Lingua   

Le Déserteur

Boris Vian
Pagina della canzone con tutte le versioni


ITALIANO / ITALIAN [13] - Saray
EGREGIO PRESIDENTE :

Egregio Presidente, vi scrivo questa mia,
che forse leggerete, oppure forse no.
Ho appena ricevuto la chiamata al militare,
mi vogliono alla guerra, ma io non partirò.

Egregio Presidente, Io non ce l'ho con lei,
non voglio uccider gente e mai io sparerò.
Io non lo posso fare, niente di personale,
Ma volevo che sapesse che io diserterò.

Da quando sono nato ho visto pianger figli,
partire i miei fratelli e anche un padre or non ce l'ho,
mia madre ne ha sofferto, ma lei sa a chi è nelle tombe
non gli importa delle bombe ne dei vermi, neanche un pò.

Qund' ero prigioniero mi han preso la mia donna,
m'han tolto il mio passato e quel pò d'anima che c'ho.
Domani è il giorno buono in cui sbatterò la porta
sul muso alla mia sorte e solo me ne andrò.

Vivrò di carità sulle strade del mondo,
e a chi mi ascolterà... io sempre gli dirò:
"Rifiuta d'obbedire, rifiutati a partire
e non andare in guerra, è il consiglio che ti dò".

Se c'è da versar sangue, mio caro presidente,
usate pure il vostro, per voi io non ne ho
e dica ai suoi gendarmi, se mi farà cercare,
che posson non sparare, lei sa non reagirò.
IL DISERTORE

In piena facoltà,
dannato presidente,
le scrivo la presente
che spero leggerà.
La cartolina qui
mi dice, terra terra,
di andare a far la guerra
quest'altro lunedì.
Ma io non sono qui,
dannato presidente,
per ammazzar la gente
più o meno come me.
E sì, ce l'ho con lei,
sia detto per inciso,
che quello che ho deciso
è che diserterò.

Ho avuto solo guai
da quando sono nato
e i figli che ho allevato
hanno pianto insieme a me.
Mia madre e mio papà
ormai son sotto terra
e a loro della guerra
non gliene fregherà.
Quand'ero in prigionia,
qualcuno mi ha rubato
mia moglie, il mio passato,
la mia migliore età.
Domani mi alzerò
e chiuderò la porta
sulla stagione morta
e mi incamminerò.

Vivrò di carità
sulle strade di Spagna,
di Francia e di Bretagna
e a tutti griderò
di non partire più
e di non obbedire
per andare a morire
per non importa chi.
Se è necessario il sangue,
dannato presidente,
il vostro è caldo e ardente,
andate a darne un po'!
E dica pure ai suoi,
se vengono a cercami,
mi troveranno armato
e mi difenderò!


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org