Language   

Si hei dr Wilhälm Täll ufgfüert

Mani Matter
Back to the song page with all the versions


Version française – ON A JOUÉ GUILLAUME TELL – Marco Valdo M.I. ...
HANNO DATO IL GUGLIELMO TELLON A JOUÉ GUILLAUME TELL
  
Hanno dato il Guglielmo Tell al „Leone“ di Nottiswil,Au « Lion » de Nottiswil, on a donné le Guillaume Tell de Schiller
come sempre tanta gente, praticamente metà del paese, ha partecipato alla recita,Il y avait la foule, la moitié du village, dans la pièce se retrouvait,
l'altra metà invece era in sala, davanti a una grossa birra,L’autre moitié par contre était dans la salle, devant de grandes bières,
a fare il pubblico, assistendo ansiosamente a quel che succedeva.À faire le public, regardant et écoutant avec attention ce qui se passait.
  
All'inizio è stato simpatico quando, facendo la moglie di Stauffacher, [1]Au début, tout allait bien, jouant la femme de Stauffacher,
la perpetua del parroco ha parlato col sarto, con profonde parole,La pasteure disait au tailleur des mots d’une grande sagesse,
e poiché si era commosso, stavolta non ha detto che il vestito era troppo caro,Mais émue, elle n’a pas dit cette fois, l’habit est si cher,
ed è stato ben attento a non perdere il filo.Et il lui a répondu de ne pas perdre le fil de son texte.
  
All'improvviso, poco prima di tirare alla mela, arriva il maestro che fa il Tell,Au moment de tirer la pomme, arrive l’instituteur qui jouait Tell,
suo figlio gli fa un sacco di domande; e allora uno della Guardia [2]Son fils pose des tas de questions, alors un Garde
salta fuori e gli urla: „Sbrigati!“, in modo che tutti sentano,Lui crie tellement fort que tout le monde peut l’entendre :
„Perché fa domande così idiote, non ha imparato nulla a scuola?“Comment pose-t-il des questions si stupides, n’a-t-il donc rien appris à l’école ?
  
Un amico del Tell, uno di Altdorf [3], gli tira un ceffone nel muso,Un ami de Tell, un gars de Altdorf, le frappe dans la figure,
e quello della Guardia, senza starci a pensare, si rigiraEt le garde, réagit, sans réfléchir, enchaîne
e lo colpisce con l'alabarda proprio in piena panciaEt lui colle un coup de hallebarde dans le ventre,
e allora accorre tutta la gente di Uri, cavolo, ora sì che c'è casino.Alors, accourt tout le peuple de Uri, et la bagarre se déchaîne.
  
Gli uni, quelli per l'Austria, si schierano con la Guardia;Les uns, ceux pour l’Autriche, prennent le parti du Garde ;
gli altri, quelli di Altdorf, per Tell: un massacro !Les autres, ceux d’Altdorf, pour Tell : un massacre !
Si combatte con alabarde, spade di cartone, con le quinte,Avec des hallebardes, des épées de carton, avec les décors,
Tell è stato messo sotto da Gessler [4], e allora ci si mette tutta la sala.Tell tombe sous Gessler, toute la salle s’y met alors.
  
Ora volano bicchieri, ognuno dà sfogo alla sua ira repressa,Les verres se mettent à voler, la colère refrénée éclate,
si spaccano tavoli e panche, la birra si mescola al sangue.On brise les tables et les bancs, la bière au sang se mélange,
L'oste si strappa i capelli, la moglie si rimette a posto le ossa rotte,L’aubergiste s’arrache les cheveux, sa femme répare les dégâts,
è andata avanti per due ore, poi l'Austria è stata sconfitta.L’affaire a duré deux heures, l’Autriche l’a dans le baba.
  
Hanno dato il Guglielmo Tell al „Leone“ di Nottiswil,On a donné le Guillaume Tell au « Lion » de Nottiswil,
e, certo, mai prima in uno stile più naturale!Et jamais dans un style aussi naturaliste !
L'assicurazione ha pagato, ma da allora io so una cosa:L’assurance a payé – et je sais une chose depuis,
a prendersela così, tutti son buoni, la libertà,On gagne la liberté, quand on se bat comme ça.
a prendersela così, tutti son buoni, la libertà!On gagne la liberté, quand on se bat comme ça !

[1] Secondo la leggenda, basata sul racconto di Aegidius Tschudi, Werner Stauffacher sarebbe stato uno die tre firmatari del Patto del Rütli del 1° agosto 1291 (da notare che di Guglielmo Tell non si fa nessuna menzione nelle versioni più antiche della leggenda). Il racconto di Tschudi risale comunque al XVI secolo. Werner Stauffacher sarebbe stato il rappresentante del cantone di Schwyz (quello che avrebbe dato nome a tutta la Svizzera), Walter Fürst quello del Canton Uri e Arnold von Melchtal per il cantone di Unterwalden. Per un certo periodo vennero chiamati tutti e tre „Guglielmo Tell“. Nel documento storico del giuramento di unione (la „Carta Federale Svizzera“), che esiste, si tratta però dei tre landamani cantonali che rispondevano alle firme di Konrad ab Yberg, Werner von Attinghausen e Konrad Baumgarten.

[2] Si tratta della Guardia agli ordini di Albrecht Gessler, figura altrettando leggendaria di quella di Guglielmo Tell. Secondo la leggenda, Albrecht Gessler sarebbe stato il landfogto (o balivo) asburgico di Altdorf, la cui spietata tirannia avrebbe portato alla ribellione guidata da Guglielmo Tell. Nel dramma schilleriano, Gessler è agli ordini diretti dell'Imperatore d'Austria, che intende deliberatamente provocare il popolo svizzero affinché si rivolti e fornisca all'Austria il pretesto per invadere la Svizzera.

[3] Altdorf è la capitale del Canton Uri; ha attualmente quasi 9000 abitanti. A Altdorf („Borgovecchio“) è ambientata tutta la leggenda di Guglielmo Tell, ed è quindi una località che ha un'importanza nazionale in Svizzera. Vi sorge un famosissimo monumento a Guglielmo Tell. A causa del vento di favonio, è anche nota per essere una delle località più calde di tutta la Svizzera: me ne sono accorto la volta che ci sono stato per andare a vedere, appunto, il monumento a Guglielmo Tell. Una delle due o tre volte che ho bollito dal caldo in Svizzera.


Altdorf: Il monumento a Guglielmo Tell in una vecchia foto.
Altdorf: Il monumento a Guglielmo Tell in una vecchia foto.



[4] V. nota 2


Back to the song page with all the versions

Main Page

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org