Lingua   

Chanson pour l'auvergnat

Georges Brassens
Pagina della canzone con tutte le versioni


Traduzione italiana della versione milanese di Nanni Svampa,...
CANZON PER EL ROTAMATTCANZONE PER IL RIGATTIERE
  
Canti per tì la mia canzonCanto per te la mia canzone
tì el rotamatt, tì el mè barbon ‎tu il rigattiere, tu il mio barbone,‎
che te m'hee daa on poo de mangià ‎che m'hai dato un po’ da mangiare
quand s’eri restaa senza cà ‎quando sono rimasto senza casa
che te m'hee daa on tòcch de pan dur ‎che mi hai dato un pezzo di pane duro
quand i barbònn che gh'avevi in gir ‎quando le barbone che avevo in giro
i sciori e la gent per ben ‎i signori e la gente per bene
m’aveven trattaa pesg d'on can ‎mi avevano trattato peggio di un cane
L'era domà on tòch de pan ‎Era soltanto un pezzo di pane
ma l'è sta asse de tirà là ‎ma è stato sufficiente per tirare avanti
el sò profumm el senti anmò ‎ed il suo profumo lo sento ancora:‎
me par de ves 'dre anmò a sgagnal.‎mi sembra di stare ancora a morsicarlo.‎
  
Tì el mè barbon quand te veet de là ‎Tu il mio barbone, quando andrai di là
quand el Signor el te ciamarà ‎quando il Signore ti chiamerà
te 'ndareet drizz tì e i tò barbis ‎andrai dritto, tu e i tuoi baffoni
a stà in Paradis.‎a stare in paradiso.‎
  
Canti per tì la mia canzon ‎Canto per te la mia canzone
tì el rotamatt, tì el mè barbon ‎tu il rigattiere, tu il mio barbone,‎
che te m'hee daa el tò paltò vecc ‎che mi hai dato il tuo cappotto vecchio
quand s’eri strasciaa e pien de frecc ‎quando ero stracciato e pieno di freddo
Che te m'hee faa scaldà on poo i òss ‎che mi hai fatto scaldare un po' le ossa
quand sont restaa con nagòtt adòss ‎quando sono rimasto con niente addosso
quand hann brusaa anca i panchett ‎quando hanno bruciato anche le panchine
e mì seri senza calzett ‎ed io ero senza calze
L'era domà on tòcch de strasc ‎Era soltanto un pezzo di straccio
ma l'è staa assee de tirà là ‎ma è stato sufficiente per tirare avanti
el sò calor el senti anmò ‎ed il suo calore lo sento ancora
me par de vess 'dree a mettel sú.‎mi sembra ancora di indossarlo.‎
  
Tì el mè barbon quand te veet de là ‎Tu il mio barbone, quando andrai di là
quand el Signor el te ciamarà ‎quando il Signore ti chiamerà
te 'ndareet drizz tì e i tò barbis ‎andrai dritto, tu e i tuoi baffoni
a stà in Paradis.‎a stare in paradiso.‎
  
Canti per tì la mia canzon ‎Canto per te la mia canzone
ti el rotamatt, tì el mè barbon ‎tu il rigattiere, tu il mio barbone
che t'hee piangiuu e te m'hee vardaa ‎che hai pianto e mi hai guardato
quand s’eri sconduu e m'hann ciappaa ‎quando ero nascosto e mi hanno preso
Che te m'hee daa on poo del tò coeur ‎che m'hai dato un po' del tuo cuore
quand i padroni e i commendator ‎quando i padroni ed i commendatori
hann faa e desfaa in fra de lor ‎hanno fatto e disfatto fra di loro
e mì m’hann menaa a San Vittor ‎ed hanno portato me a San Vittore
L'era domà on poo d'amor ‎Era soltanto un po' d'amore
ma l'è staa assee de tirà là ‎ma è stato sufficiente per tirare avanti
el tò sorris el vedi anmò ‎ed il tuo sorriso lo vedo ancora
compagn s'el fudess pitturaacome se fosse dipinto.‎
  
Tì el mè barbon quand te veet de là ‎Tu il mio barbone, quando andrai di là
quand el Signor el te ciamarà ‎quando il Signore ti chiamerà
te 'ndareet drizz tì e i tò barbis ‎andrai dritto, tu e i tuoi baffoni
a stà in Paradis.‎a stare in paradiso.‎


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org