la diciottesima, la diciannovesima, la ventesima e la ventunesima). E' inoltre intervenuto sul testo, aggiustando le frasi nella traduzione dal francese al turco, anche per adattarle alla metrica della sua composizione musicale.

Vorrei inoltre far notare che il testo in turco (ripreso da un sito, credo scomparso) e contribuito da Riccardo nel 2008, presente nella pagina “Liberté – Francesca Solleville”, contiene degli errori di ortografia.

Flavio Poltronieri
Okulda defterime
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 2/12/2018 - 14:04
Video!

Leylim ley

Testo di Sabahattin Ali
Musica di Zülfü Livaneli

Si trova nei dischi:"Eşkiya Dünyaya Hükümdar Olmaz" 1975
"Atlının Türküsü" 1979
e in tutti i suoi dischi incisi dal vivo.
Inoltre registrato da numerosi altri artisti turchi e non.

Sabahattin Ali era un comunista convinto, un giornalista, docente di lingua tedesca, poeta e scrittore. Per i suoi articoli, le sue storie e le sue opinioni politiche, critiche nei confronti di Atatürk, venne ripetutamente imprigionato nei primi anni della Repubblica di Turchia. Morì barbaramente assassinato di botte, a soli 41 anni, vicino al confine con la Bulgaria, nel 1948, mentre cercava di fuggire in Europa, durante un interrogatorio ad opera degli agenti di sicurezza. Il suo corpo straziato venne rinvenuto più di due mesi dopo e la vicenda fu mascherata come comune omicidio ad opera di un ambiguo contrabbandiere che se la cavò con pochissima galera.

Flavio Poltronieri
Döndüm daldan kopan kuru yaprağa
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 1/12/2018 - 18:14
Video!

Yeni ve yeni kalanlar

(2014)

Una canzone scritta per i giovani che hanno animato le proteste di Gezi Park
Gelenlere gidenlere
(continua)
26/11/2018 - 12:24
Video!

Hakim Bey

in "Yangın Yeri"
1996

Testo e musica di Sezen Aksu, nome d'arte di Fatma Sezen Yıldırım, diva della musica pop turca contemporanea, cantante impegnata in diverse cause: i diritti delle donne, l'ambiente e l'istruzione in Turchia.
Şikayetim var cümle yasaktan
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 26/11/2018 - 11:00
Video!

Çırak Aranıyor

in Atlinin Turkusu 1979
testo di Refik Durbaş - musica di Zülfü Livaneli

Refik Durbaş è un giornalista, scrittore e poeta turco contemporaneo.
Elim sanata düşer usta
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 24/11/2018 - 19:13
Video!

Haberleri açma baba

La canzone si trova nel CD del 2013 "Gökkuşağı Gönder Bana" e viene cantata dalla bravissima ragazza Cansel Şapçılı mentre la strofa che recita "Non voglio crescere..." è interpretata dalla piccola İrem Bilgiç come si può vedere nel primo video. Il secondo video non necessita di parole.
Haberleri açma baba, bakmaya korkuyorum
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 29/8/2018 - 21:52
Video!

El pueblo unido jamás será vencido

Turkish version by Mehmet Celal from the album: Fırtınadan Önce (2015)



Dall'album di Mehmet Celal (pronunciare: gelàl) Fırtınadan Önce del 2015; ma la versione risale almeno al 1999, probabilmente a molto prima. Il testo della versione presente in rete è gravemente incompleto nella quasi totalità dei casi, forse anche per l'adattamento del canto all'uso militante da parte del TKP (il Partito Comunista Turco); generalmente mancano la terza e la quarta strofa, che Mehmet Celal canta però regolarmente. Per averne il testo si è dovuto ricorrere alla “resistenza e amore” (sevgiyle-dirençle) di un utente del forum Şiirlerle şarkilarla (“Con poesie e con canzoni”), “bahri avar”, che ha trascritto le due strofe mancanti. [RV, 1/7/2018]
El pueblo unido jamás será vencido!
(continua)
inviata da Dq82 + RV 23/6/2018 - 14:38
Video!

Ellerinize ve Yalana Dair

[1949]
Versi di Nâzım Hikmet
Una poesia messa in musica da Maksut Göksu in un album del 1977 intitolato “Bağımsızlığa Ezgiler”, interpretato dal cantante e musicista Yusuf Dağüstün (1947-1999).
Più recentemente (2017), nell’album di Metin Belgin ‎intitolato “Rüzgara Karşı Yürüyen Adam : Nazım Hikmet”
Bütün taşlar gibi vekarlı,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 13/6/2018 - 13:04

24 Eylül 1945

Versi di Nâzım Hikmet, in “Piraye İçin Yazılmış Saat 21-22 Şiirleri”, raccolta di lettere alla moglie Piraye, scritte nella prigione di Bursa.
Musica di Defne Şahin, nel suo album “Yaşamak” del 2011
En güzel deniz:
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 12/6/2018 - 08:43
Video!

Büyük insanlık

[1958]
Versi di Nâzım Hikmet
Musica di Zülfü Livaneli, nel suo album del 1979 intitolato “Atlının Türküsü”
Büyük insanlık gemide güverte yolcusu
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/6/2018 - 08:29
Video!

Dünyayı verelim çocuklara

[1921]
Versi di Nâzım Hikmet
Una poesia molto nota, messa in musica da diversi autori, turchi e non, come Frank Baier e Mesut Çobancaoğlu (1986) e Defne Şahin (2011). Molti anche gli adattamenti per cori infantili, uno fra tutti quello del compositore russo Давид Фeдорович Тухмaнов (David Fyodorovich Tukhmanov), su testo tradotto in russo da Муза Конетатиновна Павлова (Muza Konstantinovna Pavlova)
Dünyayı verelim çocuklara hiç değilse bir günlüğüne
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/6/2018 - 11:03
Video!

Yaşamaya dair

[1947-48]
Versi di Nâzım Hikmet
Musica di Hümeyra Akbay, attrice, cantante, compositrice e liricista, nel suo disco del 1984 intitolato “Benim Ṣarkılarım”
Più recentemente messi in musica da Fazıl Say nel suo “Nazım Oratoryosu” del 2001, dove la poesia è interpretata dall’attore Genco Erkal.
Testo trovato su Siir.gen.tr
I
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 6/6/2018 - 11:50
Video!

Yatar Bursa kalesinde

[1947]
Versi di Nâzım Hikmet
Musica di Fazıl Say nel suo “Nazım Oratoryosu” del 2001, dove la poesia è interpretata dall’attore Genco Erkal.
Testo trovato qui

Nazım Oratoryosu
Nâzım Hikmet in prigione a Bursa
Sevdalınız komünisttir,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 6/6/2018 - 08:29

Ben içeri düştüğümden beri

[1947]
Versi di Nâzım Hikmet
Li trovo, per esempio, nella raccolta “Yeni ṣiirler” pubblicata nel 1970 dalla casa editrice Dost Yayinlari.
Musica di Fazıl Say nel suo “Nazım Oratoryosu” del 2001, dove la poesia è interpretata dall’attore Genco Erkal.
Testo trovato qui

Dopo 10 anni di galera, 10 anni di sofferenza estrema per il poeta, 10 anni di sofferenza estrema per il mondo, per i popoli travolti dalla guerra, annientati dai cannoni, nelle stragi fasciste, nei campi di sterminio nazisti, sotto le bombe atomiche dei vincitori americani...
Ben içeri düştüğümden beri güneşin etrafında on kere döndü dünya
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/5/2018 - 13:25

Yanmamış cigara

[1930]
Versi di Nâzım Hikmet, risalenti all’epoca della sua prima incarcerazione (1929-1935) causata dall’affissione di manifesti per il Partito Comunista turco.

Poesia messa in musica da Kerem Güney nel suo disco del 1977 intitolato "Tapusuz Memet"
O bu gece ölebilir
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 28/5/2018 - 13:05

Ali'nin selâmı var

[1952]
Versi di Nâzım Hikmet
Una poesia senza titolo risalente al 1952, ma edita solo 50 anni dopo.
Testo trovato grazie alla traduzione italiana di Flavio Poltronieri e ad un suo successivo suggerimento di ricerca.
In Rete compare, per esempio, nel volume "Nâzım Hikmet. Yeni Şiirler 6", pubblicato dalla casa editrice Adam nel 2015.
Scopro anche che questi versi sono stati messi in musica da Kerem Güney nel suo disco del 1977 intitolato "Tapusuz Memed"

"... L'implacabile censura della repubblica turca, più ancora di quella ottomana, ha lungamente e vergognosamente proibito i versi di Nâzım Hikmet. Nessuna tolleranza per chi difendeva con la sua semplice poesia, il proletariato turco o denunciava il genocidio armeno..." (Flavio Poltronieri)
Ali'nin selâmı var
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 27/5/2018 - 22:10
Downloadable! Video!

L'Internationale

TURCO [2] / TURKISH [2]

Versione letterale turca dell'originale francese, da Vikisosyalizm
Turkish literal translation of the French original, from Vikisosyalizm
ENTERNASYONAL
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 29/4/2018 - 06:38
Video!

Kan çiçekleri

Testo e musica di Zülfü Livaneli
In: Gökyüzü Herkesindir
1987

La canzone è ispirata dalla pittura di Abidin Dino, l'amico fraterno di Nazim Hikmet.
Topraktan mı sürmüş candan mı kopmuş
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 25/4/2018 - 09:39
Video!

Asya-Afrika

[1988]

Dal disco: Gökyüzü Herkesindir
Kalbimizin yarısı burdaysa
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 13/4/2018 - 17:51
Video!

Güldünya

testo e musica di Zülfü Livaneli
nel CD "Hayata Dair"
2005

Livaneli scrisse e dedicò la canzone a una ragazza vittima di un crimine d'onore.
Il suo nome Güldünya è composto da due differenti parole: la prima parte "Gul" è sia il nome "Rosa" che il verbo "ridere", la seconda parte "dünya" significa invece "mondo".
Güldünya Güldünya
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 7/4/2018 - 17:42
Video!

Duvarlar

testo e musica di Zülfü Livaneli

in “Neylersin” del 1994
duvarları kuşatın da
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 5/4/2018 - 14:24
Video!

Kardeşin duymaz

testo e musica: Zülfü Livaneli
nel disco "İstanbul Konseri" del 1984
Susarlar, sesini boğmak isterler
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 4/4/2018 - 10:50
Video!

Yiğidim aslanım

testo: Mehmet Bedri Rahmi Eyüboğlu (Görele 1911-Istanbul 1975)
musica: Zülfü Livaneli
Nel disco “Günlerimiz” del 1980
Şu sılanın ufak tefek yolları
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 3/4/2018 - 19:49
Video!

Gegen den Krieg

Zülfü Livaneli ha inciso nel 1988 all'interno del suo disco "Gökyüzü Herkesindir" il brano "Hitler'e" ovvero la versione turca di "General, dein Tank"
HITLER'E
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 3/4/2018 - 12:44
Video!

Si chiamava Gesù

ADI İSA'YDI
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 3/4/2018 - 07:47

Hapishane Şarkısı III (ya da Geçmiyor günler, geçmiyor)

[1933]
Versi di Sabahattin Ali (1907-1948), scrittore, poeta e giornalista turco.
Una poesia che negli anni 70 fu messa in musica da Kerem Güney (1939-2012), importante musicista e cantautore, nel suo disco intitolato "Tapusuz Memed" del 1977.
Poi anche nel repertorio di Ahmet Kaya (1957-2000), cantautore rivoluzionario di origine curda.

Sabahattin Ali è stato prima di tutto un insegnante. Insegnava lingua tedesca perchè da giovane e brillante laureato aveva vinto una borsa di studio in Germania. Ma al suo ritorno in Turchia venne preso di mira dalla polizia politica del regime di Atatürk e nel 1933 venne arrestato e imprigionato. E' a quel periodo che questa poesia si riferisce. Lo liberarono solo a patto che giurasse e celebrasse in versi la sua fedeltà al presidente. Lui lo fece, ma non era finita. I suoi versi e le sue parole continuavano a non convincere gli sgherri del potere. Lo... (continua)
Burda çiçekler açmıyor,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 2/3/2018 - 21:03

Hapishane Şarkısı I (ya da Göklerde kartal gibiydim)

[1933]
Versi di Sabahattin Ali (1907-1948), scrittore, poeta e giornalista turco.
Si tratta già di per sé di una canzone (şarkı) ma è stata messa anche in musica, per esempio dal compositore e cantante Edip Akbayram.
Si veda anche Hapishane Şarkısı V (ya da Aldırma Gönül)

Sabahattin Ali è stato prima di tutto un insegnante. Insegnava lingua tedesca perchè da giovane e brillante laureato aveva vinto una borsa di studio in Germania. Ma al suo ritorno in Turchia venne preso di mira dalla polizia politica del regime di Atatürk e nel 1933 venne arrestato e imprigionato. E' a quel periodo che questa poesia si riferisce. Lo liberarono solo a patto che giurasse e celebrasse in versi la sua fedeltà al presidente. Lui lo fece, ma non era finita. I suoi versi e le sue parole continuavano a non convincere gli sgherri del potere. Lo imprigionarono di nuovo nel 1944. E nel 1948 lo assassinarono, in circostanze mai chiarite.
Oggi Sabahattin Ali è uno dei simboli per coloro che si oppongono alla deriva autoritaria di Erdogan.
Göklerde kartal gibiydim,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 20/2/2018 - 08:22
Video!

Sardunya´ya Ağıt

[1972]
Versi di Can Yücel (1926-1999), poeta turco
Musica di Selim Atakan
Nel disco degli Yeni Türkü intitolato “Buğdayın Türküsü” (1979), album d’esordio del gruppo turco.
Testo trovato su Turkish Language Class

Una poesia dedicata a Deniz Gezmiş (1947–1972), tra i fondatori della Türkiye Halk Kurtuluş Ordusu (THKO, l’Esercito Popolare di Liberazione della Turchia), organizzazione armata dell’estrema sinistra. Considerato come il Che Guevara turco, Deniz Gezmiş fu arrestato ad Ankara nel 1971, proprio alla vigilia dell’ennesimo colpo di Stato militare. La sua sorte era quindi segnata: fu impiccato il 6 maggio 1972. Aveva 25 anni.
İkindiyin saat beşte
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 16/2/2018 - 08:29
Video!

Hapishane Şarkısı V (ya da Aldırma Gönül)

[1933]
Versi di Sabahattin Ali (1907-1948), scrittore, poeta e giornalista turco.
Una poesia che negli anni 70 fu messa in musica da Kerem Güney (1939-2012), importante musicista e cantautore, e poi interpretata da moltissimi artisti.

Sabahattin Ali è stato prima di tutto un insegnante. Insegnava lingua tedesca perchè da giovane e brillante laureato aveva vinto una borsa di studio in Germania. Ma al suo ritorno in Turchia venne preso di mira dalla polizia politica del regime di Atatürk e nel 1933 venne arrestato e imprigionato. E' a quel periodo che questa poesia si riferisce. Lo liberarono solo a patto che giurasse e celebrasse in versi la sua fedeltà al presidente. Lui lo fece, ma non era finita. I suoi versi e le sue parole continuavano a non convincere gli sgherri del potere. Lo imprigionarono di nuovo nel 1944. E nel 1948 lo assassinarono, in circostanze mai chiarite.
Oggi Sabahattin... (continua)
Başın öne eğilmesin
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 15/2/2018 - 22:18
Downloadable! Video!

נרקוד לשלום

17. TURCO / Turkish
Bulent Ibrushim
BARIŞ İÇİN DANS EDECEK
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 26/8/2017 - 07:13
Video!

Not in Nottingham

NOTTINGHAM DA YOK
(continua)
inviata da dq82 11/5/2017 - 11:38
Video!

The Phony King of England

ONA SAHTE İNGILIZ KRALI DIYECEKLER
(continua)
inviata da dq82 11/5/2017 - 11:33
Video!

Angina Pektoris

1948
Parole di Nâzım Hikmet
Interpretata da Melike Demirağ (1986)

Scritta in carcere, dove doveva scontare una pena di ben 28 anni. Era prigioniero già da quattordici anni quando, nel 1948, ebbe il primo infarto. L’anno dopo venne amnistiato grazie ad una commissione internazionale composta tra gli altri da Sartre, Tristian Tzara e Pablo Picasso e dopo uno sciopero della fame di diciotto giorni reso ancora più drammatico dal recente attacco cardiaco. Nel 1951, ad un anno dalla liberazione, fu costretto all’esilio, vivendo in giro per l’Europa ma scegliendo spesso la Russia, dove aveva frequentato l’università. L’adorata moglie Münevver Andaç e il figlio piccolo non poterono seguirlo. Morì per un attacco cardiaco il 3 giugno 1963 a Mosca, dove venne sepolto.
leggoerifletto
Yarısı burdaysa kalbimin
(continua)
inviata da dq82 23/1/2017 - 19:08
Video!

Vurdular bizi

Album: Kobani (2016)

Sabato 10 ottobre 2015 ad Ankara si tiene una grande manifestazione organizzata dai partiti curdi e della sinistra per chiedere la pace nel Kurdistan turco. Due kamikaze si fanno saltare in aria uccidendo quasi 100 persone. Il governo turco attribuisce l'attentato all'ISIS ma gli organizzatori della manifestazione accusano direttamente il governo turco di aver pianificato o almeno non impedito l'attacco.
Barış olsun diye düştük yollara
(continua)
1/12/2016 - 22:43
Video!

Blowin' in the Wind

TURCO / TURKISH

Una versione letterale turca dal sito di testi e traduzioni Akor Merkezi.

Turkish word-for-word translation from the lyrics and translations website Akor Merkezi
CEVAP RÜZGARDA UÇUYOR
(continua)
9/11/2016 - 01:01
Video!

Cenkler bize gelmeyiniz

Diil gece, diil gündüz,
(continua)
inviata da Dq82 10/9/2016 - 13:52




hosted by inventati.org