Lingua   

Nellie Bly

Ellis Paul
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Ballata dell'alcoolizzato
(Gianni Nebbiosi)
Rosa Parks
(Ellis Paul)
Toni il matto
(Lingalad)


2012
Hero in you
Hero in you

Elizabeth Jane Cochran, soprannominata "Pink" (Cochran's Mills, Pennsylvania, 5 maggio 1864 – 27 gennaio 1922), è stata una giornalista statunitense.

Una delle prime giornaliste investigative, ha creato il genere del giornalismo sotto copertura. Cochran era meglio conosciuta sotto lo pseudonimo giornalistico di Nellie Bly. Sembra che in seguito abbia cambiato il proprio nome in Cochrane (aggiungendo una 'e' finale).

Un articolo sessista sul giornale Pittsburgh Dispatch la spinse a scrivere un'accesa risposta all'editore. La qualità della lettera spinse l'editore ad offrire un posto nella redazione del giornale alla Cochran, che era alla disperata ricerca di un posto di lavoro. L'editore diede a Pink anche il suo pseudonimo, Nellie Bly, come il personaggio del titolo di una famosa canzone di Stephen Foster.


Bly scrisse numerosi articoli investigativi, prima di venire relegata alla pagine femminili. A quel punto abbandonò il Dispatch e andò New York City, nella speranza di ottenere un posto presso il quotidiano New York World, di Joseph Pulitzer. Pulitzer la assunse, e il suo primo compito fu quello di scrivere un articolo sul Women's Lunatic Asylum presso Blackwell's Island. La Bly si lasciò sottoporre alle terribili condizioni in cui venivano trattate le pazienti nell'ospedale psichiatrico. Questa forma di giornalismo, agire in incognito per avere una storia da raccontare, diverrà il suo marchio di fabbrica.

Nel 1888, venne suggerito che il World dovesse inviare un reporter in un viaggio attorno al mondo, imitando il libro di Jules Verne Il giro del mondo in 80 giorni. Si decise che Nellie Bly sarebbe stata quel reporter, e il 14 novembre 1889 partì da New York per il suo viaggio di 40.000 chilometri.

"Settantadue giorni, sei ore, undici minuti e quattordici secondi dopo la sua partenza da Hoboken" (25 gennaio 1890) Nellie arrivò a New York. All'epoca si trattò di un record per la circumnavigazione della terra, anche se venne migliorato pochi mesi dopo da George Francis Train, che completò il viaggio in sessantadue giorni.

Nel suo viaggio attorno al mondo, non solo visitò Regno Unito, Giappone, Cina, Hong Kong, e altri paesi, ma anche Amiens, il domicilio di Verne, Brindisi, Colombo, e San Francisco. Fu inoltre la prima donna a viaggiare attorno al mondo senza essere accompagnata ovunque da uomini e divenne un modello per le donne di ogni dove.

Nellie Bly sposò nel 1895 il milionario Robert Seaman, e prese un periodo di lontananza dal giornalismo. Si dedicò alla gestione degli affari dopo la morte del marito nel 1904. Ritornò in seguito a scrivere articoli di cronaca, parlando di una convention di suffragette nel 1913 e scrivendo reportage sulla prima guerra mondiale in Europa sul fronte orientale.

All'età di 57 anni, Elizabeth "Pink" morì di polmonite.
Nellie Bly, Nellie Bly
The world could be yours if you try, if you try

Nellie Bly was just a girl, born into a world
Where little girls barely mattered
Even women couldn't vote, their jobs just left them broke
Sewing clothes, and stirring batter

Nellie didn't think it was right
She took up a pen to fight for women's rights
And she told the whole world,
What it's all about!

Nellie Bly, she was sly, she was like a private eye
She went under cover into a women's mental ward
Her pen was like a sword, she played sick to be among the others

The patients weren't being treated right
She stayed there ten long days and nights
Then she told the whole world
What it's all about!

Nellie Bly was just a girl in a race around the world
Taking trains and ships on steam power!
She sailed the China Sea with her little pet monkey
Meeting kings and getting flowers

Arabia, Hong Kong, Singapore
In seventy-two days she was on American shores
Telling the whole.... wide.... world
What it's all about!

inviata da dq82 - 1/12/2015 - 14:35



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org