Lingua   

Novembre '43

Atarassia Gröp
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Achtung banditen!
(La Cura Giusta)
Ora basta
(Atarassia Gröp)
Terra e libertà
(Atarassia Gröp)


Dall'album "L'involuzione della specie"
La nebbia di novembre come un angelo caduto
si addormenta in Val Padana in poco meno di un minuto
succedeva tutto come senza un perché in quell'autunno del'43

Al collo un fazzoletto del colore del sangue
una mitraglia tra le mani fredde luride e stanche
la staffetta pensa alla sua bella che l'aspetta
e da una scatola di latta prende un'altra sigaretta

Sa bene che il nemico non tarderà ad arrivare
cadono le mine e lui non sa sparare
la paura lo congela ma per non sentirsi in croce
canta un canto partigiano con un filo di voce:

..oh partigiano portami via che mi sento di morire
se io muoio ho partigiano tu mi devi seppellire là
sotto l'ombra di un bel fior
sotto l'ombra di un bel fior

Le idee le puoi accettare condividere od odiare
se ci credi davvero morire è meglio che scappare
e piuttosto che scappare resto fermo nel mirino
anche quando so che non vedrò un altro mattino...

...e il 26 novembre 1943 fu l'ultimo mattino per soldati come me
è convinto che la storia la facciamo tutti quanti
basta solo aver le palle d'alzarsi e farsi avanti:

..oh partigiano portami via che mi sento di morire
se io muoio ho partigiano tu mi devi seppellire là
sotto l'ombra di un bel fior
sotto l'ombra di un bel fior

inviata da adriana - 25/1/2007 - 18:28


Nella terza strofa il prima verso dice "sa bene che il nemico non tarderà ad arrivare" e l inizio del secondo versetto è errato perché la canzone non dice "che ha una buona mira" ma dice "cadano le mine",volevo solo suggerire questa piccola correzione. Grazie

Roberto - 12/8/2010 - 21:23



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org