Lingua   

Tammurriata nera

E.A. Mario
Pagina della canzone con tutte le versioni


La versione italiana alternativa di Willy Bruschi (napoletano),...
TAMMURRIATA ("tamburellata") NERATAMMURRIATA NERA
Io non capisco a volte che succede,
che quello che si vede non si crede!
è nato un bambino, è nato nero
e la mamma lo chiama Ciro,
sissignore, lo chiama Ciro!
Io non capisco, a volte cosa succede…
E quello che si vede,
non si crede! Non si crede!
E' nato un bambino nero, nero…
e la mamma lo chiama Ciro,
sissignore, lo chiama Ciro…
Rigirala come ti pare, seh,
Rigirala come ti pare, seh
che tu lo chiami Ciccio o Antonio
che tu lo chiami Peppe o Ciro
il fatto è che quello è nero, nero come non si sa che!
Séh! gira e volta, séh...Séh! volta e gira, séh...
Sia che tu lo chiami Francesco o Gaetano,
sia che lo chiami Giuseppe o Ciro,
quello, il fatto, è nero, nero,
nero, nero, non so come!
Ne parlano le donne di quest'affare:
"Questi fatti non sono rari se ne vedono a migliaia!
A volte basta solo una guardata
e la femmina è rimasta impressionata per il colpo!"
Lo raccontano le comari questo fatto:
"Queste cose non sono rare,
se ne vedono a migliaia!
A volte basta solo una guardata,
e la donna è rimasta,
dal fatto, impressionata…"
Seh, una guardata, seh
seh una impressione seh
vai a trovarlo adesso chi è stato
che ha fatto il tiro buono
il fatto è che quello è nero, nero come non si sa che!
Séh! una guardata, séh...
Séh! una impressione, séh...
Chi sa chi è stato
che ha fatto centro:
quello il fatto, è nero, nero,
nero, nero, non so come!
Dice il contadino: "Su, parliamo,
perché se ragioniamo questo fatto ce lo spieghiamo!
Dove si semina il grano, il grano cresce,
riesce o non riesce sempre è grano quello che esce."
Ha detto il contadino: "Ebbene, parliamo,
perché, se ragioniamo,
questo fatto ce lo spieghiamo!
Dove semino il grano, il grano cresce…
va bene o non va bene,
sempre grano è quello che esce!"
Meh, dillo a mamma, meh
meh, dillo pure a me
che tu lo chiami Ciccio o Antonio
che tu lo chiami Peppe o Ciro
il fatto è che quello è nero, nero come non si sa che!
Mé', dillo a mamma, mé'...
Mé', dillo pure a me...
Sia che tu lo chiami Francesco o Gaetano,
sia che lo chiami Giuseppe o Ciro,
quello, il fatto, è nero, nero,
nero, nero, non so come!
Seh, una guardata, seh
seh una impressione seh
vai a trovarlo adesso chi è stato
che ha fatto il tiro buono
il fatto è che quello è nero, nero come non si sa che!
Le signorine di Capodichino
fanno l'amore con i marocchini
i marocchini se ne approfittano
e le signorine con la pancia d'avanti
Le ragazze di Capodichino
fanno l’amore coi marocchini,
i marocchini si buttano lancia in resta
le ragazze restano incinte (“con la pancia in avanti”).
American espresso,
dammi il dollaro che ho fretta
sennò viene la polizia,
mette le mani dove vuole lui
American Express,
dammi il dollaro ché vado di fretta,
che sennò viene la Police
e fa quello che vuole lei.
Ierisera a piazza Dante
il mio stomaco era vagante
se non era per il contrabbando
gia' stavo al camposanto
Ieri sera in piazza Dante
avevo la pancia vuota,
non ci fosse stato il contrabbando
sarei già andato al camposanto.
E levate 'a pistuldà
uè e levate 'a pistuldà,
e pisti pakin mama
e levate 'a pistuldà
Lay that pistol down, babe,
Lay that pistol down.
Pistol packin’ mama,
Lay that pistol down.1
Le signorine napoletane
fanno i figli con gli americani
noi ci vediamo oggi e domani
in mezzo a Porta Capuana
Le ragazze napoletane
fanno figli con gli americani,
ci vediamo oggi e domani
a Porta Capuana.
Sigarette papà
caramelle mammà,
biscuit bambino
dduie dollare 'e signurine.
Le sigarette per il babà 2
le caramelle per mammà,
il biscuit per il bambino
e due dollari per le segnorine. 3
A Concetta e Nanninella
piacevano le caramelle
mo si fanno passare per zitelle
e fanno a finire nei bordelli
A Concetta e a Nanninella
gli piacevan le caramelle,
ora si presentan come zitelle,
e vanno a finire nei bordelli.
E Circillo (=Churchill) il vecchio pazzo
si e' rubato il materasso
e l'America per dispetto
gli ha scippato i peli dal petto
E Churchill, quel vecchio pazzo
si è rubato i materassi,
e l’America, per dispetto
gli ha fregato i peli dal petto.
Ierisera mangiai pellecchie
i capelli sopra le orecchie
i capelli i capelli
e il decotto di camomilla
Il decotto, il decotto
e la fresella con la carne sopra
la fresella, la fresella*
e zio monaco con la testa rapata
ha la testa rapata avanti e indietro
e puzza di cane morto
uh per l'anima come puzza
uh per l'anima quello e' morto
Ieri sera mangiavo bucce
coi capelli sulle orecchie,
i capelli, i capelli
il decotto di camomilla,
il decotto, il decotto
e la frisella con la carne cotta
la frisella, la frisella,
e zi’ frate ci ha la rogna,
ci ha la rogna di dietro e davanti,
uffà, uffà come puzza,
gli puzza di cane morto,
all’anima de li mortacci sùi.
E levate 'a pistuldà
uè e levate 'a pistuldà,
e pisti pakin mama
e levate 'a pistuldà
Lay that pistol down, babe,
Lay that pistol down.
Pistol packin’ mama,
Lay that pistol down.
*Piatto tipico napoletano
NOTE ALLA TRADUZIONE

La Nuova Compagnia di Canto Popolare.
La Nuova Compagnia di Canto Popolare.


Su parulano (e non parularo) che significa contadino si veda la precisazione di Fabio Soriano, che ringraziamo.

[1] "E llevate ‘a pistuddà": il termine deriva da una contrazione napoletanizzata della frase "let the pistol down" (abbassate le armi, riferita agli americani).
[prima spiegazione fornita da Massimiliano e a Serena, cui rinnoviamo i ringraziamenti]

Successivamente, Diego Magnani ha fornito la spiegazione completa:

"Ecco il testo esatto della misteriosa strofa:

E levate a pistulda'
Uhbe' e levate a pistulda'
E pisti pakin mama
E levate a pistulda'

Si tratta della napoletanizzazione del ritornello della canzone PISTOL PACKIN’ MAMA di Al Dexter (al vertice delle classifiche USA il 30 Ottobre 1943 e la cui versione più famosa è cantata da Bing Crosby assieme alle Andrews Sisters), probabilmente molto popolare tra i soldati americani giunti a liberare Napoli. Il testo originale inglese era infatti:

Lay that pistol down, babe,
Lay that pistol down.
Pistol packin’ mama,
Lay that pistol down.


[2] Abbiamo qui lasciato “babà” per “papà” per conservare l’imitazione della “pronuncia del negro”.

[3] Ricordiamo che le cosiddette “segnorine” erano le ragazze che, nell’Italia del dopoguerra, si prostituivano ai soldati alleati per pochi soldi, un fenomeno tipico non solo del dopoguerra italiano, ma di tutti i dopoguerra della storia, periodi di fame nera.


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org