Lingua   

La fille aux chansons [Marion s'y promène]

Malicorne
Pagina della canzone con tutte le versioni


La ragazza sulla sponda del mare vuole imparare la canzone che...
LA FANCIULLA DELLE CANZONI [MARION STA PASSEGGIANDO]

Marion sta passeggiando
su e giù nel suo giardino,
su e giù nel suo giardino
sulle rive di Francia
su e giù nel suo giardino
sulla riva del mare.

S'accorge d'una barca
con trenta marinai,
con trenta marinai
sulla riva del mare,
dei trenta il più giovane
cantava una canzone.

Cantava una canzone
sulle rive di Francia,
cantava una canzone
sulla riva del mare,
la canzone che canti
la vorrei imparare.

La vorrei imparare
sulle rive di Francia,
la vorrei imparare
sulla riva del mare.
Sali sulla mia barca,
e te la vo a insegnare.

Te la vo a insegnare
sulle rive di Francia,
te la vo a insegnare
sulla riva del mare.

Cento leghe navigate
senza ridere né parlare,
cento leghe navigate
senza ridere né parlare
senza ridere né parlare
sulle rive di Francia,
senza ridere né parlare
sulla riva del mare.

Cento leghe di rotta
e la bella si mise a singhiozzare,
cento leghe di rotta,
si mise a singhiozzare,
si mise a singhiozzare
sulle rive di Francia,
si mise a singhiozzare
sulla riva del mare.

Ma che avete, bella,
da tanto singhiozzare?
Da tanto singhiozzare
sulle rive di Francia?
Da tanto singhiozzare
sulla riva del mare?

Sento, sento mia madre
che mi chiama a dormire,
che mi chiama a dormire
sulle rive di Francia,
che mi chiama a dormire
sulla riva del mare.

Non piangere, mia bella,
con noi tu giacerai!
Con noi tu giacerai
sulle rive di Francia,
con noi tu giacerai
sulla riva del mare.

Quando fu dentro in camera
i legacci lei annodò
i legacci lei annodò
sulle rive di Francia,
i legacci lei annodò
sulla riva del mare.

La spada che ho sul tavolo,
bella, li può tagliare
bella, li può tagliare
sulle rive di Francia,
bella, li può tagliare
sulla riva del mare.

La bella ha preso la spada
nel cuore se l'è conficcata
la bella ha preso la spada
nel cuore se l'è conficcata,
nel cuore se l'è conficcata
sulle rive di Francia,
nel cuore se l'è conficcata
sulla riva del mare.

La prende per la mano bianca,
nel mare l'ha gettata
la prende per la mano bianca
nel mare l'ha gettata,
nel mare l'ha gettata
sulle rive di Francia,
nel mare l'ha gettata
sulla riva del mare.
"O marinar de la marina (1),
o cantè-me d'üna cansun."
"Muntè, bela, sü la mia barca,
la cansun mi la canterò."
Quand la bela l'è stáita an barca,
bel marinar s'büta a cantè.
L'àn navigà pi d'sincsent mia,
sempre cantand cula cansun.
Quand la cansun l'è stà fürnia,
la bela a cà n'in vol turnè.
"Sei già luntan pi d'sincsent mia,
sei già luntan da vostra cà."
"Coza dirà la mama mia,
che n'a sto tant a riturnè?"
"Pensè pa pi a la vostra mama,
o pensè, bela. al marinar."
S'a n'in ven la meza noiteja.
n'in ven Fura d'andè dürmì.
"O dëspojè-ve, o dëscaussè-ve,
cugei-ve sì cu'l marinar."
"I m'sun sulà-me tanto sc'iassa,
che 'l gital pöss pi dëssulè.
O marinar de la marina,
o prëstè-me la vostra spà (2);
Prëstè, galant, la vostra speja,
che 'l me gital pössa tajè."
Quand la bela l'à avü la speja,
an mes al cör a s'l'è piantà.
"O maledeta sia la speja,
e cula man ch'a i l'à prëstà!
Ma s'i l'ái nen bazà-la viva,
a l'è morta la vöi bazè."
A l'à pià-la për sue man bianche,
ant ël mar a'l l'à campè (3).
NOTE
ritornello: (A fior dell'acqua a fior del mar.)
al momento non trovo una versione cantata
1) il corsaro (pirata) del titolo viene sostituito con un più rassicurante marinaio della marina
2) la richiesta di una spada-coltello (con vari pretesti) e il successivo suicidio per far salvo l'onore è un luogo comune delle ballate tradizionali
3) anche se la fanciulla non è stata violentata -a meno che con quel "io da morta la bacerò" non si voglia intendere una violenza sessuale post-mortem- muore nel peccato e dovrà patire il tormento della mancata sepoltura cristiana.


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org