Language   

Edelweißpiraten

Bläck Fööss
Back to the song page with all the versions


OriginalVersione italiana di Francesco Mazzocchi
EDELWEIßPIRATENEDELWEIßPIRATEN
En Tafel us Bronze am Bahndamm anjebraat,
irjendeiner hät 'ne Struß Blome hinjelat.
Em Spillzeuglade vis-a-vis en Draumwelt, schön un bunt.
Der Wind driev Rän üvver d'r Platz, wo ens d'r Jaljen stund.
Una targa di bronzo collocata sul terrapieno della ferrovia,
qualcuno ha posato un mazzo di fiori.
Nel negozio di giocattoli di fronte un mondo di sogni bello e colorato.
Il vento corre sulla piazza dove una volta stava la forca.
Domols, als en brunger Nach de Freiheit es verreck,
e janz Volk wood en en Uniform jesteck,
do blöhte en unserer Stadt e Blömche, fies jeropp,
doch dat jing nit en trotz Hokekrütz un Dudekopp.
Una volta, quando in scura notte era morta la libertà,
un popolo intero era infilato in un’uniforme,
allora fiorì nella nostra città un fiorellino, brutalmente strappato, [1]
ma non morì nonostante svastica e teschio.
Edelweißpirate, su han se sich jenannt,
wo dat Blömche jeblöht hät, jo, do wor Widderstand.
Edelweißpirate, così si erano chiamati,
dov’è fiorito il fiorellino, sì, lì ci fu resistenza.
Met Jittar jäje Nazimarsch, su fing et domols an.
Se woren jäje Hitlerjroß un Häreminschewahn.
Se wollten kein HJ-Montur. Se wollten keine Drill.
Se fuhren rus en de Natur un spillten Buffalo Bill.
Als dann 39 die Häre maaten Kreech,
wor inne jäjen et Edelweiß jedes Meddel räch.
Con chitarra contro la marcia nazista, così cominciò allora.
Erano contro il saluto a Hitler e la follia dei dominatori.
Non volevano la divisa dell’Hitlerjugend. Non volevano l’addestramento.
Andavano nella natura e giocavano a Buffalo Bill.
Quando poi nel 39 i signori hanno fatto la guerra,
ogni mezzo fu loro giusto contro l’Edelweiß.
RefrainEdelweißpirate, così si erano chiamati,
dov’è fiorito il fiorellino, sì, lì ci fu resistenza.
En Brauwieler un em EL-DE-Huus brutal zosammejewichs,
dat manch einer noch e Kind wor, drop joven die Henker nix.
Die, die sich nit zerbreche leete, woßten, jetz es Schluß,
beim nächstemol, do simmer dran, mer künne nit mih noh Hus.
A Brauweiler e brutalmente rinchiusi nella EL-DE-Haus, [2]
che qualcuno era ancora un bambino, non importò niente ai boia.
Quelli che non si lasciarono spezzare, lo sapevano, ora è la fine,
un’altra volta, se siamo qui, non potremo più tornare a casa.
Met Junge us dem Ungerjrund han se sich versteck.
Se klauten Foder un Wasser, söns wören se verreck.
Se han och Nazis ömjelat, su wick hät mer se jebraat.
Em Oktober '44 wood e Deil vun inne geschnapp.
Si sono nascosti con giovani della clandestinità.
rubavano mangime ed acqua, altrimenti sarebbero crepati.
hanno anche ammazzato dei nazisti, per quanto hanno potuto.
Nell’ottobre del '44 una parte di loro fu catturata.
RefrainEdelweißpirate, così si erano chiamati,
dov’è fiorito il fiorellino, sì, lì ci fu resistenza.
En Tafel us Bronze, am Bahndamm anjebraat,
irjendeiner hät 'ne Struß Blome hinjelat.
Et Levve, dat jeit wigger, weiß du, wat domols wor?
Vun denne, die he ömjebraat, wor der Jüngste 16 Johr.
Una targa di bronzo collocata sul terrapieno della ferrovia,
qualcuno ha posato un mazzo di fiori.
La vita, lei va avanti, sai tu, cos’era allora?
Di quelli che qui sono stati uccisi, il più giovane aveva 16 anni.
RefrainEdelweißpirate, così si erano chiamati,
dov’è fiorito il fiorellino, sì, lì ci fu resistenza.
Edelweißpirate, su han se sich jenannt.
Doch dat weed en keinem Schullboch hück jenannt.
Edelweißpirate, così si erano chiamati,
Ma questo oggi non è nominato in nessun libro di scuola.
[1] così traduco il fies jeropp del dialetto di Colonia, che facendo alcune considerazioni sulle trasformazioni fonetiche che si presentano regolarmente nel rapporto dialetto di Colonia - tedesco, dovrebbe corrispondere al tedesco gerupft, che inserirei senza molti dubbi nelle parentesi quadre con tre punti di domanda nel terzo verso della seconda strofa

[2] EL-DE-Haus, dalle iniziali del nome del proprietario, era la sede della Gestapo a Brauweiler (Brauwieler in dialetto), sobborgo di Colonia


Back to the song page with all the versions

Main Page

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org