Lingua   

Helin

Grup Yorum
Lingua: Turco


Ti può interessare anche...

La Giulia
(Nuovo Canzoniere Bresciano)
Quante volte si può morire e vivere
(Massimo Bubola)
AİM (Avusturya İşçi Marşı)
(Bandista)


[2020]
Testo reperito su YouTube
Canzone che il collettivo turco ha dedicato a Helin Bölek, una delle sue voci rappresentative in questi ultimi anni, morta nei giorni scorsi, a soli 28 anni, dopo quasi 300 giorni di sciopero della fame per protestare contro la repressione che il governo fascista e assassino di Erdoğan sta effettuando da anni contro il gruppo – che non può esibirsi in pubblico dal 2015, e i cui membri sono continuamente arrestati e detenuti con l'accusa di terrorismo – e contro tutte le voci di dissenso.

Helin Bölek, il suo feretro, accompagnato da Ibrahim Gökçek, bassista del gruppo, anche lui in sciopero della fame da molto tempo.


Sia ben chiaro che Helin Bölek e Mustafa Koçak – deceduto solo qualche ora fa - sono stati costretti ad una forma di protesta estrema per rompere il silenzio sulla loro situazione e su quella dell'intera Turchia sotto regime, non tanto diverso dal nostro mussoliniano del secolo scorso.
Helin Bölek e Mustafa Koçak sono stati assassinati, come tanti altri turchi, e curdi, e profughi siriani le cui vite sono stritolate dalle grinfie del despota fascista e terrorista Erdoğan, che da sempre arma gli islamici radicali e che può agire liberamente grazie a Donald Trump e al governo statunitense e grazie al silenzio dei paesi europei, che lo pagano profumatamente per trattenere i migranti nei suoi campi di concentramento.

Ricordiamoceli così Helin Bölek e Mustafa Koçak:

Helin Bölek

Mustafa Koçak


L'ultimo album del Grup Yorum - "İlle Kavga" – risale al 2017. Sulla copertina, i loro strumenti musicali trafitti dalle pallottole e dai colpi dei poliziotti di Erdoğan nel corso delle frequenti irruzioni nelle sedi culturali dove il gruppo si esibiva...

İlle Kavga
Gidişin içimde çığlık oldu da
Ben sana vazgeç demedim yavrum
Yüreğim acıyla yanar kavrulur
Gözyaşımı düşmana göstermem yavrum
Yüreğim acıyla yanar kavrulur
Gözyaşımı düşmana göstermem yavrum

Katillerin önünde dimdik duruyor
Öfkeyle kin ile bak düşmana
Yenilmek teslim olmak yok bu kavgada
Günler kaldı sorulacak hesaba
Yenilmek teslim olmak yok bu kavgada
Günler kaldı sorulacak hesaba

Alnına kızıl bir karanfil konmuş
O kara gözlerin gülümsüyormuş
Yorumun neferisin hep bizimlesin
Toprağa düşen canın türkümüz olsun
Yorumun neferisin hep bizimlesin
Toprağa düşen canın türkümüz olsun

Yoksul kondulardır benim vatanım
Hakikat uğruna açlığa yattım
İdil idil esiyor serin rüzgarım
Karşısında son söz olduk celladın
İdil idil esiyor serin rüzgarın
Düşlerim sizin olsun yoldaşlarım
İdil idil esiyor serin rüzgarın
Düşlerim sizin olsun yoldaşlarım...

inviata da Bernart Bartleby - 26/4/2020 - 13:49



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org