Lingua   

Mille e una notte

Roberto Zerolire
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

La ballata della guerra
(Roberto Zerolire)


Roma 2005

Roberto De Simone
Scese il silenzio sulla Macao, la grande caserma dormiva ma io..
col turno di notte tra le camerate..piantone di notte tra le bombe a Baghdad
la Luna su in alto scandiva le ore, qualche auto che corre su Castro Pretorio
finestre sbarrate, ormai arruginite..e il cuore volava lontano a Baghdad
all'alza bandiera arrivò il colonnello
ci disse che era alto il livello di guardia
gli sguardi impauriti di chi non sapeva
e gli occhi invetriti di chi immaginava...
e dalle navi nel golfo si levano aerei, la pioggia di bombe che illumina i cieli
migliaia di vite sepolte per sempre, l'America applaude al suo presidente
e se tra qualche giorno Saddam mollerà, se tra qualche anno tutto cambierà
la Mesopotamia e le mille e una notte..tesori e palazzi di vite corrotte..
tutto sommerso da questo oro nero e per le borse nel mondo ritorna il sereno
tornan le bare avvolte dai tricolori, quante altre campagne e quante nuove elezioni
"non avremo paura se il regime cadrà..saremo tranquilli se Bush vincerà"..
ma ripensando al sangue di soldati e bambini noi marciamo inquadrati come bei burattini
e mentre il popolo piange si dispera ed aspetta i nostri bravi ministri tra proclami ed appelli
con le auto blindate, elegantissimi e belli, alle cene di stato..
finiscono co'na barzelletta...mille e una notte di bombe a Baghdad
mille e una notte di bombe a Baghdad...

inviata da Roberto De Simone - 31/3/2015 - 22:37


Grazie a te

Krzysiek - 31/3/2015 - 22:51


Non so come ringraziarvi!

Roberto - 31/3/2015 - 23:30



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org