Lingua   

Το κίτρινο ταξί

Chloi Koutsoumbeli / Χλοή Κουτσουμπέλη

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Dad
(Nomeansno)
Bidasoa fundamentalista
(Fermin Muguruza eta DUT)
Συγκέντρωση ειρήνης
(Chloi Koutsoumbeli / Χλοή Κουτσουμπέλη)


To kítrino taxí
[2012]
Στίχοι: Χλοή Κουτσουμπέλη
Στον αρχαίο κόσμο βραδιάζει πια νωρίς / 2012
Αμελοποίητο

Versi / A poem by / Poème de Chloi Koutsoumbeli/n runo
Στον αρχαίο κόσμο βραδιάζει πια νωρίς (Nel vecchio mondo fa sera più tardi / In the Old World it is Evening Later / Dans le vieux monde, c'est le soir plus tard / Vanhassa maailmassa on ilta myöhemmin)

taksi


Segnalata da Riccardo Gullotta, con una lettura in inglese della medesima poetessa, ho inteso questa poesia come la descrizione di uno stupro; ma può essere che mi sbagli. Nel qual caso la pagina passerà negli "Extra". Attendo, se possibile, pareri e/o altre interpretazioni. [RV]
Όχι κύριε με μπερδεύετε με κάποια άλλη.
Δεν ήμουνα εγώ αυτή
στο κίτρινο ταξί
ούτε καθόμουνα ποτέ στο πίσω κάθισμα μαζί σας.
Ούτε χιόνιζε, είμαι βέβαιη για αυτό
και όχι δεν έπεφταν νιφάδες στα μαλλιά μου.
Δεν έχω άλλωστε μαλλιά.
Δεν με φιλήσατε ποτέ, αλλιώς θα το θυμόμουν.
Και αν με φιλήσατε, εγώ δεν ήμουνα εκεί.
Ούτε ο οδηγός γύρισε καμιά φορά πίσω το κεφάλι.
Σιωπηλά διέσχισε την λίμνη ως το τέλος
και που και που βύθιζε το κουπί
στα μαύρα ολόγυρα νερά.

inviata da Riccardo Venturi - 2/1/2021 - 19:35



Lingua: Italiano

Traduzione italiana / Italian translation / Traduction italienne / Italiankielinen käännös:
Riccardo Venturi, 2-1-2021 19:38
Il taxi giallo

No, signore, Lei mi sta confondendo
Con qualcun'altra. No, non ero io
Nel taxi giallo, e non mi sono mai
Seduta assieme a Lei sul sedile dietro.
Non stava nevicando, ne sono certa,
E nessun fiocco mi è caduto sui capelli.
I capelli, del resto, non ce li ho.
Lei non mi ha mai baciata, sennò
Me ne sarei ricordata; e se mi ha baciata,
Non ero io. E il tassista non ha mai
Voltato la testa; senza dir niente,
Ha attraversato il lago fino in fondo
Dove, sì, dove immergeva il remo
Nelle nere acque tutte attorno.

2/1/2021 - 19:39


Beh, un remo che si immerge/ va sotto / affonda [βύθιζε] in acque scure lascia pochi dubbi. Improbabile un’escursione , da un taxi a una barca. Altro simbolo a conferma il lago, non il mare.
Prescindendo per un momento dalla mitopoiesi si direbbe che siamo alla classica rappresentazione di un trauma. Freud: “esperienza che in un tempo breve agisce sulla vita psichica con un incremento di stimoli talmente forte che la solita liquidazione o riduzione non riesce”.
Lo psicoterapeuta, il commissario, il biografo si chiederanno se la figurazione è la descrizione di uno stupro che è avvenuto nel senso che si attribuisce alla realtà fisica oppure se è una elaborazione mentale ( non chiamiamola fantasia o delirio! ) introiettata come un fatto. In questo secondo caso assurge a ipostatizzazione della violenza maschile.
Quale che sia il caso, ritengo che di violenza di genere si tratta. Consideriamo peraltro che la condizione della donna è un tema centrale per Cloe.

Riccardo Gullotta - 2/1/2021 - 23:42



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org