Lingua   

Банька по-белому

Vladimir Semënovič Vysotskij / Владимир Семёнович Высоцкий
Pagina della canzone con tutte le versioni


La (stupenda) versione italiana di Sergio Secondiano Sacchi. Italian...
[ 'baɳka pa'bjeɫamu

prata'pi tɨ mɲe 'baɳku pa'bjeɫamu
ja'at 'bjeɫava 'svjetu at'vɨk
uga'rjuja i'mnje uga'rjeɬamu
par ga'rjatʃi ras'vjaʒɘt ja'zɨk

prata'pi tɨ mɲe 'baɳku χa'zjajuʃka
raska'λu ja si'bja raspa'λu
napa'latji u'samava 'krajuʃka
jasam'ɲeɲa fsi'bje istri'bλu
raza'mleju ja'da ɲipri'litʃnastji
kofʃ χa'ɬodɲi i'fʃo paza'dji
ina'koɫka vri'mjon 'kulta 'litʃnastji
zasi'ɲejit na'levaj gru'dji

prata'pi tɨ mɲe 'baɳku pa'bjeɫamu
ja'at 'bjeɫava 'svjetu at'vɨk
uga'rjuja i'mnje uga'rjeɬamu
par ga'rjatʃi ras'vjaʒɘt ja'zɨk

'skolka 'vjerɨ i'lesu pa'vaλina
skol iz'vjedana 'gorja i'tras
ana'levaj 'grudji 'profil 'staλina
ana'pravaj ma'rinka an'fas
eχ za'vjery ma'ju bjez:za'vjetnuju
'skolka λet ad:dɨχaɬ ja vra'ju
prami'ɲaɬ ja na'ʒizɲ bjespra'zvjetnuju
ɲesu'svjetnuju 'glupostj ma'ju

prata'pi tɨ mɲe 'baɳku pa'bjeɫamu
ja'at 'bjeɫava 'svjetu at'vɨk
uga'rjuja i'mnje uga'rjeɬamu
par ga'rjatʃi ras'vjaʒɘt ja'zɨk

fspami'naju kak 'utritʃkam 'raɲeɲka
'bratu 'kriknutj u'spjeɬ pasa'bi
imi'nja dva kra'sivɨχ a'χraɲ:ika
pavje'zλi issi'bjirji fsi'bjirj
a pa'tom naka'rjerjə λι'ftopiλi
na'glatafʃiś śλi'zɨ isɨr'tsa
'bλiʒɘ 'ksjertsu ka'ɬoλi mɨ 'profiλι
tak ʃtop 'sɫɨʃaɬ kak 'rvuts:a sje'rtsa.

ɲeta'pi tɨ mɲe 'baɳku pa'bjeɫamu
ja'at 'bjeɫava 'svjetu at'vɨk
uga'rjuja i'mnje uga'rjeɬamu
par ga'rjatʃi ras'vjaʒɘt ja'zɨk

oχ zna'bjit atra'skaza da'toʃnava
par mɲe 'mɨśλi pra'gnaɫ atu'ma
istu'mana χa'ɫodnava 'proʃlava
aku'najuś fga'rjatʃi tu'man
zastu'tʃaλi mɲe 'mɨśλi pat:'tjimjitʃkam
paɬu'tʃiɬaś ja'zrjaim kλej'mjon
iχλi'ʃuja bje'rjozavɨm 'vjeɲitʃkam
pana'sλedjiju 'mraʃnɨχ vri'mjon

prata'pi tɨ mɲe 'baɳku pa'bjeɫamu
ja'at 'bjeɫava 'svjetu at'vɨk
uga'rjuja i'mnje uga'rjeɬamu
par ga'rjatʃi ras'vjaʒɘt ja'zɨk ]
IL BAGNO ALLA BIANCA

Proprio qui, proprio qui...
Riscaldatemi bene la sauna
perché un bagno alla bianca farò
proprio qui, sulla panca, tra un attimo,
la mia anima stanca cadrà.
Proprio qui, nel calore più languido
il vapore mi infiammerà
brucerò nella brace i miei scrupoli
la mia voce si scioglierà.

Proprio qui, proprio qui, proprio qui
Proprio qui, sul mio segno indelebile,
l'acqua gelida io verserò
il tatuaggio del capo infallibile
si farà sul mio petto più blu.
Che sterminio di boschi e di anime
per tracciare percorsi e ansietà
sopra il petto Stalin di sagoma
e Marinka sull'altra metà.

Proprio un bel paradiso magnifico
grazie solo alla mia fedeltà
barattando con anni di tenebre
la mia stupida ingenuità
Proprio là, proprio là, proprio là
dietro casa al crepuscolo
venne a prendermi l'autorità
da quel giorno poi mi trascinarono
di Siberia in Siberia e più in là.

E fu pianto e fu alcool da vomito
tra paludi e i sentieri più bui
e lui sul cuore per fargli comprendere
che quel cuore batteva per lui.
I dettagli mi mettono i brividi
il vapore mi annebbia e io so
che scordando le nebbie più gelide
in questa nebbia bollente entrerò.

Proprio qui, proprio qui, proprio qui
i ricordi mi bussano
mi han marchiato per sempre, ormai
con le frasche mi batto sui lividi
sulle tracce dei tempi più bui.

Proprio qui, proprio qui, proprio qui.


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org