Lingua   

La terza guerra mondiale

Zen Circus
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

War Blues
(Pernell Charity)
Terra Innamorata. 3: I sette gatti
(Canzoniere del Valdarno)
Albero di tiglio
(Zen Circus)


(2016)
title track dell'album "La terza guerra mondiale"

La terza guerra mondiale

La copertina del nuovo album degli Zen Circus è il nostro mondo al tempo dei social network. In primo piano ad un tavolo i tre componenti della band a prendere l'aperitivo, con i loro begli spritz davanti e i cellulari in mano a farsi i selfie, mentre dietro campeggia una città completamente distrutta dalla guerra. Macerie, fiamme e desolazione.

Zen Circus


Appino: Comunque la terza guerra mondiale è anche una provocazione perché si percepisce così tanto la voglia di sangue, di calci in culo, di violenza, spesso virtuale, perché i luoghi dove rimane la violenza fisica in Italia sono la famiglia e lo stadio. Mentre nel virtuale c'è una voglia di sangue incredibile, di mandare via, non parlo solo di immigrazione, parlo in generale di processi di piazza: "ci vorrebbe la guerra, ci vorrebbe il duce". Noi ci siamo immaginati un disco che non parla solo di guerra naturalmente, però abbiamo pensato: allora se viene la guerra domani che succede? A chi devo sparare?

“Una guerra mondiale ancora, una vera e non su una tastiera”.
A: Da tante generazioni ci siamo dimenticati cosa voglia dire avere la guerra in casa, un cadavere accanto o non avere da mangiare, c'è chi lo sta sperimentando oggi e non per fare discorsi del cazzo, ma...
U: ...ma c'è una delega della catastrofe, il terzo mondo tra le varie materie prime che produce ha anche la catastrofe, che è anche quella una materia prima che viene elaborata da noi e poi utilizzata come materia di scambio.

Intervista a rockit


Nota: per i versi "sono un gatto io / ed un gatto padroni non ne ha" è stata inserita nel percorso su Gatti e Gattacci.
Mi son svegliato con il sole
che mi accecava un occhio
una città in riva al mare
ma la casa no, non la conosco

Fuori è un caldo innaturale
riscaldamento globale
certo moriremo tutti ma
in infradito e bermuda dai ci sta

Adesso sono dentro a un treno
guardo gli altri passeggeri e penso che
sarebbe bello chiacchierare
ma tutti han sempre da fare
qualcuno guarda il cellulare
altri fan finta di dormire ed io
vorrei vederlo deragliare
così potremo tutti urlare

una guerra mondiale ancora
per cominciare una nuova era
per capire chi è il nemico
per vederlo dritto in viso
una guerra mondiale ancora
per vedere che faremmo ora

Quando ero un ragazzo
volevo fare una comune
con le mie amiche ed i miei amici
in un grande casolare
qualche anno dopo ci ho provato
ma non è andata un granché bene
qualcuno poi si è innamorato
se ne è andato e poi chi l’ha visto più

Adesso anch’io vivo da solo
certo è più che naturale
mi han detto prenditi un cane
ma non voglio fare da padrone
e non perché non sia in grado
di prendermene cura
ma solo perché sono un gatto io
ed un gatto padroni non ne ha

Una guerra mondiale ancora
per cominciare una nuova era
per capire chi è il nemico
per vederlo dritto in viso
una guerra mondiale ancora
per vedere che fareste ora

voi che parlate di fucili
di calci in culo ed esplosivi
una guerra mondiale ancora
una vera e non su una tastiera
la terza guerra mondiale
la terza guerra mondiale
la terza guerra mondiale
la terza guerra mondiale

29/9/2016 - 21:39



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org