Lingua   

Notturno dall'Italia

Giuni Russo


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Lettera al governatore della Libia
(Franco Battiato)
Una la verità
(Giuni Russo)
Giuni Russo e Franco Battiato: Strade Parallele (Aria Siciliana)
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


dall'album "Demo de midi" (2003)
Demo de midi

Una partenza per il fronte in piena notte. L'atmosfera rarefatta, una canzone famosissima, i timori e le illusioni di chi guarda.
Già le luci sono spente
e il notturno dall'Italia
ci faceva compagnia.
Tu perché non scrivi mai?

Il silenzio della terra
mi sussurra una preghiera;
lento il mio abbandono al tempo,
forse non ti rivedrò.

Partiranno, saluteremo eserciti di eroi;
Vinceranno e regine della guerra siamo noi.
Partiranno, saluteremo eserciti di eroi;
Vinceranno e regine della guerra siamo noi.

Fra i tamburi della guerra
sotto il classico fanal,
una voce da lontano
canterà Lili Marlene.

Partiranno, saluteremo eserciti di eroi;
Vinceranno e regine della guerra siamo noi.
Partiranno, saluteremo eserciti di eroi;
Vinceranno e regine della guerra siamo noi.

Partiranno, saluteremo eserciti di eroi;
Vinceranno e regine della guerra siamo noi.
E il notturno dall'Italia suona già Lili Marlene;
vinceranno e regine della guerra siamo noi.

inviata da Io non sto con Oriana - 13/1/2018 - 19:18


Il notturno implica un riferimento preciso, una trasmissione radiofonica in programmazione dal 1952 al 2011 che era ricevibile in buona parte del continente europeo.
Le autrici della canzone sono la stessa cantante e Maria Antonietta Sisini; verosimile che si siano prese la licenza di retrodatarne l'esistenza di diversi anni. Il contesto diventa allora quello di una donna che ascolta la radio chissà dove. E viene a sapere che è cominciata un'altra guerra.

Io non sto con Oriana - 14/1/2018 - 12:43


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org