Language   

Universal Soldier

Donovan
Back to the song page with all the versions


Versione italiana interpretata da Milly
SOLDATO UNIVERSALE

È bianco, è nero, è biondo, è bruno,
Combatte con le atomiche e le spade.
Ha più di quarant’anni
e ne ha solo diciannove,
combatte da quando è nato l’uomo.

È ateo, indu, cattolico, ebreo,
buddista, metodista, puritano.
Capisce di far male,
fa solo il suo dovere,
uccide me per te amico mio.

E combatte per il Canada, combatte per la Francia,
combatte per gli U.S.A.
E combatte per la Russia
e combatte per la Cina,
lui dice "Per la pace universale".

Non chiede per chi muore lui crede che uccidendo
la guerra finalmente finirà.
Ed è lui che deve dire
chi vivrà e chi morirà
e non legge mai le scritte lì sui muri.

Ma Hitler senza lui non avrebbe fatto tanto,
Cesare sarebbe stato solo.
Ed è lui che dà il suo corpo
come un arma per la guerra,
senza lui queste stragi finiranno.

È soldato universale ed è solo colpa sua,
gli ordini non vengon più dall’alto.
Vengon da noi, da voi, da me, da te
e fratelli non capite
Così la guerra non finisce più.
IL SOLDATO UNIVERSALE

È alto 1.70 o un metro e ottantantatré, combatte con la lancia o con le bombe
Ha sempre ventun anni o soltanto diciassette ed è soldato dall'eternità
È cattolico o indù, è ateo o ebreo, buddista, musulmano o protestante
Sa che non lo deve fare, ma continua ad ammazzare
e forse un giorno ammazza o te o me…
E combatte per l'America, e combatte per la Russia
e combatte per il Terzo Reich
E combatte per la Cina e combatte per Berlino
così crede che la guerra finirà..
E combatte per il Vietnam, e combatte per il Congo
dice che lo fa per tutti noi.
Solo lui è che poi decide
chi si salva e chi si uccide,
ma non legge mai le scritte sopra i muri..

Adolf Hitler senza lui non sarebbe stato Hitler,
Giulio Cesare sarebbe stato solo..
Sempre Lui che dà il suo corpo come arma della guerra,
senza lui la morte in guerra non c'è più..

È il soldato universale e bisogna dirne male,
i suoi ordini non vengon da lontano
vengono da noi, da voi, da te e da me
che ci chiamiam fratelli..
Ma da quando siamo in terra non è questo il modo giusto
per dire no alla guerra,
ma da quando siamo in terra non è questo il modo giusto
per dire no alla guerra


Back to the song page with all the versions

Main Page

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org